Aiutare un'amica depressa

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Rispondi
Alabastro
Messaggi: 1
Iscritto il: 22 febbraio 2014, 20:24
Località: sud

Aiutare un'amica depressa

Messaggio da Alabastro » 22 febbraio 2014, 20:36

Ciao ragazzi, ho bisogno di un vostro consiglio.

Una mia amica (25 anni) soffre di depressione da svariati anni, è stata vittima di bullismo, ha tentato il suicidio già più volte, soffre di disordini alimentari (alterna digiuni ad abbuffate), è stata autolesionista e non ha stima di sé. Attualmente è seguita da uno psicologo, ma a me sembra che la cosa non faccia molto effetto; inoltre, la famiglia non la aiuta, ma anzi preferisce tenersi lontana dai suoi problemi, affermando che gli psicofarmaci le bastino per uscire dalla sua situazione.

Come posso aiutarla? Lei si ritiene una nullità, crede fermamente che la sua vita sia già finita da un pezzo e dice spesso che si sente vuota dentro. Tra l'altro, viviamo distanti e quindi non possiamo vederci frequentemente. Cosa potrei dirle, come potrei farla stare meglio? Ho notato che, se cerco di andarle contro e se non la assecondo quando dice di valere zero, si arrabbia.

Io, materialmente, cosa dovrei fare? Allontanarmi da lei? Ve lo dico in tutta sincerità: a volte sento la situazione come insopportabile. Cambia umore nel giro di due minuti, se prima stiamo ridendo tranquillamente è probabile che dopo un attimo si metta a parlare del desiderio di uccidersi, perchè la sua vita procede per inerzia. Io faccio fatica a seguirla mentalmente, molto spesso mi risponde male e mi tratta in maniera acida e distaccata. Ho paura che a lungo andare tutto ciò mi si ritorca contro.

Grazie.

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: Aiutare un'amica depressa

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 17 maggio 2014, 17:04

Salve Alabastro,
mi scuso per il ritardo con cui le rispondo ma non sono stata bene e mi sto riprendendo adesso. Da come me la descrive la situazione della sua amica è piuttosto seria, e capisco come sia difficile per lei starle vicina. Non è facile condividere le emozioni negative di una persona a cui siamo legati, è difficile non esserne colpiti e, per così dire "contagiati".
Ascolti la sua paura e per adesso eviti di frequentare la sua amica, perlomeno da sola a sola. Le sembrerà un consiglio egoistico ma prima di tutto bisogna voler bene a se stessi, poi al proprio prossimo.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Rispondi

Torna a “Depressione”