La magrezza come "senso di onnipotenza"..

In questa sezione del forum puoi ottenere informazioni su tutto ciò che riguarda i disturbi del comportamento alimentare (DCA).
Francesca75
Messaggi: 57
Iscritto il: 7 agosto 2008, 11:50
Località: Provincia di Bologna

La magrezza come "senso di onnipotenza"..

Messaggio da Francesca75 » 28 agosto 2008, 9:16

E' così fin da quando ero un'adolescente...e adesso di anni ne ho poco piu di 30...
Tutto è iniziato a 17 anni in seguito ad un forte dimagrimento per mononucleosi....mi son vista con 5 kili di meno e ho pensato che non stavo poi così male...anzi...prima non è che fossi stata obesa...pesavo 52 kili per 168 cm di altezza...
Quando genitori e amici se ne sono accorti non facevano altro che dirmi che ero troppo magra...hanno iniziato a controllarmi..se mangiavo..cosa mangiavo....e io sono diventata un vero asso a mentire, nel corso degli anni....ad aggirare i controlli....per restare magra così....
Si pensa che a forza di sentirsi dire "dio, come sei magra...guarda che magra cosi non stai bene....sei una bellisisma ragazza...ma con 5-6 kili in piu saresti perfetta"....invece no....anzi, se mi dicessero che ho preso qualche kilo e che così sto proprio bene, soffrirei a morte....
Sentirmi dire che son troppo magra è alle mie orecchio il piu bel complimento che mi si potrebbe fare....e rincaro la dose....
Non mi sono mai provocata il vomito....raramente salto dei pasti...ma la costituzione longilinea che ho mi aiuta ed ho un controllo sulla mia fame che è micidiale....e se mi impongo di mangiare poco, lo faccio, si può star certi.
E così son passati quasi 15 anni.....e nulla è cambiato....sento di avere il pieno controllo della situazione, ma a volte mi domando se non sarebbe giusto avere un rapoorto piu sereno col cibo....
Entro nei negozi e posso pormettermi la taglia 38....e volo in paradiso....
Piu mi vedo magra e piu mi sento euforica.....mi sento ONNIPOTENTE...
E quando invece prendo su magari 1 kilo o due mi sento uno schifo....mi guardo allo specchio e mi odio...non so il perchè
Sono alta 1,68 cm e attualmente peso 48 kili....ma il mio non plus ultra sarebbe pesarne non piu di 45....
Per me la magrezza è uguale all'essere onnipotente....alla felicità....guardo le ragazze cicciotte e mi dico che se io fossi così, forse mi ucciderei.....
Poi scuoto la trsta e mi dò della pazza.....
Non sono piu un'adolescente.....è possibile, mi dico io, a 30 anni??????

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: La magrezza come "senso di onnipotenza"..

Messaggio da Davide49 » 28 agosto 2008, 10:51

Francesca75 ha scritto: Entro nei negozi e posso pormettermi la taglia 38....e volo in paradiso.... Per me la magrezza è uguale all'essere onnipotente
perché?

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 28 agosto 2008, 12:36

mi ponevo la stessa domanda :)
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Francesca75
Messaggi: 57
Iscritto il: 7 agosto 2008, 11:50
Località: Provincia di Bologna

Re: La magrezza come "senso di onnipotenza"..

Messaggio da Francesca75 » 28 agosto 2008, 13:57

Davide49 ha scritto:
Francesca75 ha scritto: Entro nei negozi e posso pormettermi la taglia 38....e volo in paradiso.... Per me la magrezza è uguale all'essere onnipotente
perché?
..Ve lo giuro, non lo so......non lo so....
So solo che questa è la sensazione che provo....mi guardo e mi dico che io sono bella perchè sono magra....

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 28 agosto 2008, 14:26

Io penso che questo argomento possa essere collegato con l'assenza di orgasmo...che poi sia anorgasmia vera e propria oppure semplicemente che non sai come fare a godere devi scoprirlo tu.
Se fossi in te andrei in psicoterapia, per analizzare entrambi i problemi.

Avatar utente
ricciolina
Messaggi: 873
Iscritto il: 19 luglio 2007, 10:59

Messaggio da ricciolina » 28 agosto 2008, 15:37

Non sono piu un'adolescente.....è possibile, mi dico io, a 30 anni??????
secondo te solo le sdolescenti si ammalano di anoressia?
ci sei in mezzo e non te ne rendi neanche conto,
dici che vorresti essere non più di 45 kg... beh stai pur certa che se continui così, fra due tre o magari cinque anni ci arrivi.. l'anoressia non sempre lavora in fretta, a volte è più subdola, sta lì anche tutta la vita e come sempre quando te ne rendi conto è troppo tardi.

auguri, hai bisogno di aiuto.

Avatar utente
ricciolina
Messaggi: 873
Iscritto il: 19 luglio 2007, 10:59

Messaggio da ricciolina » 28 agosto 2008, 15:39

Per me la magrezza è uguale all'essere onnipotente....alla felicità....
mi dispiace dirtelo, ma allora non hai proprio idea di cosa sia la felicità.

Francesca75
Messaggi: 57
Iscritto il: 7 agosto 2008, 11:50
Località: Provincia di Bologna

Messaggio da Francesca75 » 28 agosto 2008, 15:59

ricciolina ha scritto:
Per me la magrezza è uguale all'essere onnipotente....alla felicità....
mi dispiace dirtelo, ma allora non hai proprio idea di cosa sia la felicità.

Me lo sono detta spesso Riccolina...l'ho scritto anche nel mio diario...

Francesca75
Messaggi: 57
Iscritto il: 7 agosto 2008, 11:50
Località: Provincia di Bologna

Messaggio da Francesca75 » 28 agosto 2008, 16:01

doomgeneration ha scritto:Io penso che questo argomento possa essere collegato con l'assenza di orgasmo...che poi sia anorgasmia vera e propria oppure semplicemente che non sai come fare a godere devi scoprirlo tu.
Se fossi in te andrei in psicoterapia, per analizzare entrambi i problemi.
Grazie per le tue risposte...in tutti i miei topic...
Si, lo diceva anche la mia dottoressa che il sesso e il cibo sono spesso correlati..
lei mi diceva che è come se io mi autopunisca....privandomi del cibo...e provandomi delle "gioie del sesso".....

Avatar utente
Psyduck
Messaggi: 159
Iscritto il: 22 giugno 2007, 19:04

Re: La magrezza come "senso di onnipotenza"..

Messaggio da Psyduck » 28 agosto 2008, 16:31

Non so molto dell'argomento, anzi... non voglio sbilanciarmi in opinioni personali, riporto un opinione dall''ALTO':
Francesca75 ha scritto: Entro nei negozi e posso pormettermi la taglia 38....e volo in paradiso....
Piu mi vedo magra e piu mi sento euforica.....mi sento ONNIPOTENTE...
E quando invece prendo su magari 1 kilo o due mi sento uno schifo....mi guardo allo specchio e mi odio...non so il perchè
Sono alta 1,68 cm e attualmente peso 48 kili....ma il mio non plus ultra sarebbe pesarne non piu di 45....
Per me la magrezza è uguale all'essere onnipotente....
Secondo Hilde Bruch il comportamento di una persona anoressica rappresenta un tentativo frenetico di ottenere ammirazione e conferma come persona unica e speciale con qualità straordinarie(in contrapposizione con l'idea spesso sviluppata nell'infanzia di 'esistere in funzione della madre').

Francesca75
Messaggi: 57
Iscritto il: 7 agosto 2008, 11:50
Località: Provincia di Bologna

Re: La magrezza come "senso di onnipotenza"..

Messaggio da Francesca75 » 28 agosto 2008, 16:34

Psyduck ha scritto:Non so molto dell'argomento, anzi... non voglio sbilanciarmi in opinioni personali, riporto un opinione dall''ALTO':
Francesca75 ha scritto: Entro nei negozi e posso pormettermi la taglia 38....e volo in paradiso....
Piu mi vedo magra e piu mi sento euforica.....mi sento ONNIPOTENTE...
E quando invece prendo su magari 1 kilo o due mi sento uno schifo....mi guardo allo specchio e mi odio...non so il perchè
Sono alta 1,68 cm e attualmente peso 48 kili....ma il mio non plus ultra sarebbe pesarne non piu di 45....
Per me la magrezza è uguale all'essere onnipotente....
Secondo Hilde Bruch il comportamento di una persona anoressica rappresenta un tentativo frenetico di ottenere ammirazione e conferma come persona unica e speciale con qualità straordinarie(in contrapposizione con l'idea spesso sviluppata nell'infanzia di 'esistere in funzione della madre').
E' esattamente il modo in cui avrei sempre voluto sentirmi....unica e straordinaria....

Avatar utente
Aikiko
Messaggi: 198
Iscritto il: 12 giugno 2008, 21:52

Re: La magrezza come "senso di onnipotenza"..

Messaggio da Aikiko » 28 agosto 2008, 18:24

Francesca75 ha scritto:Sentirmi dire che son troppo magra è alle mie orecchio il piu bel complimento che mi si potrebbe fare....Entro nei negozi e posso pormettermi la taglia 38....e volo in paradiso....
Piu mi vedo magra e piu mi sento euforica.....mi sento ONNIPOTENTE...
E quando invece prendo su magari 1 kilo o due mi sento uno schifo....mi guardo allo specchio e mi odio...non so il perchè. Non sono piu un'adolescente.....è possibile, mi dico io, a 30 anni??????
Cara Francesca, ti capisco perfettamente. Io di anni ne ho quasi quaranta quindi la mia adolescenza è ancora più lontana della tua. Sono sempre stata quella che si dice una "finta magra", sempre qualche chilo di troppo ma che, sotto i vestiti non si vedeva. Ho sempre fallito tutte le diete che ho iniziato ma non era un grosso problema. Poi, l'anno scorso, mia madre si è ammalata ed è morta dopo pochi mesi di sofferenza e io ho iniziato a dimagrire. Ho perso 15 chili senza fare niente di particolare e, anche adesso, sto continuando questo lento ma inesorabile dimagrimento. Non mi definirei anoressica (1,70 x 60 chili), però capisco perfettamente le sensazioni che descrivi. Questo sentirsi onnipotente quando la bilancia ti dice che hai perso ancora un chilo, quasi come se si fosse raggiunto chissà quale obiettivo. Sentirsi dire "ma quanto sei dimagrita!" è l'unica cosa che, in questo anno terribile, mi ha dato un minimo di soddisfazione. Razionalmente, come te, capisco che è qualcosa di profondamente patologico ma non riesco a farne a meno.
Un abbraccio

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 1 settembre 2008, 16:44

ogni persona è unica e straordinaria...dove trovi un'altra come te? e certo questa cosa non dipende dal peso.dipende da come ci si sente detro. da quanto una persona sa "risplendere" da dentro...non so se mi sono spiegata :(
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Avatar utente
dama
Messaggi: 70
Iscritto il: 24 agosto 2008, 16:09

Messaggio da dama » 9 settembre 2008, 13:31

Io ne so qualcosa invece. Perché una volta ero come te. Ringraziando Dio, il mio psichiatra, il mio cane e me stessa ho aperto gli occhi e sono uscita da quest'incubo, ormai da anni.

Fossilizzarsi su un aspetto della vita, sul peso in questo caso che si può controllare a proprio piacimento, inibendo l'istinto più atavico e bello che c'è in noi (quello della fame appunto), significa non guardare al resto che ci fa paura. Significa chiudersi sotto una cappa di vetro, senza sapere che quando il sole batte ci si brucia. E' il timore di vivere, di confrontarsi col mondo e con le sofferenze della quotidianità, che impone di restare ancorati ad una mera stronzata come quella della magrezza a tutti i costi, seppur innaturale, che poi in realtà non piace prorio a nessuno, né a uomini né a donne nonostante i media propongano modelli di perfezione...ma attenzione di perfezione non di magrezza, che son due cose ben distinte cara...rifletti su quanto ti terrorizza vivere.

prima consulenza
Messaggi: 17
Iscritto il: 16 maggio 2010, 14:59
Località: roma

Messaggio da prima consulenza » 16 maggio 2010, 19:15

Ciao ragazze, mi ha colpito molto quello che dite perchè purtroppo è sempre più comune e sempre più ragazze non si sentono a loro agio nel proprio corpo.A volte questo disagio però è solo una punta dell'ice berg nel senso che il cibo nasconde spesso problemi emotivi su cui bisogna riflettere a seconda dei casi e delle esperienze vissute.Vi lascio con questo spunto di riflessione.....
Prima Consulenza
www.primecounselling.com
http://www.primecounselling.com/exec/in ... ge=italian

Rispondi

Torna a “Anoressia, bulimia, problemi con il cibo”