sto diventando bulimica...AIUTO

In questa sezione del forum puoi ottenere informazioni su tutto ciò che riguarda i disturbi del comportamento alimentare (DCA).
Rispondi
zifola
Messaggi: 2
Iscritto il: 11 luglio 2011, 23:53

sto diventando bulimica...AIUTO

Messaggio da zifola » 12 luglio 2011, 0:11

gentile dott.ssa,
ho 18 da 2 mesi,mi procuro il vomito da 3. non lo faccio spesso..e non lo faccio per dimagrire..certo mi fa piacere perdere peso,ma non è il mio scopo principale..il problema che mi ha portato a questo è l'ambiente in cui vivo..studio psicologia e so che per qualiasi effetto..c'è una causa.odio vivere a casa mia..mi sento sempre triste e quando mi fanno del male,corro in bagno a vomitare...mi vergogno,mi odio però lo faccio perchè preferisco farmi del male da solapiù tosto che me lo facciano gli altri..per fortuna l'anno prossimo sarò all'università e andrò a vivere da sola..questa è l'unica mia speranza...ma il problema principale è che sono fidanzata da 4 anni e nonostante tutto sono sola..il mio fidanzato non mi aiuta...non parlo mai con lui è sempre stato egoista..ma quando lo faccio lui dice che si prenderà cura di me..che c'è lui..ma poi..non lo fa mai...ultimamente però...vomito spesso..avevo smesso..mah..dai vari problemi con i miei genitori ad una presunta...falsa gravidanza...sento un peso enorme addosso a me..e per liberarmene vomito..tutto anke l'anima...oggi ho vomitato 3 volte mi sembra,non so..perdo pure il conto..la cosa che mi fa continuare a sperare è che mi autoconvinco che ancora non sono malata....ma i vari sintomi e i test su internet dicono il contrario..beh!!!voglio guarire...ma secondo lei devo lasciare il mio fidanzato come primo passo?mi sento vulnerabile e non solo..sono tante le emozioni negative che provo che sono indescrivibili!!!!

Avatar utente
Sergio67
Messaggi: 813
Iscritto il: 26 febbraio 2009, 15:23

Re: sto diventando bulimica...AIUTO

Messaggio da Sergio67 » 12 luglio 2011, 10:52

Il primo passo l'hai già fatto, è chiedere aiuto.
Credo che nessuno può o deve dirti se devi o non devi lasciare il tuo fidanzato: è un passo che solo tu puoi sapere se è giusto o meno. L'unica cosa che posso dirti in merito è che i motivi per starci insieme non dovrebbero essere (e non sto dicendo che lo sono) l'abitudine o la paura di restare sola o del giudizio di chi hai intorno. Per il resto solo tu puoi sapere cosa ti da questa relazione.

Parlando del vomito dalle tue parole si può sentire il tuo dolore. Hai descritto con molta chiarezza che dietro il gesto c'è molto di più dell'aspetto fisico, c'è un sollievo nel farsi del male. Ma anche tu sai e hai cominciato a vedere con chiarezza che è un sollievo sbagliato, un sollievo apparente, effimero e che non restituisce quello che promette.

Non odiarti, non vergognarti, non sei sbagliata e la tua situazione è più comune di quanto pensi. Hai già fatto un grande passo scrivendo qui e riconoscendo la necessità di fare qualcosa per cambiare la situazione. Comunque, fidanzato o non fidanzato, credo che sarebbe più importante se andassi a parlare con uno specialista dei disturbi alimentari di persona. Più spesso di quanto non si pensi le cause sono molteplici e multiformi e c'è bisogno del sostegno di una persona esperta per riuscire a superarle.
Abbi comunque fiducia, "guarire" è possibile.

Un abbraccio.

P.S. Se hai voglia di incontare "virtualmente" altre persone che condividono le tue difficoltà ti rimando a http://www.psicologi-psicoterapeuti.it/ ... 89&t=14510
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)

Rispondi

Torna a “Anoressia, bulimia, problemi con il cibo”