Io non mi capisco...

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Rispondi
Neracomelanotte
Messaggi: 1
Iscritto il: 5 giugno 2014, 11:42

Io non mi capisco...

Messaggio da Neracomelanotte » 5 giugno 2014, 12:09

Ciao a tutti...
Ormai sono anni che soffro di depressione e ansia.. ma negli ultimi sei mesi si sono accentuate molto, per via di una continuità di fattori assurdi che si sono susseguiti da gennaio a questa parte...
In breve , ho chiuso un'attività... ho perso mia figlia , che è stata data in affidamento consensuale ai nonni [almeno lì senza tribunale di mezzo per fortuna], con mio marito va malissimo.. e io non voglio più starci insieme... ma le psicologhe che ci seguono vogliono farci fare terapia di coppia per la bambina... e mio marito anche. E poi c'è questa cosa del non trovare un lavoro... per via della mia obesità... per via della crisi... dopo anni di esperienza si preferisce la ragazzina alla persona già pratica... e quindi devo lavorare con la mia famiglia... dove vado con il mal di stomaco ogni volta... perchè ho una sorella che non è per nulla gentile... [siamo sempre state in contrasto da quando è nata] non vengo pagata, e vengo abbastanza sfruttata... e poi per fortuna ho trovato un lavoro in un altro posto.. ma a chiamata , e dove devo fare moltissime ore in piedi con mezz'ora di pausa[ non che questo mi dia fastidio anzi.. lo trovo quasi rilassante il poter evadere dalla mia vita]
MA quella sensazione... malessere è li... dentro... che preme con forza per uscire.. mi fa male e quando ormai l'ho trattenuto troppo piango... come oggi... piango e penso che la mia vita sia inutile.. che vorrei morire per lasciare andare tutto... e togliere tutti i problemi che ho causato
Ho paura, tanta paura, del futuro, di rimanere senza niente... sono egoista lo sò... c'è sicuramente chi sta peggio... ma io sto male adesso... e non ho nessuno che mi aiuta
Io degli psicologi del comune non mi fido... e non ho un soldo nemmeno x comprarmi delle scarpe, figuriamoci x pagarne uno privato.
PErchè quello stronzo che ho sposato prefererisce tenersi una playstation 4 nuova piuttosto che venderla x pagare le spese , le bollette, l'affitto .. e io.. non sono capace di dire basta.... vorrei poter dire basta alla vita... e sono al limite.. tante volte ho pensato di impiccarmi... e l'ho anche detto.. ma tutti pensavano scherzassi... ma sono codarda... e sono certa che non ci riuscirei.. come non riuscirei a uscire da questa vita... dire basta....
Dio.. mi sembra che accada tutto a me... come se me le cercassi... mi faccio schifo...
Ho veramente voglia di morire... e lasciarmi tutto alle spalle....

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Re: Io non mi capisco...

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 8 agosto 2014, 18:40

Salve Neracomelanotte,
la sua è davvero una situazione complessa e ingarbugliata, ma sicuramente c'è la possobilità di provare a tirarsene fuori, con un piccolo sforzo di volontà.
Come mai afferma con tanta sicurezza di non fidarsi degli psicoterapeuti dei servizi sanitari? Ci sono tantissimi colleghi che lavorano egregiamente nelle strutture pubbliche.
Credo che i suoi problemi nascano da nodi di sofferenza che si porta dietro da tempo, che forse sfoga anche, in parte, con un tipo di nutrizione sbagliata.
Se non vuole proprio provare a iniziare un percorso picoterapeutico, potrebbe provare con delgi psicofarmaci che la aiutino a distanziarsi un po' dalla sua sofferenza, in modo da farle vedere la sua vita non con ogcchali nericomelanotte, ma un po' più chiari. Non c'è niente di male in questo, sappia che i farmaci più venduti nel mondo sono quelli per digerire (per le persone che convogliano la loro sofferenza sul sistema digestivo) e gli antidepressivi (per le persone che convogliano sulla psiche la loro sofferenza).
Potrebbe farsi seguire da uno psichiatra sempre dei servizi sanitari, perché solo gli psichiatri sono medici specializzati nella cura di problemi della psiche attraverso l'uso di farmaci. I neurlogi invece sono i medici che si occupano di curare il cervello con i farmaci, in caso, ad esempio, di Parkinson o Alzheimer.
Ogni tanto va a vedere e a stare con la sua bambina? Cerchi di starle vicina, soprattutto quando si sente più tranquilla.
Mi faccia sapere cosa ne pensa!
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Rispondi

Torna a “Depressione”