paura di essere me stessa..con gli uomini

Sezione dedicata alla discussione delle piu' comuni manifestazioni di ansia e alle paure irragionevoli di luoghi, animali, oggetti, persone.

Moderatore: Dr.ssa Maria Pichi

Rispondi
martina92
Messaggi: 1
Iscritto il: 23 novembre 2012, 16:21

paura di essere me stessa..con gli uomini

Messaggio da martina92 » 23 novembre 2012, 19:00

Buonasera, sono una giovane ragazza di 20 anni eppure nonostante la mia età ho già fatto diverse esperienze piuttosto negative con gli uomini.
Sono uscita da circa 6 mesi da una relazione che mi ha segnato molto, non si è conclusa nelle migliori delle maniere e credo di aver trascorso, a causa della fine di quella relazione, il periodo più buio della mia vita, finora. In questa mia relazione ho sopportato di tutto, dalle umiliazioni, ai tradimenti, fino all'esperienza dell'abbandono quando credevo di essere incinta. Eppure tornavo sempre dal mio uomo, perchè mi dicevo sempre "cambierà" fino a dire "ma il problema non è lui, sono io!".
Credo sia stato proprio questo il punto, anche con gli altri uomini con cui m sono confrontata, credo che mi abbiano sempre voluto far credere di essere io il problema! E mi ostinavo a non capire perchè nonostante avessi sempre dato il 100% di me stessa, questi prendevano da me tutto ciò che potevano prendere, il termini di affetto, di amicizia, di sentimenti, e poi quando la situazione non era più di loro gradimento hanno trovato la consolazione tra lenzuola più facili delle mie.
Sono stata svuotata di tutto, privata della voglia di vivere che ti portano i 20 anni, fino a ridurmi pelle e ossa, anche letteralmente, ma grazie all'aiuto di amici, alla mia voglia di voler mettere la testa fuori da tutto questo e di ricominciare daccapo, credo di essere riuscita a riprendermi, non del tutto, ma è stato un grandissimo passo in avanti.
Recentemente ho conosciuto una persona che mi ha aiutato molto nella parte finale di questo percorso di "recupero", una persona per la quale credo valga la pena metterci di nuovo la testa ed il cuore, una persona che mi dà il massimo e penso meriti il 100% da me, ma le cose non sono così facili, non riesco ad essere me stessa con lui, eppure so che non ne ho il motivo.
Non riesco ad aprirmi come vorrei, non riesco ad espormi al punto da fargli capire come sono fatta davvero.
Non so a cosa sia dovuto tutto questo, ma penso si tratti di una specie di autodifesa che si attiva inconsciamente.
Tutto ciò mi fa stare male, e se non riuscissi più ad aprirmi? Rischierei di far fuggire le persone che tengono a me, e non voglio nella maniera più assoluta che ciò accada. Ma soprattutto, come posso far capire alla persona che ho accanto tutti gli aspetti del mio carattere? Non mi voglio negare la possibilità dell'inizio di una nuova relazione a causa di questa mia impossibilità ad aprirmi.
Grazie.

Rispondi

Torna a “Ansia e fobie”