stanca di vivere

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Rispondi
shiori
Messaggi: 4
Iscritto il: 12 dicembre 2011, 0:28

stanca di vivere

Messaggio da shiori » 4 gennaio 2013, 18:40

ho 47 anni un marito due bambini due gatti un fiume di problemi. mi sento sola ormai ho poche amicizie e nn ho più voglia di sentirle/vederle
mi sento un fallimento totale e completo: nn ho un lavoro stabile nn sono stata capace di finire l'università per le troppe insicurezze ho avuto sempre paura di tutto sono arrivata sempre tardi in tutto nn mi sono mai sentita adeguata questi giorni di vacanza scolastica invece di essere una gioia e di condivisione con i figli li sento come un tormento pesantissimo il pensiero dei compiti che nn vogliono fare, il pensiero che il figlio grande molto probabilmente sarà bocciato il pensiero che i soldi nn sono sufficienti a sopravvivere... la mia testa sta letteralmente scoppiando mi rinchiudo in camera in penombra piango poi mi arrabbio con loro perchè fanno casino poi ci faccio pace... mi sento in colpa per nn riuscire ad essere felice e trasmettergli felicità mi sento in colpa perchè so di aver sicuramente sbagliato... se loro sono insicuri sarà colpa mia, se mi dicono che nn vogliono studiare sarà per farmi scontare qualche ostilità che mi sono procurata. ho bisogno di aiuto la mia vita nn è stat mai facile a cominciare dall'infanzia, mi pento di nn averla finita da ragazza...
ho bisogno di sfogarmi ho bisogno di farmi ascoltare nn posso permettermi una psicoterapia mi sto lasciando andare completamente, nn mi lavo nn pulisco casa nn faccio spesa sto affogando nel nulla help

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: stanca di vivere

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 4 gennaio 2013, 18:56

Salve...
ho letto il suo messaggio e non so proprio cosa fare per lei. Però sono qui, anche se lontana. Cosa rischia a chiamare uno-a conoscente per chiaccerare un po'? Se suo figlio sarà bocciato non è un problema così grave, vorà dire che affronterà meglio la scuola l'anno prossimo, con un po' più di maturità. Cosa rischia ad andare da un medico per farsi aiutare almeno con qualche farmaco? Rischia di stare meglio?
Mi faccia sapere
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

shiori
Messaggi: 4
Iscritto il: 12 dicembre 2011, 0:28

Re: stanca di vivere

Messaggio da shiori » 5 gennaio 2013, 20:28

La ringrazio per avermi risposto, mi colpisce la prima frase che mi scrive, nessuno è riuscito mai a farci niente a partire da mia madre che si vergognava solo all'idea di rivolgersi ad un consultorio per aiutare una bambina troppo timida con problemi di socializzazione, malgrado le difficoltà incontrate nella vita sociale -avevo sempre paura di fare brutta figura, di essere presa in giro, di essere brutta, di diventare rossa ecc ecc - ho avuto una "vita abbastanza normale" ma le difficoltà i problemi seri che si sono verificati ormai da diversi anni mi stanno abbattendo sempre più nn vorrei ricorrere a farmaci che stando a quello che leggo in questo forum nn risolvono la questione
lei mi chiede cosa rischia a chiamare una conoscente? ne sono completamente disinteressata non ne ho voglia anzi provo addirittura fastidio al pensiero di comunicare con qualcuno, la bocciatura eventuale di mio figlio la vivrei come un fallimento personale senza pensare che dovrebbe cambiare i libri di testo, con quello che costano...

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: stanca di vivere

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 9 gennaio 2013, 14:18

shiori ha scritto:La ringrazio per avermi risposto, mi colpisce la prima frase che mi scrive, nessuno è riuscito mai a farci niente a partire da mia madre che si vergognava solo all'idea di rivolgersi ad un consultorio per aiutare una bambina troppo timida con problemi di socializzazione, malgrado le difficoltà incontrate nella vita sociale -avevo sempre paura di fare brutta figura, di essere presa in giro, di essere brutta, di diventare rossa ecc ecc - ho avuto una "vita abbastanza normale" ma le difficoltà i problemi seri che si sono verificati ormai da diversi anni mi stanno abbattendo sempre più nn vorrei ricorrere a farmaci che stando a quello che leggo in questo forum nn risolvono la questione
lei mi chiede cosa rischia a chiamare una conoscente? ne sono completamente disinteressata non ne ho voglia anzi provo addirittura fastidio al pensiero di comunicare con qualcuno, la bocciatura eventuale di mio figlio la vivrei come un fallimento personale senza pensare che dovrebbe cambiare i libri di testo, con quello che costano...
Salve shiori, ho scritto che non so come poterla aiutare perché le parole scritte su questo forum nella sua situazione non basterebbero. Mi creda, lei ha veramente bisogno sia di farmaci, per tamponare momentaneamente un po' i suoi sintomi, sia di un percorso psicoterapeutico, che la aiuti a trovare un buon equilibrio psicologico, e questo glielo suggerisco non solo per lei ma anche per il bene dei suoi figli.

Che ne pensa in proposito? Lo faccia almeno per i suoi figli!
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Rispondi

Torna a “Depressione”