Il mio è davvero un disturbo depressivo maggiore?

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Rispondi
balunzen
Messaggi: 2
Iscritto il: 12 gennaio 2014, 22:53

Il mio è davvero un disturbo depressivo maggiore?

Messaggio da balunzen » 12 gennaio 2014, 23:23

Salve, ho 62 anni, sono sposato con due figli adulti (e disoccupati), pensionato da gennaio.
Da che ricordi sono sempre stato timido, insicuro e ansioso-compulsivo. Circa 20 anni fa un medico generico mi prescrisse il Bromazepam 2,5mg gocce,ma nelle dosi prescritte (30+30 gocce al dì) non mi dava alcun beneficio. Allora ho preso ad assumerne dosi sempre più massicce (fino a 10-15ml al giorno!), sviluppando così una dipendenza che mi trascino ancora oggi. Ora lo prendo, in dosi minori ma sempre eccessive, non più per un reale bisogno, ma perché ne sono dipendente, come sono dipendente dal fumo e dal caffé, dei quali non riesco a fare a meno.
Sono stato anche alcolista per diversi anni, ma dall’alcool sono riuscito (per ora!) ad affrancarmi.

Da qualche anno il mio problema è diventato il disturbo depressivo maggiore, diagnosticato da vari specialisti. Per brevità riporto i miei sintomi da Wikipedia: 1) Umore depresso per la maggior parte del giorno ogni giorno. 2) Marcata diminuzione di interesse o piacere per tutte, o quasi, le attività, ivi compresi i contatti con altre persone per la maggior parte del giorno ogni giorno. 3) Aumento di peso a causa dell’inattività , nonostante la diminuzione o scomparsa dell'appetito, ogni giorno. 4) Agitazione o rallentamento psicomotorio ogni giorno. 5) Affaticabilità e mancanza di energia ogni giorno. 6) Rimuginio, sentimenti di autosvalutazione quasi ogni giorno. 7) Notevole diminuzione della capacità di pensare o concentrarmi, e difficoltà a prendere decisioni, ogni giorno. 8) Occasionali pensieri di morte. 9) Significative perdite della memoria a breve e a lungo termine. 10) Non ho gravi disturbi del sonno. 11) Da 6 anni è scomparso anche il desiderio sessuale.

Diversi anni fa il mio medico di base mi consigliò il Deniban 40mg gocce, da assumere “al bisogno” (è già discutibile questo "al bisogno"). Ed è quello che faccio: giusto o sbagliato che sia, ne prendo saltuariamente una compressa quando la giornata inizia davvero male, o quando devo “affrontare” impegni (per me) “particolarmente difficili”, anche se oggettivamente spesso sono (per gli altri) routine. Deniban per due giorni mi allevia moderatamente i sintomi, mi restituisce un po' di lucidità mentale e di voglia di fare. Ma non vorrei assuefarmi anche a questo farmaco. Sono già stato a più riprese in terapia, anche prolungata, con una psicologa, con una psichiatra, con uno psicoterapista e anche con un medico antroposofo, sempre senza esiti positivi. Potete darmi pareri, consigli? Grazie

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: Il mio è davvero un disturbo depressivo maggiore?

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 13 gennaio 2014, 16:33

Salve balunzen,
attraverso una mail o leggendo il DSM non è possibile formulare una diagnosi!
Credo che potrebbe consultare nuovamente il suo psichiatra, raccontandogi che il suo umore non è migliorato, oppure cambiare psichiatra se non ha più fiducia in quello attuale. Oggi ci sono molti farmaci usciti più di recente rispetto a quelli che sta prendendo e che potrebbero avere effetti migliori su di lei.

Ricordi che ogni medicinale funziona in maniera differente a seconda del rapporto che si sabilisce col medico e a seconda della risposta che ha il nostro organismo nei confronti dei principi attivi del farmaco. Bisogna dunque andare avanti per un po', per tentativi ed errori, fino a trovare la formula giusta, cosa che le auguro succeda al pù presto.

Ci faccia sapere, se lo desidera, come si è evoluta la sua situazione.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

balunzen
Messaggi: 2
Iscritto il: 12 gennaio 2014, 22:53

Re: Il mio è davvero un disturbo depressivo maggiore?

Messaggio da balunzen » 15 gennaio 2014, 13:51

Gentile dottoressa, La ringrazio per la risposta.
Nel mio topic ha potuto leggere: "Sono stato a più riprese in terapia, anche prolungata, con una psicologa, con una psichiatra, con uno psicoterapeuta e anche con un medico antroposofo, sempre senza esiti positivi". Aggiungo che ho ricevuto, oltre al Suo, anche pareri da specialisti in altri forum online. Mi hanno deluso tutti, sarò stato sfortunato a non trovare "quello giusto per me"... Concordo senz'altro con quanto mi dice Lei, ma ora come ora non mi sento di ricominciare a cercare così, a tentoni, non ne ho le energie.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: Il mio è davvero un disturbo depressivo maggiore?

Messaggio da Davide49 » 15 gennaio 2014, 15:22

balunzen ha scritto:
Potete darmi pareri, consigli? Grazie
comincia dal corpo.
la mente può fare molto male al corpo, il corpo può aiutare molto la mente.
comincia col movimento, anche se non ne hai voglia.
cammina, 2 ore la mattina, 2 ore il pomeriggio. programmati 10km ogni giorno, senza farti sconti se piove.
vai in piscina a fare nuoto 2-3 volte la settimana.
puro movimento, ogni giorno, per sei mesi.
e nutri la mente con qualche lettura, affezionati a qualche libro (narrativa, poesia, psicologia, scienza storia quello che vuoi)

e vivi. la vita ti può riservare ancora qualche grossa sorpresa, non buttarla via in poltrona o nel malumore, milioni di persone vorrebbero avere i tuoi occhi che vedono o le tue gambe che camminano, non darli per scontati, tu stesso potresti non averli più fra qualche anno.
ciao

Dionisia
Messaggi: 68
Iscritto il: 20 settembre 2013, 23:56

Re: Il mio è davvero un disturbo depressivo maggiore?

Messaggio da Dionisia » 16 gennaio 2014, 16:09

Bello! Davide, hai dato involontariamente la risposta che cercavo io e che avevo chiesto nel mio post. Vero, quando mi muovo, esco di casa, mi sento meglio, rigenerata. Anzi, anni fa l'avevo assunta come terapia e mi ci ero abituata, ed era efficacissima: non riuscivo, non volevo rimanere sintanata in casa per più di due o tre giorni, e stavo bene, non ero certo depressa! Solo che ultimamente non ci pensavo più. È pericoloso ritirarsi e chiudersi troppo in se stessi, si rischia di perdersi completamente e non ritrovarsi più,fino a perdere il senno.
Ultima modifica di Dionisia il 16 gennaio 2014, 19:44, modificato 1 volta in totale.

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: Il mio è davvero un disturbo depressivo maggiore?

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 16 gennaio 2014, 16:22

Salve balunzen
mi spiace che lei non abbia, in questo momento, energia sufficiente per (ri)prendere contatto almeno con uno psichiatra che la possa seguire con gli psicofarmaci e man mano adattarli al suo caso specifico.
Il consiglio di partire con il corpo è davvero ottimo, come lei saprà l'esercizio fisico produce endorfine, che sono dei neurotrasmettitori simili alla morfina, che hanno sulla psiche un benefico effetto facendoci sentire bene e carichi di energia "positiva".
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Dionisia
Messaggi: 68
Iscritto il: 20 settembre 2013, 23:56

Re: Il mio è davvero un disturbo depressivo maggiore?

Messaggio da Dionisia » 16 gennaio 2014, 19:40

Aggiungerei che camminando, non solo il movimento, ma anche la luce del sole, il respirare aria all'aperto, avere mille occasioni per distrarsi guardando ed osservando le cose, la gente, magari scambiando anche simpaticamente due parole con gli altri, sono tutti fattori che attivano le endorfine e riequilibrano le energie positive.

Rispondi

Torna a “Depressione”