nessuno può capire la mia sofferenza

Dedicato a chi non riesce a trovare uno spazio d’espressione di un proprio disagio interno, perché troppo forte è la sensazione di non poter essere compreso nella propria sofferenza.

In questo forum ci si propone di dar voce liberamente al proprio sentire, perché ciò che è vissuto come un malessere incomprensibile non è nient’altro che un’ espressione condivisibile della propria individualità.

Moderatore: Dr. Marco Guadalupi

Rispondi
Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

nessuno può capire la mia sofferenza

Messaggio da Frà79 » 12 novembre 2013, 18:24

io so perchè sto male, perchè mio padre avendo una personalità ossessiva-compulsiva, mi denigrava sempre e mia madre, avendo una personalità depressiva, era sempre arrabbiata, per questo io fin da piccolo mi son convinto di non valere niente.
Amati! è alla base di tutto.

MaryNeedsHelp
Messaggi: 85
Iscritto il: 13 ottobre 2012, 20:50

Re: nessuno può capire la mia sofferenza

Messaggio da MaryNeedsHelp » 13 novembre 2013, 17:12

Conoscere come e perché è nato il nostro malessere è importante, ma non bisogna fissarsi altrimenti finiremo per credere che l'unico modo per guarire è cambiare ciò che è stato...e questo non è possibile. Bisogna chiedersi chi siamo ora, cosa possiamo fare ORA, senza continuare a tormentarci per il nostro passato. Se CREDI di non valere niente, ti comporterai come qualcuno che non vale niente, tratterai te stesso come una nullità, magari neanche ti rispetti. Cosa vorresti cambiare?

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: nessuno può capire la mia sofferenza

Messaggio da Frà79 » 13 novembre 2013, 19:53

MaryNeedsHelp ha scritto:Conoscere come e perché è nato il nostro malessere è importante, ma non bisogna fissarsi altrimenti finiremo per credere che l'unico modo per guarire è cambiare ciò che è stato...e questo non è possibile. Bisogna chiedersi chi siamo ora, cosa possiamo fare ORA, senza continuare a tormentarci per il nostro passato. Se CREDI di non valere niente, ti comporterai come qualcuno che non vale niente, tratterai te stesso come una nullità, magari neanche ti rispetti. Cosa vorresti cambiare?
la mia autostima, ma non posso farlo da solo, lo faccio nella relazione transferale con la mia psicoanalista
Amati! è alla base di tutto.

MaryNeedsHelp
Messaggi: 85
Iscritto il: 13 ottobre 2012, 20:50

Re: nessuno può capire la mia sofferenza

Messaggio da MaryNeedsHelp » 14 novembre 2013, 11:24

Io ho sempre messo la mia autostima nelle mani degli altri, cercando l'approvazione degli altri, di piacere agli altri...ma ho capito che dipende soprattutto da noi. E' solo a noi che dobbiamo tener conto, dobbiamo essere soddisfatti di noi stessi ma non attraverso gli altri. Possiamo farlo benissimo da soli, ovviamente quello che ci serve inizialmente è una guida. Lo psicologo deve fornirci gli strumenti e le istruzioni per usarli, dopo di che possiamo lavorare da soli. L'autostima non dobbiamo cercarla fuori, ma dentro di noi. Una volta trovata, sarà molto più facile superare le nostre paure e difficoltà, sarà molto più facile capire cosa vogliamo e come ottenerlo. Stai lavorando su questo? Cioè, come si svolge il tuo percorso?

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: nessuno può capire la mia sofferenza

Messaggio da Frà79 » 14 novembre 2013, 16:00

il problema è che da piccoli ci si specchia nei genitori e se loro ti rimandano un'immagine negativa di te, tu allora ti porti dentro tutta la vita questa immagine. la psicoanalista finge da terzo genitore, è li per rimediare ai danni fatti dai genitori e lo fà usando gli strumenti più naturali al mondo, i suoi sentimenti, le sue emozioni, lo psicoanalista ti ama come un genitore dovrebbe amarti, è cosi che funziona la psicoanalisi.
Amati! è alla base di tutto.

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: nessuno può capire la mia sofferenza

Messaggio da Frà79 » 14 novembre 2013, 16:05

una volta, appena entrato in depressione, cercavo di spiegare come mi sentivo a mia cugina e gli dissi: "ti è mai capitato di sprofondare giù, sempre più giù, senza fine?" e lei mi rispose: "si, mi è capitato, ma poi sono arrivata ad un punto in cui ho incontrato le parole dei miei genitori e mi hanno dato la forza di risalire", io quando sprofondavo sentivo le parole dei miei che mi facevano sprofondare ancora di più, adesso mi vengono in mente le parole della mia analista e trovo la forza e il coraggio di risalire, anzi, non scendo proprio! e il bello dell'analisi è che queste parole di amore di stima e di rispetto, te le porti dentro tutta la vita!
Amati! è alla base di tutto.

MaryNeedsHelp
Messaggi: 85
Iscritto il: 13 ottobre 2012, 20:50

Re: nessuno può capire la mia sofferenza

Messaggio da MaryNeedsHelp » 14 novembre 2013, 16:41

Mi piace :) vedo positività. E' già un grande passo avere fiducia del proprio terapeuta, spero tanto che tu ci creda nella guarigione! Continua a combattere :)

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: nessuno può capire la mia sofferenza

Messaggio da Frà79 » 14 novembre 2013, 17:43

io so che guarirò, adesso le mie domande sono altre: cosa voglio fare nella vita? ho sempre fatto il tecnico perchè l'intelligenza non mi manca, ma ho anche scoperto di avere un'impressionante sensibilità, non mi dispiacerebbe lavorare in un settore umanitario, vorrei fare qualcosa di veramente importante, ma non per me, per gli altri, magari la politica, magari occuparmi di politiche sociali, fare qualcosa che aiuti a sollevare la sofferenza della gente... non so, ancora non so, col tempo vedrò.
Amati! è alla base di tutto.

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: nessuno può capire la mia sofferenza

Messaggio da Frà79 » 14 novembre 2013, 17:45

qualcuno disse: se volete essere felici non studiate psicologia, ma a me una bella laurea in psicologia e una formazione in psicoanalisi non mi dispiacerebbe proprio
Amati! è alla base di tutto.

MaryNeedsHelp
Messaggi: 85
Iscritto il: 13 ottobre 2012, 20:50

Re: nessuno può capire la mia sofferenza

Messaggio da MaryNeedsHelp » 15 novembre 2013, 10:49

Una cosa alla volta e potrai costruirti la vita che desideri :D anche a me non dispiacerebbe una laurea in psicologia, ma non per esercitare la professione, bensì per pura sete di conoscenza. Per il momento sono impegnata in un altro tipo di studi, che tra l'altro amo da impazzire. Vedrai che troverai presto qualcosa che ti soddisfi e ti riempia la vita ma già il fatto che senti il desiderio di fare, è segno che stai prendendo in mano la tua vita!

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: nessuno può capire la mia sofferenza

Messaggio da Davide49 » 15 novembre 2013, 16:46

Frà79 ha scritto: a me una bella laurea in psicologia e una formazione in psicoanalisi non mi dispiacerebbe proprio
a che scopo? per una reale vocazione a servire gli altri con questa professione? o per una continua autoanalisi e ripiegamento su di sé all'infinito?

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: nessuno può capire la mia sofferenza

Messaggio da Frà79 » 15 novembre 2013, 17:55

per senso di solidarietà nei confronti di chi come me ha sofferto
Amati! è alla base di tutto.

Rispondi

Torna a “Nessuno può capire il mio star male...”