Nella mensa scolastica

In questa sezione del forum puoi ottenere informazioni su tutto ciò che riguarda i disturbi del comportamento alimentare (DCA).
Rispondi
Avatar utente
laura.mi
Messaggi: 9
Iscritto il: 1 agosto 2011, 19:13

Nella mensa scolastica

Messaggio da laura.mi » 2 agosto 2011, 19:41

Com'è possibile che sempre più bambini rifiutino completamente anche di assaggiare quello che arriva in tavola nella mensa di una scuola?
Lo fanno anche i maschi, sempre di più, nelle classi di qualche anno fa era inconcepibile, casi simili erano rari.

Vedo che a scuola, mettersi lì a tentare di convincere un bambino anche di sei-sette anni, è un'impresa del tutto inutile, assaggia solo se vuole e quello che vuole, può capitare che non tocchi nulla nè del primo nè del secondo e poi, tornato in classe, a volte sa di avere una seconda merenda nello zaino, messa dalla mamma e vuole mangiare quella al posto del pranzo, perchè in realtà ha fame.
Prima rifiutavano la verdura, adesso rifiutano quasi tutto.
Se si prova a spiegare alla mamma che non è possibile, lei risponde che anche a casa il bambino non mangia.

L'impegno di una maestra nel cercare di convincere il bimbo e la mamma, è proprio fatica sprecata.
Ci sono bambini che poi, quando accettano di provare, chiedono il bis dello stesso piatto, ma è difficilissimo proprio l'assaggio.
Anzi, la mamma non vuole assolutamente che si provi, secondo lei è una forzatura, anche perchè poi il figlio ingigantisce l'intervento dell'insegnante: è capacissimo di sostenere che la maestra lo costringe a vuotare i piatti, mentre i tentativi sono soltanto su minimi assaggi, almeno quelli.
La mamma crede solo al figlio e così non si deve nemmeno provare.

Ho l'impressione che questo accada con tutto, non solo col cibo, sempre più mamme sembrano "strisciare prone" di fronte a tutti i desideri del figlio, quasi ubbidienti loro ai bambini, su tutto quello che questi ultimi vogliono.
Ma sull'alimentazione mi sembra un po' grave, soprattutto nei bambini che già vengono sottoposti a esami clinici e visite proprio per patologie dovute a questi scompensi.
Di fronte a queste mamme mi arrendo e forse è vero che i bambini vanno lasciati completamente liberi.
Ma com'è possibile che questo fenomeno sia aumentato così, in questi ultimi anni? Che cosa ci ha portato a questo?

Avatar utente
Sergio67
Messaggi: 813
Iscritto il: 26 febbraio 2009, 15:23

Re: Nella mensa scolastica

Messaggio da Sergio67 » 5 agosto 2011, 15:57

Quello di cui parli non so se lo potremmo chiamare "disturbo alimentare" in senso stretto, però capisco il tuo intervento.
In realtà credo sia indice di un certo modo di fare i genitori, un modo peraltro che io non approvo e non concepisco.
Non sono molto d'accordo nel forzare un bambino a mangiare una cosa anche se non la gradisce, perché poi tanto i gusti si modificano col tempo, ma stimolare la curiosità e l'assaggio sì, ogni tanto ci provo anche io con i miei figli. A volte rifiutano, a volte gradiscono.
Ma inchinarsi di fronte a un bambino è una cosa diversa. Il discorso sarebbe forse troppo lungo qui e forse rischierei di essere troppo semplicistico, però credo sia legato anche a una certa tendenza moderna di "evitare frustrazioni e difficoltà" ai bambini, dimenticando troppo spesso che è proprio attraverso il superamento delle difficoltà che i bambini diventano uomini.
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)

Rispondi

Torna a “Anoressia, bulimia, problemi con il cibo”