Sto male e non trovo più un motivo per darmi forza

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Rispondi
Avatar utente
Mandy
Messaggi: 2
Iscritto il: 2 ottobre 2010, 11:36
Località: Roma

Sto male e non trovo più un motivo per darmi forza

Messaggio da Mandy » 2 ottobre 2010, 11:45

Ciao a tutti,
nonostante i miei 28 anni mi ritrovo in una situazione che mai avrei pensato.
Non posso chiedere aiuto alle persone care perché le spaventerei e quindi confido in voi.

Ho sempre cercato di trovare la forza dentro di me visto che gli altri non me la davano; ho sempre combattuto le difficoltà, riuscendo ad affrontare cose bruttissime(anche se ancora non superate al 100%) come violenze, molestie, difficoltà famigliari e sociali.
Ultimamente però penso spesso alla morte, ma non perché sia pazza o voglia fare la vittima (anche perché nessuno conosce questo mio pensiero), ma solo perché non trovo un senso a tutta la vita che ho fatto fin ora e a quella che mi attende non riesco a darle un senso viste le basi. Non riesco a trovare un senso perché il film che vedo è questo: una bambina di nome Mandy (io) che fino a 5 anni aveva tanta voglia di vivere, aveva tanta fiducia nel prossimo, ma proprio a 5 anni subisce la prima molestia, seguita da una seconda molestia a 6 anni e la fiducia nel prossimo inizia a bruciarsi.
Va avanti, si fa forza anche se inizia a dubitare di tutti e tutto. I medici, visti gli strani attacchi che inizia ad avere dopo le molestie, l'unica cosa che riescono a fare è riempirla di barbiturici (l'ignoranza di una volta confermata da un grande epilettologo di Roma).
E per questa bambina, cioè io, oramai cresciuta, la vita non è più un piacere, ma diventa come una lotta alla sopravvivenza(anche mentale).
Però ci prova e va avanti, nonostante tutti i problemi che peggioravano: nessuno la capiva, nessuno l'ascoltava, solo critiche riceveva perché accerchiata da persone (si, buone) ma ricche di ignoranza (compresi gli adulti). I bambini che la prendevano in giro considerandola pazza ecc. Ma lei non molla e va avanti. Poi con il tempo ricomincia a fidarsi un po' del prossimo, ma ecco lì che ha l'ennesima delusione: violentata a 13 anni da chi si fidava. Lei tace, nulla dice e l'unica persona di cui si fidava, l'unica rimasta, era la sua amica Pamela, che però avendo il diffetto di chiacchierare troppo non seppe mai della violenza.
Peccato però che anche Pamela risultò traditrice: un anno dopo la prima violenza, fu proprio Pamela ad ingannare Mandy e portarla in una seconda violenza. Però, io Mandy, non sono mai riuscita ad odiare Pamela solo per un motivo: perché essendo stata lei violentata dal padre per una vita non stava bene e quindi quel suo inganno era solo paura, era solo comandata dalla paura di subire ancora.
Ma Mandy, nonostante tutti i problemi va avanti iniziando però a comportarsi in maniera strana, a camminare a testa bassa, odia il paese, ma nessuno che si chiede cos'abbia: solo critiche e offese riceveva perché considerata strana, anormale e problematica.
Ma lei va avanti,riesce a farsi la sua cerchia di amicizie, ma la vita si sa com'è fatta: non è priva di problemi.
A 18 anni inizia una crisi famigliare che porta il fratello ad andarsene, lei (a 21 anni) si riempie di egoismo dicendo ai genitori: devo laurearmi e quindi non voglio sentire i vostri problemi di corna, le vostre urla e le vostre offese, ma TACETE!
Poi però la situazione va peggiorando ed inizia un forte stress arrivando a 42 kg, bianca come il latte e infatti non si fa vedere da nessuno.
Dopo 5 anni di tortura mentale(dovuta ai vari fattori di cui prima) sembra che le cose a casa si siano calmate, peccato però che era solo una calma apparente di 2 anni.
Riprende la crisi che tutt'ora c'è. Negli ultimi 2 anni non riesce a trovare concentrazione nello studio anche per i problemi creati dall'ormai ex ragazzo. Credeva di avere trovato serenità, ma nulla da fare.
Quello che Mandy vorrebbe è un po' di fiducia nel prossimo e tranquillità mentale nella vita, ma non la trova, non la trovo! Come la si può trovare in un mondo di mentitori, egoisti e superficiali???
Certe volte mi chiedo: "ma dov'è Mandy di una volta??
Quella che lavorava, studiava con ottimi risultati e al tempo stesso affrontava i disagi famigliari??? Vorrei ritrovarla, ma non ho la forza. Mi mancano 4 esami alla laurea in legge e non riesco a farne uno
Mi vergogno di me stessa perché non sono mai stata così debole in vita mia!
Forse ho bisogno di qualcuno, anche un estraneo che mi parli, per ritrovare quella forza?! Forse da sola non mi basto più??
Che senso ha la mia vita??? Che senso ha avuto fino ad ora?? Una continua lotta senza un attimo di respiro, di spensieratezza, sempre a dover pensare agli inganni altrui e alle ferite e problemi che gli altri creano, a pensare ai problemi altrui. :(


Non so più come trovare questa forza
[/img]

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 3 ottobre 2010, 15:54

Buongiorno Mandy,
lei si è già data una risposta alle sue domande: è venuto il momento di condividere i suoi pensieri, anche quelli più intimi, con una persona esperta che la aiuti a rompere la catena negativa da cui attualmente è imprigionata, a rafforzare le sue energie psicofisiche, a vivere con un po' di serenità, a ritrovare il gusto per la ricerca di senso della vita.
Che ne pensa?
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Avatar utente
Mandy
Messaggi: 2
Iscritto il: 2 ottobre 2010, 11:36
Località: Roma

Messaggio da Mandy » 4 ottobre 2010, 15:03

dr.ssa Aronica ha scritto:Buongiorno Mandy,
lei si è già data una risposta alle sue domande: è venuto il momento di condividere i suoi pensieri, anche quelli più intimi, con una persona esperta che la aiuti a rompere la catena negativa da cui attualmente è imprigionata, a rafforzare le sue energie psicofisiche, a vivere con un po' di serenità, a ritrovare il gusto per la ricerca di senso della vita.
Che ne pensa?
Buona sera Dr.ssa,
in effetti ha ragione lei e infatti ho deciso di muovermi in quella direzione
anche perché non vedo altra via d'uscita.
La ringrazio per il suo consiglio

Cordiali Saluti

Mandy

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 4 ottobre 2010, 22:33

Buonasera Mandy,
le ho solo evidenziato e messo meglio in luce quello che lei già sentiva in una parte di sè. Ascolti quella voce anche nei momenti difficili!
Auguri di Buon Cammino
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Rispondi

Torna a “Depressione”