più che altro a me nessuno mi crede...

Dedicato a chi non riesce a trovare uno spazio d’espressione di un proprio disagio interno, perché troppo forte è la sensazione di non poter essere compreso nella propria sofferenza.

In questo forum ci si propone di dar voce liberamente al proprio sentire, perché ciò che è vissuto come un malessere incomprensibile non è nient’altro che un’ espressione condivisibile della propria individualità.

Moderatore: Dr. Marco Guadalupi

Rispondi
mizar
Messaggi: 3
Iscritto il: 1 ottobre 2014, 11:35

più che altro a me nessuno mi crede...

Messaggio da mizar » 3 ottobre 2014, 14:03

non so se è capitto anche a qualcunaltro ma sono stato da tanti psiclogi che o non hanno dato più di tanta importanza al perchè stessi male oppure sembrava che non ci credessero proprio

jessyca
Messaggi: 234
Iscritto il: 27 aprile 2014, 0:26

Re: più che altro a me nessuno mi crede...

Messaggio da jessyca » 8 ottobre 2014, 22:10

Sai, di psicologi ce ne sono tanti, troppi (come in tutte le professioni ormai) e quindi non tutti sono allo stesso livello... perciò può capitare...
Ma in che senso stavi male e non ti hanno capito o creduto, ce lo puoi spiegare? Magari la tua esperienza raccontata sul forum potrà essere utile, oltre che a te stesso, anche ad altri.

mizar
Messaggi: 3
Iscritto il: 1 ottobre 2014, 11:35

Re: più che altro a me nessuno mi crede...

Messaggio da mizar » 10 ottobre 2014, 19:58

ciao, allora in pratica mi è capitato che io cercavo di spiegare perchè stavo male, le ingiustizie che avevo subito da persone di cui mi fidavo e dei traumi emotivi che mi hanno provocato e mi sentivo rispondere "eh ma è passato tanto tempo bisogna pensare al presente e poi non hanno fatto niene di punibile penalmente", come se stessi raccontando stupidaggini; oppure quando dicevo che fino a una certa età stavo benissimo ed è solo da quando ho incontrato certa gente che è iniziato un calvario infinito, invece mi trattavano come se fossi stato un malato da sempre e mi sentivo dire "eh ma è sicuro?"; o, un classico, che stavo male perchè volevo star male e non perchè qualcuno mi avesse fatto qualcosa

Rispondi

Torna a “Nessuno può capire il mio star male...”