Quando si dici ho perso la serenità !!!

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Rispondi
freddy58
Messaggi: 7
Iscritto il: 9 agosto 2013, 12:39

Quando si dici ho perso la serenità !!!

Messaggio da freddy58 » 14 agosto 2013, 21:15

Salve mi sono appena registrato al sito, non so bene come muovermi dentro ma, credo che scambiare qualche parola con persone che soffrono di questi disturbi possa essere molto utile " forse " più di un consulto specialistico.
Brevenemte vi riassumo la mia storia. Ho 55 anni e da oltre 30 soffro di disturbi ansiosi che ho sempre gestito in modo discreto. Mi sono sposato, ho due figli, ho costruito casa, ho fatto tantissimi viaggi, lavoro strettamente al contatto col pubblico, ma....sempre con l'ausilio di benzodiazepine. In tutti questi anni ho avuto momenti, periodi più
disagiati, stati di apprensione più forti, ma mi è bastato aumentare le benzodiazepine, pasaden, xanax e tutto si attenuava ritornando alle minime dosi 1 - 2 mg al giorno. Premesso che 4-5 anni fa mi rivolsi ad uno specialista psichiatra specializzato in terapie farmacologiche, perchè volevo cercare di allontanarmi dalle benzodiazepine o quantomeno ridurre al minino visto che man mano ero arrivato a 7-8 mg al giorno. Mi fu prescritto Gabapentin teva 400 mg 2-3 al giorno, quilonorm retard una cp al giorno, e surmontil una cp la sera, ovviamente la riduzione graduale di benodiazepine 20 gocce di En mattino pomeriggio e sera e ogni giorno diminuire una goccia fino all'azzeramento totale ( mai avvenuto ) Ovviamente i primi 8-10 giorni sono stato malissimo ho dovuto mettermi in malattia sul lavoro, mi sentivo paralizzato, ma pian piano la terapia cominciava a funzionare stavo decisamente meglio ho ripreso la mia attività lavorativa, relazionale, famliare come prima ma sempre 1-2 mg al giorno a volte 3 di pasaden in situazioni che mi generavano maggiore ansia in situazioni da prestazione . Negli ultimi 2 anni ho gradualmente ridotto la terapia prescrittami, fino all'azzeramento, mi riferisco a gabapentin, e quilonorm e da oltre un anno non prendo più nulla solo 2 - 3 cp al giorno di pasaden 1mg o xanax mg. Il motivo per cui scrivo ora è un altro ovviamente sempre attinente al problema.
Da ottobre 2012 ho incominciato a fare trading sul forex sullo strumento eur/usd ma mi accorgevo che il tutto mi generava irrequitezza, maggiore ansia, spesso mi alzavo presto la mattina per vedere come andavano le posizioni aperte la sera, attendevo con ansia il ritorno in ufficio per vedere com'era andata insomma molto preso. A metà gennaio 2013 ho deciso di smettere tra l'altro recuperando l'intero capitale investito ( parliamo di 700 - 800 euro ). Nei mesi a seguire notavo un sorta di malinconia, mi mancava l'emozione di vedere quei grafici, quel su e giù, che mi distraeva dal mondo che mi circondava. Nel mese di aprile 2013 ho pensato di riiattivare quella piattaforma con l'idea di fare il tutto in modo distaccato aprendo delle posizione molto basse massimo 5 euro che avrebbero potuto generare un perdita o un guadagno di qualche euro, ma la cosa non è andata così, ho incrementato fino ad un investimento di 1000 euro, e a quel punto si è verificata la stessa situazione della precedente esperienza. Ho rideciso di smettere intorno al 15 luglio, anche se questa volta ho recuperato solo 600 euro, ma sinceramente non sto qui a piangere su quei 400 euro persi non mi importa nulla. Nei giorni successivi al 15 luglio non ci pensavo affatto perchè ero preso da altro, mi accingevo a fare un viaggio all'estero con la famiglia. Al ritorno, fine luglio circa,1 o 2 giorni dopo pur non avendo nulla che mi preoccupasse se non la normale ripresa del lavoro, ho avvertito un'accentuazione dell'ansia, una mancanza di rilassamento, una tensione alle braccia e alle gambe specialmente quando mi distendo sul divano per riposare un po, in particolare quando mi sto assopendo l'avverto in modo più forte, se sento ad esempio un piccolo rumore tipo un tintinnio o anche lo scricchilio di una porta, mi spaventa e avverto una tensione diffusa su tutto il corpo ma ripeto in particolare braccia e gambe, tanto da dovermi alzare e fare qualcosa per distrarmi.

La mia domanda è questa : può l' esperienza fatta, relativamente breve, avermi causato in questo periodo un crisi di astinenza, in considerazione soprattutto al mio stato emotivo di base abbastanza labile o devo " scavare " meglio .

Chiedo scusa per la lungaggine ma ho ritenuto inquadrare al meglio la mia storia pregressa e la mia personalità.
Qualcuno può rispondermi ? Grazie.

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: Quando si dici ho perso la serenità !!!

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 26 agosto 2013, 15:08

Salve freddy58,
non credo che la sospensione dei farmaci le possa aver dato sintomi di astinenza, soprattutto se li ha ridotti gradatamente. Se i suoi dolori al corpo non dipendono da cause organiche, ad esempio mancanza di magnesio, è probabile che siano somatizzazioni di un equilibrio psichico che non va più bene, quindi segnali che le invia il suo inconscio, tramite sintomi somatici, che c'è bisogno di intervenire per trovare un equilibrio psicofisico differente. Il mio consiglio è quello di provare un percorso psicoterapeutico o, ancora meglio, un'analisi del profondo; se dopo due-tre mesi i sintomi dovessero continuare, allora potrebbe abbinare una terapia farmacologica da sospendere alla fine del percorso.
Ci faccia sapere, se lo desidera, come si sta evolvendo la sua situazione.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

freddy58
Messaggi: 7
Iscritto il: 9 agosto 2013, 12:39

Re: Quando si dici ho perso la serenità !!!

Messaggio da freddy58 » 26 agosto 2013, 16:29

Buongiorno Dr.Aronica,
nel mio messaggio non mi riferivo all'astinenza farmacologica, ma alla possibile astinenza dal trading, per quanto non so se posssa essere stata breve ! Grazie.

Rispondi

Torna a “Depressione”