Marito urla e brutte parole....

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

frara76
Messaggi: 4
Iscritto il: 26 settembre 2009, 10:15

Marito urla e brutte parole....

Messaggio da frara76 » 26 settembre 2009, 10:24

scusate il mio intervento...
mio marito quando si arrabbia cioè sempre mi riempie di brutte parole, adesso è successo un'ora fa... "sei una testa di Ca...." "ma vaf...."" hai l'isteric...." ma"mi fai inc....."...urlando gridando diventando tutto rosso...
siamo sposati da tre mesi...e mi sto sentendo confusa triste da nn poter neanche riuscire a scrivere.
mi sento non rispettata...mio padre nn lo ha mai fatto con mia mamma ..mai

Avatar utente
sarina85
Messaggi: 499
Iscritto il: 31 ottobre 2005, 16:11
Località: Italia

Messaggio da sarina85 » 26 settembre 2009, 14:13

Ciao fra,
non ti era mai successo da fidanzati?

Avatar utente
Narciso Colorblind
Messaggi: 13
Iscritto il: 24 settembre 2009, 18:00

Messaggio da Narciso Colorblind » 26 settembre 2009, 16:25

Nell'altro topic che hai aperto http://www.argonauti.it/forum/viewtopic ... ght=#79288 dici che lui è sempre stato così, quindi ne sei sempre stata consapevole.
Cosa è cambiato da prima ad ora?

Ad ogni modo, tu cosa fai quando lui reagisce così? Avete provato a parlarne?

Avatar utente
sarina85
Messaggi: 499
Iscritto il: 31 ottobre 2005, 16:11
Località: Italia

Messaggio da sarina85 » 27 settembre 2009, 14:53

Ho letto ora l'altro topic.
Che dire, se lui è sempre stato così, non hai proprio scusanti :oops: mi spiace dirlo ma non capisco perchè tu te lo sia tenuto accanto pur sapendo che ti mancava già di rispetto a questo modo.

Avatar utente
sincerità
Messaggi: 301
Iscritto il: 1 giugno 2009, 14:38

Messaggio da sincerità » 27 settembre 2009, 15:24

sarina85 ha scritto: se lui è sempre stato così, non hai proprio scusanti
Se è vero quel che è scritto, e non c'è una qualche attenuante che noi non conosciamo, E' LUI QUELLO CHE NON HA PROPRIO SCUSANTI!!!

La violenza verbale non va sottovalutata. Come quella fisica può essere denunciata o considerata anche sotto punti di vista legali. Ammessa un'accettazione di lei prima, che può venir meno in qualsiasi momento, non trascuriamo la gravità del fatto!

Il mio consiglio è quello di fermarlo subito. Comincia con l'essere convinta tu del fatto che sta sbagliando e poi spiega a lui la cosa. Digli di farsi curare, non come insulto, ma ventilando proprio la possibilità almeno di un terapia di coppia.
Fu Verità!

frara76
Messaggi: 4
Iscritto il: 26 settembre 2009, 10:15

non è giusto giudicare

Messaggio da frara76 » 28 settembre 2009, 11:27

Ritengo sbagliata l'affermazione "non hai scusanti", ho chiesto aiuto per un lato del carattere di mio marito sicuramente violento e che mi fa stare davvero male, sino ad averne paura....ma questo non significa che lui sia solo quello...... volevo avere un aiuto su come affrontare questo specifico lato del carattere di mio marito...addirittura dirmi che "non ho scusanti"!!! per aver fatto cosa? per aver amato una persona con un difetto? con un problema? per non credere nel principe azzurro ma nel continuare a credere nella realtà delle cose? ossia che mio marito ha un difetto come me, come te, come tutti?
Volevo una via di condotta...una soluzione ....o credete sia meglio a tre mesi dal matrimonio mollare tutto? questo è un pensiero che nn mi ha mai sfiorato....almeno per ora...spero di nn pensarlo mai....ma spero invece di trovare un'alternativa, una via parallela che mi porti da lui e che mi aiuti a falo cambiare....o almeno mitigare questo suo aspetto ...non essenso del mestiere nn sapevo come fare ed ho chiesto aiuto....ma sentirmi dire che Non ho scusanti sinceramente...

Avatar utente
Narciso Colorblind
Messaggi: 13
Iscritto il: 24 settembre 2009, 18:00

Messaggio da Narciso Colorblind » 28 settembre 2009, 12:28

Come dici tu, tutti abbiamo dei difetti, dei problemi, delle cose che ci danno noie grandi e piccole. Stare insieme ad una persona significa anche conoscere queste cose, conviverci, trovare modi per affrontarle, insomma, si innescano dinamiche che fanno si che le cose proseguano, o si interrompano.
Se tu marito era così anche prima di sposarvi, ovviamente viene da chiederti perché non avete cercato di affrontare prima questa cosa, in previsione anche di un matrimonio.
Sono sicuro che quel "non hai scusanti" si riferisse a questo.
Nessuno ti sta dicendo che non va bene tenerti quest'uomo accanto, ma che forse sarebbe stato meglio prendere in mano il problema prima di scambiarvi le fedi.

Ma comunque ora la situazione è questa qui, quindi ti rinnovo le domande che ti ho fatto poco prima:
Avete mai provato ad affrontare l'argomento?

Avatar utente
sincerità
Messaggi: 301
Iscritto il: 1 giugno 2009, 14:38

Messaggio da sincerità » 28 settembre 2009, 13:26

Mi è piaciuto l'ultimo postato da color... perchè difende l'intervento in buona fede di Sarina che, tra l'altro, sempre contribuisce generosamente e in appoggio ad altri. :D
Quindi Fra scrivi tranquilla, qui nessuno giudica ....tranne me :mrgreen:

Ed io in questo caso giudico perchè alcuni gesti proprio non li sopporto, a prescindere, e in quel prescindere non m'interessa (per questo forse sbaglio) neppure se siamo in ambito matrimoniale o no.

Non si dicono parolacce a tua moglie come non si insulta nessuno! Chi insulta, a prescindere se sposato o meno, a prescindere dai problemi che può avere con la moglie o meno, secondo me va fermato, non semplicemente allontanato. E, giusto per non cedere alla stessa tentazione violenta, certo: va fermato con le buone e quindi tentando di capirlo, anche nel suo contesto. Però in certi casi mi sembra che più che pensare alla psicanalisi, basterebbe insegnare la buona educazione!
Fu Verità!

Avatar utente
sarina85
Messaggi: 499
Iscritto il: 31 ottobre 2005, 16:11
Località: Italia

Messaggio da sarina85 » 28 settembre 2009, 21:41

Fortunatamente almeno Narciso ha capito il mio intervento :wink:
Non volevo nè giudicarti nè offenderti. Intendevo dire che se tu conoscevi questo difetto, avresti dovuto in qualche modo adoperarti ancora prima del matrimonio perchè ora che vivete sotto lo stesso tetto le cose saranno sicuramente più complicate rispetto a quando vivevate separati da fidanzati.
Lui non si deve permettere di mancarti di rispetto nè di insultarti, ma devi essere tu ad evitare che questo si ripeta mettendo subito in chiaro che non ci stai ad essere trattata come una pezza da piedi.

Questo è quello che sinceramente penso. Se poi ritieni che il mio intervento non ti possa essere d'aiuto, saltalo :wink: in bocca al lupo.

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 29 settembre 2009, 15:20

no no per me è giustissimo dire che non hai scusanti, non che lui non ha scusanti.
non voglio permettermi di giudicare lui...perchè se esprimessi un giudizio su una persona che aggredisce ferocemente a parole (e poi nella vita non si sa mai...c'è sempre una prima volta anche per le mani...) la sua compagna, credo che sparerei insulti a raffica...perchè una persona così è una persona che non ha rispetto e una persona che non ha rispetto può fare qualsiasi cosa.......qualsiasi...mancanza di rispetto a casa mia significa mancanza di tutto, primo di amore, secondo di stima nei confronti della persona con cui si condivide la vita...significa considerare l'altro come uno zerbino.
lui non è solo questo? perfetto...potrà essere un genio della fisica, un letterato, una persona ironica o simpatica...ma per me quello del perdere il controllo tanto da farti addirittura venire paura è un difetto DOMINANTE, significa che i pregi che ha sono meno importanti rispetto a questo difetto che può portarlo a rovinarti la vita con la paura di essere chi sei o dire quello che pensi o vivere come vuoi vivere...a quel punto la tua vita non è più vita perchè vivi in funzione del non farlo incazzare per paura che ti urli dietro insulti e che magari un giorni ti tiri pure un ceffone....io proprio la storia d'amore in questo non la vedo.
ne ho degli esempi abbastanza vicini...e vedo solo una donna che fa la vita da martire...anzi "vita"
quindi se tu vuoi giustificarlo fai pure..se vuoi dire che non è solo questo prego...lo conosci tu...ma renditi conto che scrivi in un forum di psicologia in forma anonima perchè hai PAURA di tuo marito...pensa se ti becca la pagina web...allora si che hai ancora più paura.
se era così anche prima te la sei cercata eccome, perchè eri del tutto consapevole del tipo di persona con cui stavi, e le persone non si cambiano e non cambiano. quindi scusami, ma la responsabilità è tua.
lui sbaglia in pieno, ma non ha mai nascosto questa caratteristica. quindi tu HAI SCELTO lo stesso di stare con lui...responsabilità tua....mi dispiace se sono dura. questo a meno che lui non ti abbia minacciata...conosco ragazze che si sono sposate sotto minaccia del ragazzo di cui erano innamorate...
cosa puoi fare?! per cambiare lui niente. parlare è sempre utile, ma in questi casi credo proprio di no. come fai a dire a uno che ti prende a parole da anni che deve smettere? lo ha sempre fatto e lo farà sempre perchè è la sua valvola di sfogo o perchè lo fa sentire uno con le palle...non smette certo su richiesta.
quindi se vuoi restare con lui credo che tu debba abituarti a una vita di paura. altrimenti lascialo. ma credo che avresti paura anche di fare quello....
ma renditi conto che però te lo sei scelto tu....
scusami se sono stata cattiva...ma quando sento queste cose mi viene il nervoso. non hai scoperto che era così dopo che ormai lo avevi sposato, lo hai scoperto prima...e hai avuto così poca stima di te da tenerti uno che ti manda a fare in culo e ti chiama con epiteti più che discutibili...è una roba impensabile...potrebbe essere anche george clooney col cervello di einstein..anche se dubito che una persona realmente intelligente si comporti così...
Immagine

Avatar utente
sincerità
Messaggi: 301
Iscritto il: 1 giugno 2009, 14:38

Messaggio da sincerità » 29 settembre 2009, 22:57

C'è una canzone che dice che bisogna cercare di non essere più vittime, è quasi un dovere: giusto prenderne atto, anche se ci pare così brutto che gli altri si debbano permettere di metterci nelle condizioni di doverci difendere.
Frà va a finire che le prendi pure qua :wink: solo perchè non trovi il coraggio di non essere più vittima. Eppure, senza essere professionisti, ormai dovremmo sapere di certi meccanismi, di copioni già scritti, di vittime che poi diventano carnefici.


Una cosa forse però siamo riusciti a far capire (tutti insieme, ognuno a suo modo): non è una cosa così da poco. Se puoi una capatina da uno psicologo per farti consigliare, falla: è anche una cosa simpatica, detto per esperienza! Cmq qui capiterà anche che ti diano riferimenti competenti e precisi gli esperti che hanno occasione d'intervenire.
Fu Verità!

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 30 settembre 2009, 12:41

Le mani addosso?????????????????????????????
Scusa, ho letto bene??????????
Ti mette le mani addosso e ti insulta?????????????????????
Ma c'e' bisogno di uno psicologo??????
C'e bisogno di un bellissimo calcio nel sedere, di un altrettanto bellissimo vaffa..., magari di una scarica di legnate e di un avvocato.
Lontano, stacci lontana che piu' tempo passa e piu' te ne dara'....

Avatar utente
sincerità
Messaggi: 301
Iscritto il: 1 giugno 2009, 14:38

Messaggio da sincerità » 30 settembre 2009, 13:09

A Mà... :roll:
Frà non ha riportato di "violenza fisica", siamo noi a temere che da quella verbale a quella fisica il passo sia breve :oops:

Per il resto VAI pure ehh...se necessario, per legittima difesa.... :wink: : ma Maja dove la trovi tutta questa energia tu?
Fu Verità!

Antonietta Albano
Messaggi: 820
Iscritto il: 22 novembre 2005, 16:05
Località: Parma (Pr)

Messaggio da Antonietta Albano » 9 ottobre 2009, 9:05

Credo che la cosa più importante in qsto momento (a prescindere da quelo che è stato) sia di capire se qsta coppia possa "funzionare" : il disagio c'è, ma siamo sempre in due a gestire o no un rapporto di coppia.
Un aiuto da parte di uno psicosessuologo sarebbe ad ok, perchè va indagata sia la sfera affettiva che quella sessuale... capire le dinamiche che hanno permesso ad entrambi di instaurare un tale rapporto.

Proponi a tuo marito una consulenza per la coppia.
In bocca al lupo.
Dr.ssa Antonietta Albano (Psicologa e Pedagogista. Psicoterapeuta e Sessuologa.
Ambiti di intervento: Psicologia Clinica-Sessuologia Clinica-Psicologia Giuridica

"Non si vede bene che col cuore... l'essenziale e' invisibile agli occhi"! ).

*Lala*
Messaggi: 29
Iscritto il: 28 settembre 2009, 10:18

Messaggio da *Lala* » 9 ottobre 2009, 13:33

Anche io sono d'accordo con Twi.E temo anche che te lo sei sposato con la speranza che col matrimonio cambiasse. :roll:

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”