depressione e paura

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 11 luglio 2007, 19:37

Salve Cipo,
solo lei si può aiutare, prendendo la decisione di iniziare un percorso psicoterapeutico.
Buon cammino!
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

NINNINA
Messaggi: 2
Iscritto il: 1 giugno 2011, 18:12

Re: depressione e paura

Messaggio da NINNINA » 1 giugno 2011, 18:39

Cara dottoressa,spero che lei possa aiutarmi.ho 26 anni,ho sofferto di attacchi di panico x 4 anni.l'anno scorso grazie all'aiuto del mio fidanzato ho smesso di assumere psicofarmaci,per essere precisa prendevo il sereupin.
da agosto dell anno scorso non li prendo piu,da agosto fino al 20 aprile sono stata bene.da questo giorno ho avuto un attacco d'ansia.
vivevo pgni giorno cn l'ansia che mi potessero venire altri attacchi e cosi mi continuavo a toccare il cuore fino a quando un giorno mi sn sentita impazzire,non so spiegare a parole in che senso mi sentivo impazzire,so solo che non riuscivo piu a resistere ed ho deciso di andare di nuovo dal neurologo che 5 anni fa mi aveva prescritto il sereupin.il neurologo mi ha prescritto il deniban,mezza mattina e mezza la sera,gli ansiolin 5 gocce 3 volte al giorno e l'entact mezza la sera.tutto questo di nascosto del mio fidanzato.non volevo deluderlo.
IL deniban mi ha fatto male,ho avuto problemi di prolattina,cosi ho dimezzato e prendo mezza di deniban solo la mattina.dimenticavo di specificare che tutto questo e' successo il giorno prima che il mio fidanzato partisse per gli stati uniti d'america,ha trscorso li 15 giorni ed a me e' mancato tantissimo.io e lui siamo una sola cosa cosa,io lo amo tantissimo ed ho sempre desiderato di sposarmi cn lui ed avere tanti figli insieme.lui e' la mia vita!il giorno che e' rientrato dal viaggio ero super felice,ci siamo abbracciati,baciati non esisteva una donna piu felice di me.il mio cuore era colmo d amore.
Dopo qualche ora l'ho guardato e mi sn chiesta:ma io ti conosco?-questo tipo di domande mi son capitate in passato,anche cn mia mamma o cn i miei ex,ma mai gli ho dato tanto peso.questa volta si,forse perche sono piu debole mentalmente.boh,non lo so!!lunedi scorso ho deciso di dire al mio fidanzato che prendo gli antidepressivi,lui si e' arrabbiato tanto ma avevo bisogno di dirglielo.insieme abbiamo deciso di smettere.non ho preso piu il deniban ne l'entact.fatto sta che dopo qualche giorno,improvvisamente,sento dentro di me di non provare piu sentimenti x il mondo,ne x il mio fidanzato,ne x i miei nipoti,non voglio piu lavoare,non voglio fare piu niente della mia vita.la cosa che tutt'oggi mi fa male e' questa paura di non provare sentimento.cioe' io che ho sempre amato il io fidanzarto,io che non sn mai riuscita a vivere la mia vita senza di lui ,e' possibile cio che mi sta succedendo?mi viene d'impazziere..lunedi ho cominciato un percorso cn la psicologa.spero andra' bene.la prego di aiutarmi..ne ho bisogno

Avatar utente
CC
Messaggi: 415
Iscritto il: 5 novembre 2010, 20:01
Località: Roma

Re: depressione e paura

Messaggio da CC » 4 giugno 2011, 20:15

NINNINA ha scritto:Cara dottoressa,spero che lei possa aiutarmi.ho 26 anni,ho sofferto di attacchi di panico x 4 anni.l'anno scorso grazie all'aiuto del mio fidanzato ho smesso di assumere psicofarmaci,per essere precisa prendevo il sereupin.
da agosto dell anno scorso non li prendo piu,da agosto fino al 20 aprile sono stata bene.da questo giorno ho avuto un attacco d'ansia.
vivevo pgni giorno cn l'ansia che mi potessero venire altri attacchi e cosi mi continuavo a toccare il cuore fino a quando un giorno mi sn sentita impazzire,non so spiegare a parole in che senso mi sentivo impazzire,so solo che non riuscivo piu a resistere ed ho deciso di andare di nuovo dal neurologo che 5 anni fa mi aveva prescritto il sereupin.il neurologo mi ha prescritto il deniban,mezza mattina e mezza la sera,gli ansiolin 5 gocce 3 volte al giorno e l'entact mezza la sera.tutto questo di nascosto del mio fidanzato.non volevo deluderlo.
IL deniban mi ha fatto male,ho avuto problemi di prolattina,cosi ho dimezzato e prendo mezza di deniban solo la mattina.dimenticavo di specificare che tutto questo e' successo il giorno prima che il mio fidanzato partisse per gli stati uniti d'america,ha trscorso li 15 giorni ed a me e' mancato tantissimo.io e lui siamo una sola cosa cosa,io lo amo tantissimo ed ho sempre desiderato di sposarmi cn lui ed avere tanti figli insieme.lui e' la mia vita!il giorno che e' rientrato dal viaggio ero super felice,ci siamo abbracciati,baciati non esisteva una donna piu felice di me.il mio cuore era colmo d amore.
Dopo qualche ora l'ho guardato e mi sn chiesta:ma io ti conosco?-questo tipo di domande mi son capitate in passato,anche cn mia mamma o cn i miei ex,ma mai gli ho dato tanto peso.questa volta si,forse perche sono piu debole mentalmente.boh,non lo so!!lunedi scorso ho deciso di dire al mio fidanzato che prendo gli antidepressivi,lui si e' arrabbiato tanto ma avevo bisogno di dirglielo.insieme abbiamo deciso di smettere.non ho preso piu il deniban ne l'entact.fatto sta che dopo qualche giorno,improvvisamente,sento dentro di me di non provare piu sentimenti x il mondo,ne x il mio fidanzato,ne x i miei nipoti,non voglio piu lavoare,non voglio fare piu niente della mia vita.la cosa che tutt'oggi mi fa male e' questa paura di non provare sentimento.cioe' io che ho sempre amato il io fidanzarto,io che non sn mai riuscita a vivere la mia vita senza di lui ,e' possibile cio che mi sta succedendo?mi viene d'impazziere..lunedi ho cominciato un percorso cn la psicologa.spero andra' bene.la prego di aiutarmi..ne ho bisogno
Scusami se intervengo anche se non sono una Dottoressa!

Per quanto ne so gli psicofarmaci non vanno interrotti di propria iniziativa, senza parlarne con chi li ha prescritti, di punto in bianco.
Il fisico ha bisogno di abituarsi gradualmente quindi sia quando si comincia l'assunzione che quando la si termina la cosa deve essere graduale; ciò accade anche per l'Eutirox che non è uno psicofarmaco ma gli aumenti o le diminuizioni di dosaggio devono essere sempre graduali affinchè il fisico non ne risenta e concordati con l'endocrinologo.

Non ho capito per quale ragione il tuo ragazzo non vuole che li prendi (se ne hai bisogno).
Non so se questo sia proprio un gesto d'amore!

Se hai cominciato un percorso con la psicologa lunedì ci vorrà tempo per vedere i primi frutti e sentirsi meglio, devi avere pazienza e non capisco che tipo di aiuto stai chiedendo in questo forum se da una psicologa ci vai già! È a lei che devi chiedere aiuto. Non trovi?
"Lentamente scompare chi sceglie di percorrere ogni giorno la stessa strada, scompare chi maledice l'imprevisto, chi non parla agli sconosciuti, chi non sa sostenere uno sguardo; essere vivo richiede uno sforzo maggiore che il semplice respirare".

NINNINA
Messaggi: 2
Iscritto il: 1 giugno 2011, 18:12

Re: depressione e paura

Messaggio da NINNINA » 6 giugno 2011, 15:14

Grazie x il tuo contributo,ma leggo fra le righe dell'astio.hai ragione sul fatto che gli antidepressivi non vanno eliminati di botto.lo so.ho sbagliato!ma non ti e' mai successo di essere disperata e di chiedere aiuto a qualcuno??forse no.
grazie

Avatar utente
CC
Messaggi: 415
Iscritto il: 5 novembre 2010, 20:01
Località: Roma

Re: depressione e paura

Messaggio da CC » 6 giugno 2011, 15:59

NINNINA ha scritto:Grazie x il tuo contributo,ma leggo fra le righe dell'astio.hai ragione sul fatto che gli antidepressivi non vanno eliminati di botto.lo so.ho sbagliato!ma non ti e' mai successo di essere disperata e di chiedere aiuto a qualcuno??forse no.
grazie
Astio nei confronti di chi? :)
Certo che mi è successo di essere disperata e di chiedere aiuto a qualcuno, io volevo solo dire che se hai la fortuna e la possibilità di andare da una psicologa in carne ed ossa l'aiuto che puoi ricevere in un forum è secondario. Tutto qua, non c'era nessun astio tra le righe ma solo la mia opinione personale che non necessariamente devi prendere in considerazione. :)
"Lentamente scompare chi sceglie di percorrere ogni giorno la stessa strada, scompare chi maledice l'imprevisto, chi non parla agli sconosciuti, chi non sa sostenere uno sguardo; essere vivo richiede uno sforzo maggiore che il semplice respirare".

Rispondi

Torna a “Depressione”