Dov'è finita la mia energia?

Dedicato a chi non riesce a trovare uno spazio d’espressione di un proprio disagio interno, perché troppo forte è la sensazione di non poter essere compreso nella propria sofferenza.

In questo forum ci si propone di dar voce liberamente al proprio sentire, perché ciò che è vissuto come un malessere incomprensibile non è nient’altro che un’ espressione condivisibile della propria individualità.

Moderatore: Dr. Marco Guadalupi

Rispondi
Acetilcolina
Messaggi: 2
Iscritto il: 4 agosto 2011, 14:38

Dov'è finita la mia energia?

Messaggio da Acetilcolina » 4 agosto 2011, 14:53

Ciao a tutti..
sono nuova in questo forum, e non so nemmeno bene perché sto scrivendo. Inizio presentandomi.. sono una ragazza di 18 anni, appena diplomata, apparentemente felice. Posso dire di avere tutto. Ho una famiglia, ho degli amici, ho dei sogni. Sono sempre stata una persona molto forte, determinata, reattiva, anche se inizialmente mi butto giù tendo a reagire tornando in me stessa. Questo ultimo anno scolastico è stato davvero difficile, un po' per i problemi di salute di mio padre (che pare siano ora risolti), un po' per la scuola stessa che è stata pesante, ma sono riuscita a diplomarmi con un ottimo voto che è andato ben oltre le mie aspettative. Non vedevo l'ora di finire per potermi finalmente buttare sul mio grande sogno, la medicina. Ero determinata, volevo sputare sangue per quel test, "e se non lo supero, riproverò", mi dicevo. Eppure, poche settimane dalla fine degli esami, è calata su di me una tristezza profonda che non riesco a spiegare. Mi sento vuota e senza forze, non riesco più a credere in niente, tantomeno in me stessa. Non ce la faccio. Mi sforzo, davvero, di pensare positivo, ma dopo poco crollo pensando che è tutto inutile, perché non sono all'altezza delle cose. Io non mi riconosco più, e questo mi fa paura. Non posso parlarne con nessuno, perchè i miei amici hanno i loro problemi e con i miei genitori non c'è mai stato dialogo. Per loro queste sono cavolate. Avevo così voglia di affacciarmi alla vita, adesso mi fa paura, mi sento inadeguata, e sola. Mi sento un fallimento perché non c'è niente che va in me, al di là del rendimento scolastico.. Ciò che prima mi rendeva felice, cioè la scienza e le lingue, adesso mi è indifferente. Tutto questo ad un mese dal test, prima di cambiare vita. Io ci tengo ancora a medicina, resta il mio sogno, ma mentre il cuore mi spinge a provarci la testa mi manda in crisi. Penso troppo? Non lo so. Mi sento tanto stanca,come se fossi priva di energie. Riconosco che il mio è un atteggiamento infantile, ma non riesco proprio ad uscirne. Che consigli mi dareste? Chi ci è passato?
Perdonatemi se sono stata prolissa. Vi ringrazio per avermi letta fin qui, scrivere è il solo modo che ho per tirare fuori quello che ho dentro. Un saluto.

Avatar utente
Sergio67
Messaggi: 813
Iscritto il: 26 febbraio 2009, 15:23

Re: Dov'è finita la mia energia?

Messaggio da Sergio67 » 23 agosto 2011, 16:28

Acetilcolina...
fa pensare la scelta del tuo nick. Parli di debolezza, di mancanza di forze, ma non credo si tratti di un problema "muscolare". Parliamo di motivazioni.
Momenti di tristezza, momenti in cui tutto sembra perdere senso non sono fatti strani, possono succedere a tutti. Ma dipende anche da quanto durano. Io credo che sia anche possibile che, dopo un anno difficile e faticoso, tu abbia avuto bisogno di un po' di riposo e magari questa stanchezza era il modo con cui il tuo corpo e la tua mente te lo stava comunicando, così come è possibile che ci siano motivazioni più profonde.

Oggi, a distanza di qualche settimana, come va?
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)

Rispondi

Torna a “Nessuno può capire il mio star male...”