cosa fare con una ex amica

La psicoterapia è un’esperienza alla quale si ripensa quasi sempre con sentimenti di gratitudine ma a volte anche con rabbia e con delusione ma pochi sono i dati reali in nostro possesso. Vuoi collaborare aiutandoci a lavorare sempre meglio e a correggere i nostri eventuali errori? Raccontaci la tua esperienza in questo apposito spazio a tua disposizione.

Moderatore: Dr.ssa Maria Pichi

Rispondi
SoleLunaAvril
Messaggi: 2
Iscritto il: 25 ottobre 2011, 0:32

cosa fare con una ex amica

Messaggio da SoleLunaAvril » 25 ottobre 2011, 13:54

Salve a tutti!
Ascoltate ho un problema ke mi angoscia da molto tempo, ho sensi di colpa davvero devastanti ke 3 anni fa mi hanno portato al tracollo fisico e psicologico, ora pian piano a furia di farmaci e nuove compagnie mi sento un pò meglio....
ho ripreso i chili persi e riesco un pò a sorridere, anche se devo dire che ho perso la testa! O meglio non riesco + ad esprimermi bene...è come se dovessi ritornare e ricominciare la scuola!

Per 5 anni frequentando le medie superiori, ho avuto una amica (diciamo ke la consideravo una tra quelle con la a maiuscola)...lei a 15 anni è rimasta incinta e molti ahimè la scartvano x questa cosa....ma certamente non la scartavano x questo, ma x il fatto ke lei nonostante fosse mamma frequentava altri ragazzi (nascosta dal suo ragazzo, padre del suo bimbo)!

Lei chiedeva sempre il mio aiuto x coprirla in queste sue scappatelle e x aiutarla nei compiti...insomma sono sempre stata un supporto x lei...
Poi fatto l'esame di maturità e diplomate da geometra, ei grazie al padre è riuscita a trovare un'occupazione (come tirocinio) presso uno studio tecnico. Dopo 3 mesi mi ha riferito che il titolare cercava altro personale torocinante e mi ha invitata a fare un colloquio...così un pò timorosa ci sono andata e dopo 1 settimana mi sono ritrovata a fare gavetta insieme a lei! Questa bella intesa è durata x 2 anni, finkè non è terminato il tirocinio e abbiamo poi eseguito l'esame di maturità! da quel momento si doveva lavorare sul serio x ricevere almeno un mini-stipendio... lei 1 giorno mi dice testuali parole "Ho voglia di metterti sotto i miei piedi, provo invidia!"....di lì io cambio atteggiamento, ho paura e mi comporto in maniera cattiva (io che ho sempre aiutato gli altri, io che ho sempre trovato parole di conforto x tutti, io che sono stata sempre la solita "fessacchiotta"): ho cominciato a commettere atti davvero orribili nei suoi confronti...primo fra tutti, ogni volta lei faceva un progetto io glielo cancellavo x far capire al capo che non aveva fatto nulla e per farle perdere tempo nel rifarlo, poi le raccontavo bugie (non ero + sincera)...poi ha fatto venire presso il nostro studio tecnico anche il cognato e mi sono comportata nello stessissimo modo anche con lui (x me era un suo complice)..dopo 1 anno lei è andata via, trovando uno studio + grande, migliore e + remunerativo! è rimasto il cognato, ma io con lui mi comportavo ancora male e vedevo che si parlavano tramite facebook ed in malo modo nei miei confronti (ed era giustissimo, capisco pienamente! che stronza sono stata!)... lui dopo 2 anni è sttao contattato da una grande azienda ed ha colto l'occasione anche perchè stipendiato del doppio e assicurato (cosa che non succedeva nel posto in cui era).... credevo di star meglio... ma non è vero! il passato tornava nella mia mente e non riuscivo a darmi pace! Mi facevo del male, dimagrivo, piangevo, non uscivo + e quant'altro! sono finita a prendere delle compresse x forte ansia e depressione...
a distanza di 4 anni vengo a sapere che lei sta divorziando perchè sta con un altro...ed ora anzi so che ha divorziato del tutto ed è rimasta sola! Ha lasciato anche l'altro perchè + piccolo di 3 anni e sentiva la differenza d'età! Ora è sola con il figlio di 15 anni! Lei si è fatta risentire su facebook x il martrimonio di una nostra amica in comune e mi ha raccontato di spontanea volontà la sua storia... voleva quasi convincermi a tornare come sua confidente e amica... ma io le ho spiegato ke x ora non vorrei affrontare avvicinamenti... potrei farle altro male! DEvo strae davvero bene... oggi il mio cuore (dopo circa 1 mese e mezzo da quel suo contatto) ha deciso di scriverle un semplice "come stai?" "6 serena"?


e lei mi ha scritto questo! copio e incollo quello che scrive:
"ciao maria, sai a volte mi chiedo che fine abbia fatto la giulia di qualche tempo fa che rideva e non si preoccupava tanto se cera qualcosa che non andava perche pensava che gli ostacoli erano delle piccole sfide da superare.
le cose purtoppo nella mia vita sono ambiate in maniera radicale diciamo che da gennaio ad ora ho trovato un po di serenità, ma quel sorriso di una vola no.
mi ricordo che tempo fa mi venivano i crampi alle guance per quanto ridevo
ora non ricordo come si fa???
mi sembra che ogni giorno ce un ostacolo anche se a volte piccolo ma nella situazione in che mi trovo a volte lo trovo insommontabile ...
fortunatamente ricordi com'ero
avevo dei giorni tristi che in questo periodo li vedo neri dove mi cchiudo in me stessa ma poi mi faccio forza da sola e vado avanti perche penso che se continuo a stare a disparte e piangermi addosso non mi serve a nulla cosi cerco di affrontare le difficolta anche se devo a volte anche arrampicarmi con le unghie cerco di farlo.
cmq proprio venerdi ho chiuso un capito lo della mia vita andando in tribunale per il divorzio con gianni ce stata una stretta di mano che penso che non dimentichero facilmente.
sto chiudendo anche con pasqualino la persona con cui mi hai forse visto spesso
pensavo che a volte l'età non contava ma contava quanta maturita avesse una persona lui e tre anni piu piccolo di me e sinceramente questa cosi si fa sentire tutti i giorni e prima che ci facevamo del male stando insieme e incompatibilmente ho deciso di mollare.
pertanto ora come ora mi trovo da sola con amico stretto solo vito che si divide tra me e anna/claudio, i miei grandi debiti perche tra la cassa dei geometri, l'avvocato e spese di casa non e' facile e naturalmente mio figlio che ha molta pazienza per i miei alti e bassi.
ti ho fatto un po il riassunto della mia vita .... come vedi non navigo tra i fiori ma sopravvivo ... spero in un futuro migliore"...


Cosa le devo rispondere? io ho un cuore e voglio consolarla, ma da una parte non voglio che ci sia un ritorno....aiutatemi! ve ne prego...è una vita d'angoscia...notte! a domani! chissà se al mio risveglio troverò qualche bella risposta! :(

Avatar utente
Sill
Messaggi: 8
Iscritto il: 6 ottobre 2011, 0:36

Re: cosa fare con una ex amica

Messaggio da Sill » 1 novembre 2011, 15:09

ciao, innanzitutto ti avverto che hai sbagliato sezione, comunque poco importa :)
secondo me non devi risponderle a quel messaggio, devi invitarla fuori a bere un caffè al bar e lì parlarle di tutto.
come ti sei sentita, cosa pensi ora di lei, cosa pensi che dovrebbe fare..
sai, davanti a uno schermo è facile trovare le parole giuste perchè hai tutto il tempo per pensarci.
"face to face" invece ti ritrovi a dover essere naturale, è una grande sfida per entrambe.
L'uomo è un fragile vaso, Seneca.

Rispondi

Torna a “La mia psicoterapia … perché è iniziata e come è finita”