Sono l'unica che non riesce ad uscirne?

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

horus.seth
Messaggi: 24
Iscritto il: 9 luglio 2008, 23:53
Località: Lombardia

Sono l'unica che non riesce ad uscirne?

Messaggio da horus.seth » 20 settembre 2008, 23:24

....l'avevo postato su "un nuovo spazio" domenica scorsa... ma la situazione è identica anche ora...
-------------------------------------------------------------------------------
domenica, quasi sera, sette e mezza... non mi sono ancora alzata dal letto. Tre volte ho aperto gli occhi, tre volte li ho richiusi immediatamente con l'aiuto dei sedativi che fanno parte della mia terapia...
... perchè è bastato un solo minuto per ricominciare a sentire quel dolore atroce che ti spezza l'anima...

Ed ora, dopo mezz'ora che sono sveglia, ritorna per l'ennesima volta il pensiero di sempre, l'istinto del suicidio... violentissimo e devastante al punto di annientarmi e farmi desiderare di riaddormentarmi di nuovo per non sentirlo più.

Ogni tanto leggo la classica frase "depressione: uscirne si può".
Sono l'unica che non riesce a farlo dopo anni di farmaci e psicoterapia?
Sono l'unica a continuare a vivere una vita che vita non si può definire?
_________________
Horus.seth

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 26 settembre 2008, 15:19

Salve Horus-Seth, se questo la può consolare le rispondo che no, lei non è l'unica persona al mondo ad essersi sentita o a sentirsi così. Potrà trovare testimonianze in proposito anche su questo forum. Mi spiace che lei per ora non abbia ancora trovato un benché minimo giovamento dalla psicoterapia e dai farmaci. Quanti anni ha? Quando si è recata l'ultima volta dallo psichiatra che la sta seguendo? Di che corrente è il suo psicoterapeuta e quale scuola di perfezionamento ha frequentato?
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

horus.seth
Messaggi: 24
Iscritto il: 9 luglio 2008, 23:53
Località: Lombardia

Messaggio da horus.seth » 26 settembre 2008, 22:14

Buonasera Dr.sa Aronica, mi scusi se rispondo solo ora, ma mercoledi non ce l'ho più fatta... e quel desiderio di cui parlavo nel mio post si è tramutato in 70 pastiglie ingoiate in un minuto. Mi hanno appena dimesso dall'ospedale perchè in SPDC stavo per impazzire letteralmente... ma ovviamente sto peggio di prima, in più i pochi che sanno l'accaduto mi stanno subissando di domande idiote... come se me ne stessi ponendo abbastanza da sola :-(

Ho 36 anni, con il mio psichiatra ed il mio psicoterapeuta (che ritengo persone davvero eccezionali sia sotto il profilo professionale che quello umano, e nei quali ho grandissima fiducia) ci vediamo una volta la settimana, quindi ogni settimana ho il supporto di due colloqui. Ho visto lo psichiatra sabato, ed abbiamo cambiato la terapia farmacologica, e lo psicoterapeuta lunedi sera prima che succedesse il tutto.

Sembra strano ma in tutti questi anni non ho mai chiesto al mio psicoterapeuta di che corrente è...
La ringrazio ancora per la Sua risposta... ora cerco di dormire e di spegnere i pensieri che stanno viaggiando a velocità folle...
Horus.seth

Dr.ssa Aronica
Messaggi: 822
Iscritto il: 10 aprile 2006, 14:28

Messaggio da Dr.ssa Aronica » 26 settembre 2008, 23:01

Salve Horus Seth, alcune volte il cambiamento di terapia farmacologica può causare un momentaneo peggioramento dell'equilibrio psichico. Le auguro di rimettersi al più presto!
Dr.ssa Alessandra Aronica, psicologa e psicoterapeuta, moderatrice di questo forum

horus.seth
Messaggi: 24
Iscritto il: 9 luglio 2008, 23:53
Località: Lombardia

Messaggio da horus.seth » 27 settembre 2008, 9:22

La ringrazio Dottoressa. Dal punto di vista fisico sto abbastanza bene, a parte un pò di postumi dei trattamenti necessariamente cruenti in pronto soccorso.
Psicologicamente sono più distrutta di prima.
Speriamo... anche se è una parola che faccia molta fatica a pronunciare :-(
La ringrazio ancora e Le auguro un buon weekend
Horus.seth

Bina
Messaggi: 93
Iscritto il: 11 febbraio 2008, 13:58

Messaggio da Bina » 3 ottobre 2008, 7:29

Horus,come stai? ho letto i tuoi post e ho dovuto per forza fermarmi a scrivere per dirti che NO, NON è mai cosi dura tanto da volerla fare finita! Io ora non so le cause che ti hanno portata nel corso degli anni a provare questo profondo malessere ma se può esserti di sollievo anche io sn anni che nn riesco ad uscire da depressione,ansia,attacchi di panico,sono quasi 15 anni che convivo con questi problemi,sn anni che la mattina mi sveglio con la consapevolezza di nn riuscire a vivere a pieno la mia giornata perchè milioni di pensieri negativi mi invadono la mente,pensa che io nn sn manco capace di prendere la macchina da sola e andare in centro senz poi star malissimo,però comunque mi alzo trovo la forza ,esco e ogni giorno sfido me stessa,sfido la vita che mi ha assegnato questa croce pesantissima da portare sulle spalle.
Devi reagire ti prego,riprenditi in mano la tua vita, fa uno sforzo, si SFORZATI! cerca di riaffacciarti piano piano allla vita,riprendi fiducia in te,non permettere più che delle maledette pasticche di antidepressivi siano più forti di te tanto da farti rischiare la vita! Parlami,raccontami,SFOGATI ma custodisci preziosamente la tua vita,non permetere a niente e nessuno di privartene! COMBATTIAMO dai!
Dammi tue notizie,un abbraccio
bINA

paciughina
Messaggi: 76
Iscritto il: 9 luglio 2007, 9:03
Località: Bergamo/Milano

Messaggio da paciughina » 3 ottobre 2008, 9:03

horus.seth ha scritto:La ringrazio Dottoressa. Dal punto di vista fisico sto abbastanza bene, a parte un pò di postumi dei trattamenti necessariamente cruenti in pronto soccorso.
Psicologicamente sono più distrutta di prima.
Speriamo... anche se è una parola che faccia molta fatica a pronunciare :-(
La ringrazio ancora e Le auguro un buon weekend
Ciao Horus, perdonami se diro' parole stupide, ma ti prego reagisci e non mollare, fai il possibile NON MOLARE CORAGGIO.

Riuscirai a stare meglio vedrai abbi fiducia in te e nelle persone che hai vicino a te.
Ciao :)

horus.seth
Messaggi: 24
Iscritto il: 9 luglio 2008, 23:53
Località: Lombardia

Messaggio da horus.seth » 3 ottobre 2008, 12:09

Ciao Bina, ciao Paciughina, grazie infinite dei Vostri messaggi... davvero... anche perchè arrivano in un momento disperatamente nero per me.... e davvero non riesco più a reagire nè a vedere una via d'uscita a questa situazione.
Sto male... sto peggio.... E quello che mi stupisce è che credevo che l'ideazione suicida dopo l'accaduto si sarebbe calmata. Invece è al mio fianco forte come prima. Non riesco a fare nulla, la cosa più banale come lavarmi o vestirmi mi richiede uno sforzo insostenibile.
Mi sento un totale fallimento in tutto e davvero non riesco più nemmeno a sperare...
Sto vivendo questa situazione da sola, a parte l'aiuto degli splendidi medici che mi seguono, ed il vostro... perchè dalle persone che mi dovrebbero essere vicine arrivano solo accuse per quello che ho fatto... perchè i miei genitori sono distrutti, perchè ho fatto soffrire gli altri... Nessuno di loro si ferma a pensare che dietro il mio tentato suicidio forse c'è una sofferenza che non riesco più a sopportare... e quello che mi lascia più amareggiata è che tutte le accuse verso di me arrivano da persone (soprattutto dalla mia famiglia) che fino a ieri se ne sono assolutamente fregati di me... Non ho avuto una telefonata da parte loro in questi anni, casualmente adesso però si sentono in diritto di giudicare qualcosa che neppure lontanamente conoscono... Mi sono sentita dire che "tutti quelli che mi conoscono sono sicuri che io non voglia uscirne"... ma solo io ed i miei medici sappiamo cosa davvero ho fatto e sto facendo da sei anni a questa parte, spaccandomi l'anima in due, accettando un ricovero di due mesi in una clinica psichiatrica (e vi assicuro che è stata un'esperienza devastante), accettando la psicoterapia familiare (la cosa più dolorosa che ho vissuto in questi sei anni), alzandomi la mattina per andare a lavorare quando in testa avevo ed ho il solo pensiero di morire.
... so che è sbagliato ma sto rimpiangendo che mercoledì scorso le cose non siano andate diversamente... ed ogni volta arriva qualcuno con le sue frasi idiote e scontate, e neppure si rende conto che con una parola in questo momento riesce ad uccidermi un'altra volta...
Non chiedo di sentirmi fare i complimenti per quello che ho fatto, vorrei solo che cercassero di capire che non l'ho fatto per gioco... vorrei solo non il loro aiuto, ma il rispetto per la mia sofferenza...
Stasera devo rivedere il mio psichiatra per ripristinare la terapia, che è stata sospesa per quasi dieci giorni per dare il tempo al mio organismo di smaltire quel 50% di farmaci che mercoledi era già stato assorbito prima dell'arrivo in pronto soccorso.

Ci proviamo... ancora una volta... non so per quanto, non so se e quanta forza ho ancora per crederci davvero...

Grazie infinite ragazze, siete state splendide. Grazie per avermi fatto sentire meno sola, grazie per avermi fatto sentire che qualcuno capisce...
Un grandissimo abbraccio...
Horus.seth

Bina
Messaggi: 93
Iscritto il: 11 febbraio 2008, 13:58

Messaggio da Bina » 3 ottobre 2008, 13:27

So che è un periodo del cavolo per te perchè ti capisco,anche io ci sn passata,ci passo tutti i giorni,però ti prego nn pensare di farla finita,non dare tutta questa importanza al tuo malessere tanto da fargli decidere della TUA vita!
Facciamoci forza dai perchè i nostri malesseri si possono,SI DEVONO combattere! Niente è perduto,rialzati a testa alta,riprenditi in mano la tua vita piano piano.
Se ti tornano istinti strani,non pensarci,pensa a qualcosa di bello,perchè sicuramente anche te nella tua vita avrai avuto momenti stupendi,pensa alle tue risate,alle gioie anche piccole che hai provato! Allontana questi spettri dalla tua mente,riapriamo insieme gli occhi alla vita! NON SEI SOLA,in tante stiamo come te e in tante bisogna aiutarci! se ti uccidi non risolvi niente anzi ti neghi l'opportunità di vivere,un'opportunità unica ! La vita facile o difficile che sia va vissuta ricordalo! Io pure sto in un periodo di merda,ho attacchi di panico sempre,non sn capace di uscire da sola senza star male senza avere tremore e paura assurda,non sn capace di prendere neanche un treno da sola o in compagnia,prendo ansiolitici da quando avevo 13 anni,ho provato tanti antidepressivi però vedi,sn qua a scriverti che nn bisogna mollare mai,MAI niente vale più della nostra vita,io combatto a denti stretti,combatto da anni contro i miei spettri,contro le mie angosce,TI PREGO fallo anche te,puoi riuscirci!
bINA

paciughina
Messaggi: 76
Iscritto il: 9 luglio 2007, 9:03
Località: Bergamo/Milano

Messaggio da paciughina » 3 ottobre 2008, 16:32

horus.seth ha scritto:Ciao Bina, ciao Paciughina, grazie infinite dei Vostri messaggi... davvero... anche perchè arrivano in un momento disperatamente nero per me.... e davvero non riesco più a reagire nè a vedere una via d'uscita a questa situazione.
Sto male... sto peggio.... E quello che mi stupisce è che credevo che l'ideazione suicida dopo l'accaduto si sarebbe calmata. Invece è al mio fianco forte come prima. Non riesco a fare nulla, la cosa più banale come lavarmi o vestirmi mi richiede uno sforzo insostenibile.
Mi sento un totale fallimento in tutto e davvero non riesco più nemmeno a sperare...
Sto vivendo questa situazione da sola, a parte l'aiuto degli splendidi medici che mi seguono, ed il vostro... perchè dalle persone che mi dovrebbero essere vicine arrivano solo accuse per quello che ho fatto... perchè i miei genitori sono distrutti, perchè ho fatto soffrire gli altri... Nessuno di loro si ferma a pensare che dietro il mio tentato suicidio forse c'è una sofferenza che non riesco più a sopportare... e quello che mi lascia più amareggiata è che tutte le accuse verso di me arrivano da persone (soprattutto dalla mia famiglia) che fino a ieri se ne sono assolutamente fregati di me... Non ho avuto una telefonata da parte loro in questi anni, casualmente adesso però si sentono in diritto di giudicare qualcosa che neppure lontanamente conoscono... Mi sono sentita dire che "tutti quelli che mi conoscono sono sicuri che io non voglia uscirne"... ma solo io ed i miei medici sappiamo cosa davvero ho fatto e sto facendo da sei anni a questa parte, spaccandomi l'anima in due, accettando un ricovero di due mesi in una clinica psichiatrica (e vi assicuro che è stata un'esperienza devastante), accettando la psicoterapia familiare (la cosa più dolorosa che ho vissuto in questi sei anni), alzandomi la mattina per andare a lavorare quando in testa avevo ed ho il solo pensiero di morire.
... so che è sbagliato ma sto rimpiangendo che mercoledì scorso le cose non siano andate diversamente... ed ogni volta arriva qualcuno con le sue frasi idiote e scontate, e neppure si rende conto che con una parola in questo momento riesce ad uccidermi un'altra volta...
Non chiedo di sentirmi fare i complimenti per quello che ho fatto, vorrei solo che cercassero di capire che non l'ho fatto per gioco... vorrei solo non il loro aiuto, ma il rispetto per la mia sofferenza...
Stasera devo rivedere il mio psichiatra per ripristinare la terapia, che è stata sospesa per quasi dieci giorni per dare il tempo al mio organismo di smaltire quel 50% di farmaci che mercoledi era già stato assorbito prima dell'arrivo in pronto soccorso.

Ci proviamo... ancora una volta... non so per quanto, non so se e quanta forza ho ancora per crederci davvero...

Grazie infinite ragazze, siete state splendide. Grazie per avermi fatto sentire meno sola, grazie per avermi fatto sentire che qualcuno capisce...
Un grandissimo abbraccio...
Ricambio l'abbraccio, non sei sola, affidati al tuo psichiatra e abbi fiducia.
Gia' il fatto che dici ""Ci proviamo... "" e' bellissimo, prova a cambiare il tuo pensiero e la parola in Ci provo, ci credo.

Ti prego Non mollare e lasciti aiutare, chiedilo con tutta la forza che hai

Aiutatemi, e' un tuo diritto vivere e star meglio, piano piano a piccoli passi si va' alla meta.

Coraggio ti siamo vicini, vieni piu' spesso a parlare qui'.....a presto. :)

horus.seth
Messaggi: 24
Iscritto il: 9 luglio 2008, 23:53
Località: Lombardia

Messaggio da horus.seth » 3 ottobre 2008, 20:49

Ciao Bina, ciao Paciughina, grazie ancora per le cose splendide che mi avete scritto...

Bina, dalle tue parole esce una grinta ed una forza di volontà incredibile... ti ammiro tantissimo... io quella forza non riesco più a trovarla, da due giorni me ne sto a letto senza riuscire ad alzarmi... questa malattia è riuscita a cancellare quella che ero, mi ha fatto dimenticare come si sorride, ha colorato tutto di nero.... ho lottato disperatamente per sei anni ed ora sono svuotata di tutto... speranza, energia, forza, voglia di rialzare la testa...

Riesco a star meglio solo spegnendo la mente ed il mondo attorno a me... quello che è rimasto del mio mondo... pochissimo... e anche stasera questo maledetto nodo in gola non riesce a sciogliersi in pianto...
sono stanca... stanca davvero...

grazie ancora, siete davvero due persone splendide.... un abbraccio triste ma immenso....
Horus.seth

Bina
Messaggi: 93
Iscritto il: 11 febbraio 2008, 13:58

Messaggio da Bina » 7 ottobre 2008, 7:29

horus vedi,dormendo nn si risolve niente. Guarda me,per esempio stamattina devo andare all'università col mio ragazzo per la discussione di una tesi di una nostra amica.Bè io già sn alzata da un'ora,già ho preso il mio ansiolitico e già sn terrorizzata da ciò che mi aspetta. Già sn consapevole del fatto che man mano che ci allontaneremo da casa comincerò a star malissimo,ad avere idee strane,pensieri terrificanti e attacchi di panico fortissimi,considera che l'ultima volta che siamo andati ,a metà tragitto ho dovuto far accostare il mio ragazzo perchè mi era presa un'ansia indescrivibile,lui ha accostato,abbiamo parlato e mi ha fatto capire che per quanto io stessi male,se fossi tornata indietro avrei solo peggiorato le cose,allora mi sono rimboccata le maniche e gli ho detto di proseguire.Dentro mi sentivo morire ti giuro,un senso di fallimento addosso che non riesco a descriverti però sn andata avanti,stavo male ma proseguivo. Bisogna avere tanta forza di volontà,bisogna trovare la forza di uscirne piano piano, perchè noi siamo persone normali,sane,intelligenti e nn bisogna permettere che niente e nessuno si permetta di prendere i mano la nostra vita,SOLO NOI possiamo e dobbiamo decidere di uscirne o perlomeno provarci.Io stamattina per come sto avrei solo voglia di rimettermi nel letto e dormire senza pensare a niente, ma NON POSSO,non voglio sprecare la mia vita. Horus questa è la nostra vita,combatti da 6 anni,io da 13,pensa che ero poco più che un abambina e già prendevo calmanti,la vita nn è stata benevola con me ma io devo esserlo con me stessa. Combatti ancora come faccio io ,ogni giorno ti prego non privarti di questa vita che in bene o in male è un dono preziosissimo!
bINA

horus.seth
Messaggi: 24
Iscritto il: 9 luglio 2008, 23:53
Località: Lombardia

Messaggio da horus.seth » 7 ottobre 2008, 19:56

Ciao Splendida Amica, ogni volta che leggo un tuo post ti ammiro sempre più per la forza che hai e che traspare da ogni tua parola... e se per gli altri salire in macchina è una cosa banale, per chi (come te e me), gli attacchi di panico li vive ogni giorno... è una sofferenza che solo noi conosciamo.
Ieri mattina stavo impazzendo... ennesima notte senza dormire, piegata in due da tanto stavo male... mi sono fatta violenza, credimi... mi sono messa un paio di jeans e sono tornata al lavoro...
Sono stata male come un cane... ma ho capito che dopo quattro giorni a letto il quinto sarebbe stato un ulteriore passo verso l'inferno...
Replica stamattina... attacco di panico prima di uscire ovviamente, En e Xanax... ma ci ho riprovato.... con lo stesso risultato, ma almeno posso dire... ci ho provato....
Ti mando un grandissimo abbraccio persona splendida... ti auguro una notte fatta di nuvolette colorate...
Horus.seth

Bina
Messaggi: 93
Iscritto il: 11 febbraio 2008, 13:58

Messaggio da Bina » 7 ottobre 2008, 20:08

Ciao!!! considera che pure io stamattina mi sn messa alla prova...dovevo andare all'università per forza e già da ieri stavo male all'idea....dista 35 km da casa,stavo in macchina col mio fidanzato eppure mi metteva tanto pensiero...alla fine stamattina sono uscita di casa con mezza pasticca di depas nel mio stomaco e ci ho provato,a metà strada attacco di panico pazzesco, ti giuro avrei pianto per ore in quel momento,tremavo internamente però mi sn detta per l'ennesima volta che se fossi tornata indietro domani nn sarei stata capace di andare manco a 10 km da casa.Così con un'angoscia assurda sn andata avanti,sn arrivata all'uni e sn stata benissimo,c'erano tutti i nostri amici e mi sn divertita,sn stata fiera di me ogni giorno è un piccolo passo per uscirne,anche se si è vero sono anni che ne soffro tanto che a volte penso di esserci nata però non fa niente sn sicura che passeranno,DEVONO PASSARE perchè una vita ce l'abbiamo noi e deve diventare bellissima perchè dobbiamo convincerci che possiamo averla.Sono tanto contenta che sei andata a lavoro,anche se sei stata male non te ne importare,TU CI SEI ANDATA,SEI USCITA,TI SEI RIAFFACCIATA ALLA VITA. Piano piano horus,piano piano ne usciremo del tutto. Poi dobbiamo capire che non c'è niente da cui uscire effettivamente ,siamo solo persone fragili in balia della propria psiche che magari reagisce a delle esperienze o dei fatti di vita che ci sn capitati. NON PERMETTIAMO A NIENTE E NESSUNO ,TI RIPETO, DI CONTROLLARE LA NOSTRA VITA O LIMITARLA. Hai per caso un contatto msn? cosi quando ti senti più giù se sono in linea possiamo scacciare brutti pensieri :wink:
bINA

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 26 ottobre 2008, 18:39

ciao, mi dispiace per quello che successo. anch'io una volta ho provato a suicidarmi inghiottendo tante pillole che mi servivano per non avere le allucinazioni. :cry:

Rispondi

Torna a “Depressione”