Depressione rabbiosa

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Rispondi
Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Depressione rabbiosa

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 9 luglio 2012, 20:21

Apro questo nuovo argomento per chi soffre di una forma di depressione rabbiosa o ha a che fare con persone che ne soffrono.
Si tratta di un argomento di cui si parla e si scrive poco, a voi aprire le danze.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Una spiegazione psicodinamica

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 12 luglio 2012, 13:04

Buongiorno amore,
è possibile che un bambino piccolo provi una rabbia fortissima nei confronti di una persona per lui significativa, ma la rimuova per paura di potergli fare del male; naturalmente tutto questo avviene a livello inconscio.
Le emozioni rimosse non svaniscono, anzi, molta energia psichica è utilizzata, sempre inconsciamente, per tenerle represse nell'inconscio e, se non trovano in seguito un'adeguata canalizzazione, o non sono comprese e sciolte con un percorso psicoterapeutico del profondo, possono creare uno sviluppo affettivo disarmonico che fa soffrire la persona e l'ambiente che la circonda.
In particolare la rabbia può essere in seguito rivolta o contro sé stessi o contro gli altri.
Nel primo caso possono poi svilupparsi sintomatologie o malatti psicosomatiche, condotte autolesionistiche o condotte suicidarie;
nel secondo la rabbia viene espressa nei confronti di persone che inconsciamente ricordano a quella data persona ormai adulta la persona significativa a cui la sua rabbia era stata rivolta.
I sintomi significativi, come ho scritto, possono essere le malattie psicosomatiche; le condotte autolesionistiche, suicidarie, compreso ad esempio ripetuti gravi incidenti stradali che apparentemente sono causali; esplosione di rabbia immotivata durante una discussione; sensi di colpa molto forti.
Sono un'analista junghiana, credo che solo un'analisi del profondo possa aiutare veramente a comprendere meglio le proprie dinamiche, liberare le energie sequestrate nell'inconscio, accettare sé stessi con i propri limiti, sbloccare il processo di individuazione.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: Depressione rabbiosa

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 13 luglio 2012, 16:42

Non c'è un massimo di età per iniziare un'analisi, lo sostiene anche Jung che dice che è bene farla dopo i 40 anni.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Rispondi

Torna a “Depressione”