depressione e paura

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 16 febbraio 2007, 23:55

Giovi scusa quello che ha funzionato per te può non funzionare per gli altri.poi siamo sicuri che abbia la depressione?se i farmaci non le sono stati prescritti vuol dire che non ne ha bisogno.atta non hai detto che ha detto lo psico
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 17 febbraio 2007, 0:05

Sono d'accordissimo con GIOVI!!! Coraggio atta_art!!!
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

atta_art
Messaggi: 28
Iscritto il: 14 febbraio 2007, 13:00
Località: Roma

Messaggio da atta_art » 19 febbraio 2007, 11:08

grazie dottoressa e grazie lala e giovi.
io in realtà i primi di febbraio sono andata da uno psichiatra sotto indicazione del medico di base(lui diceva che secondo lui oltre alla psicoterapia ci volevano delle medicine per farmi stare meglio)ma come vi dicevo è stata una bruttissima esperienza ed ora ho un po di paura...
è andata così:
entro nell'ufficio e lui inizia:
Dott:scommetto che sei depressa ansiosa apatica etc etc..
io: si
Dott: e perche non vai dalla psicologa?
io: il mio dottore mi ha detto di sentire uno specialista! ma cmq sto andando anche dalla psicologa
Dott:cosa ti senti?
io: (incomincio a spiegare tutto quello che provo:paura del dopo la morte.. della morte, della vecchiaia... del tempo che scorre etc etc)
dott: e lei ti ha preso in cura?(come stupito)
io:si!
Dott: di solito i psicologi non vogliono medicinali perchè cosi tu sei tristissima... piu sei giu e piu gli piace.
io: mah... non credo... la mia non mi pare
Dott.vabbè io ti do i farmaci ma poi decidi tu!
io: no NO... ma io non li voglio per forza... sono venuta per un parere...
Dott:vabbe... allora secondo me ti servono....
Io:ma hanno effetti indesderati?
Dott: no!!! ma non rimanere in cinta.
Io:Ma portano dipendenza?
Dott: no, nn ti preoccupare. sappi cmq che con questi starai meglio però non saprai mai la causa del tuo malessere... ed una volta che stai meglio non saprai raccontare alla tua psicologa i tuoi sentimenti.
io: ah!!!
dott: ma ti è successo qualcosa in particolare?
io: no... nulla... sono sepre stata felice e solare... unica csa è che una mia amica è stata operata.... ma ora sta bene... e cmq una sera guardavo un film e mi sono venuti in mente tutti questi pensieri.
dott: certo che se stai cosi per un film e per una malattia sei deboluccia tesoro!!!! sei troppo debole... in futuro ci ricadrai sicuramente!!!

poi .... mentre mi scriveva la ricetta ha borbottato
" certo che impasticcata a 25 anni!!!!"""
ma secondo voi, una persona come dovrebbe reagire?
io non so che fare...
cmq mi ha prescritto 1 prozac al giorno e mezzo xanax mattina, mezzo pranzo e uno alla sera per 2 mesi.
io prò poi no me la sono sentita.
La mia psicologa non dice nulla dei farmaci, perche dice che lei non è un dottore e che devo scegliere io se andare oppure no ... (Ma se voglio lei me ne può indicare uno).io cmq resto indecisissima.
poi in questi giorni cerco di non dire che sto male ai miei... ho paura che ne soffrano (sono 2 mesi che li stresso).. quindi, mentre prima mi dicevano che secondo loro dovevo andre... ora mi dicono che "si vede che sto meglio!"... certo, sto sicuramente meglio dei primi 15 gg (i giorni piu brutti della mia vita.

nel fine settimana sono partita... sono stata abbastnza bene, ma ho avuto delle crisi di pianto non indifferenti.... così dal nulla... magari sentendo una canzone. ho parlato con il mio ragazzo... ed ho pianto anche molto... lui dice che mi aiuterà, che non devo avere paura e che se mi ha trascurato cercerà di cambiare. ma come vi dicevo non è questa la mia paura maggiore... per esempio in questi giorni mi sento molto piccola e indifesa; ho fatto una considerazione... mentre io ho tante persone che per me sono punti di riferimento.... io non sono il punto di riferimento di nessuno.. e questo mi fa stare malissimo... in piu sta entrando in me un'altra paura:quella delle malattie.
non so che fare..... ma l'omeopata puo aiutare?

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 19 febbraio 2007, 11:16

Non prendere assolutamente le medicine!!Curati solo con la terapia.Ma la tua psico è PSICOLOGA o PSICOTERAPEUTA? (sono due cose diverse).questa tua frase
ho fatto una considerazione... mentre io ho tante persone che per me sono punti di riferimento.... io non sono il punto di riferimento di nessuno.. e questo mi fa stare malissimo
secondo me conferma la tua voglia di crescere,la perdita di un equilibrio "immaturo" che dev'essere soppiantato da unamaturità.In questa frase secondo me c'è il segnale del motivo della tua crisi
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

atta_art
Messaggi: 28
Iscritto il: 14 febbraio 2007, 13:00
Località: Roma

Messaggio da atta_art » 19 febbraio 2007, 12:14

psicanalista lala!

a proposito.... ma come si fa a scegliere la psicologa o psicologo con la terapia piu adatta a te?
io per esempio prima non sapevo che esistessero tutte queste terapie...
mi sono affidata alla mia per conoscenze...
io con lei mi trovo molyo bene... ci parlo volentieri... e a volte vorrei tornare ogni giorno (tipo droga)...
ma come faccio a sapere se ho scelto bene?

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 19 febbraio 2007, 12:23

se ti ci trovi bene,vedi che ti capisce e ti dà valide risposte allora va bene :wink:
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

GIOVI
Messaggi: 20
Iscritto il: 4 febbraio 2007, 11:48

Messaggio da GIOVI » 19 febbraio 2007, 13:54

Ciao
da quanto ho capito stai iniziando a riprenderti da sola un pochino (hai detto che i primi 15 gg erano peggio)....e questo mi fa molto piacere.
Per quanto riguarda lo psichiatra che ti ha trattata in quel modo, ti assicuro che non è così per ogni medico...io mi farei consigliare il nome di uno affidabile per un VERO consulto...eppoi sfatiamo un mito : i farmaci antidepressivi non ti "impasticcano" e anzi, a parte qualche effetto collaterale iniziale che poi svanice, ti ridonano molta normalità soprattutto se devi studiare o lavorare (al contrario di xanax e compagnia bella che invece io non prenderei). Altra cavolata, non è assolutamente vero che se sei in cura con antidepressivi poi non ti ricordi del tuo malessere e pertanto non sei in grado di "analizzarlo"...anzi, per esperienza personale, è proprio il contrario...hai maggiore lucidità per farlo. Cara ragazza, un altro consiglio... non cercare di nascondere il tuo malessere agli altri, soprattutto ai tuoi genitori....se hai una malattia hai bisogno di aiuto per guarire, e non c'è cosa peggiore che restare chiusi in se stessi.
Cya

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 19 febbraio 2007, 15:05

Salve atta_art,
se l'incontro è andato così credo proprio di concordare con lei che lo psichiatra a cui si è rivolta è da cancellare dalla sua rubrica telefonica.
Non solo per come l'ha trattata, per le cose che le ha detto e per come le ha dette, ma anche per averle prescritto il Prozac, che non è assolutamente adatto a lei.
In generale gli psicofarmaci, in momenti di grande crisi, se presi nella dose minima indispensabile per quella data persona, la aiutano, come ho già scritto, ad entrare meglio in contatto con la propria soffrenza e a lavorarci su con una o uno psicoterapeuta.
Spetta comunque a lei e a uno psichiatra valutare, in seguito a un attento colloquio, se è il caso di aiutarla con farmaci. Soprattutto spetta a lei. Se la sente di andare avanti con la psicoterapia, sopportando l'angoscia e i momenti di sconforto? Di tentare di andare avanti per un po' senza psicofarmaci? Oppure la sua situazione va oltre alle sue attuali capacità di sopportazione?
Mi faccia sapere!
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

atta_art
Messaggi: 28
Iscritto il: 14 febbraio 2007, 13:00
Località: Roma

Messaggio da atta_art » 19 febbraio 2007, 16:24

Cara dottoressa..
io non so se sto in grande crisi.. non so quando è il caso... è questo il problema.... come faccio a decidere io?
io in alcuni momenti mi sento di potercela fare con la psicoterapia... ma cmq la psicoterapia è una volta a settimana e quindi non basta... perchè durante la settimana ci sono dei giorni completamente neri... dei momenti in cui mi sento stanca di tutto questo... dei momenti in cui vorrei lasciarmi andare e mettermi in un angolino per terra ad aspettare non so cosa.
in piu la mia convinzione è che non mi passerà mai... credo quasi sia impossibile non pensare a queste cose... e quindi credo di essermi rovinata la vita.. di non poter piu passare una sola ora in piena serenità... di non poter + avere sogni e desideri.. di non poter fare quello che fanno tutti gli altri.
per questo ho anche paura del rapporto con il mio ragazzo... lui non ha conosciuto questa me e non è giusto che passi la vita con una persona diversa da quella che voleva.... una persona da confortare sempre... una persona fragilissima... isomma...non voglio rovinargli la vita.
in piu anche se penso ai monenti belli della mia vita, questi non mi rendono felice... è come se avessi rimosso quel senso di felicità.... questo mi fa tremare perche penso che cmq se sarò felice... poi bastrà un niente per cancellare una sensazione bellissima e cadere di nuovo in un vortice di tristezza.
se solo sapessi con certezza che ci vuole solo tanta pazienza aspetterei... se sapessi che la psicoterapia mi facesse guarire con sicurezza.... ma a volte credo che con tutto lo sforzo cmq sia impossibile... ho paura che magari la mia mente sia impazzita o che abbia perso qualche sostanza e che quindi solo le medicine possono farmi stare bene... ma io non lo so, è solo una mia convinzione... non so come funziona.... allo stesso modo ho paura delgi effetti collaterali.... magari divento enorme e cosi sto ancora piu male... oppure ho letto che potrebbero venire isinti omicidi...
dottoressa.... mi può mettere chiarezza? (con la mia psicologa solo di questo non riesco a parlare.. perche da quello che ho capito lei non vuole mettere voce inc apitolo... lei dice che se voglio lei mi da il contatto... ma che non sta a lei decidere se mi serve o meno... e cmq lei dice che credde che con pazienza e tempo... tutto mi passarà)
in piu mi dico di resistere... che magari ce la faccio senza farmaci... ma allo stesso modo leggo e sento che la depressione prima la curi e più probabilità ci sono per guarure... quindi è un'altro dubbio

tu hai ragione giovi a dirmi che devo dire ai miei quando sto male.... ma vosto che il mio pensiero principale è la morte e la paura di invecchiare, mi da fastidio parlarne in continuazione con i miei... non vorrei opprimerli.
Ultimamente ne parlo sempre con il mio ragazzo... che in questi giorni mi sta vicino + che mai... ma io vorrei distrarmi... e lui mi dice sempre "perchè sei triste?... dai sorridi! non fare cosi!" ... non so... ma io non ci riesco.... è piu forte di me.
Ultima modifica di atta_art il 6 luglio 2007, 15:02, modificato 1 volta in totale.

atta_art
Messaggi: 28
Iscritto il: 14 febbraio 2007, 13:00
Località: Roma

Messaggio da atta_art » 20 febbraio 2007, 19:40

altra cosa che mi tormeta è il fatto che io ho tante persone che per me sono dei punti di riferimento.... mentre noto sempre piu che in realtà io non sono un punto di riferimento per nessuno.... questa cosa è bruttissima ... non trovate?

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 21 febbraio 2007, 1:03

ciao atta_art mi dispiace per quel brutto incontro con lo psichiatra, non andare più da lui. fatti consigliare uno che conosce la tua psicoterapeuta. certamente nel suo ambito lavorativo qualcuno lo conosce di sicuro. io sono una ragazza di 20 anni. due anni e mezzo fà mi hanno diagnosticato la schizofrenia, per questo motivo ho preso gli psicofarmaci, ma ho avuto tanti effetti colaterali per questo non vedevo l'ora di finire questa cura. inoltre una volta a settimana sono andata da una psicoterapeuta a fare psicoterapia. sono migliorata, però a volte ritornano le allucinazioni, soprattutto quando ho uno squilibrio nella mia vita quotidiana. io ho subito tanti traumi che per sono stati lutti, però con l'aiuto dei professionisti sono riuscita a superare certe cose, altre purtroppo per adesso no. non scoraggiarti, segui i consigli della dr.ssa. tranquilla, tutto andrà bene. in bocca a lupo. un abbraccio allegra Immagine

atta_art
Messaggi: 28
Iscritto il: 14 febbraio 2007, 13:00
Località: Roma

Messaggio da atta_art » 21 febbraio 2007, 11:39

ti ringrazio allegra...

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 21 febbraio 2007, 11:49

prego. mi hai fatto vergognare. scusami:oops: :oops: :oops: :oops: :oops: :oops: Immagine

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 22 febbraio 2007, 14:32

Salve atta_art,
non posso farle chiarezza, perché non è possibile tramite contatti virtuali come è questo.
La informo che psicoterapia del profondo prevede sedute bi o trisettimanali.
La decisione finale sta solo a lei: continuare ad arrovellarsi o decidere di fare qualcosa per il suo benessere?
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

atta_art
Messaggi: 28
Iscritto il: 14 febbraio 2007, 13:00
Località: Roma

Messaggio da atta_art » 22 febbraio 2007, 19:09

grazie dottoressa...
è difficile prendere una decisione perchè io quando sono andata dallo psichiatra gia l'avevo presa...
poi lui mi dice: decidi tu...
la mia psicologa mi dicè che lei non puo dirmi nulla... che devo decidere io...
per questo mi è venuto un po di sconforto e paura...
capisco però il suo punto di vista... lei non può ovviamente decidere per me.
ma ora ho preso io la decisione... ho detto alla psicologa se può prendermi un'appuntamento con un suo psichiatra di fiducia... entro mercoledì dovrò andare.

cos'è la psicoterapia del profondo? io cmq ne faccio solo una a settimana di seduta... anche se sento il bisogno di farne di piu... una settimana è lunghissima per me.

cmq posso fare entrambe le cose in maniera corretta no? psicoterapia e farmaci intendo.
ma se i farmaci mi fanno stre meglio, come faccio a capire, tramite la psicoterapia, qual'è stata la causa di tutto questo? come farò a raccontare le mie idee tormentate se la medicina me le farà dimenticare? non che io non le voglia dimenticare... ma mi chiedo... poi dopo a che serve la psicoterapia?
quante domande... me ne rendo conto...
un'altra ancora:
ma se io non ho problemi fisici di nessun tipo (per esempio tachicardia o cose del genere) ma il mio problema sono solo pensieri... come fa una medicina a cambarmi le idee... i pensieri appunto? è possibile?
mi può spiegare?

Rispondi

Torna a “Depressione”