vivere la vita al contrario

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Rispondi
girviola
Messaggi: 7
Iscritto il: 18 maggio 2010, 13:32

vivere la vita al contrario

Messaggio da girviola » 18 maggio 2010, 14:22

Ho sonno, vorrei mettermi a letto nell'attesa di un risveglio degno di me..solare..energica..non so cosa raccontare di me..non mi piace farlo..ma sono giorni che esplodo in pianti inconsolabili quando sono sola e mi estraneo e sento arrivare il magone quando son con gli altri. Sono ripiombata nella mia vita...ne ero fuggita..due anni fa ho mollato la mia città e ho provato a rinascere in un altra nazione..la riuscita era perfetta ma ora la delusione è tanta..sono tornata e sto malissimo. Non mi frega niente di finire l università..nulla di male..se non fosse che non so che cosa fare della mia vita..mi sento come se l'avessi già vissuta e fossi nella fase finale..
stamattina ho chiamato un consultorio della mia città ma ho paura di arrivare lì e non essere un grado di raccontare nulla..ho solo voglia di piangere...
..vola...

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 18 maggio 2010, 15:23

Salve Giriviola,
purtroppo i problemi non sempre si risolvono andando all'estero. Si faccia coraggio e vada al consultorio, siamo tutti con lei ad augurarle:
Buon Cammino!
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Avatar utente
Sergio67
Messaggi: 813
Iscritto il: 26 febbraio 2009, 15:23

Messaggio da Sergio67 » 18 maggio 2010, 15:24

e allora vai lì e piangi... a volte non c'è bisogno di parole per esprimere la propria sofferenza...
Abbi fiducia, sapranno ascoltare il tuo pianto.
Abbi fiducia, la vita offre sempre nuove opportunità, anche quando ci sembra che non sia possibile.

un abbraccio
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)

girviola
Messaggi: 7
Iscritto il: 18 maggio 2010, 13:32

Grazie

Messaggio da girviola » 19 maggio 2010, 15:57

Grazie ad entrambi..non credevo davvero in una qualche risposta..
Sono andata al consultorio, varcata la soglia ho sentito un gran calore...è bastato il gesto accogliente di un'ostetrica a farmi prendere fiato..ho pianto..tanto...
Ho incontrato una giovane psicologa, ho provato tanta vergogna..conosco le sofferenze del mondo e il mio essere lì mi faceva sentire in debito con tutti quelli che i problemi li hanno veramente..piangevo vergognandomi per il caos che mi circonda. E' stato bello sentirmi..sentire che posso anche io raccontare di me..
Purtroppo è stato un incontro..mi richiameranno..l'attesa sarà lunga..
sto imparando a parlare di me..e mi aiuterebbe sapere quando qualcuno potrà riascoltarmi.
La psico ha chiesto di coinvolgere anche i miei fratelli..uuu se finalmente fosse arrivato il momento delle liberazioni...sarei grata anche a me stessa!
..vola...

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 19 maggio 2010, 23:02

Il primo passo è fatto... era quello più importante.
Auguri!
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

girviola
Messaggi: 7
Iscritto il: 18 maggio 2010, 13:32

Messaggio da girviola » 20 maggio 2010, 10:02

il primo passo..la presa di coscenza del problema..e soprattutto la volontà di capirci di più...è vero...
Ora..ho si fatto un grande passo per il mio nuovo cammino...ma come mi relaziono con quello che voglio lasciare? Non voglio più proseguire l'uni e questo è un grosso problema da affrontare con mio padre...la cosa che non mi fa sentire serena di poter scegliere altro..
..sono sicura che la laurea potrebbe essere una grande soddisfazione soprattutto per me stessa..ma se non mi interessano più gli studi intrapresi che male c'è??Eppure tutti sono pronti solo a dirmi "dai è vero che non cambierà la situazione lavorativa..ma vuoi mettere la soddisfazione?" Per me non è soddisfacente, nè stimolante studiare cose che non mi serviranno a niente..con dei prof a cui non interessa nulla, nè chi sei, nè cosa ti interessa.
Mi sento sotto pressione. Come affronto il discorso? Mi sento un'idiota..davvero non c'è nulla per cui io dipenda da lui..eppure la sua opinione continua ad essere importante.
..vola...

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 21 maggio 2010, 23:34

Dopo il primo passo ci vuole tempo per compiere il cammino!
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Rispondi

Torna a “Depressione”