COSA SIGNIFICA PER ME IL SUICIDIO

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 5 maggio 2010, 10:35

OK, non ho altro da poterle dire.
Ha provato con un percorso psicoterapeutico che la aiuti a vedere le cose da più punti di vista e ad affrontare la vita con più creatività?
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Marta
Messaggi: 517
Iscritto il: 10 ottobre 2007, 17:30

Messaggio da Marta » 5 maggio 2010, 21:14

sì ho provato... :(
non è servito a niente!
TAEDIUM VITAE

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 5 maggio 2010, 22:50

Buonasera Marta,
per quanto tempo ha provato? Come mai ha smesso? Era uno psicologo o uno/a psicoterapeuta? Di che scuola era?
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Marta
Messaggi: 517
Iscritto il: 10 ottobre 2007, 17:30

Messaggio da Marta » 5 maggio 2010, 23:41

era uno psicologo-psicoterapeuta sistemico-relazionale (familiare).
ci sono andata per un anno e mezzo circa, poi ho smesso perchè ormai non c'era più niente di cui parlare, penso che nemmeno lui sapesse più che fare, quindi invece di continuare a farsi pagare ha preferito lasciarmi andare...
comunque la psicoterapia non ha avuto alcun effetto duraturo o permanente, in verità il suo effetto, una volta conclusa, è durato solo pochi mesi, poi mi sono accorta di non aver "trattenuto" niente....e infatti adesso sto di nuovo nel vortice dei soliti pensieri. tutto è ricominciato dopo una brutta esperienza....
non ce la faccio davvero più :(
TAEDIUM VITAE

#Marina#
Messaggi: 56
Iscritto il: 17 marzo 2009, 23:30

Messaggio da #Marina# » 6 maggio 2010, 2:52

Cos'è il suicidio per me...per te....
credo che per avere una risposta esauriente bisognerebbe chiederlo a chi lo ha sperimentato; l'argomemtazione sarebbe decisamente completa.
Chi è vivo può solo dire cosa pensa del suicidio, che magari è l'unica soluzione a una vita piena di problemi, inutile, ma il dopo è più interessante.

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 6 maggio 2010, 10:27

Buongiorno Marta,
la psicoterapia famigliare agisce solo in superficie e sulle relazioni famigliari, mentre credo che il tuo problema venga dal profondo. Per questo, se hai voglia di tentare, prova a cercare un bravo psicoterapeuta o un analista (melgio junghiano, sono di parte). Se poi il tuo sonno è molto agitato e di giorno sei sempre carica di angoscia insopportabile, potresti farti inizialmente aiutare, oltre che dalla psicoterapia, anche da un antidepressivo (insieme ai farmaci per le gastriti, antidepressivi e ansiolitici sono le medicine più vendute nei paesi occidentali).
Facci sapere se vuoi, cosa ne pensi e che decisioni hai preso.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 6 maggio 2010, 10:31

Buongiorno #Marina#
è ovvio che in questo forum scrivono solo i vivi! Ho aperto questo argomento perché credo sia molto utile per le persone che hanno idee di suicidio condividere le loro esprienze. Credo che questo possa contribuire a cambiare qualcosa nel profondo. Basta una parolina piccola, e il sistema si smuove.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Marta
Messaggi: 517
Iscritto il: 10 ottobre 2007, 17:30

Messaggio da Marta » 6 maggio 2010, 21:28

dottoressa, lo psicologo, pur essendo uno psicoterapeta familiare non utilizzava un approccio specifico! l'obiettivo della terapia doveva essere quello di modificare una determinata situazione esterna(ho gia scritto tanto a proposito), e lui aveva individuato uno specifico problema quale causa della mia situazione, un problema che, parole sue, "si risolve tranquillamente", piccolo rispetto ad altri problemi molto più grossi. non sono mai stati affrontate problematiche "esistenziali", anche perchè considerava il mio stato d'animo conseguenza della situazione difficile che vivevo e ancora vivo! e per quanto riguarda il fatto di andare da un altro psicoterapeuta, ciò che mi blocca è che non ho la possibilità di farmi indicare nessuno, quello di prima, a cui non posso più rivolgermi purtroppo, mi era stato raccomandato, avevo avuto il suo recapito da una persona fidata, e non vorrei sceglierne uno così, a occhi chiusi.
TAEDIUM VITAE

#Marina#
Messaggi: 56
Iscritto il: 17 marzo 2009, 23:30

Messaggio da #Marina# » 8 maggio 2010, 21:03

Scusa se mi permetto, Marta; ho letto tutti i tuoi post e mi danno la sensazione che tu giri a vuoto con le parole...o sono io che non capisco...
Tornando alla questione suicidio, io forse sono una tipa "atipica" perchè mi porto dietro una situazione pesante familiare che mi h ada sempre impedito uno svilippo di una personalità sociale e munita di assertività e autodeterminazione. Sono ancora bloccata, a 30 anni e passa mi vedo persa in un mondo (adulto) che non so affrontare...e dire che sono riuscita a laurearmi pur nella mia condizione di angoscia costante, ma dopo? Per me il vuoto, paura, insicurezza totale, passività....e così resto ai margini di tutto...
Ecco, io no, non penso al suicidio, ma invece la mia rabbia enorme, il mio odio odio odio gigantesco, tutto questo mi porta a pensare ad un pluriomicidio; sì, sono di ucciderepersonalmente le persone che fin da piccola mi hanno fatto tanto male e quel bastardo di psichiatra finto terapeuta che mi ha squarciato di nuovo il petto; ucciderli mi toglierebbe la rabbia e placherebbe la mia sete di vendetta e credo che aiuterebbe ad eliminare quel mostro che continua ad azzannarmi da dentro perchè quel mostro sono queste persone

Marta
Messaggi: 517
Iscritto il: 10 ottobre 2007, 17:30

Messaggio da Marta » 24 maggio 2010, 21:57

cosa vuol dire che giro a vuoto con le parole?
cara dottoressa io sto sempre allo stesso punto di prima, ma nonostante ciò conduco una vita attiva e regolare, e studio e faccio esami. e poi il mio sonno è regolarissimo, la mia salute eccellente! posso campare così cent'anni, posso campare sola come un cane fino ai cento anni e non succederebbe nulla. la mia salute non ne risentirebbe, la solitudine non potrebbe mai rovinarmi la salute, come non lo ha fatto fino ad adesso. perciò potrò vivere normalmente, potrò studiare, lavorare, alzarmi presto la mattina, fare sport, portare a spasso il cane, e potrò fare tutto con tranquillità e godendo di ogni cosa e sentendomi sollevata per ogni ostacolo superato e gratificata da ogni piccolo successo personale. anche se faccio un enorme fatica a vivere!!! la solitudine non mi impedisce di vivere, ma mi fa desiderare di morire!!!!!!!!!!!!!!!!!! :evil:
TAEDIUM VITAE

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 24 maggio 2010, 23:40

Salve Marta,
cosa fa per modificare la sua solitudine?
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Marta
Messaggi: 517
Iscritto il: 10 ottobre 2007, 17:30

Messaggio da Marta » 30 maggio 2010, 15:58

dottoressa attualmente non so che fare, brancolo nel buio, se ci fosse qualcuno che mi potrebbe aiutare a fare un po di luce ci andrei subito, ma solo a patto che sia uno veramente bravo. per ora mi arrangio, ma in pratica non vivo, attraverso una delle mie periodiche crisi, non mi sento in forma, non mi sento bene, ma solo emotivamente, esternamente sto benissimo e scoppio di salute. ecco perchè all'esterno non si vede assolutamente niente. e non ci sono cose che non riesca a fare...
la chiudo qui sennò si esce troppo fuori tema...anche se in verità continuo a pensare, quando proprio mi assale lo sconforto, alla morte come ad una liberazione. ci penso tutte le settimane. non proprio tutti i giorni ma quasi. però è soltanto un pensiero che funge da sfogo...
TAEDIUM VITAE

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 30 maggio 2010, 23:26

Salve Marta,
a chi si rifersce quando scrive: "uno veramente bravo"?
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Marta
Messaggi: 517
Iscritto il: 10 ottobre 2007, 17:30

Messaggio da Marta » 30 maggio 2010, 23:31

mi riferisco ad uno psicologo-psicoterapeuta.
TAEDIUM VITAE

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Messaggio da tersite » 2 giugno 2010, 1:15

rsolutivo....

Rispondi

Torna a “Depressione”