Un posto di lavoro

Quiz e giochi di logica non sono più solo un passatempo, ma un piacevole modo di prepararsi a un buon colloquio di lavoro. Niente più sensi di colpa, dunque, se ci intratteniamo qualche minuto in più con i giochi per la mente perchè non stiamo facendo altro che allenarci alle modalità più diffuse di selezione aziendale.
Test di conoscenza, attitudinali, di intelligenza e personalità sono, infatti, gli strumenti utilizzati dai selezionatori per valutare le capacità dei candidati e le predisposizioni a un compito o a un iter formativo e professionale

Moderatore: Redazione Pagine Blu

Rispondi
Avatar utente
Redazione Pagine Blu
Messaggi: 99
Iscritto il: 12 ottobre 2004, 0:23
Località: Venezia

Un posto di lavoro

Messaggio da Redazione Pagine Blu » 3 agosto 2008, 2:14

Egon e Paul sono due esperti consulenti del lavoro che da anni lavorano per la stessa azienda.
I suggerimenti di Egon si sono rivelati corretti e hanno prodotto utili nel 70% dei casi. Le proposte di Paul si sono rivelate corrette e hanno prodotto utili nel 10% dei casi. Contro ogni logica, Egon non ha mai fatto carriera in azienda, e il suo stipendio è progressivamente diminuito. Paul ha invece ricoperto incarichi di sempre maggior prestigio e resposabilità, e il suo stipendio è lievitato.

Spiega che cosa è accaduto.
Redazione Pagine Blu degli Psicoterapeuti

Avatar utente
francesca
Messaggi: 1132
Iscritto il: 24 aprile 2006, 15:45

Messaggio da francesca » 3 agosto 2008, 14:40

Quel 10% dei casi ha reso molto di più del 70 % di Egon.
Bisogna vedere se la prestazione professionale di entrambi è stata valutata con lo stesso metro e quindi non sono entrati in gioco altri fattori.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 3 agosto 2008, 18:59

francesca ha scritto:Quel 10% dei casi ha reso molto di più del 70 % di Egon.
l'avevo pensato anch'io
Paul offre la sua consulenza alla Apple, alla Toyota e alla Sony e, dopo con qualche colpaccio azzeccato ha fatto guadagnare un mare di soldi all’azienda, più di Egon, il quale non sbaglia quasi mai ma offre consulenza a qualche decina di piccole imprese a conduzione familiare

oppure:
Paul è l’amante della presidentessa del consiglio d’amministrazione dell’azienda.

Paul è uno spregiudicato nipote dei proprietari dell’azienda e li ricatta perché sa che evadono regolarmente il fisco per cifre folli

Paul e i proprietari dell’azienda giocano spesso a poker, Paul bara e vince sempre, ottiene quello che vuole, e presto l’azienda sarà sua

Paul è parente del cardinale Aringarosa del “Codice da Vinci”.

Avatar utente
Redazione Pagine Blu
Messaggi: 99
Iscritto il: 12 ottobre 2004, 0:23
Località: Venezia

No

Messaggio da Redazione Pagine Blu » 6 agosto 2008, 9:19

Francesca e Davide49, avete formulato ipotesi interessanti, ma non sono corrette.
In particolare:

1) non e' corretto dire che il 10% dei casi di Paul abbia reso piu' del 70% dei casi di Egon. Entrambi i consulenti hanno lavorato con clienti di pari importanza, stipulando contratti di pari importo. La differenza e' che Egon ha avuto successo nel 70% dei casi. Le idee, le proposte, i progetti, le strategie di Paul si sono rivelate efficaci solo nel 10% dei casi.

2) Nessuna relazione intima tra Paul e la presidentessa (una signora tra l'altro di forti principi morali).

3) Paul non ricatta l'azienda

4) Paul non sa giocare a poker. E se sapesse giocare sarebbe un pollo, esattamente come negli affari.

5) Paul non ha parenti in Vaticano, ne' al mercato del pesce.
Redazione Pagine Blu degli Psicoterapeuti

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 6 agosto 2008, 11:27

la fidanzata di Egon è segretamente innamorata di Paul, del quale però conosce le scarse capacità professionali. Lei desidera sposare Paul e vorrebbe mettere su famiglia, ma non prima che questi abbia migliorato la propria posizione nell’azienda, per questo intanto rimane insieme a Egon, diciamo per la compagnia. La fidanzata di Egon sa benissimo che Paul ha un basso livello di autostima a causa dei propri insuccessi e di un rapporto conflittuale con i genitori durante l’infanzia, infatti lei ha da tempo avviato un importante studio di psicoterapeuta a Crupjinia, dove Paul si è rivolto (è stato lì a Crupjinia che lei e Paul si sono conosciuti) ed ecco che decide di aiutare Paul. Per questo si è rivolta a Big Boss, uomo di punta della mafia di Arsviok e da tempo suo paziente in un percorso di psicoterapia per tentare di superare i sensi di colpa derivanti dalle pulsioni omicide e dalle numerose rapine, estorsioni, ecc. Siccome le sedute con la fidanzata di Egon stanno dando buoni risultati e dunque Big Boss sta diventando cattivissimo senza sensi di colpa, questi ha apertamente minacciato la dirigenza aziendale che, qualora, non avesse aumentato lo stipendio di Paul, la cupola mafiosa di Arsviok avrebbe spinto le maggiori imprese di Crupjinia a rivolgersi alle imprese di consulenza aziendale di Arsviok. Paul si è sorpreso molto del suo aumento di stipendio, ma non si è reso conto che solo il 30% delle banconote che gli vengono date sono autentiche; l’altro 70% di soldi buoni viene versato allo stesso Big Boss, che se ne serve al 20% per pagare l’onorario della fidanzata di Egon, al 30% per sé, e il rimanente 10% va a Egon per convincerlo con le buone ad accettare la situazioone e a rimanere nell’azienda anziché andare a Roma, che oltretutto è lontana 15.000 km e ha poche probabilità di essere più vicina ad Arsviok che a Crupjinia.

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Messaggio da Eddd » 6 agosto 2008, 13:04

Davide è davvero divertente e fantasiosa la tua spiegazione :)

Ma anche il numero di casi che hanno trattato entrambi è lo stesso? Chissà forse bisogna solo aggiungere a quello che ha già detto francesca che Egon è riuscito a "procacciare" totalmente un minor numero di potenziali clienti rispetto a Paul.

Avatar utente
francesca
Messaggi: 1132
Iscritto il: 24 aprile 2006, 15:45

Messaggio da francesca » 6 agosto 2008, 14:38

Il termine percentuale non tiene conto del fattore successo.
Valore assoluto in termini di utile.
Efficacia ed efficienza.
un giocatore di basket crea 100 occasioni di tiro: ne realizza 25.
un altro su 4 tiri fa due canestri, 50 % di successo.
la sua efficienza è inferiore, la sua efficacia è superiore.

sfigato
Messaggi: 539
Iscritto il: 26 settembre 2007, 13:53

Messaggio da sfigato » 10 agosto 2008, 23:37

Paul è sempre stato indietro rispetto ai risultati di Egon poichè era intento a svolgere attività estremamete più redditizie, ovvero leccare i piedi (per non dire altro) dei suoi superiori e magari gettando un po' di fango su Egon.
In qusto modo è progressivamente riuscito a diventare il diretto superiore di Egon prendendosi infine i meriti di quest'ultimo.


La risposta giusta qual'è?

Avatar utente
Redazione Pagine Blu
Messaggi: 99
Iscritto il: 12 ottobre 2004, 0:23
Località: Venezia

Pensiero laterale. La risposta

Messaggio da Redazione Pagine Blu » 11 agosto 2008, 23:29

Nel corso degli anni Paul è diventato il più prezioso e insostituibile collaboratore dell'azienda.
La sua totale e comprovata incapacità di formulare idee, proposte, progetti, strategie efficaci ("Le idee, le proposte, i progetti, le strategie di Paul si sono rivelate efficaci solo nel 10% dei casi") ha fatto sì che l'azienda decidesse di fare sistematicamente l'opposto di quanto proposto da Paul. Raggiungendo il successo nel 90% dei casi (una percentuale decisamente superiore a quella di Egon).

Buona estate 8)
Redazione Pagine Blu degli Psicoterapeuti

sfigato
Messaggi: 539
Iscritto il: 26 settembre 2007, 13:53

Re: Pensiero laterale. La risposta

Messaggio da sfigato » 18 agosto 2008, 23:25

Redazione Pagine Blu ha scritto:Nel corso degli anni Paul è diventato il più prezioso e insostituibile collaboratore dell'azienda.
La sua totale e comprovata incapacità di formulare idee, proposte, progetti, strategie efficaci ("Le idee, le proposte, i progetti, le strategie di Paul si sono rivelate efficaci solo nel 10% dei casi") ha fatto sì che l'azienda decidesse di fare sistematicamente l'opposto di quanto proposto da Paul. Raggiungendo il successo nel 90% dei casi (una percentuale decisamente superiore a quella di Egon).

Buona estate 8)
Forse avrei dovuto comportarmi come Paul, ma non ci riesco! è più forte di me!

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Messaggio da Eddd » 29 agosto 2008, 8:53

Ad esser proprio sincero sincero continua a convincermi di più la spiegazione di Francesca :).

Kekko
Messaggi: 4
Iscritto il: 18 febbraio 2009, 22:59

Messaggio da Kekko » 18 febbraio 2009, 23:56

:-) anche nella realtà funziona cosi e nn solo negli indovinelli.. ma il motivo è un altro.. paradossalmente le direzioni delle aziende notano di piu il 10 per cento di Paul rispetto al 70 per cento di Egon... in quanto il successo di egon (70%) risulta quotidianità mentre il !0% di Paul viene piu notato in quanto piu raro e difficile che possa succedere e quindi viene notato di piu..

Rispondi

Torna a “Giochi di logica, quiz, enigmi”