Pagina 1 di 2

passato e presente

Inviato: 5 agosto 2011, 23:30
da Marta
il passato purtroppo non lo posso più recuperare....gli anni persi non li posso più recuperare....quello che ho ora (un uscita il sabato era con pochi amici) NON COMPENSA quello che per più di 10 anni non ho avuto! mi viene da piangere perchè per l'ennesimo anno non riesco ad andare in vacanza, l'unica possibilità che ho è viaggiare da sola :cry: ....perchè ho pochi amici e tutti maschi :cry: ....perchè è da quasi 1 mese che sto chiusa in casa a perdere tempo :cry: .... perchè mi sono iscritta a fb e vedo che non mi caga nessuno, sono una specie di fantasma virtuale :lol: eppure sono presente con il mio nome e cognome, sono IO !!!! queste cose NON PASSERANNO MAI! e mi ricordo che poco più di 3 anni fa mi fu detto "sarai piena di amici" in cambio di 60 euro a settimana....ahahah....lo so che ci vuole tempo (ma 3 anni e mezzo non è GIA' TANTO?) e che non è facile alla mia età rifarsi daccapo una vita sociale....però io non ce la faccio!!! non so perchè non posso viaggiare o avere il ragazzo! è DA UNA VITA CHE ASPETTO! tra un po arrivo ai 30 anni...tutto quello che ho ottenuto me lo sono dovuto sudare, mentre molte (che invidia) hanno amici viaggi e vacanze serviti su un piatto di argento e devono fare un minimo sforzo! io non so che cos'ho! ormai sono socievole e spigliata, sono sveglia, sono conosciuta nella mia università, ho un cervello e non sono brutta!!!! quindi cos'è che gli altri hanno e che io NON HO?

Re: passato e presente

Inviato: 17 agosto 2011, 1:54
da sfigato
non lo so... ma sono solo anch'io... hai amici e tutti maschi però!! io nemmeno quelli, sono completamente da solo... fai un po' te....

Re: passato e presente

Inviato: 17 agosto 2011, 23:11
da Marta
tre anni fa la mia vita doveva mutare in cambio di tanti bei soldini (migliaia di euro) :cry:, io sarei dovuta guarire da problemi relazionali, disturbi psicopatologici ecc...
:cry:, poco più di due anni fa mi fu detto che prima o poi avrei trovato qualcuno (un ragazzo) perchè ero giovane e carina e che ormai era tutto risolto perchè ero spigliata e disinvolta!!! MI HANNO PRESA IN GIRO e sfido chiunque a dire il contrario!!!! ora che so che sono perfettamente sana e normale non mi va nemmeno più di leggere e partecipare a forum come questo (questo in verità no ma quelli che trattano di salute psicologica non li sopporto più)! non ho più niente da scoprire, da "curare" ... solo che ormai sono fregata, non posso inserirmi in nessuna comitiva, sarò sempre un amica a parte e non l'amica del gruppo :cry: non ci posso fare niente!!! non è colpa mia se ognuno ha la sua vita privata e le sue cose da fare e non sono sempre tutti disponibili per me!!! mi arrangio a fare le cose da sola quando posso, esco in compagnia quando posso (quando gli altri sono disponibili)!!! non sono molto socievole ma la mia parte la faccio, da perfetta filantropa! nonostante l'invidia e la rabbia immagino situazioni utopistiche con speranza ed entusiasmo, che poi svaniscono in un colpo quando passa prima una settimana, poi un mese e non succede nulla, la situazione NON SI EVOLVE! ma io che ci posso fare? più che cercare di conoscere gente e sfruttare le occasioni cosa posso fare? gli amici non si vendono al mercato....
non mi va più di cercare cose che non vanno in me, di chiedere consulti online e di chiedere aiuto con insistenza...sono PERFETTAMENTE SPIGLIATA, ma quello che ho perduto non lo posso più recuperare!!! tre anni fa mi sono fatta dire un sacco di sciocchezze senza intervenire...pensavo che facendomele dire potesse cambiare la situazione...pensavo "MEGLIO ESSERE MALATA CHE SOLA E SFIGATA"!!!

Re: passato e presente

Inviato: 17 agosto 2011, 23:18
da Marta
sono stanca di frequentare forum di psicologia, salute psicologica, psicoterapia ecc....NE SONO SATURA!!!! per avere amici ho fatto di tutto, ho fatto anche il "caso clinico", ma adesso basta!!!! amici o non amici, io il caso clinico non voglio farlo più!!!!

Re: passato e presente

Inviato: 19 agosto 2011, 23:51
da Marta
ma insomma che cos'è che ho? me lo volete dire? perchè non sono desiderata? che cos'è che dovrei fare e non faccio??? perchè conosco così poca gente? gli altri hanno 250-300 amici facebook, tanti nomi, nomi e nomi....persone che io conosco dall'infanzia che hanno rapporti e contatti con altri che non conosco!!! che invidia...gli altri sì, io no!!!! ma faccio così schifo??? non è colpa mia, io mi faccio sempre viva con gli sms, altrimenti va a finire che passa 1 mese e il mio cell non serve!!! è come se fosse spento!!! io l'avevo detto 3 anni fa come stavano le cose!!!! mica avevo disagio sociale!!! io avevo mancanza di amici e di affetto!!! mica mi consideravo un appestata!!! la verità è sono poco considerata!!! ma perchè? è da quando sono adolescente che è così!!! eppure non ho mai schifato nessuno io!!! sono passati 2 anni e mezzo dalla frase "prima o poi trovi qualcuno perchè sei giovane e carina"....sono passati 2 anni dalla frase "prima o poi qualcuna ti chiamerà perchè sei spigliata"....intanto lui lo stipendio l'ha intascato ma io che ci ho ricavato??? tutto quello che non si è avverato costituisce un DEBITO!!! dovrei chiedere un RISARCIMENTO! voglio essere risarcita x tutto quello che MI ERA STATO PROMESSO IN CAMBIO DI 60 EURO A SETTIMANA! ho fatto la malata, la disturbata, quella da curare, quella che è sola x colpa sua, quella che basta che invita qualcuno a fare un giro ed è fatta, ecco l'amico servito bello pronto!!! sono passati più di 3 anni dalla frase "se fai quello che ti dico io sarai piena di amici"....e da quando disse che avevo appena 24 anni....infatti ora ne ho 27 e mezzo e annaspo....e poi disse anche "in un anno, un anno e mezzo faccio rientrare tutto" ....ma bravo!!! complimenti!!! tu curi i disturbi, le tossicodipendenze, l'ansia, le compulsioni, le fobie, ma come puoi costringere gli altri a essermi amici? ora mi sono scocciata.... VOGLIO QUELLO X CUI HO PAGATO!!!!

Re: passato e presente

Inviato: 23 agosto 2011, 1:33
da sfigato
Marta ma a che cosa ti servono tanti o pochi amici? ricorda che sei tu alla fine la persona con la quale dovrai trascorrere tutta la vita, tu e nessun altro... ti senti diversa dagli altri? e così sia... che ti importa? ti senti sola? e allora? mi sembra una buona occasione allora per imparare a vivere da soli senza bisogno di nessuno! Hai davvero bisogno di qualcuno? e perchè mai? vivi, lavora, magia,dormi, corri, gioca... fai quello che vuoi ... non devi neppure guardare il prossimo, devi solo fregartene! pensa a te stessa e a come vivi... ma ti piace davvero fare tutto questo sforzo per cercare delle amicizie? tanto vale evitare! avrai degli interessi o sbaglio? dedicati a quello! dedicati a te stessa, leggi dei libri, nuota, canta, balla, e soprattutto ..... fottitente!

Re: passato e presente

Inviato: 23 agosto 2011, 1:55
da sfigato
che cosa non ho? cos'ho di diverso.... cosa non va in me... eccecc ecc ecc...... stai litigando con la sola persona che può (e deve) aiutarti: te stessa!
ma non è urlando contro il mondo che si ottengono i risultati, magari puoi solamente trovare una persona vagamente incuriosita come il sottoscritto che colto da un sincero spirito di benevolenza prova ad aiutarti, ma al massimo questo qualcuno può farti notare che sei tu a doverti aiutare (ed è strano che il terapeuta non l'abbia fatto)

quel che posso consigliarti in questo momento è una cosa sola:

1 Scrivere su un pezzo di carta (o anche qui se vuoi) tutto quello che ti piace fare, qualsiasi tipo di attività.
2 Scegliere l'attività che ti ispira di più e che sia fattibile (anche a me piacerebbe andare sulla luna, ma è un tantino distante, se invece ti piace andare in bici ed hai una bella collina vicino a casa puoi salirci sopra, pedalare e poi goderti il panorama)
3 fare e di brutto! darci dentro e godere di quel che hai.... sono sicuro che se riuscirai a fare questo non avrai bisogno di amici! ma ti assicuro che non è affatto banale! ora non ti resta che provare!

Re: passato e presente

Inviato: 23 agosto 2011, 21:37
da Marta
no guarda, io vorre fare qualcosa assieme agli altri, condividere qualcosa....andare al mare, fare vacanze, fare viaggi, andare in pizzeria ecc... ne ho bisogno!!!! oltre a coltivare i miei interessi e fare ciò che mi piace vorrei fare qualcosa INSIEME ad altre persone, perchè ho bisogno di chiacchierare, divertirmi, confrontarmi, e ho bisogno di sentire l'affetto degli altri nei miei confronti!!! e ho voglia di avere una relazione sentimentale, perchè ne ho bisogno!!! e perchè sono sempre quella libera, single e perennemente non fidanzata, mi sento come se non mi volesse nessuno....ormai non so più come giustificare la cosa....non vedo un futuro roseo...non vedo l'amore e non vedo famiglia!!! e queste sono cose che vorrei!!!

Re: passato e presente

Inviato: 24 agosto 2011, 14:43
da Sergio67
Io credo che un gruppo, o un'amicizia, si forma sulla consonanza di idee, di passioni e di sentimenti. Ovvero ci deve essere qualcosa che accomuni. Che sia il club di giocatori di Bridge come il club degli Alpinisti, il WWF o l'associazione cacciatori.
Come altri ti hanno quindi già detto forse dovresti smettere di cercare di fare qualcosa INSIEME ad altre persone e cercare di fare QUALCOSA insieme ad altre persone.

Re: passato e presente

Inviato: 30 agosto 2011, 19:21
da Marta
quel qualcosa che faccio mi dovrebbe piacere e interessare, altimenti sarebbe solo fonte di nervosismo...soprattutto poi quando faccio una cosa con un secondo fine, aspettandomi qualcosa....se non succede quello che mi aspetto io allora mi arrabbio e perdo interesse per quello che sto facendo! per esempio posso fare 50 cose e trovare 100 conoscenti e nessun amico! chi me lo assicura che più faccio più trovo?
lo psico mi disse che sarebbero dovute succedere le seguenti cose...mi fece credere che andando a parlare con lui e spendendo 60 euro a sett il mio futuro sarebbe stato più roseo...ma il brutto è che quello che vivo ora è già il mio futuro...
mi disse che: 1.innamorarsi e fisiolgico e mi sarei innamorata anche io :lol: 2. avrei trovato qualcuno perchè ero giovane e carina :lol: 3. qualcuna mi avrebbe chiamata perchè ero spigliata :lol:
io dico che ho avuto troppo poco e dopo troppo tempo rispetto a tutti gli euro che ho speso...le cose sono leggermnete cambiate solo dall'ottobre dell'anno scorso, ma i due anni successivi alla psicoterapia sono stati IDENTICI ai precedenti! e poi io sono sempre io, insicura, arrabbiata, nervosa, allago il letto un giorno sì e due no....
tutto quello che avrei dovuto ottenere dov'è? fose devo aspetare fino ai 30 anni? o fino ai 40? ehhh mi ricordo quando diceva "hai appena 24 anni"...
mi assicurò che in un anno, un anno e mezzo, lui faceva rientrare tutto, per cui avrei dovuto avere amici e forse fidanzato entro i 25 anni e mezzo, in cambio dei 3000 euro e del mio divenire un caso clinico...
insomma, lo psico cura ansia, depressione, fobie, dca, doc ecc... perciò si parla di guarigione, e quste sono cose che vanno al di là della vita quotidiana, che la modificano, la influenzano ecc... ma quando invece a dover cambiare è proprio la vita quotidiana, quando non bisogna guarire da niente, a che serve lo psico?
da quando l'anno scorso un ragazzo ha bloccato il mio cambiamento (mollandomi dopo 2 mesi) mi sono arrabbiata e per tutto questo tempo sono rimasta arrabbiata!!!
mi sono state dette delle frasette molto banali e sempre come se tutto dipendesse da me, fosse colpa mia, fossi io a procurarmelo...ero io che ero eremita, che parlavo troppo poco, non dicevo mai "io", non manifestavo le emozioni, ero diffidente ecc...a tutte queste cose ci ho creduto, ma poi quando mi sono buttata in una relazione e mi hanno scaricata come un oggetto mi sono arrabbiata, perchè possibile che anche questo fosse colpa mia???
mi ricordo che diceva "noi siamo fatti x stare con gli altri!" e chi dice il contrario??? evidentemente l'ex ragazzo non era daccordo :lol:
comunque x ogni cosa dettami e che non si è avverata ha maturato un debito con me che supera ampiamente tutto quello che ho speso...x cui ogni giorno in più cui non succede una delle 3 cose scritte sopra è un giorno di debito e aumenta la mia convinzione che lo psico era un somaro...perchè dopo le parole a 60 euro all'ora c'è bisogno di fatti!!! e se non poteva promettermi quelle cose che me le ha dette a fare??? tralascio poi il fatto che avevo anche una bella diagnosi dsm proprio da ridere :lol: e mi era stato prospettato che a causa della solitudine avrei anche potuto ammalarmi (quindi non vi dico la suggestione)...ovviamente posso soffrire come un cane ma non ammalarmi perchè non ho predisposizione e non si possono fare previsioni allarmistiche senza prove!
ora da una parte sto anche peggio di prima perchè quello che mi era stato assicurato, dopo 3 anni e mezzo da inizio psicoterapia, ancora non lo vedo, e quindi sono 10 volte più arrabbiata di prima! ma quando tempo ancora devo aspettare? fino a dicembre 2009 ho aspettato con speranza, con calma, con pazienza...poi l'ho mandato a quel paese, quel ciuccione!!! venditore di sogni che non è altro!

Re: passato e presente

Inviato: 30 agosto 2011, 19:32
da Marta
mi dite come uno psico laureato con lode e con 15 anni di esperienza può diagnosticare un disturbo di ansia ad una persona che non soffre di ansia??? mamma che vergogna!!! all'inizio aveva capito che mi era chiusa in casa ed evitavo le relazioni sociali (ARBITRARIAMENTE perchè io non avevo mai detto una cosa del genere) ed insisteva dicendo "non dirmi che non provi ansia quando stai insieme ad altri?"...aveva una deformazione professionale spaventosa, vedeva tutto attraverso il libro di psicologia clinica e il dsm...in me non c'era niente di clinico, ma lui accostava il fatto di andare dallo psico a uno specifico e definito "problema psicologico"...capite? se mi avesse conosciuta in altro contesto, un contesto informale, non avrebbe mai pensato che potessi essere una fobica sociale! invece poichè ero sua paziente mi doveva inquadrare categorizzare mettere nel dsm X FORZA! ha inventato tutto, costruito tutto... :(

Re: passato e presente

Inviato: 6 settembre 2011, 19:15
da SusyAnn
Se non ti avesse detto così il tuo psicoterapeuta pernsi che gli asvresti dato lo stesso i sessanta euro la settimana? Ricordati che con le parole ci sanno fare, è il loro lavoro! Lì non esiste il "soddisfatti o rimborsati"! Cmq ti avrebbe detto che dei progressi li avevi fatti :lol: Non tutti ammettono di non essere riusciti nel loro intento!

Re: passato e presente

Inviato: 14 settembre 2011, 11:21
da Marta
è molto grave questa cosa...sono andata lì dicendo che non avevo amici, non che avevo disagio sociale!!!! e lui si è inventato tutto mettendomi nella categoria dei fobici sociali senza che avessi mai avuto un sintomo ansioso che fosse uno!!!! già ero perplessa il primo mese di terapia, infatti ne parlai anche con lui...ma mi fece capire che avevo chissà quale grave problema psicologico e che era assolutamente necessario che andassi da lui!!! questa cosa qua NON E' CORRETTA!!!! nemmeno eticamente!!! se l'ha fatto in buona fede allora è stato troppo presuntuoso!!! se avessi avuto un solo fetentissimo amico non avrei avuto problemi psicologici, ma visto che non l'avevo allora avevo problemi psicologici!!! io pensavo che ci fosse qualcosa di sbagliato nei miei comportamenti e atteggiamenti, ma che fosse qualcosa che riguardava il mio modo di essere, di fare, il mio carattere e poi ero molto giù di morale e avevo bisogno di un po di sostegno!!! e invece mi si è spalancato un mondo nuovo...ansia, paura, fobia sociale ecc...che prima di cercarli su internet non sapevo nemmeno che fossero!!!!!! cose che non stavano ne il cielo ne in terra!!!! IO LO SO perchè non avevo amici...per mancanza di occasioni e opportunità + fortissimo complesso di inferiorità dall'adolescenza fin oltre i 20 anni!!! e oltre a questo nulla!!!! eppure in quell'anno che facevo psicoterapia ero fobica sociale, avevo instabilità umorale, ero un caso grave ecc....come se proprio la stessa psicoterapia e lo stesso psico mi avessero fatta diventare tale, tanto che dopo la conclusione della terapia avevo capito di essere fobica sociale o di avere gravi problemi di relazione e non avevo risolto nulla!!! sempre senza amici ero!!!!
non avere amici non vuol dire avere disagio sociale!!!! sono 2 cose differenti!!!! una può succedere, l'altra è frutto di gravi problemi psicologici!!!! allora perchè se non avevo amici dovevo avere x forza problemi psicologici??? avevo avuto conoscenti e compagni di classe con cui x un motivo o x un altro non avevo stretto il rapporto o non l'avevo mantenuto!!! ma questo non vuol dire avere la fobia sociale!!!! non c'entra proprio un c......!!!!!!!!!

Re: passato e presente

Inviato: 14 settembre 2011, 12:58
da SusyAnn
Condivido la tua rabbia... non ho mai trovatouno psicologo che decesse: "Signora lei non ha problemi!" Il guaio è che poi te li fanno venire davvero! Sanno insinuarsi molto bene nei nostri grovigli mentali. Il segreto sta nell'andare da loro e non prendere per oro colato tutto quello che dicono, avere il coraggio di ribattere alle cretinate che a volte dicono solo perché devono darti una risposta. Insomma, non bisogna comportarsi come a scuola, quando la paura di dissentire ti legava le mani...
Mi spiace che tu abbia avuto un'esperienza così negativa...
Solo una domanda: eri convinta di avere qualcosa che non adava? Qualche malattia mentale? A volte cerchiamo la soluzione dagli altri e non ci accorgiamo che è solo dentro noi.
Ti abbraccio :wink:

Re: passato e presente

Inviato: 21 settembre 2011, 0:33
da Marta
no, malattia mentale no!!! però avevo una diagnosi bastarda, tanto che quando conclusi la psicoterapia non sapevo di essere disinvolta e spigliata, ma pensavo di avere problemi relazionali....questo avevo capito dopo 16 mesi di psicoterapia e nient'altro!!! e quindi addio esperienze nuove, nuovi rapporti sociali e intraprendenza...mi presentai a uno dicendo "sono sola perchè ho difficoltà ad avere rapporti", una cosa del genere....
mi fu detto che avevo troppa paura del giudizio degli altri e questo (che non ha nulla di patologico) mi poteva stare pure bene, ma poi mi venne detto "tu vuoi sapere come si chiama questa cosa? vuoi sapere il nome?". questa cosa era un disturbo di ansia, "un grave stato di disagio sociale che non va confuso con la timidezza" come dice la saggia wikipedia, mentre paura del giudizio degli altri è una cosa assolutamente normale che possono provare un po tutti!!! io da profana e da ragazza giovane quale ero capivo benissimo che la fobia sociale è o timidezza patologica o ansia patologica (e da queste 2 cose non si scappa) e infatti non mi capacitavo del fatto che potessi avere queste 2 cose qua, e quindi controllai su internet tutti i sintomi ansiosi possibili e immaginabili, e feci 1000 ricerche su timidezza e company! insomma ho campato x almeno un paio di anni con il pensiero di poter avere problemi psicologici o problemi relazionali....e quindi avevo questo tarlo, questo chiodo fisso, questa specie di stigma, che è andata via solo circa 1 anno fa e guarda caso da allora ho conosciuto un sacco di gente!!! 2 anni fa credevo di essere un altra persona, ho distorto la mia realtà e la mia immagine...ora vedo tutto senza filtri e vedo tutto perfettamente chiaro! la realtà che vedo ora non è quella filtrata dall'interpretazione forzata e viziata di uno psico, io la vedo NON pensando di avere problemi relazionali (mentre prima la vedevo "pensando di", "pensando che", capito?) e la vedo esattamente così com'è!