succede a qualcun'altro?

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Rispondi
luisanna
Messaggi: 10
Iscritto il: 29 novembre 2012, 22:08

succede a qualcun'altro?

Messaggio da luisanna » 2 dicembre 2012, 15:21

ciao a tutti, ho raccontato la mia esperienza nel post"rispondete per favore!!"
un'aspetto della mia vicenda che naturalmente aumenta la mia vergogna ed il mio senso di colpa riguarda L'ALCOOL
infatti quando sono in crisi (come ora ) sento una fortisssima attrazione ( il mio psicologo dice che uso l'alcool come anestetico)
Quanado è insorta quest'ultima creisi (improvvisa) ho reagito stordendomi per due giorni consecutivi...
Ora penso che se non l'avessi fatto la situazione sarebbe meno grave....
In questi giorni (chi mi ha letto sa che sto "a cuccia" quasi tutto il giorno... verso le 17 arriva una fase di ansia e LA VOGLIA DI ALCOOL, che talvolta purtroppo, anche se moderatamente assecondo....
Sia lo psichiatra che lo psicologo mi dicono che il mio problema non è l'alcool, però sono inquieta lo stesso
dopo avervi tanto tediato vi chiedo a chi succede può darmi qualche consiglio?E poi mi sembra che se capitasse a qualcun altro mi sentirei meno "....."
un grazie particolare a Davide 49

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: succede a qualcun'altro?

Messaggio da Davide49 » 2 dicembre 2012, 15:57

dico la mia.
certo non è l'alccol il problema, però può diventare un problema in più, anche poche ore dopo (la tristezza che lascia è un problema).
non è questione di vergogna o sensi di colpa, il fatto è che l'alcool non è un anestetico buono, troppi effetti collaterali dopo (la tristezza).
e mi fa pensare la crisi di ansia puntuale alle 17. che sia da collegare all'assunzione (immagino a orari fissi) dello psicofarmaco?
nei momenti di emergenza i discorsi servono poco ed è logico cercare un anestetico che dia sollievo presto, ma l'alcool non è una risposta.
io, parlo per me, mi regolerei così: se so oppure sento che l'ansia sta per arrivare, 10-20 gocce di un leggero ansiolitico. l'ansia si attenua e il bisogno di alcool pure.

luisanna
Messaggi: 10
Iscritto il: 29 novembre 2012, 22:08

Re: succede a qualcun'altro?

Messaggio da luisanna » 2 dicembre 2012, 19:11

no, a quell'ora non assumo terapia anche se talvolta faccio come suggerisce davide, penso sia più collegaro al senso di vuoto, alla mancanza di interessi e desideri... dio mio passerà mai ???

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: succede a qualcun'altro?

Messaggio da Davide49 » 3 dicembre 2012, 0:23

io penso che passerà, il senso di vuoto. mancanza di desideri, ecc. sono una conseguenza e sintomi della forma depressiva, non le cause, che, da quanto hai scritto, mi pare si colleghino sempre a cause ben precise del tuo vissuto.
poi penso anche che un po' si debba imparare a convivere con certe nostre forme di sensibilità, fragilità, magari un po' si possono migliorare, ma un po' siamo fatti così. dobbiamo convivere con noi stessi, come siamo fatti.

riguardo all'altro punto, mi spiego meglio.
anni fa per qualche mese ho preso uno psicofarmaco (prescritto da una psichiatra) che mi dava un attacco di panico/ansia (molto molto brutto, senso di vuoto, angoscia acutissima, paura di vivere, desiderio di morte, ogni 12 ore esatte, alle 5 e alle 17. per qualche mese un'esperienza terribile. tolto il farmaco (da un altro psichiatra), completamente spariti in 2-3 giorni anche gli attacchi. ecco, pensavo a quella mia esperienza, leggendo la puntualità delle tue crisi delle 17.
ciao

luisanna
Messaggi: 10
Iscritto il: 29 novembre 2012, 22:08

Re: succede a qualcun'altro?

Messaggio da luisanna » 3 dicembre 2012, 13:39

questo "vuoto di desideri e di interessi" questo crogliolarmi (coccolarmi?) nella tana del mio letto è una cosa assolutamente nuova per me... è per questo che chiedo se capita anche ad altri....
A ben guardarmi ora non mi sento per niente "giù" ma un po' inquieta e tanto tanto vuota....
grazie a chi condivide i miei sfoghi!

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: succede a qualcun'altro?

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 4 gennaio 2013, 19:43

Luisanna, so poco di lei. Quanti anni ha? Lo chiedo perché in certi momenti della vita è normale sperimentare un periodo di senso di vuoto. Capita anche quando si è subita una grave perdita, o c'è stato un drastico cambiamento di vita. Quelo che descrive succede a molte altre persone, sicuramente è successo e succede agli artisti, basta leggere le loro (auto)biografie.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Rispondi

Torna a “Depressione”