I'm loosing my favourite game

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Howl
Messaggi: 44
Iscritto il: 12 dicembre 2011, 0:28

I'm loosing my favourite game

Messaggio da Howl » 12 giugno 2012, 22:44

Salve,
è da un pò che sono depresso.. sono all'ultimo anno della laurea triennale di ingegneria. Purtroppo
non ho seguito la mia passione che era la matematica. Mi chiedevo se cambiare corso di studi potesse essere una cura al mio problema;
purtroppo dopo tre anni non so con quali prospettive intraprendere una laurea da capo.
Il mio sogno sarebbe stato fare ricerca, ma è un percorso già difficile se si segue un percorso standard, figuriamoci
con il ritardo che avrei io. Inoltre la depressione mi priva delle voglia di vivere e di fare, per cui anche lo studio
praticamente rimane nel cassetto: sta andando tutto a rotoli.. poco a poco si perde tutto.
Amavo così tanto apprendere, la competizione, ora anche questo sta andando a farsi fottere.
La prigone me la sono costruita tutta io. Dottoressa e utenti che mi dite?

Howl
Messaggi: 44
Iscritto il: 12 dicembre 2011, 0:28

Re: I'm loosing my favourite game

Messaggio da Howl » 13 giugno 2012, 13:24

Quest'anno mi laureo.. ma poi? io cambierei, ma mi attanaglia un'ansia sul futuro, tante incertezze, tante insicurezze..
La matematica mi ha fatto stare bene, mi ha dato sempre una sensazione particolare che non ho trovato nelle altre cose.
Pensavo potesse esserci di meglio, ma non l'ho trovato. Poi ultimamente pensando alla vita, al suo senso, all'amore,
agli amici, ho fatto alcune osservazioni: una ragazza, e i rapporti con gli altri, sono di contorno nella vita, cioè
vengono dopo altre cose. Voglio dire che una una ragazza non è un qualcosa che realizza la propria vita,
ma piutttosto una naturale conseguenza. Certo riniziare da capo e poi fare cosa??
Se fossi ricco subito farei ciò che mi piace e me ne fregherei di tutto.. ma così sento un peso veramente grande..
che me l'abbiano dato i miei genitori, non so, non lo so. Fatto sta che non mi sento libero, non sono capace
attualmentente di prendere una mia decisione. Mia di chi poi? è difficile ora riuscire a capire chi fa che cosa e
sta vivendo questa vita. Amore.. te cosa hai studiato? la depressione te lo ha permesso?

Howl
Messaggi: 44
Iscritto il: 12 dicembre 2011, 0:28

Re: I'm loosing my favourite game

Messaggio da Howl » 14 giugno 2012, 0:27

amore. ha scritto:Ma, se hai queste idee: “se fossi ricco”, “se avessi genitori che..”, “per me l’amore viene dopo” , “me ne fregherei di tutto”… e “mi piace la competizione” e “io devo vincere e vincerò”…. Ecc, ecc.
Mi sa che ho proprio colpito nel segno! SEI UN NARCISISTA !
Guarda i miei genitori mi vanno benissimo (parla per te), l'amore vieni prima di qualsiasi cosa(l'amore non è necessariamente quello verso una ragazza).
Magari ci fosse amore nella mia vita, non starei male.
Mi sono espresso erroneamente, non mi piace la competizione (nella tua accezione);
mi piace la collaborazione, discutere con gente che pensa e a cui piacciono le stesse cose, che ama quello che fa, e che lo ha scelto per passione.
Esiste una competizione intesa come un fare del proprio meglio e confrontarsi con persone che fanno del proprio meglio e insieme comunicare
e crescere, con il pieno rispetto per quello che si studia o si fa.
Purtroppo di persone così non ne ho più trovate.
Io non sono una macchina, non mi piace la logica degli studenti che di quello che studiano non gli frega nulla, ma è solo
un mezzo perchè esame dopo esame si finisce, senza che dentro ti rimanga nulla.
Non sopporto le persone che vogliono essere i primi a tutti i costi (e ne ho conosciute, persone molto stolte a mio modo di vedere).
In particolare conosco un ragazzo di corso che colleziona tutti trenta e trenta e lode, studia ore e ore e ore, ma solo quello
che dicono i professori per finalizzare tutto all'esame: mi fa pena, senza cattiveria.
Soprattutto perchè lui è convinto di essere migliori di tutti, e questo lo fa stare molto bene.
La depressione mi ha reso capace di leggere le persone, i loro comportamenti, molte
per me sono libri aperti e per molte provo schifo, perchè so il motivo per cui agiscono così, cosa c'è dietro, cosa pensano.
Se volessi primeggiare questi giorni li passerei sui libri invece di star male; mi dispiace certamente buttare tutto
questo tempo, mi butta ancora più giù, e devo preparare questi esami che rimangono.
Sono un narcisista? non lo so e non mi interessa, tra l'altro sei la prima persona che me lo dice (ti piace fare diagnosi?).
A parer mio non credo, ma non sono così presuntuoso da asserire la piena conoscenza di me stesso.
Non sono il tuo tipo? e sti cazzi non ce li metti? grazie comunque
Pensavo di ricevere un altro tipo di comprensione da persone come te.. ma evidentemente o non si può comunicare in questo modo, o io non sono in grado,
o ho sopravvalutato le persone dall'altra parte. Certo non pensavo di trovare una soluzione ai miei problemi qui,
almeno uno sfogo, una consolazione. Ma tanto che importa, il tempo passa e le cose non cambiano e, io sto solo cercando
di ingannare il tempo. E il mio vissuto che vorrei rendere prezioso scorre mentre io sto fermo.
Hai ragione su una cosa: costruisco la mia vita su troppi se, sono un pò troppo sognatore, ma concedimelo, se dovessi vedere solo
la realtà starei anche peggio. "Se fossi ricco".. bhé vero una frase infantile e da cretini, non saprei che farmene dei soldi, la mia è solo una scusa.
Buona ricerca del tuo ideale: a dimenticavo, sei patetica
Pensi di essere profonda, ma sei solo superficiale

Howl
Messaggi: 44
Iscritto il: 12 dicembre 2011, 0:28

Re: I'm loosing my favourite game

Messaggio da Howl » 14 giugno 2012, 1:35

Bene, non fare diagnosi su persone che non conosci allora, per scherzo poi
E' che mi hai fatto incazzare, ora mi conosci un pò di più
Io ti consiglio di trovarti un uomo (per cominciare); ma forse è già da un pò che ci stai provando

Howl
Messaggi: 44
Iscritto il: 12 dicembre 2011, 0:28

Re: I'm loosing my favourite game

Messaggio da Howl » 14 giugno 2012, 14:17

Ahahahah mo non non si può dire inc....are? va bene come siamo sofisticati!
non mi pare di aver usato altri termini volgari e parolacce!
ma è propro possibile che pensi che ogni cosa abbia bisosogno di uno psi??
non sarà deformazione professionale?
è come dire, a una donna acida, fatti una scop*ta!
Comunque visto che da qualche parte ha insinuato che mi fa facessi,
non mi sono mai drogato e non ho neanche mai fumato.
Tu magari qualche cannuzza te la sei fatta :lol:
Ciao ceccia :P

Howl
Messaggi: 44
Iscritto il: 12 dicembre 2011, 0:28

Re: I'm loosing my favourite game

Messaggio da Howl » 14 giugno 2012, 20:12

amore. ha scritto:
Howl ha scritto:
ma è propro possibile che pensi che ogni cosa abbia bisosogno di uno psi??
Sì, per te, sì.
Howl ha scritto:è come dire, a una donna acida, fatti una scop*ta!
Ma guarda che quello che avete tra le gambe non è la "bacchetta magica" :lol: capace di risolvere i problemi delle donne (compresa l'eventuale acidità). Magari fosse così, e bastasse quello ! Almeno, molti di voi, servirebbero a qualcosa... ! :lol:
Hai ragione, i problemi di certe donne non li può risolvere nessuno (neanche lo psi!).. ma perchè ce l'hai con gli uomini scusa?
non direi mai che le donne non servono a nulla.. a qualcosa servono

Howl
Messaggi: 44
Iscritto il: 12 dicembre 2011, 0:28

Re: I'm loosing my favourite game

Messaggio da Howl » 14 giugno 2012, 22:59

amore. ha scritto: Forse non vado d'accordo con chi soffre di disturbo narcisistico di personalità, specialmente se è pure in fase depressiva ?
Dai basta co sta storia del narcisismo. Se dici ".. almeno servirebbero a qualcosa" ne deduco che per te gli uomini non servono a niente;
tranquilla non mi interessa era solo per parlare.
Per tua informazione non sono in fase depressiva; e se ci fossi ne uscirei per non darti sta soddisfazione!
Non soffro di alcun disturbo narcisistico!! non capisci che è offensivo?

Howl
Messaggi: 44
Iscritto il: 12 dicembre 2011, 0:28

Re: I'm loosing my favourite game

Messaggio da Howl » 14 giugno 2012, 23:24

Senti amore, ma perchè ti comporti come una bambina? perchè devi fare la permalosa!
mi pare che ti ho implicitamente chiesto scusa.. - sono troppo buono-
anche io potrei mettermi a fare diagnosi su di te, ma non mi sembrerebbe carino.

Howl
Messaggi: 44
Iscritto il: 12 dicembre 2011, 0:28

Re: I'm loosing my favourite game

Messaggio da Howl » 14 giugno 2012, 23:36

Voglio dirti una cosa: mi auguro che questo campo non sarà il tuo futuro lavoro, perchè non hai considerazione
della persona a cui parli in quanto persona, ma in quanto oggetto. Mi auguro tu
non diventi uno psichiatra perchè reputeresti i pazienti dei giocattoli con cui giocare.
Spero che tu ti sia solo effesa e che mi stia trattando in questo modo di proposito per ripicca
e spero che in realtà sei più matura di quello che dimostri di essere.

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: I'm loosing my favourite game

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 15 giugno 2012, 0:27

Buongiorno Howl, buongiorno a tutte e tutti.
Howl, qual è il gioco favorito che sta perdendo?
O forse è il titolo di una poesia o canzone che le piace?

In questo forum non mi sono mai permessa di fare diagnosi, sono contraria alle diagnosi, non sono una psichiatra.

Quando lavoro con un paziente, dalla prima all'ultima seduta lo ascolto e ascolto me stessa, non lo etichetto in nessun modo, sarebbe come congelare il rapporto.
Non mi fa piacere che si congelino o guastino i rapporti tra gli utenti di questo forum.

:arrow: Quindi suggerisco di non fare diagnosi, perché così si indispettisce il "diagnosticato" e non si favorisce in alcun modo il processo di riflessione, maturazione, crescita, confronto, scambio di idee e immagini, che è per me lo scopo di questo forum.
... A proposito, e il vostro qual è?

:arrow: Suggerisco anche di non usare termini o frasi sconvenienti che possano offendere.

Howl, non so quale sia la sua età, ma mi sembra normale che, arrivati alla fine del percorso di laurea, ci si senta come si sente lei: il mondo d'oggi non dà alcun senso di sicurezza, la carriera universitaria o di ricerca è difficile ed è aperta, purtroppo, quasi esclusivamente ai super raccomandati e ai figli, coniugi, nipoti, amanti dei professori, come si evince da tanti articoli di giornale che citano nomi e cognomi di professori che hanno nella loro università un intero albero genealogico di parenti e conoscenti.
Ha visto il film: Il laureato, con Dustin Hoffman? Ha circa quarant'anni ma è molto attuale e forse, se lo vede, potrebbe ritrovare qualcosa di simile a quello che sta provando.
Oggi la fine dell'università è un punto di passaggio critico, che comporta in alcune presone una vera e propria crisi di identità: si diventa "laureato" e poi? Soprattutto nella nostra società a maggioranza di anziani, dove ci sono gli esondati, dove il lavoro per i laureati scarseggia, dove sono le speranze?
Mi sento vicina a lei, le consiglio di darsi del tempo, di laurearsi.
Ci sono alcuni campanelli di allarme che le consiglio di tener presenti: la perdita di sonno oppure il troppo dormire - ipersonnia -, la totale chiusura in se stesso, la mancanza di appetito.
Se avesse questi segnali allora, solo allora, sarebbe il caso di rivolgersi a uno-a psicoterapeuta.
Cosa ne pensa?
Cosa ne pensano gli altri?
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: I'm loosing my favourite game

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 15 giugno 2012, 13:13

Buongiorno amore.
Ho dimenticato di aggiungere ai segnali di allarme della psiche quelli psicosomatici, che sono davvero tanti. A esempio colon irritabile, inspiegabili dolori muscolari, gastrite, ulcera gastrica non dovuta all'elicobatterio, dermatiti inspiegabili, perdita precoce di capelli.
Se anche uno solo di questi segnali non viene ascoltato e il problema si acuisce vuol dire che la psiche inconscia richiede, a suo modo, aiuto urgente.
Narcisismo e depressione?
Qui è off topic, un'altra volta è meglio che lei crei un nuovo topic (si dice così?), comunque chi è narcisista fa soffrire molto gli altri ma non è in grado di accorgersi della propria sofferenza, non è capace di autoriflessione.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Depressione e narcisismo

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 15 giugno 2012, 21:33

(per amore)
Credo che se una persona con una forma di narcisismo negativo (non quella "sana") diventa depressa, vuol dire che ha fatto un notevole passo avanti verso il proprio processo di individuazione.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Howl
Messaggi: 44
Iscritto il: 12 dicembre 2011, 0:28

Re: I'm loosing my favourite game

Messaggio da Howl » 16 giugno 2012, 0:52

Salve dottoressa,
ho scelto questo titolo perchè mentre scrivevo il post ho sentito per caso su youtube la canzone "My favourite game",
ed ho pensato di intitolare con una frase del testo questa discussione.
L'analogia è con la mia passione per il ragionamento, per la matematica in particolare, un percorso
di studi che non ho seguito perchè purtroppo gli errori si commettono. Ho 22 anni.
In questi giorni dormo molto, anche se non ho sonno, e non è mai un buon sonno.. comunque
preferisco il letto, soprattutto la mattina; perchè non c'è qualcosa che mi motivi a alzarmi.
Appetito non ne ho molto, ho diminuito l'attività fisica, comunque il sapore dei cibi mi piace
e spesso sto iniziando a mangiare anche fuori pasto, il pensiero di questi esami imminenti
mi agita. Comunque sono magro, peso 70kg per 1,80m.
Chiusura in me stesso non direi: il problema è che quando non stai bene,
quando questa realtà non ti va bene, nessuno ti vuole ascoltare o saprebbe ascoltarti e tu ti senti
incapace di esprimere questo disagio, questa infelicità. Capisco che
il parlare del mio disagio a qualcuno non porterebbe a risolvere la situazione, solo a rattristare eventualmente
anche chi mi ascolta. Mi manca molto una passione, uno stimolo, un obiettivo.
A scuola non sentivo questa mancanza, perchè lo studio, della matematica e della fisica in particolare,
mi faceva star bene ; e poi avevo una ragazza, un gruppo di amici. Sono cambiate tante cose.
Ora sono al terzo anno di studi, ho sempre dato gli esami con buoni voti e rispettando i tempi;
ora che me ne mancano quattro non mi sembra di essere mai stato così lontano.
Mi sembra tutto così inutile. Non riesco a studiare, consapevole del carico che mi sono accumulato
per aver mal gestito i tempi, in più quello che studio mi ricorda che non mi interessa e
quanto sia distante da me. Presa questa laurea non vedo poi prospettive che possano
motivarmi e spingermi a credere che sto facendo questi sforzi perchè poi ci sarà di meglio.
Ero partito con l'idea di cambiare città per la specialistica, ma ora che ho ben più
chiara la natura dei miei studi, l'idea di arrivare in un posto solo, dover dedicare le giornate
a cose che ora sto palesemente evitando, mi fa capire che sarebbe un altro fallimento.
Dall'altra nella mia città non voglio rimanere, all'idea di fare altri due anni qui preferisco
fermarmi, o forse no, ma sarebbero altri due anni persi, di insoddisfazione e peso sulle spalle.
Poi qui non ho amici, ho la famiglia si, che almeno mi sta vicino. Faccio sport e un pò
mi sfogo, parlo un pò e riesco a liberare un pò la mente. Ma io vorrei che la situazione cambi,
perchè tornato a casa mi ritorna quel vuoto che c'è e che rimane.
Capelli per fortuna ne ho, anche se ultimamente mi stavo preoccupando,
perche nell'ultimo periodaccio mi sembrava di star per diventare stempiato.
Ho una colite ulcerosa: non ho dolori o problemi, perdo solo sangue.
Da un anno mi sto curando e non perdo più sangue, solo ultimamente
alcuni dispiaceri, forti nervosismi, mi hanno riprovocato le perdite
nonostante la cura, che ho dovuto riintensificare.
Il medico mi ha detto che la colite ulcerosa può acuirsi in base allo stato d'animo
e me ne sono accorto, i dispiaceri non fanno bene, neanche il nervosismo.
Ammetto di avere anche una bassa autostima, o almeno mi disse così una persona.
In realtà non so se sia effettivamente bassa la mia autostima.
grazie Dottoressa

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: I'm loosing my favourite game

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 16 giugno 2012, 13:35

Buongiorno Howl,
da quello che ha scritto mi sembra che lei stia vivendo una vera e propria crisi esistenziale.
Crisi vuol dire che il vecchio equilibrio e le vecchie certezze non vanno più bene, non sono più significative, e che allo stesso tempo non si è ancora trovato il nuovo equilibrio. Il momento della crisi è sempre pericoloso: si può superare oppure no, può essere occasione di crescita e maturazione oppure no.
Come ha potuto constatare, in questo spazio lei può trovare ascolto "virtuale", consigli, pareri, stimoli anche forti che a volte le possono sembrare spiacevoli.
Questo è quello che le può offrire questo spazio.
C'è una qualche domanda che vuole fare a me o agli altri? A me sembra che in lei ci sia, ma che non riesce a formularla chiaramente. Se e quando vuole ci siamo, se vuole contattare solo me c'è anche la modalità, sempre tramite il sito, per contattarmi con una mail riservata.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Howl
Messaggi: 44
Iscritto il: 12 dicembre 2011, 0:28

Re: I'm loosing my favourite game

Messaggio da Howl » 16 giugno 2012, 17:00

Dr.ssa Aronica ha scritto:Buongiorno Howl,
da quello che ha scritto mi sembra che lei stia vivendo una vera e propria crisi esistenziale.
Crisi vuol dire che il vecchio equilibrio e le vecchie certezze non vanno più bene, non sono più significative, e che allo stesso tempo non si è ancora trovato il nuovo equilibrio. Il momento della crisi è sempre pericoloso: si può superare oppure no, può essere occasione di crescita e maturazione oppure no.
Come ha potuto constatare, in questo spazio lei può trovare ascolto "virtuale", consigli, pareri, stimoli anche forti che a volte le possono sembrare spiacevoli.
Questo è quello che le può offrire questo spazio.
C'è una qualche domanda che vuole fare a me o agli altri? A me sembra che in lei ci sia, ma che non riesce a formularla chiaramente. Se e quando vuole ci siamo, se vuole contattare solo me c'è anche la modalità, sempre tramite il sito, per contattarmi con una mail riservata.
Non so, se ci sia questa domanda che lei dice..
intanto le faccio qualche domanda banale a cui penso una risposta univoca non ci sia.
Come si esce da una crisi esistenziale? cosa dovrei fare in questo momento?
In questi giorni tutto mi sembra inutile, non sto facendo praticamente nulla

Rispondi

Torna a “Depressione”