licenziamento e gravidanza=depressione profonda

La depressione si sta sempre più diffondendo nella popolazione di tutte le fasce di età, dai bambini fino agli anziani. È il male oscuro da cui scappare o un messaggio da ascoltare e comprendere?

Moderatore: Dr.ssa Alessandra Aronica

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 5 giugno 2009, 11:04

allegra, nessuno sta attaccando orchidea.
però non so se tu hai seguito in questo ultimo anno o anno e mezzo la sua storia, io e lala per esempio sì.
orchidea ha dei problemi che non vuol vedere e che non vuol risolvere, lei focalizza tutti i suoi problemi su altre persone e non su se stessa.
una volta dà della puttana alla ex moglie del suo "fidanzato" un'altra volta dà della puttana alla ragazza del figlio del suo "fidanzato", un'altra volta insulta il figlio, un'altra insulta il suo "compagno"..lei è sempre la vittima, gli altri sempre quelli che sbagliano e peccano in qualcosa.
che nella vita magari sia stata sfigata ci sta, un po' lo siamo stati tutti no?! altrimenti non scriveremmo qui, ma c'è una bella differenza stra l'essere stati sfigati e il voler risolvere i propri problemi prendendosela al limite con chi li ha causati o con se stessi,e riconoscendo di avere problemi, e l'essere stati sfigati e prendersela a morte con dei capri espiatori.
questa ragazza si è presa la fissa per il figlio che esce quanto vuole e che fa sesso con la sua fidanzatina in casa di suo padre. poi si è presa la fissa per la ex moglie che definisce puttana, se leggi le pagine prima, poi è proprio lui che le fa schifo ecc. lei probabilmente è incazzata perchè lui non è quello che lei vorrebbe, e lei non riesce a indurlo a fare come piacerebbe a lei, perhcè lui ha un figlio e una ex e lei non è il centro assoluto del suo mondo. quindi a questo punto ha deciso di figliare. io penso che magari inconsapevolmente lo abbia fatto per fare in modo che lui non avesse altra scelta che metterla al centro della sua attenzione. così non ha un figlio solo con la ex, ma uno piccolo con lei a cui per forza deve dare attenzioni. e questo non è un motivo buono per diventare madri. nelle pagine prima parlava di sto bimbo come se fosse una cosa...meno male che lo ha cercato..mi dico...
una volta si è anche registrata con un altro nome per dire sempre le stesse cose ossessive sul rapporto tra genitori e figli, ma è stata scoperta, forse pensava che con un nome diverso avrebbe ricevuto più consensi.
il problema non sono i consensi e non è l'empatia. io non voglio giudicare nessuno, ma non sono una psicoterapeuta, quindi non ho il dovere morale di entrare in empatia con una persona che secondo me agisce in maniera assurda e a cui da anni si dice di farsi aiutare perchè i problemi che ha col suo passato sono enormi ed evidenti.
ora dice che farà come tutti, cioè pur di farsi una famiglia si accontenta di una situazione che le fa schifo. ed è una cosa che non ha senso come tutte le altre.
non hai letto cosa ha scritto della psicoterapia? che non ci vuol più andare perchè tanto è inutile e uno deve farcela con le sue proprie gambe.quindi cosa gliene frega di andare alla asl se non crede che potrebbe servirle?
ha ancora 7 mesi per rimettersi in ordine la vita e accogliere suo figlio. e stiamo parlando di una persona che fino a una pagina e mezzo fa scriveva che la soluzione migliore era di abortire e lasciare il suo uomo e andarsene da un'altra parte.
mentre sarebbe stato molto più facile lasciarlo per tempo e non farsi mettere incinta per incastrarlo. ma del resto forse, e chiedo scusa se lo dico, voleva avere la sensazione di poter avere voce forte in capitolo su qualcosa visto che non accetta il fatto che lei col figli di lui non c'entra niente e non può permettersi di dire a lui e alla sua ex moglie come fare i genitori....
con questo chiudo, perchè con orchidea ci ho discusso più volte e inutilmente. e non provo empatia per lei, perchè io sono stata con una persona con cui non stavo bene e ho fatto il ragionamento opposto al suo perchè non volevo fare quello che fanno tutti, e l'ho lasciato. perchè io non prenderei mai la maternità in quel modo, e visto che un figlio penso debba nascere dall'armonia di un rapporto di coppia come frutto di amore sentito, e non da una necessità fisiologica femminile, piuttosto non ne farei mai nella vita, non sarebbe certo un peso, ma una scelta responsabile.
siamo troppo distanti...

e mi dispiace allegra se tu hai avuto una vita sfortunatissima e ti senti giustamente in empatia con lei perchè ti immedesimi in suo figlio, ma ancora di più capirai che un figlio non va messo al mondo così per fare...visto che sei stata in orfanotrofio e sei stata maltrattata e ancora adesso ne paghi le conseguenze e hai bisogno della terapia...
tu pensi che se orchidea tiene suo figlio,ma non risolve i suoi problemi, non sto parlando di alcool, sto parlando di problemi con la sua vita, il figlio crescerà in un bell'ambiente solo perchè è con la mamma biologica? perchè io penso di no. e nella sua situazione proprio non lo avrei messo in cantiere. e se per sfortunatissimo caso fossi rimasta incinta ci avrei pensato molto molto bene...
Immagine

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 5 giugno 2009, 11:17

Purtroppo il tuo intervento è molto lungo, perciò ho letto solo la prima parte. Orchidea ha dei problemi, come tutti, io penso che abbia bisogno d’aiuto, ma se non vuole peggio per lei. Io le ho consigliato cosa fare. Io non so la sua storia.

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 5 giugno 2009, 11:28

faresti bene a leggerlo allegra
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

orchidea
Messaggi: 750
Iscritto il: 14 dicembre 2005, 20:15
Località: italia

Messaggio da orchidea » 5 giugno 2009, 11:42

io penso che ci siano molte ma moltissime madri molto peggiori di me. io mi sto assumendo la responsabilità di questo figlio se no avrei abortito da un pezzo. se è stato concepito si vede che vuole nascere.
ora non insulto + nessuno, non litigo + con il mio compagno, sono calma, tranquila e purtroppo non posso spendere tutti i soldi che guadagno x la psicoterapia, la mollerò a breve, voglio pensare a mio figlio tanto dei miei problemi e delle eventuali soluzioni sono consapevole al 100%. con 3600 € al'anno invece della psicoterapia ci faccio tante altre cose x mio figlio visto che soldi ce ne sono meno di quanti ne servano tra me e il mio compagno.
poi ognuno è libero di dire la sua qui, non fa nulla se uno è caon me o contro di me tanto le decisioni spettano a me
una volta si è anche registrata con un altro nome per dire sempre le stesse cose ossessive sul rapporto tra genitori e figli, ma è stata scoperta, forse pensava che con un nome diverso avrebbe ricevuto più consensi.
voglio precisare che quando mi sono registrata con un nuovo nome è perchè non mi ricordavo + la mia password ma anche qui potete crederci o meno. fate voi
Immagine

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 5 giugno 2009, 11:46

Ti auguro tutto il bene orchidea.davvero
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 5 giugno 2009, 13:24

io mi sto assumendo la responsabilità di questo figlio se no avrei abortito da un pezzo
se è stato concepito si vede che vuole nascere.
abortire non significa non prendersi responsabilità... e tenerlo non significa automaticamente prendersi responsabilità... le responsabilità andavano prese prima di mettere al mondo una creatura che non c'entra assolutamente nulla con i tuoi casini... purtroppo ora che sei fuori tempo massimo per abortire posso solo augurarti che avvenga un miracolo nella tua vita e che tu acquisisca la consapevolezza di te stessa e degli altri che ora non hai, ma dato che dici che "con i soldi della terapia ci posso fare un sacco di cose per mio figlio" non credo che questo miracolo avverrà...perché se molli la terapia, per 4, 5 , 6 7, mesi potrà andarti bene perché avrai altro a cui pensare (un figlio non è una passeggiata) ma i tuoi disagi torneranno più forti di prima se non li hai risolti
a me dispiace che molte volte avere un figlio sia visto come cosa terapeutica..ossia si suole considerare il figliare come la risoluzione ai problemi...ma questo è sbagliatissimo... certo non si potrà mai essere perfetti e pronti per avere un figlio, ma c'è una bella differenza fra l'essere persone normali e imperfette, ed avere disagi grossi e risolvibili solo con una terapia...

mi dispiace ma io sono totalmente d'accordo con Twi...e non riesco ad entrare in empatia con una persona che sembra ragionare a mio parere in modo totalmente insensato..
e non penso che solo x il fatto che lei avrà un figlio bisogna usare parole edulcorate
concludo ribadendo la mia speranza, nonstante l'opinione che ho di orchidea, che qualcosa nella sua vita migliori e che quel figlio possa nascere serenamente.

orchidea
Messaggi: 750
Iscritto il: 14 dicembre 2005, 20:15
Località: italia

Messaggio da orchidea » 5 giugno 2009, 16:36

penso che sia scorretto usare la parola "figliare" come si addice a una vacca o ad una scrofa xkè cmq non sono tale, e io cmq non ho opinioni su nessuno del forum xkè non conosco nessuno di persona, le opinioni che avete sono virtuali come il forum.
io sto bene così, vedremo giorno x giorno come andare avanti.
la convivenza x me è inutile se non progetto una famiglia, un fututro. stare con il mio compagno x farci compagnia, io a 30 anni e lui a 47 è deprimente.
Immagine

orchidea
Messaggi: 750
Iscritto il: 14 dicembre 2005, 20:15
Località: italia

Messaggio da orchidea » 5 giugno 2009, 16:48

ma poi alla fine pensandoci bene meglio fare un figlio che essere depressi a vita x mille motivi, a quest'ora sarei morta suicida. sono sicura. senza questa chance mi sarei ammazzata e non starei a scrivere qui da almeno 2 mesi
Immagine

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 5 giugno 2009, 19:46

orchidea ha scritto:penso che sia scorretto usare la parola "figliare" come si addice a una vacca o ad una scrofa xkè cmq non sono tale, e io cmq non ho opinioni su nessuno del forum xkè non conosco nessuno di persona, le opinioni che avete sono virtuali come il forum.
io sto bene così, vedremo giorno x giorno come andare avanti.
la convivenza x me è inutile se non progetto una famiglia, un fututro. stare con il mio compagno x farci compagnia, io a 30 anni e lui a 47 è deprimente.

Guarda che nessuno ti ha dato della scrofa... non dartelo da sola.. figliare vuol dire fare figli e l'ho usato solo xké avevo già detto fare figli e non volevo ripetermi... volevo fare una variatio ma forse l'ho usato scorrettamente...

Ad ogni modo se tu pensi che fare un figlio è il motivo per cui due persone di 30 anni e 47 anni devono stare insieme, implicitamente ammetti che tra te e quello che dovrebbe essere il padre di tuo figlio non c'è nessuna relazione particolare...d'amore intendo...altrimenti non diresti che stare insieme x "farvi compagnia" è deprimente.
ma poi alla fine pensandoci bene meglio fare un figlio che essere depressi a vita x mille motivi, a quest'ora sarei morta suicida. sono sicura. senza questa chance mi sarei ammazzata e non starei a scrivere qui da almeno 2 mesi
Ne stai dicendo una peggio dell'altra...
Spero che tu ti renda conto di che motivi stai tirando fuori x giustificare una scelta a mio parere totalmente sconsiderata!!!!
Ma chiaramente come continui a ribadire la scelta è solo tua, solo che non ce la faccio proprio a tenermi per me cosa penso, perdonami...
d'altronde è anche vero come dissi all'inizio che non tutti i figli vengono al mondo perché pianificati quindi la tua non è una situazione tanto assurda, ce ne sono di persone che fanno così, solo che quel bambino mi fa una gran pena...

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 5 giugno 2009, 21:05

orchidea, mi perdonerai se non sono in buona fede sull'altro tuo account, ma uno che scorda la password la può recuperare, o comunque quando apre una discussione e chiede un parere premette di essere chi è...non scrive in incognito e poi dice chi è quando viene scoperto. io penso solo che tu volessi vedere se con un nome diverso il responso sarebbe stanto anche quello diverso..educatrice vs orchidea.

cmq guarda che fare figli non guarisce dalla depressione,,,,anzi..stai attenta, penso che tu sia a conoscenza sia degli sbalzi umorali legati all'aumento massiccio delle dosi di estrogeni nel tuo corpo durante la gravidanza, sia della possibilità della depresisone post partum.
poi son d'accordo con doom quando dice di non comprendere affatto la scelta che fanno molti di fare figli come "terapia" o come pezza per coprire altro. non sono d'accordo perchè ne ho viste di cose simili...e anche perchè io, pur essendo desiderata, sono nata dopo che i miei si stavano per separare, per rimettere a posto il matrimonio..e si vede cosa ho imparato.
va beh..
Immagine

Avatar utente
sincerità
Messaggi: 301
Iscritto il: 1 giugno 2009, 14:38

Messaggio da sincerità » 5 giugno 2009, 22:05

Ciao a tutti.

Mi scappava da dire che qua per la maggior parte siamo nati per ragioni sbagliate :) : mia madre ha partorito la prima figlia a 15 e la seconda a 18, fuggendo da una realtà molto difficile e degradata.

Poi mi è capitato di chiedermi, date tutte le difficoltà immaginabili e un po' già narrate (io ero verità :) e sono cambiata davvero perchè perseguitata da pasticci informatici ...mai dire mai.... :oops: ) : Ma io vorrei non essere nata? No, la risposta e che va bene pure così, nata e cresciuta con un po' di errori sul groppo....

Intendiamoci, io sono pure favorevole all'aborto, però in certe circostanze bisogna anche accetare le imperfezioni...non so..

Cmq orchidea, cerca di prepararti, perchè è vero che i figli sono anche un dono, è vero che possono dare tanto anche nelle situazioni più disperate e sorprenderci in tutto, anche in quello che noi possiamo diventare per loro, ma noi siamo noi e ci dobbiamo confrontare sempre con i nostri limiti e le nostre responsabilità...o prima, o durante o dopo......(o tutte e tre per i perfetti :wink: )

orchidea
Messaggi: 750
Iscritto il: 14 dicembre 2005, 20:15
Località: italia

Messaggio da orchidea » 6 giugno 2009, 15:41

io sto benissimo così, se sto bene io starà bene pure mio figlio/a. oggi ho fatto un controllo è tutto ok, perfetto e sto pure benissimo, niente fastidi, nè sintomi però cresce perfettamente. l'importante è questo. voglio un bambino e sono contenta di stare bene e che stia bene, sono fortunata
Immagine

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 6 giugno 2009, 18:27

Cara Twilight ho letto tutto il tuo intervento, grazie per essermi stata vicina. Sai vorrei cercare la mia mamma biologica, ma è difficilissimo perché io provengo da un’altra nazionalità, e chissà se viva o morta?
Cara orchidea ti consiglio di smettere di bere, pensa al futuro della tua creatura, inoltre vai da uno psicoterapeuta, anche se sei senza soldi,vai alla asl , là devi pagare solo un somma a secondo del reddito.

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 6 giugno 2009, 21:17

orchidea, tu hai delle ossessioni mica male...se questo è stare bene...

io vorrei non essere nata? fa lo stesso, perchè se non fossi non starei certo chiedendomelo. ma certo è che pur essendo nata nella parte fortunata del mondo, pur non avendo subito violenze fisiche e non avendo genitori alcolizzati o drogati ecc...io non ho tanti bei ricordi...purtroppo, senza volermi piangere addosso, io ho più ricordi pesanti che belli.
ricordo un'infanzia sempre sola con mia mamma, ricordo che ero già ansiosa e terrorizzata in età scolare perchè non potevo permettermi di sbagliare niente perchè mia madre mi sgridava e mi minacciava di dire a mio padre se per caso prendevo un benino al posto di un brava, ricordo che mia madre era piuttosto ossessiva e apprensiva quindi per buona parte dell'infanzia io non potevo nemmeno uscire a giocare perchè diceva che mi ammalavo. l'adolescenza è stata simile..non potevo uscire la sera, non potevo prendere insufficienze..mio padre ha fatto periodi a non parlarmi, anche più di un anno, perchè abbiamo pensieri discordanti, mia madre da quando mi sono evoluta con una mia testa a volte mi dice che lei non mi ha cresciuta così e che in pratica sono una pazza e altre belle robine che non sto a dire.
mi amano, per carità, sono il loro bene più prezioso, ma io non sono stata bene. loro si perchè han sempre avuto una figlia diligente, che non pretendeva niente, che non chiedeva niente, che non disobbediva mai, che non gli dava preoccupazioni perchè non usciva ecc..
da adulta ho ricalcato le orme della storia dei miei con il mio fidanzato storico...è stato psicologicamente faticosissimo. adesso sono ancora scarsa in stima di me e in fiducia nelle mie capacità..e poi altre cose...
quindi...non so...tutta questa fatica? se non fossi nata non l'avrei passata. tralasciando i problemi di salute ovviamente che con la famiglia non c'entrano niente.
quindi orchidea se tu non ti risistemi e non ammetti con te stessa di avere problemi e di avere bisogno di aiuto...matematicamente scaricherai tutto su tuo figlio, anche inconsapevolmente, anche non volendolo, anche impegnandoti al massimo per essere una mamma bravissima...ma è inevitabile...
mia madre è una fifona ossessiva a tratti paranoica e super insicura...e io ero oppressa dal fatto che lei fosse apprensiva.
aveva paura forse lei di deludere mio padre o di sentirsi giudicata, aveva soggezione di lui e ce l'ha ancora, e mi ha insegnato ad avere paura, si può avere l'ansia a 7 anni per paura di prendere un benino? si può essere terrorizzati? si che si può...ma lei il suo amore me lo comunicava così. mi sgridava o puniva o mi tirava quanche sberlone per insegnarmi..a non sbagliare mai..non che sbagliare è umano..
quindi...rifletti...ti ho detto cose personali per farti capire...che da figli non è bello, anche se dovresti saperlo proprio tu in prima persona.
quindi non dire che stai benissimo se fino a 3 pagine fa ti accanivi contro tutti e lo stai facendo da tempo immemore. sistemati!
Immagine

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 7 giugno 2009, 11:36

Io invidio i figli dei miei cugini adottivi perché loro sono stati molto più fortunati di me. Io si sono stata fortunata, ma non subito, solo dopo sei anni sono tratta come una regina, ma il passato non si può cancellare e questo mi fa stare molto male. Ho le allucinazioni per questo devo prendere psicofarmaci, io sono contraria ma la psicoterapeuta dice che ne ho bisogno perché sono rimasta traumatizzata e il cervello reagisce così chimicamente. Io piango, scusate.
Ultima modifica di allegra il 7 giugno 2009, 13:47, modificato 1 volta in totale.

Rispondi

Torna a “Depressione”