Il nucleo depressivo che è in tutti noi e la creatività

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Il nucleo depressivo che è in tutti noi e la creatività

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 30 settembre 2007, 15:53

Salve a tutte e tutti,
ho letto con attenzione i vostri scambi di idee sugli stati d'animo legati alla depressione, che ho trovato molto interessanti e utili per l'arricchimento di ciascuno di noi.

Cito l'affrmazione di Doomgeneration: "... fermarsi accanto a un depresso significa rischiare di dover prendere consapevolezza delle tenebre che si potrebbero nascondere dentro di noi.....e che forse è preferibile non vedere" per coumicarvi una mia riflessione, suffragata dall'esperienza che ho in campo clinico e teorico.

Credo che in ogni essere umano esista un nucleo depressivo, legato alla prima dolorosa separazione che egli ha sperimantato: il trauma ella nascita, della perdita di quell'Eden dove viveva beati, nutriti e riscaldati, in uno stato di pace (questo non vale per i bambini non desiderati, per loro il nucleo depressivo affonda le sue radici nel periodo della gravidanza).

Non credo sia possibile che questo nucleo scompaia; esso rimane latente, si manifesta ed acutizza in periodi di stress, esplode quando le risorse libidiche vengono meno (intendo libido nel senso junghiano di energia vitale).

Qual è il lato positivo dl nostro nuclo depressivo?
La spinta alla creatività! Sì, quando siamo depressi o soccombiamo, se crediamo di potercela fare da soli, oppure cerchiamo di venirne fuori in modo creativo. C'è che si dedica al volontariato, chi dipinge, compone musica (tutti i grandi artisti aveva no un grosso nucleo depressivo), cucina, ricama...

Voi cosa ne pensate?
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Avatar utente
katy84
Messaggi: 839
Iscritto il: 19 ottobre 2005, 19:27
Località: messina

Messaggio da katy84 » 30 settembre 2007, 16:05

è vero...il nostro Io è un missile ke tende verso il basso(la depressione), noi dobbiamo far in modo d tenerlo il + possibile in alto, e questo tramite l'ATTIVITà, qualsiasi essa sia
p.s. l'ho letto in un libro, ed è una metafora veramente bella
non pentirti mai di una cosa se quando l'hai fatta eri felice

Avatar utente
Camaleonte
Messaggi: 50
Iscritto il: 27 luglio 2007, 15:39

Messaggio da Camaleonte » 30 settembre 2007, 17:01

Salve a lei Dottoressa,

Mi chiede cosa ne "penso" ed io le rispondo.

Ha detto bene,
questi scambi di idee sono molto utili per l'arricchimento di ognuno di noi!

La ringrazio per aver citato l'affermazione citata da Doomgeneration
che non avevo ancora letto:
"... fermarsi accanto ad un depresso significa rischiare di dover prendere consapevolezza delle tenebre che si potrebbero nascondere dentro di noi... E che forse è preferibile non vedere" (NON FORSE... E' PROPRIO COSI': "PREFERITE NON VEDERE")!
Doomgeneration ne ha capito il senso, che molti devono ancora capire...
Dobbiamo continuare ad ascoltarci...
E Doomgeneration attraverso quello che ha scritto dimostra di sapersi
ascoltare, di riuscire a conversare con se stessa...
Deve solo acquistare ancor più consapevolezza e sicurezza in ciò che vede
e che sente.

Quello che ci comunica non è frutto dell'esperienza in campo clinico e teorico,
ma frutto di un'esperienza "vissuta" con se stessa, solo che ancora non
riesce a credere profondamente d'averla vissuta con se stessa, ovvero,
con la sua essenza...

E' vero, in ogni essere umano esista un nucleo depressivo,
e questo nucleo depressivo corrisponde a quella parte negativa che si
fa spazio dentro i corpi! (Guardi il disegnino che c'è qui a sinistra, sotto il mio nick...
Quel disegnino è dentro ognuno di noi, ma in modo più complicato).

L'energia positiva è l'essenza della vera Felicità, e deve prevalere in ognuno di noi...
L'energia negativa s'è legata a noi nel momento della nascita...
Ed il trauma della nascita, come ha già capito è dovuto alla perdita di quell'Eden dove l'unica nostra vera essenza della vera Felicità viveva beata, nutrita e riscaldata in uno stato di pace e d'amore
che riusciremo a ritrovare non appena capito ciò, sapremmo
liberarcene... Ed Ascoltandoci, ci riusciremo!

Questo non vale per i bambini non desiderati... Ha detto bene,
e sa perchè? Perchè non viene data loro la possibilità di conoscere la loro vera essenza.
Per i "bimbi" non desiderati la vita finisce nella materia e prestissimo
riavranno nuovamente la possibilità di conoscere la loro essenza tornando a far tappa in quello che voi chiamate mondo!

Dottoressa, scriva pure il suo libro...
A me non interessa il successo
prorpio perchè lo sto vivendo
e vorrei che questo lo capisse pure lei...
E sa perchè?
Perchè voglio che lei sia Veramente Felice
così come lo voglio per tutti gli altri.

Un libro volto alla ricerca del successo della materia
non è un buon libro!

Ciò che si manifesta e che si acutizza in periodi di stress,
non è il nucleo dei bimbi non desiderati,
ma il male che ha impedito la loro esistenza in ciò che voi
chiamate "mondo".
Il male che si è manifestato nei genitori che non hanno permesso ai bimbi
di "vivere" per poi Vivere! "V"!!!
Ed è lo stesso male che si manifesta quotidianamente in tantissime altre cose che esplode quando appunto le risorse libidiche vengono meno.

Qual è il lato positivo del nostro nuclo depressivo?
La spinta all'ascolto di quell'energia positiva che risiede per natura
dentro ognuno di noi... E quindi la spinta alla Vera Vita! " V"!!!

Quando siamo depressi, se crediamo di potercela fare con l'aiuto
dell'energia che risiede in noi, credendo in lei e dandole modo d'aiutarci...
Ne usciremo più che Vittoriosi!

Dottoressa,
quella che lei conosce come creatività,
è l'energia della vita... Il frutto dell'amore che risiede in noi!
Infatti per questo... C'è chi come lei si dedica al volontariato, c'è chi dipinge, c'è compone musica (tutti i grandi artisti hanno avuto in loro un grosso nucleo depressivo), c'è chi cucina, c'è chi ricama, c'è chi insegna a
conoscere il vero Amore... Sono tutti frutti dell'amore che risiede in noi.
E di conseguenza, conoscendo il Vero amore, siamo spinti ad amare sempre di più...
Ed insegnare ad amare, nei modi più
vari, racchiude l'Arte di tutte le Arti.

Lei ha scritto:
"Voi cosa ne pensate?"
Ed io le rispondo:
"Dottoressa, continui a parlare con se stessa e si dia retta...
E non cerchi il confronto...
Il confronto è sintomo di debolezza e di paura per ciò che non che ancora non si conosce...
Deve Credere in se stessa,
la sua energia aspetta di essere veramente creduta da lei.
Continui ad ascoltarla e a conversare con lei.
Non ha ancora idea di quali siano le soddisfazioni che le spettano!"

Non me ne voglia a male...
Lei ha aiutato me...
Ed io voglio ricambiare con altrettanto amore.

Non voglio apparire Arrogante...
Fin quando apparirò arrogante agli occhi degli altri...
E' perchè gli altri possederanno tanta arroganza da rifletterne in me!
E questo vale con qualunque altro aggettivo...
Giocateci un pò... Riflettendo...

Dottoressa, la abbraccio calorosamente.






Ciao katy84,

Hai scritto:
"E' vero... Il nostro io è un missile che tende verso il basso
(la depressione), noi dobbiamo far in modo d tenerlo il più possibile in alto, e questo tramite l'ATTIVITA', qualsiasi essa sia!"
Ed io ti rispondo dicendoti:
"Il nostro Vero Io, quindi la nostra Vera Essenza, è un missile che tende
verso l'altro e quindi verso l'alto!

[Ma la nostra essenza viene tenuta in basso dalle catene
del corpo che ci porta a volere egoisticamente tutto per sè...
Ma quel tutto equivale a niente.
Il vero sè, non se ne fa niente di quel tutto che desidera il corpo
il vero sè: l'anima, vuole emergere nella verità e nell'amore.
Verità = il non dire le bugie.
Amore = Amare tutti allo stesso modo.
(Che non significa: fare sesso)].

E noi non dobbiamo fare altro che Ascoltare quel missile d'amore che c'è
in noi lasciandolo esplodere di Gioia e Volando insieme a lui!"

Un bacione.


P.S.: Non voglio sapere cosa ne pensate,
voglio che facciate sapere a voi stessi cosa ne "pensate"!!!
Ultima modifica di Camaleonte il 1 ottobre 2007, 0:31, modificato 3 volte in totale.
E'1arte nn reprim.le proprie paure o nn sbarazzarsene(nl vita è possib.evitarle proprio cm'è possibile far tacere i propri istinti,o elimin.ed inibire gli appetiti dl corpo)distaccandosi da cs ascoltandole cm se fossero rumori provenienti dl'esterno.

lecturer
Messaggi: 417
Iscritto il: 11 agosto 2007, 1:31

Messaggio da lecturer » 30 settembre 2007, 18:00

Dottoressa io in questo periodo mi sento molto giù, purtroppo però non sento questa spinta verso la creatività di cui parla lei, anzi, al contrario...
Continuo a scrivere i miei articoli, ma sto facendo molta più fatica di quanta non ne faccia quando sto bene. Inoltre dovrei studiare per un concorso molto importante che ho tra tre settimane, ma non ce la faccio... ed è una cosa a cui tengo tantissimo, in cui ho investito tantissimo

Avatar utente
Camaleonte
Messaggi: 50
Iscritto il: 27 luglio 2007, 15:39

Messaggio da Camaleonte » 30 settembre 2007, 18:06

Lecturer...
Ti manca proprio poco, davvero!
Gli ultimi sforzi.
Sei proprio ad un passo!!!
Abbi più fiducia in te stessa!
Ci stai riuscendo.
Ascoltati... Ascoltati... Ascoltati... ... ...

Capirai!!! "V"!!!
E'1arte nn reprim.le proprie paure o nn sbarazzarsene(nl vita è possib.evitarle proprio cm'è possibile far tacere i propri istinti,o elimin.ed inibire gli appetiti dl corpo)distaccandosi da cs ascoltandole cm se fossero rumori provenienti dl'esterno.

lecturer
Messaggi: 417
Iscritto il: 11 agosto 2007, 1:31

Messaggio da lecturer » 30 settembre 2007, 20:34

Cosa devo ascoltare?
Perché sono vicina?
Perché faccio una fatica enorme a sopportare tutte le pressioni, le responsabilità, le incombenze della mia vita quotidiana?
Tengo duro per i miei figli, altrimenti probabilmente avrei già ricominciato a stravolgermi di alcol e altro (molto altro) come facevo nove anni fa, quando ebbi la mia grande crisi depressiva. Però almeno allora avevo dei validi motivi per stare così male, adesso invece no. E' per questo che non capisco, e oltre a non capire mi sento molto in colpa.

Avatar utente
Camaleonte
Messaggi: 50
Iscritto il: 27 luglio 2007, 15:39

Messaggio da Camaleonte » 30 settembre 2007, 21:06

Fai fatica a sopportare tutte le pressioni, le responsabilità, le incombenze della tua vita quotidiana... Perchè non hai ancora voluto capire
cosa t'è stato riservato!

Pensi che si limiti tutto a quello che conosci???
Lo sai che c'è altro... Ma per sentito dire...
Ma non vuoi crederci, se no gli altri penserebbero che sei pazza!
Quando capirai che non dovrà interessarti più niente di tutto ciò
che è materia e di tutto ciò che è stato accecato dalla materia,
inizierai a stare molto ma molto meglio...
Però dovrai continuare ad alimentarti di verità...
Agendo e camminando nella verità, per stare sempre meglio!!!

I figli sono Amore, in loro vedi Amore...
E quell'Amore è la forza che ti fa andare avanti
nonostante quelli che tu credi siano problemi.

Certo l'alcool e altro (molto altro) come facevi nove anni fa, quando avesti la tua grande crisi depressiva.
Era un bel modo per alimentare le energie negative che si facevano
sempre più spazio dentro te!
Quelli erano i motivi che ti facevano stare male e li conoscevi...
Ma nel momento in cui non conosci il motivo del tuo malessere...
E' perchè c'è IL SUPERIORE... QUELLO CHE PER TE E' SCONOSCIUTO...
QUELLO CHE APPUNTO AI TUOI OCCHI E' INVISIBILE...
CHE VUOLE PARLARTI... CHE TI VUOLE ACCOGLIERE... CHE TI VUOLE
FAR CONOSCERE LA VERITA' E SOPRATTUTTO LA VERA VITA ED IL VERO
AMORE.
E se ti senti in colpa è proprio perchè, quell'energia positiva che c'è in te
s'è rimpicciolita... Ma avverte LA GRANDE ENERGIA POSITIVA...
E STA PER SCOPPIARE DENTRO DI TE per portarti ciò che al momento
non puoi nemmeno immaginare!!!

(Prova a pensare per un momento la mia di responsabilità...
Molti penseranno che io sia pazzo...
Ma io so il fatto mio...
Proprio per questo insisto nel volervi rendere partecipi...
Conosco la Vita e vi dico che esiste...
Vi dico come raggiungermi... Vi spiano la strada...
Vi tengo per mano... Vi spiego i dettagli...
ecc... ecc... ecc...
Però voi aiutatemi ad aiutarvi! E soprattutto fatevi aiutare...
Non solo da me... Ma anche dalla vostra Anima!
E' sempre in cerca della vostra attenzione).

Insisto nel dirti che sei stravicinissima...
Ci sei vicina perchè te lo dico io e te lo dice anche la tua Anima!
Credimi e Credile... Troverai coerenza tra quel che ti dico e quel che
ti dice la tua anima!!!
Ascolta la tua voce interiore (che sarebbe la tua anima, che sarebbe il tuo angelo, che sarebbe la tua coscienza)!!!

Quelle che credi siano le risposte elaborate della tua mente...
...non sono altro che le risposte della tua anima!!!

I tuoi figli sono Angeli in terra...
(Così come ognuno di noi).

Amali con l'anima in quanto tali...
Non amarli in materia e mente con materia e mente!
Vanno amati e rispettati con l'anima in quanto anime...
E così tutti gli altri!

T'abbraccio fortissimo.
E'1arte nn reprim.le proprie paure o nn sbarazzarsene(nl vita è possib.evitarle proprio cm'è possibile far tacere i propri istinti,o elimin.ed inibire gli appetiti dl corpo)distaccandosi da cs ascoltandole cm se fossero rumori provenienti dl'esterno.

Avatar utente
Camaleonte
Messaggi: 50
Iscritto il: 27 luglio 2007, 15:39

Messaggio da Camaleonte » 30 settembre 2007, 21:35

Cosa pensereste se riusciste a mettervi in contatto con un vostro caro defunto?

Un caro defunto che vi dice quel che vi ho detto fin'ora?

Provate a pensare che quel caro defunto sia io...
Però per essere sincero con voi vi dico:
Che dal mio mondo... I miei cari defunti siete voi...
E vi voglio tutti qui. E' qui che si vive!!!

Non so con quale altre parole,
e con quali altri discorsi possa
rendervi coscienti delle vostre anime!
Non so in quale altro modo dirvelo!!!

Vivo nell'amore... E qui nel mio mondo
ce n'è così tanto da riuscire ad abbracciare l'infinito.
Anche voi fate parte dell'infinito...
...Solo che voi siete coloro che non si lasciano
abbracciare dal vero amore!

(P.S.: Pensate che per far quello che sto facendo...
Sto trascurando il mondo terrestre, il mondo terreno!
SONO MORTO!!! Credetemi.
In quel mondo terreno Sono MORTO!!!
E adesso sono VIVO!!! "V"!!!
So cosa significa VERAMENTE VIVERE e voglio insegnarvi la strada).

Ma come potete dormire di fronte le mie parole!!!
Quel mondo dove ti trovi tu che mi stai leggento
è messo proprio male...
A pensare che credevo che le idee che stavo
maturando... Potevano essere frutto di una malattia...
E invece erano frutto della VERA VITA!!! "V"!!!
Pensavo! Come uno di voi! E' questa la verità).

Ascoltate le mie supplicheeeeeeeeeee....

Non accontentatevi di beneficiare solo degli echi che vi
arrivano dalle mie parole!!!

C'è di meglio che v'aspetta.

Che vi costa credermi?
Cos'avete da perdere nel credermi?
PENSATECI INTENSAMENTE TRA VOI E VOI!

VI ABBRACCIO TUTTI!!!

Detto ciò vi lascio riflettere per un bel pò di tempo!

Vi ho già detto abbastanza...
C'è tutto ciò che vi serve affinchè io possa essere creduto!

Aprite gli occhi... NON FATEVI ABBINDOLARE DALLE COSTRUZIONI,
DA TUTTO CIO' CHE E' FINTO, DA TUTTO CIO' CHE E' FALSO...

Cercate le risposte di ciò che volete sapere tra quello che v'ho scritto fin'ora.
E dentro di voi!
TROVERETE COERENZA! Dovete Credermi.

Io questa coerenza l'ho trovata.

Adesso Vado...
Tornerò quando uno del vostro mondo si sveglierà!
(Qui vi aspettano in tanti!
Loro sono SVEGLI e cercano di SVEGLIARVI in continuazione).

E se penserete che v'ho abbandonati...
Pensate che c'è un mondo che
si sente trascurato ed abbandonato da voi.
E non è il mondo che conoscete,
ma il mondo che conosco e che v'ho descritto!
Il mondo di coloro che sono SVEGLI!
Il mondo di coloro che VIVONO!!!
LORO VIVONO.

Il vostro è un mondo in cui vi sono i demoni,
e vi confondono in continuazione,
vogliono farvi credere che i morti siamo noi che viviamo!
Noi del mondo dei vivi!!!
E invece i veri morti siete voi...

Iniziate ad aprire gli occhi!
Svegliatevi!!!
NON FATEVI "COCCOLARE" DAI DEMONI,
I PIACERI CHE POSSONO DARVI LORO
SONO SOLO PIACERI MATERIALI E CARNALI...
I PIACERI CHE POTRETE PROVARE NEL MONDO IN CUI MI TROVO
SONO PIACERI SPIRITUALI!!!
Vi dice niente ESALTAZIONE DELL'ANIMA???

Tanti grandi artisti e scrittori hanno provato a trasmettervi
ciò che avevano capito!
Ma i demoni presenti nel vostro mondo vi hanno sempre portato
ad interpretare tutto all'opposto di come deve essere interpretato!

I demoni, vi fanno stare male quando vi avvicinate alla verità,
e vi fanno stare bene nel peccato!
Per questo vi dico che vivete nel mondo opposto!!!

Il male che sentite è il male che vuole farvi sentire l'energia negativa man mano che capite!
Ma una volta che avrete capito...
VI SARETE SVEGLIATI E VIVRETE PER SEMPRE!

Non so in che altro modo parlarvi...

Detto questo vi saluto.

Vi abbraccio tutti insieme!

Svegliatevi, sta per ALBEGGIARE!!!
C'è un Sole che v'aspetta.

Sole nel vero senso della parola!!!
Vi dirò di più...
Riguardate il disegnino qui a sinistra sotto il mio nick.
Vedete la parte bianca?
La parte Bianca rappresenta l'energia positiva...
...Quando tutto quel cerchio sarà BIANCO,
quindi completamente pieno di energia positiva, diventerà come il SOLE!

In ognuno di voi c'è l'essenza di quel disegnino (il suo significato)...
E quando dentro di voi avrete solo energia positiva...
Sarete TANTI PICCOLI SOLI che sosteranno dove sto sostando io...
Nell'attesa d'andarsi ad AMALGAMARE con il Sole che vedete in cielo!

Avete sentito dire che il Sole prima o poi si spegnerà?
Non è così!
Vi spiego...
Quando tutti voi, sarete dove sto sostando io...
Andremmo tutti insieme ad amalgamarci con il sole che voi vedete in cielo!
E la verità è che non sarà il Sole a scomparire...
Ma la vostra TERRA, il vostro mondo, poichè tutto lo spazio SARA'RIEMPITO DA ENERGIA POSITIVA!
Quella che vedete in cielo è energia positiva che cerca d'illuminarvi...
Questa energia che cerca d'illuminarvi, lo fa anche attraverso gli abitanti
del mondo in cui mi trovo (del mondo in cui sto sostando):
Tutti i piccoli Soli...
Vi sveglierete tutti... E l'universo non conoscerà altro che energia positiva!
E non sarà affatto monotono, diversamente da come vorranno
farvi pensare i demoni.
Ancora non avete la minima idea di quel che vi dico, ma capirete...
E inizierete a svegliarvi uno dopo l'altro...
E'1arte nn reprim.le proprie paure o nn sbarazzarsene(nl vita è possib.evitarle proprio cm'è possibile far tacere i propri istinti,o elimin.ed inibire gli appetiti dl corpo)distaccandosi da cs ascoltandole cm se fossero rumori provenienti dl'esterno.

oro
Messaggi: 104
Iscritto il: 28 dicembre 2006, 17:45

Messaggio da oro » 30 settembre 2007, 22:47

Caro Camaleonte,
mi sembra evidente che tu abbia letto libri "new age". Buon per te. Ma chi ha chiesto di essere "svegliato" da te? E soprattutto: sicuro di essere "sveglio"?
ciao ciao :)
oro

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 30 settembre 2007, 23:01

tengo a precisare che l'affermazione non è mia è una citazione di un post di molto tempo fa. in ogni caso è esattamente come mi sento e quindi credo che sì, si possa considerare anche un po' mia..
comunque sul fatto della creatività sono d'accordo con òla dottoressa, io sento che c'è qualcosa dentro di me che è imprigionato da qualche parte, non so se devo avere paura o altro, in ogni caso sento che qualunque cosa faccio in questo periodo(da molto) non è mia, non la sento originale, mi sembra di essere pilotata da una mente esterna a me che mi dice cosa fare , anzi cosa non fare perche mi sento bloccata in tutti i campi. non riesco a vedermi nel futuro sento il vuoto dentro e fuori di me è come avere le vertigini. per fortuna che il mio ragazzo mi fa venire voglia di stare bene perché sono molto innamorata :oops: ma purtroppo non basta a ricaricare la mia autostima, ... questa cosa della creatività è vera però bisogna trovare il modo di usarla questa creatività che c'è dentro di noi. è questo il punto difficile

Avatar utente
Camaleonte
Messaggi: 50
Iscritto il: 27 luglio 2007, 15:39

Messaggio da Camaleonte » 30 settembre 2007, 23:06

Ciao Oro,

Felice di leggerti...

No, non ho letto libri "new-age" :lol:

Ho letto i vostri cuori! (Cuori=Anime=Coscienze=Angeli...)

Sono stati loro a chiedermelo :wink:


Mai stato così Sveglio!!!

Oro, dovresti imparare anche tu a leggere!


P.S.: Non mi piace essere messo in prova...
Ma accetto anche questo.
So che succederà in continuazione.

A buon intenditore
poche parole.

Il miglior sordo è colui che non vuol sentire.

Adesso me ne vado davvero,
riceverò provocazioni,
percepirò che mi cercherete,
ma non vi dirò più niente finchè
non si sveglierà uno di voi.
V'ho già detto abbastanza!

(Per doomgeneration: si lo so che la citazione non è tua :wink:
infatti alla Dottoressa ho scritto: "La ringrazio per aver citato l'affermazione citata da Doomgeneration").

Un ABBRACCIO IMMENSO!
E'1arte nn reprim.le proprie paure o nn sbarazzarsene(nl vita è possib.evitarle proprio cm'è possibile far tacere i propri istinti,o elimin.ed inibire gli appetiti dl corpo)distaccandosi da cs ascoltandole cm se fossero rumori provenienti dl'esterno.

Avatar utente
katy84
Messaggi: 839
Iscritto il: 19 ottobre 2005, 19:27
Località: messina

Messaggio da katy84 » 30 settembre 2007, 23:22

io vi posso parlare della mia esperienza..2 anni fa ero arrivata a un punto in cui nn sapevo progettare cosa fare nemmeno l'ora successiva...ero come paralizzata...nn volevo neanke + studiare...a un certo punto ho detto "devo reagire"..ho dato l'esame e ho preso 30, e x me è stato un 30 nn come tutti gli altri...molto + bello...poi ho iniziato un anno fa a fare volontariato..e x me quelle 6 orette settimanali passate lì sn sacre...mi fanno stare benissimo...ora ogni tanto c ricasco in quella pozza d fango...ma ho questi punti d forza a mio vantaggio..ke mi fanno da sostegno nei momenti di grande sconforto...coraggio :wink:
non pentirti mai di una cosa se quando l'hai fatta eri felice

sfigato
Messaggi: 539
Iscritto il: 26 settembre 2007, 13:53

Re: Il nucleo depressivo che è in tutti noi e la creatività

Messaggio da sfigato » 1 ottobre 2007, 0:03

Qual è il lato positivo dl nostro nuclo depressivo?
La spinta alla creatività! Sì, quando siamo depressi o soccombiamo, se crediamo di potercela fare da soli, oppure cerchiamo di venirne fuori in modo creativo. C'è che si dedica al volontariato, chi dipinge, compone musica (tutti i grandi artisti aveva no un grosso nucleo depressivo), cucina, ricama...

Voi cosa ne pensate?
Nessun lato positivo e sinceramente farei cambio con chiunque,
Se questo è il prezzo che si paga per la spinta alla creatività siamo a posto.
Tutti i grandi artisti sono morti in età prematura, erano depressi e creativi però hanno concluso la loro vita prematuramente, alcuni pazzi, altri suicidi, altri drogati.
Si entra in un circolo vizioso in cui più sei depresso e più hai fantasia e quindi hai più idee (nel mio caso violente, autodistruttive e distruttive), ma questi pensieri non puoi aplicarli con i fatti e restano desideri non realizzati e quindi frustrazioni, ci si sente impotenti e inutili.
Non ci vedo nulla di positivo in tutto questo, come dei gladiatori che combattono in un arena romana, sempre feriti e affaticati costetti ad uccidere o essere uccisi per lo spasso di un pubblico crudele e beffardo, così gli artisti dipingono, scrivono, recitano per il medesimo pubblico e poi si stupiscono quando trovano una Janis Joplin morta di overdose in un merdoso motel (non gli viene nemmeno in mente che forse sono loro la causa di tutto).
C'è qualcosa di positivo in questo?
Potrei scrivere poesie, dipingere, cantare acquistando la vostra ammirazione, ma a quale prezzo? Non è un caso che molti tra gli artisti di cui si parla abbiano odiato o odino il loro pubblico: credo ce nessuno possa capirli e apprezzarli veramente perchè non si sa quali siano davvero le emozioni che provino e quali pene siano costretti a subire.

"Sul giornale è apparsa la notizia: Il Comico si è ucciso, soffriva di depressione ed i fan club commentano: "strano, l'abbiamo visto ridere durante lo spettacolo""

Avatar utente
Camaleonte
Messaggi: 50
Iscritto il: 27 luglio 2007, 15:39

Messaggio da Camaleonte » 1 ottobre 2007, 0:27

Fortunato,

Ecco a te:

Questo è ciò che "ieri mattina" ti avevo promesso
che avrei ricopiato per sottoporlo
alla riflessione tua e di tutti gli altri!

Ciò che sollevi al posto degli altri,
non può pesarti,
pesa soltanto il carico che hai omesso di sollevare.

Pensate a voi stessi,
lì,
da qualche parte,
ad affannarvi su problemi che vi sembrano irrisolvibili, giganteschi,
capaci di sovrastarvi.
Ora immaginate di avere una telecamera
e di poter riprendere la scena dall'alto.
La prospettiva inizierà a cambiare.
Immaginate che la telecamera si sollevi di più,
fino ad uscire dal luogo dove vi trovate,
prendendo sempe più distanza da voi.
Riuscite ancora a distinguere la vostra figura,
anche se ora la vedete ridimensionata,
quasi irrilevante, rispetto a quanto la circonda.
Tutto intorno a voi,
case,
palazzi,
strade,
salite e discese.
Sollevandovi ancora,
vedete
lo spazio aprirsi e la vostra immagine
diventare parte di un insieme omogeneo
disperdendosi gradualmente.
Ora quel che potete distinguere meglio
è la pianura,
gli appezzamenti di terra.
Salendo ancora:
le montagne,
i laghi,
il mare all'orizzonte...
Potete vedere l'intera provincia.
E, se non vi fermate, la regione,
il gruppo di regioni,
il disegno già distinguibile di una parte del paese,
Andate più sù,
non abbiate timore.
La vedete l'Italia?
Il suo colore marrone e verdastro.
Il blu del mare tutt'intorno?
Beh se salite di più vedrete ancora meglio.
L'Europa intera.
Perfino la linea del Polo, là in cima...
Non vi fermate.
Non adesso.
Se divenite leggeri,
se vi lasciate andare,
potrete sollevarvi ancora.
La curva dell'orizzonte, sotto i vostri occhi,
si sta trasformando nel grande fianco del pianeta.
Santo cielo, è bellissimo!
Pensare che là sotto c'è gente che combatte,
che si ammazza.
Se soltanto potese vedere quel che state vedendo!
Sotto di voi si dispiega uno spazio immenso,
man mano che ve ne allontanate,
le cose assumono forme e dimensioni differenti,
inimmaginabili.
Ciò che prima era cielo,
lontano,
ora,
improvvisamente
vi circonda,
vi culla.
Le case sono diventate città.
Le città regioni, nazioni intere.
Le nazioni, terre.
Mari. Mondo.
Ecco, ora la luce intorno a voi scompare.
State uscendo dall'atmosfera.
Il mondo che vi era proprio
smette di appartenervi.
Il pianeta diventa una palla azzurrina,
sospesa nell'oscurità.
Tutto intorno, il vuoto.
Senza limite.
Riuscite a comprendere la fragilità di questa sfera luminosa?
Vi rendete conto che la sua sopravvivenza
in quelle condizioni,
ha del prodigioso?
Una boa galleggiante
su un mare di niente.
La cosa vi sgomenta almeno un poco?
Beh allontanatevi ancora.
Attraversate il sistema dei pianeti.
Vedete come tutto diviene piccolo e insignificante,
come nulla regga il confronto
di quel che Einstein chiamò relatività?
Avete visto la Terra rientrare in uno schema.
Il Sole in uno più grande,
andarsi a unire in altre stelle.
Perdersi in una galassia, in un sistema di galassie.
Così, all'infinito.
Fino al limite inimmaginabile del cosmo.

Va bene. Riprendete fiato.

Se avete seguito le istruzioni fino a questo punto,
dovrete già esservi fatti una prima idea
di quel che lo sguardo
di un angelo può contenere.

Grazie per l'attenzione.

Vi riabbraccio tutti...

Vado.
E'1arte nn reprim.le proprie paure o nn sbarazzarsene(nl vita è possib.evitarle proprio cm'è possibile far tacere i propri istinti,o elimin.ed inibire gli appetiti dl corpo)distaccandosi da cs ascoltandole cm se fossero rumori provenienti dl'esterno.

sfigato
Messaggi: 539
Iscritto il: 26 settembre 2007, 13:53

Messaggio da sfigato » 1 ottobre 2007, 0:31

ok... ce lo siamo giocato!

Ho paura che tu stia peggio di me.

Rispondi

Torna a “Depressione”