Paura di restare orfana

Sezione dedicata alla discussione delle piu' comuni manifestazioni di ansia e alle paure irragionevoli di luoghi, animali, oggetti, persone.

Moderatore: Dr.ssa Maria Pichi

Rispondi
Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Paura di restare orfana

Messaggio da Twilight » 18 dicembre 2013, 3:31

buonasera
ogni tanto torno tra queste pagine in cerca di pareri...
nonostante i miei problemi di ansia siano migliorati, adesso mi ritrovo a far fronte a nuove paure.
ho sempre temuto di perdere i miei genitori, ingiustificatamente in quanto non eccessivamente vecchi e sani, sarà stato un sentore, non lo so, quest'anno avevo più paura del solito di perdere mio padre, perchè solo l'anno scorso sono morte due sue sorelle, infatti questa estate purtroppo è inaspettatamente morto, stava bene, sono uscita di casa e dopo mezzora mi hanno mandata a chiamare perchè si è accasciato ed è deceduto. lo shock è stato tremendo. sto reagendo con una forza che non pensavo di avere, anche se è davvero dura, ora ho solo mia madre....e sono terrorizzata di perdere anche lei e restare sola al mondo. non ho fratelli, sorelle nè compagno, non ho nessuno perchè i parenti non contano niente.. la crisi mi ha anche messa in ginocchio e ho dovuto iniziare un'attività autonoma che ci metterà un bel po' a decollare (se decollerà mai)..ci sono problemi grossi coi parenti al piano di sopra che sembra aspettassero la morte di mio padre per fare gli avvoltoi, meschini e bassi, ho mille fonti di ansia... e ho il terrore che mia madre muoia anche perchè lei non si controlla, non va mai da medici in nessun caso e non riesco a convincerla a farlo, mi dice che è inutile perchè mio padre è sempre stato controllatissimo, non aveva niente eppure è morto all'improvviso.
io non so come affrontare questa cosa, perchè quando arriva la notte mi capita di pensarci e mi viene paura.. è normale? forse sì date le circostanze, ma non riesco ad essere serena.. qualcuno mi può dare un parere, un'opinione, mi può dire se gli è capitatoo... non so.. vorrei solo essere rincuorata forse..
grazie per l'attenzione
Immagine

rosarosa
Messaggi: 102
Iscritto il: 23 giugno 2006, 15:08

Re: Paura di restare orfana

Messaggio da rosarosa » 4 luglio 2014, 21:48

Cara Twilight,

sono tornata su queste pagine che visitavo tanti anni or sono e ho trovato te, che leggevo allora.
Non scrivevo spesso, quindi di me non ti ricorderai; chissà poi se leggerai il mio messaggio, il tuo risale a molti mesi fa.

Capisco molto bene la tua paura, l'ho avuta spesso. Il terrore di perdere la mia famiglia e di non essere in grado di ricostruirne un'altra.
La paura di restare sola, di essere abbandonata, di non avere nessuno che si interessi a me. Di morire sola.

Anche io sono figlia unica, e mia mamma ha una malattia cronica molto dolorosa da quando avevo quattordici anni appena compiuti (ora ne ho quasi 34).

Quello che mi viene da darti è un consiglio molto pratico: cerca di stringere nuove relazioni, apriti agli altri. Purtroppo, i nostri genitori non sono eterni e questo è uno sprone a crearci legami nuovi.

Se non ricordo male, diversi anni fa tu hai posto fine, con grande fatica, a una relazione quasi decennale. Poi a lungo hai scritto rallegrandoti della tua scelta; poi non sono più venuta qui e ho perso il filo dei tuoi pensieri.

Forse adesso questa paura viene a dirti che è ora di riaprire la porta, di costruire qualcosa di tuo- amicizie solide e profonde, magari un amore.
Parlare di te alle persone che già conosci, scoprire che non sei l'unica a provare questoi sentimenti... è un inizio.

Ci sono anche dei gruppi di auto-aiuto di persone che si riuniscono, un po'come gli alcolisti anonimi, e parlano delle loro fragilità emotive. Io qualche volta ci sono andata. Non mi sono trovata poi così bene, ma ho trovato un'amica con cui posso parlare di queste parti di me.

E poi, dopo anni di lotte contro la paura delle relazioni, mi sono innamorata di un ragazzo meraviglioso.

Questo non mi salva dalla paura: di avere una brutta malattia (ho dei sintomi fastidiosi e devo fare una risonanza), di essere abbandonata, che i miei genitori muoiano e col peso di tutte le preoccupazioni che ho dato loro in questi anni.
Credo che la mia ansia sia una parte di me di cui dovrò avere cura per sempre.

Però sono contenta che le cose siano cambiate, di aver lottato per aprirmi al mondo ed esserci riuscita.
Ho trovato persone con timori simili ai miei e ho smesso di sentirmi così aliena, così unica.

Un abbraccio, scriviamoci se vuoi

Rispondi

Torna a “Ansia e fobie”