Sto andando alla deriva

Dedicato a chi non riesce a trovare uno spazio d’espressione di un proprio disagio interno, perché troppo forte è la sensazione di non poter essere compreso nella propria sofferenza.

In questo forum ci si propone di dar voce liberamente al proprio sentire, perché ciò che è vissuto come un malessere incomprensibile non è nient’altro che un’ espressione condivisibile della propria individualità.

Moderatore: Dr. Marco Guadalupi

Rispondi
Mr Hyde
Messaggi: 1
Iscritto il: 26 giugno 2011, 15:57

Sto andando alla deriva

Messaggio da Mr Hyde » 26 giugno 2011, 16:11

Anzitutto saluti a tutti, sono nuovo.
Ho trovato questo forum come uno spazio nel quale riuscire a dire quello che ho dentro.
Un anno fa un'auto mi investe mentre torno a casa in moto. Fratture multiple che ancora non sono del tutto guarite. Da allora nemmeno la mia testa funziona piú tanto bene.
Avevo una ragazza e la ho allontanata per paura che la mia depressione tirasse a fondo anche lei.
La miscela tra sofferenza fisica e psicologica è micidiale.
Quando mi sembrava di star meglio, nuovo problema e nuovo delicato intervento chirurgico.
Superato anche questo, cerco di riprendere in mano la mia vita: senza successo.
La ragazza che avevo mi odia, e non posso darle torto.
Ma questo mi fa soffrire comunque, perché penso di volerle ancora bene.
La mia vita si è ridotta al percorso casa-lavoro e ritorno.
Evito con cura il mio prossimo, perché dover sostenere conversazioni mi pesa enormemente.
Non sorrido da mesi, e vedo il futuro patinato di grigio, ho solo voglia di scomparire.
Grazie a chi mi ha ascoltato. Mi rendo conto che lo scritto è sconnesso: riflette la situazione che ho in testa.

Avatar utente
Sonia11
Messaggi: 65
Iscritto il: 18 settembre 2008, 18:39

Re: Sto andando alla deriva

Messaggio da Sonia11 » 26 giugno 2011, 20:12

Ciao Mr Hyde ,
Da quello che scrivi è comprensibile che tu sia avvilito, ma la cosa positiva è che tu hai dalla tua parte la forza della gioventù: il tempo è galantuomo, fidati!
Per quanto riguarda la tua ragazza, devi apprezzare la sua onestà nell'aver riconosciuto il suo limite nel dover rimanere con te: capisco la tua delusione ma, secondo me, l'abbandono è preferibile alla compassione.
TI consiglio un percorso di psicoterapia, potresti trovare beneficio, hai visto mai!
Auguri da Tonia.

Rispondi

Torna a “Nessuno può capire il mio star male...”