Come aiutare un padre depresso?

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Rispondi
sweetlond
Messaggi: 1
Iscritto il: 25 marzo 2008, 12:32

Come aiutare un padre depresso?

Messaggio da sweetlond » 25 marzo 2008, 12:34

I sintomi sembra averli tutti...è sempre nervoso,ci vede come nemici(tutta la famiglia ),vede tutto nero, l'unica soddisfazione la trova nel cibo,è scontroso.
2 anni fa ha avuto un infarto,prende molte medicine che hanno come effetto collaterale anche la depressione.
Il suo cardiologo l'ha visto molto agitato e gli ha consigliato di vedere uno psichiatra/psicologo.
Lui non ne vuole sapere.Dice che non è "matto".
Non capisce che la depressione è una malattia e come tale va curata.

Ieri ha raggiunto il top.
E' sparito da mezzogiorno per una piccola discussione con mia madre, alle 10 di sera non si era ancora fatto sentire e noi abbiamo cominciato a spaventarci.
Abbiamo controllato dagli amici e dalla sorella ma nessuno lo aveva visto,la macchina e la moto erano al loro posto e così siamo andati a controllare nel negozio che ha sotto casa.
Con nostro "orrore" la sarracinesca e la porta erano chiuse da dentro.
Era tutto buio e dal retro non si vedevano luci.
Prese dal panico abbiamo chiamato la polizia.
Tempo 10 min c'erano 2 volanti della polizia,un'ambulanza,un'auto medica e i pompieri.

Mia madre si stava per sentire male.
Io ero al limite.

Hanno pensato tutti a un suicidio.
Sono riusciti a forzare la porta e ad entrare nel negozio, e l'hanno trovato nel retro a guardare un film.

Lui (sordo da un orecchio) non aveva sentito niente, e si è pure arrabbiato che avessimo mobilitato tutte quelle persone!

Io e mia madre eravamo in uno stato di spavento/rabbia assurdo.

Fatto sta che alla fine per fortuna non è successo niente di grave, ma un comportamento simile è del tutto inammissibile!

Non sappiamo che fare, è chiaro che avrebbe bisogno di uno specialista, ma non ci vuole andare. Come possiamo fare per aiutarlo?

Avatar utente
Psyduck
Messaggi: 159
Iscritto il: 22 giugno 2007, 19:04

...

Messaggio da Psyduck » 25 marzo 2008, 16:15

Non so, anch'io mi trovo ad avere lo stesso problema con mio padre...
Non so... forse quando si arriva ad un limite bisogna lasciarli liberi di fare le loro scelte...
è crudele lo so... ma che altro fare? Sono andata avanti parecchio a rodermi... anch'io lotto a periodi con depressione ed autolesionismo...
cerco di fare quel che posso per uscirne, ma il primo passo è riconoscere che si sta male... se non è lui per primo a fare questo passo non ci possiamo fare nulla...

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 31 marzo 2008, 13:00

Salve Sweetlond,
forse suo padre ha bisogno di altro tempo per metabolizzare i cambiamenti psichici e fisici che sta vivendo. Per aiutarlo, la prima cosa è accettarlo così com'è, e stargli vicino con affetto e tolleranza.
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

Rispondi

Torna a “Depressione”