È depressione?

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Rispondi
Dionisia
Messaggi: 68
Iscritto il: 20 settembre 2013, 23:56

È depressione?

Messaggio da Dionisia » 10 gennaio 2014, 13:24

a mattina mi sveglio e vorrei dedicarmi a qualche lavoretto di casa, ma appena alzata, dopo qualche minuto, mi guardo intorno con un senso di angoscia e non ho più voglia di fare nulla e torno a letto. Non ho più entusiasmo, forse perché non ce n'è più motivo o non so crearmi, inventarmi, motivi per avere entusiasmo. È depressione? Vorrei qualche consiglio per rimettermi, grazie.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: È depressione?

Messaggio da Davide49 » 10 gennaio 2014, 15:04

può essere una sensazione del mattino. ti senti così anche la sera?

Dionisia
Messaggi: 68
Iscritto il: 20 settembre 2013, 23:56

Re: È depressione?

Messaggio da Dionisia » 10 gennaio 2014, 21:56

La sera? Mah, più o meno... mi pare sia la stessa cosa; cioè la sera faccio qualcosina, poi mi dico "vabbè ora lascio un momento e guardo questa cosa in internet", e mi capita di rimanerci ore intere, ma è solo per perdere tempo, per distrarmi; non concludo niente di fruttuoso, di utile, neppure col pc. Penso a quello che dovrei e/o vorrei fare, poi rimando e rimando di ora in ora, alla fine della giornata ho fatto la decima parte di quello che avrei dovuto fare. La stessa cosa mi capita quando devo addormentarmi la sera: devo stancarmi prima perdendo tempo con internet. Preciso che non c'è nulla che mi interessi particolarmente in internet, ma mi sembra che sia solo un modo per non pensare alla vita reale, è un'evasione, nient'altro. Poi mi sento male al pensiero di perdere tanto tempo inutilmente. Ma di umore non mi sento triste, mi va anche di scherzare, solo che non mi va più di impegnarmi, nemmeno per cose più piacevoli; più che triste mi sento delusa,delusa un pò di tutto.

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: È depressione?

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 13 gennaio 2014, 16:14

Salve Dionisia,
non è possibile fare una diagnosi attraverso un forum virtuale. Qullo che emerge da quanto ha scritto è che il suo attuale equilibrio psicosomatico non va bene così come è. Da quanto tempo è iniziato questo suo malessere? Quante ora passa al PC? Quanti anni ha? è sucecsso qualcosa prima che il suo stato d'animo è diventato così come è adesso?
Ci faccia sapere, potremo esserle più di aiuto.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Dionisia
Messaggi: 68
Iscritto il: 20 settembre 2013, 23:56

Re: È depressione?

Messaggio da Dionisia » 19 gennaio 2014, 3:56

Grazie Dottoressa, ora le rispondo, anche se non è facile per me parlare apertamente in un forum. Questo malessere specifico è iniziato da circa tre anni, prima, bene o male, mi dedicavo senza troppa difficoltà agli impegni quotidiani. Poi, all'improvviso, ho iniziato a sentire un profondo malessere, un dolore davvero grande, ma senza un motivo apparente, e che non mi permetteva di addormentarmi più la sera, stavo male in quei momenti, tanto che desideravo morire per non provare più quel dolore insieme al senso di inutilità della mia vita. Quindi ho iniziato a distrarmi attraverso il pc, cercando anche un forum dove poter parlare di questo mio stato psicologico che credo sia depressione. E mi sono sempre più attaccata al pc con un graduale distacco da tutto il resto. Sono diventata quindi insonne. Vorrei reagire, ma ho perso qualsiasi speranza che la mia vita possa migliorare. Non ho più sogni, né speranze, né obiettivi da raggiungere. Sono conscia che non posso continuare a vivere così, perciò una soluzione devo trovarla, da sola, perché non ho nessuno e per circostanze particolari non posso, non riesco, forse non voglio, rivolgermi e farmi aiutare da nessuno. E poi da chi? Da un medico della asl che mi darebbe subito medicine etichettandomi con qualche patologia? No, sento che non è quello di cui avrei bisogno. Magari qualche farmaco lo prenderei pure, per dormire e stare più tranquilla, ma non sopporto l'essere giudicata ed etichettata da qualcuno che a stento ti guarda e prescrive l'antidepressivo al paziente di turno; non mi piace, perché già ho scarsa autostima e questo mi farebbe precipitare ancora di più nella depressione e nell'intolleranza verso gli altri, verso i più fortunati di me.

Vorrei poter trovare aiuto dalle persone che vivono le mie stesse pene e vicissitudini, magari ricevere qualche consiglio pratico.

Al pc posso passare qualche ora soltanto o quasi tutta la giornata; se ho da sbrigare qualche impegno ineludibile, faccio a meno del pc. So quali sono le radici del mio malessere e so anche che non si può fare nulla per eliminarle. Sono rassegnata ormai, di una rassegnazione diventata disperazione.

Non sono capace di instaurare rapporti profondi e duraturi di nessun tipo. A volte mi capita di incontrare persone simpatiche, per bene, ben educate, che si mostrano gentili, affabili e generose con me, allora magari in cuor mio vorrei entrare in una relazione più affettuosa e amichevole con loro, ma è pressoché impossibile perché sono un essere incapace, inetto, inutile, del tutto inutile, non so essere utile a niente e a nessuno, forse neppure tanto a me stessa, ed è perciò che un qualsiasi rapporto muore già sul nascere e rimango sempre sola. Evidentemente gli altri mi trovano vuota, insignificante, inutile, una persona qualità, senza valore. Infatti non sono mai riuscita ad aiutare nessuno, in nessuno modo. È brutto vivere così, sentirsi inutili, aver bisogno degli altri, ma non essere mai in grado di dare, di offrire qualcosa, non poter mai avere un'amica, un amico, un amore, nulla; anche coi miei familiari e parenti è la stessa situazione. Ecco perché sono diventata così depressa. Quindi che senso avrebbe andare da uno psichiatra per farmi prescrivere farmaci? Forse sarebbe stata utile ed efficace una psicoterapia quando ero ragazza per tentare di essere migliore e migliorare la qualità della mia esistenza, ma ora è troppo tardi. Capita anche questo nella via degli uomini, ed è capitato a me. Questo triste ed infame destino è capitato a me. Poteva capitarmi un destino totalmente diverso, ma mi è capitato questo. Il fatto è che una vita così è troppo amara e non merita di essere vissuta, non ha senso. Ma adesso devo uscire da questa situazione di ozio e malessere. Ho bisogno di aiuto e di consigli. Grazie

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Saturno - Dioniso

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 19 gennaio 2014, 14:05

Salve Dionisia,
ancora non ha risposto a una mia domanda: quanti anni ha? O almeno in che fascia di età si colloca la sua età anagrafica? Questo perché ha scritto che ormai è troppo tardi per lei iniziare un percorso psicoterapeutico.

Mi è sembrato degno di nota il su nikname, che ha a che fare con Dioniso, la divinità greca legata all'estasi, all'ebbrezza, alla sfrenatezza, all'allegria. Sembra che in lei adesso il lato dionisiaco, che è presente in ogni essere umano, sia schiacciato dal lato saturnino, quello raffigurato da Saturno, la divinità legata alla chiusura in se stessi, al pessimismo, all'umore nero, al piombo. Anche il lato saturnino è in ognuno di noi, ma in lei sembra prevalga del tutto.
Lei si trova in un circolo vizioso: il suo umor nero, o "Bile nera" come direbbe Ippocrate, la porta a chiudersi, a non avere stima né di se stessa né degli altri, e così facendo lei si incupisce sempre di più. Però alla fine della sua ultima mail scrive che ha bisogno di aiuto e di consigli, questo vuol dire che in lei c'è una speranza di cambiamento. Ricorda il mito di Pandora? Lei apre il cofanetto in cui gli dei avevano racchiuso tutti i mali del mondo, e così il male si sparge sulla terra, ma, quando sono usciti tutti, esce anche la Speranza.

Per quanto riguarda la cura farmacologica, certamente la aiuterebbe a risollevarsi dallo stato in cui lei sta.
Gli psichiatri debbono in qualche modo "inquadrare" una persona dal punto di vista delle problematiche psichiche, per orientarsi al meglio nel mare magnum degli psicofarmaci. Per fare questo ci debbono essere uno o due colloqui. Lo psichiatra ha il compito di fare una diagnosi per eventualmente prescrivere una cura farmacologica, che nel tempo va adattata alle esigenze e alla risposta del paziente.
Non è vero che tutti gli psichiatri del sevizio pubblico sanitario trattano i pazienti come numeri!!! Alcuni sì, altri no. Lo stesso vale per gli psichiatri che lavorano in privato.
Esiste pure una via di mezzo: i medici ospedalieri che lavorano anche in intramoenia, e che in questa modalità hanno più tempo da dedicare all'ascolto dei pazienti.

Per quanto riguarda il percorso psicoterapeutico, di cui lei ha certamente bisogno se vuole tirarsi fuori da questo stato, in barba alla sua parte saturnina, non è mai troppo tardi, mi creda!
Mi faccia sapere, se vuole, cosa ne pensa.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Dionisia
Messaggi: 68
Iscritto il: 20 settembre 2013, 23:56

Re: È depressione?

Messaggio da Dionisia » 20 gennaio 2014, 0:58

Ho 35 anni!
Allora devo chiamarmi Saturnia! :D

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: È depressione?

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 20 gennaio 2014, 14:54

Salve Dionisia,
dentro di noi ci sono tutte le potenzialità, i caratteri, le emozioni comuni agli esseri umani, come ad esempio sosteneva Luigi Pirandello. Tutte le divinità pagane, e gli eroi di Omero, i personaggi della Divina Commedia... Diciamo che attualmente in lei emergono quasi solo le tendenze legate a Saturno, ma ci sono tante altre possibilità di espressione, celate dentro di lei, che lei ancora non conosce e non ha sperimentato.

Mi sembra di capire che lei ora come ora non ci sta più tanto bene con la sua parte "saturnina".

Trentacinque anni!!! Lei è ancora giovane, ci sono persone che con me hanno iniziato più in là con gli anni, una addirittura all'età di settantacinque anni, e ne hanno tratto beneficio. Comunque l'età anagrafica conta poco, quello che conta è il desiderio di cambiare e la motivazione a portare avanti il cambiamento.
Mi faccia sapere che ne pensa.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Dionisia
Messaggi: 68
Iscritto il: 20 settembre 2013, 23:56

Re: È depressione?

Messaggio da Dionisia » 21 gennaio 2014, 14:08

Dottoressa, di "non è mai troppo tardi" conosco soltanto il vecchio programma televisivo. :) A settantacinque anni si deve fare i conti con la demenza e con gli acciacchi fisici, che non sono pochi.

A parte le battute, penso che si può anche dare un senso alla vita a settantacinque anni e impegnarsi a realizzare qualcosa, ma per chi ha già realizzato in qualche modo la propria vita; ad una certa età non si può certo cominciare da zero e avere le stesse possibilità di un ventenne. Quindi ad ogni fase della vita ogni cosa perduta è perduta per sempre. Credo che ci si possa dedicare "alla ricerca del tempo perduto" ma sempre entro determinati limiti di età ed entro un tempo ragionevole, e se si riesce a recuperare!

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

che cosa è un percorso psicoterapeutico per me

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 21 gennaio 2014, 16:21

Salve Dionisia,
lei ha 35 anni, volevo solo dirle che lei può certamente trarre beneficio da un percorso psicoterapeutico. Per quanto riguarda il mio paziente di 75 anni e gli altri che ho ed ho avuto sopra i 55, non ne posso parlare per ovvie ragioni di privacy, ma so che abbiamo fatto un bel percorso insieme.

Ognuno di noi ha varie idee consce ed inconsce su cosa voglia dire un percorso psicoterapeutico. Alcune mie idee di cui sono cosciente sono: lavorare con i pazienti per far loro: (ri)trovare un equilibrio psicosomatico accettabile; (ri)trovare, se lo avessero perso o mai trovato, il senso alla loro vita; accettare i propri limiti.
Gli altri effetti vengono di conseguenza.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Rispondi

Torna a “Depressione”