depressione e paura

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 22 febbraio 2007, 23:13

Cara atta_art,
rispondo sinteticamente alle sue domande.
1) "Cos'è la psicoterapia del profondo?... Come faccio a capire, tramite la psicoterapia, qual'è stata la causa di tutto questo?"
La psicoterapia del profondo, o, più correttamente, l'analisi del profondo, a differenza di altri tipi di psicoterapia non ha l'obietivo specifico ed unico di eliminare i sintomi, ma anche quello di aiutare la persona a capire meglio ed accettare se stessa, e a scoprire parti di se non ancora venute in luce. Sono previse due o più sedute settimanali.

2) "Io cmq ne faccio solo una a settimana di seduta... anche se sento il bisogno di farne di piu... una settimana è lunghissima per me".
Ne parli alla sua psicoterapeuta.


3) "Come farò a raccontare le mie idee tormentate se la medicina me le farà dimenticare?"
Nessuna medicina fa dimenticare, se assunta nelle dosi prescritte dallo specialista ed eventualmente riadattate se la dose risulta troppa o insufficente per la singola persona.

4) "Come fa una medicina a cambarmi le idee... i pensieri appunto? è possibile?"
Nessuna medicina fa cambiare le idee!!! Gli psicofarmaci servono ad attenuare alcuni sintomi, come ad esempio una forte angoscia che rende la vita insopportabile ed invivibile.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

atta_art
Messaggi: 28
Iscritto il: 14 febbraio 2007, 13:00
Località: Roma

Messaggio da atta_art » 23 febbraio 2007, 10:49

grazie ancora... veramente.
lei mi ha spiegato cos'è l'analisi del profondo.... ma io sto facendo questo tipo di terapia?
per quanto riguarda il fatto di parlarne con la psicoterapeuta... io ne ho già parlato e lei mi ha detto che se ho dei giorni in cui vorrei parlare posso dirglielo ... ma per prevedere + sedute a settimana sarà lei a dirmi quando è il momento.

io non so come ringraziarla per l'aiuto.
in effetti si... avrei proprio bisogno di qulcosa che per lo meno mi attenui la mia forte angoscia.. perchè cosi non è possibile vivere...
vedo intorno a me tutto negativo... sono arrabbiata con il mondo intero e do la colpa di tutto questo a tutto e a tutti... specialmente a me... perchè cerco aiuto, lo chiedo... ma non lo trovo....
ma invece di elemosinare aiuto dovrei cercare di farcela da sola.... senza scongiurare gli altri di non lasciarmi sola...
il problema è che chiedere aiuto è come non riceverne... perchè chi ti ama dovrebbe dartelo senza che tu lo chieda.

scusate lo sfogo.... buona giornata.

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 23 febbraio 2007, 14:00

Salve atta_art,
da quello che lei ha scritto finora mi sembra che la sua psicoterapeuta sia seria e le consiglio di affidarsi alla sua competenza.
Noi non abbiamo nessun diritto di pretendere aiuto dagli altri, possiamo solo cercare di agire in maniera responsabile, e di diventare i protagonisti della nostra vita.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

atta_art
Messaggi: 28
Iscritto il: 14 febbraio 2007, 13:00
Località: Roma

Messaggio da atta_art » 23 febbraio 2007, 15:47

si si... ma io ho molta fiducia nella mia psicologa...
volevo solo raccontare che io gia ci avevo parlato e volevo spiegare cosa lei mi aveva detto a riguardo.

per quanto riguarda il diritto di pretendere aiuto dagli altri... lei ha pienamente ragione.... ma a volte uno si aspetta cose che magari non arrivano... e quindi si illude.
capisco tutto... e dal di fuori mi rendo conto che devo farmi forza ed andare avanti da sola.... ma in questo periodo è difficile stare sola.
comunque ci proverò.

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 2 marzo 2007, 0:47

ho la testa un pò confusa per via che oggi non mi sono fermata un attimo, ho fatto tutto correndo. e' da sta mattina che sono fuori e sono ritornata alle 22 a casa. brava atta_art segui i consigli della tua psicoterapeuta. non ti abbattere, qualcosa cambia dopo la psicoterapia. non spaventarti di parlare con lei piccola.sono stanca scusami adesso vado a dormire visto che domani ho la lezione alle 8 ai benedettini perciò mi devo svegliare prima. buona notte e sogni d'oro allegra :oops: :oops:

atta_art
Messaggi: 28
Iscritto il: 14 febbraio 2007, 13:00
Località: Roma

Messaggio da atta_art » 5 marzo 2007, 12:33

grazie allegra...
oggi ho appuntamento dallo psichiatra.....
chissà che mi dirà!!!!
fi farò sapere presto ;)

atta_art
Messaggi: 28
Iscritto il: 14 febbraio 2007, 13:00
Località: Roma

Messaggio da atta_art » 6 luglio 2007, 15:12

scusatemi se non mi sono piu fatta viva.
Dallo psichiatra poi sono andata ma non mi ha prescritto nulla... diceva che mi sarebbe bastato il percorso con l'analista... e di fatti così è stato.
sono felicissima perche sto bene e non mi sembra vero...
rileggendo ora i miei messaggi qui sul forum quasi mi spevento ma, anche se ricordo bene la mia sofferenza... le mie paure non ci sono piu! non mi sembra vero.
E' cosi strano poi leggermi e vedere che in realtà il problema era prorpio quello che tutti voi avevate percepito... si, sono cresciuta... cosi ad un tratto, ho altre necessità ora... altri punti di vista... mi sento rinata.
Sto gia meglio da circa 3 mesi (o anche di piu)...
le varie paure esistenziali si sono sostituite sempre piu a sofferenze con il rapporto con il mio ragazzo... ho sofferto tanto... ho pianto per 3 mesi di fila per la nostra storia che vedevo stava sparendo.
Poi un giorno ci siamo lasciati...(l'ho lasciato) circa 2 mesi fa e poi definitavemte un mese fa.
sto bene. e mi fa cosi strano dirlo... mi senbra quasi di essere un'insensibile... ma è la verità... forse vedevo il lui un forte appoggio.. un'ancora a cui aggrapparmi...
ho capito che la felicità non si trova nelle persone ma con le persone... in realtà ho capito un sacco di cose... ma mi dilungherei troppo.
Volevo scrivervi questo per dare coraggio a tante persone che soffrono e che non capiscono da dove provenga la loro depressione... io vi dico, perseverate che prima o poi tutto andrà meglio.
un bacio a tutti e grazie per il grande aiuto che mi avete dato.

Cipo
Messaggi: 19
Iscritto il: 5 luglio 2007, 10:57

Messaggio da Cipo » 6 luglio 2007, 17:30

Ciao, ho letto i tuoi post e mi ritrovo in tanti tuoi ex stati d'animo..sono felice che ne sei uscita!
anche io sto vivendo un periodo difficile, problemi legati alla malattia di mio padre, ma forse sono iniziati già da molto prima..pensa ke facevo il secondo anno di asilo (me lo ricordo come fosse ieri) e mentre giocavo con gli altri bimbi tutto di un tratto ho pensato ai miei genitori e a quando sarebbero diventati vecchi e alla loro morte (allora pensavo che solo da vecchi si moriva) ..in pratica mi sono chiusa in un pianto e mutismo e le maestre chiamarono mia madre perchè pensavano avessi la febbre o qualcos'altro.. ma io pensavo a quello e le mie lacrime sgorgavano come fontane...col senno di poi penso che poi non ero tanto una bimba normale...i bambini pensano a giocare non si mettono a fare ste paranoie..in realtà queste paure e ansie mi hanno accompagnato per tutta la vita..la mia adolescenza l'ho vissuta con la paura delle malattie che mi portavano a chiudermi in me stessa e a crisi di pianto...poi purtroppo la vita non è stata tanto generosa nei miei riguardi: la morte improvvisa e prematura di una zia a cui ci tenevo tanto e il cancro di mio padre hanno peggiorato le cose...
mio padre forse è arrivato al capolinea..soffro tanto in questo periodo..in me si è alimentata una paura enorme verso il futuro..dovrei sposarmi forse l'anno prossimo, ma ho paura dei giorni a venire..penso spesso "ora a chi toccherà qualche altra sventura?"..temo per la mia vita e per quella dei miei cari..ho perso la fiducia in tutto e vedo la felicità come qualcosa di irragiungibile...sono consapevole che cosi non si può vivere e vorrei capire quale sia la strada giusta per uscirne, anche perchè ho un ragazzo che mi ama e mi sorregge ma ho paura che se continuo cosi si stancherà, visto che quando mi vengono le crisi di sconforto divento intrattabile..
SOS..grazie mille
un saluto a tutti

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Per Atta_Art e per Cipo

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 6 luglio 2007, 22:33

Salve Atta_Art,
sono proprio contenta che lei ora stia meglio, e in così poco tempo!!!
Un bell'esempio per tutti quelli del forum. Congratulazioni!

Salve Cipo,
mi spiace molto che lei soffra, e da così tanto tempo! Lei è una persona molto sensibile, e per questo soffre più di altre in caso di lutti.
Ora lei si sta avvicinando a due grandi cambiamenti, fonte di stress: da una parte, purtroppo, il peggioramento della vita di suo padre; dall'altra il suo matrimonio.
Perché non prende in considerazione l'idea di un percorso psicoterapeutico, che la aiuti a vivere meglio i cambiamenti, grandi e piccoli, dolorosi e felici, che la vita comporta per tutti?
Mi faccia sapere, se vuole, cosa ne pensa.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

atta_art
Messaggi: 28
Iscritto il: 14 febbraio 2007, 13:00
Località: Roma

Messaggio da atta_art » 7 luglio 2007, 11:09

grazie a lei dottoressa.
Io anche cipo ti consiglio la psicoterapia... io credevo di non guarire piu... di non vivere piu.... e invece eccomi qui.
Cmq aveva ragione lei dottoressa, io avevo paura di non poter tornare piu come prima, e di fatti non si torna come prima... sono cambiata davvero, me ne accorgo io in prima persona ed ache gli altri... ora so "sentirmi" meglio... anche se prima ero convita di esserne capace.
Ancora non ho finito il mio percorso terapeutico, ma ora vado con un'altro spirito: non quello di guarire, ma quello di imparare a conoscermi ancora meglio.

Cipo
Messaggi: 19
Iscritto il: 5 luglio 2007, 10:57

Messaggio da Cipo » 7 luglio 2007, 19:58

Grazie tante dottoressa per l'attenzione che voi tutti rivolgete alle nostre problematiche e grazie a quanti mi hanno letto e risposto...
Mi rendo conto che ho bisogno di aiuto...mi sento molto debole mentalmente e ho paura di avere un crollo da un momento all'altro..penso già di avere i primi campanelli di allarme e ho tanta paura , ma non riesco a frenarmi..tipo l'altro giorno mi è venuta una crisi isterica mentre parcheggiavo la macchina...allo stesso punto dove la parcheggio ormai da diverso tempo..tutto d'un tratto mi è venuto il panico,mi sono messa a tremare, mi sentivo un nodo in gola come se stessi soffocando...in pratica mi sono bloccata ed è dovuta intervenire mia madre...questo è solo uno dei tanti episodi..la stessa cosa capita quando magari non trovo le chiavi o cavolate varie..saltano subito i nervi...vorrei tanto affidarmi nella mani di qualcuno che mi aiuti, ma come faccio? tra lavoro che mi assorbe e l'attenzione da rivolgere a mio padre non so come potrei fare... :cry:

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 9 luglio 2007, 13:18

Cipo ha scritto:...vorrei tanto affidarmi nella mani di qualcuno che mi aiuti, ma come faccio? tra lavoro che mi assorbe e l'attenzione da rivolgere a mio padre non so come potrei fare... :cry:
Salve Cipo,
chi non le permette di pensare un po' a se stessa e di affidarsi ad un'altra persona?
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Cipo
Messaggi: 19
Iscritto il: 5 luglio 2007, 10:57

Messaggio da Cipo » 9 luglio 2007, 14:26

purtroppo i problemi che sto vivendo in questo periodo assorbono tutto il mio tempo, ed è bruttto dirlo ma non ho tempo per me stessa..sto trascurando anche il mio ragazzo (speriamo che non si scocci un giorno) che dopo la mia famiglia è la persona più vicino a me...

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 9 luglio 2007, 15:29

Salve Cipo,
pensa che, se stesse meglio con se stessa, riuscirebbe a vivere meglio con i problemi che ha?
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Cipo
Messaggi: 19
Iscritto il: 5 luglio 2007, 10:57

Messaggio da Cipo » 9 luglio 2007, 16:06

Penso di si..ho bisogno di riacquistare serenità e fiducia nel futuro...in questo preciso istante sono a lavoro e dovrei lasciare i pensieri fuori dalla porta..ma mi sento un nodo in gola che non riesco a respirare, mi viene da piangere e non posso perchè c'è il mio capo, vorrei tirare un urlo da far spaccare i vetri...non mi sento una bomba che sta per scoppiare..non reggo più!aiutatemi vi prego!

Rispondi

Torna a “Depressione”