fra lei e l'altra

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Avatar utente
sincerità
Messaggi: 301
Iscritto il: 1 giugno 2009, 14:38

Messaggio da sincerità » 10 gennaio 2010, 12:24

scatto ha scritto:Sono convinto però che nell'amore, anche quello che sembra così puro, ci sia anche egoismo. L'ho amata tanto. Adesso sono molto fragile. .
Va bene, però per capire se l'ami ancora devi toglierli questi fronzoli adesso. Secondo me devi accantonare l'egoismo retrospettivo. La delusione retrospettiva. L'imperfetto (tempo e modo in questo caso) di quel "l'ho amata".

Adesso l'ami?

Vivi nel presente: è già tanto difficile così, che portarsi dietro passato e futuro tutto insieme, sempre, mi pare proprio troppo per la nostra fragilità.

Come si fa a capire se l'ami? Dovresti avere una voglia matta di andare da lei per stare con lei. Punto. Adesso invece hai voglia di L. Anche con L. intuisci la fugacità (fa parte della vita) però con lei vuoi stare Adesso. O non è vero neppure quello che provi per L.?
Fu Verità!

scatto
Messaggi: 78
Iscritto il: 18 ottobre 2009, 12:30

Messaggio da scatto » 12 gennaio 2010, 13:05

NO, su L. non ho dubbi. SIncerità, condivido ciò che dici sulla fugacità ma è L. che desidero. Non so se è perchè è più facile stare con lei, nel senso che è tutto da scrivere ancora (è più facile costruire che ricostruire), non so perchè... INtravedo con lei l'essere sereno, se non felice, e poi, cosa per me non trascurabile, l'intesa sessuale che all'inizio era solo fisicità adesso si è approfondita ed è diventata anche coinvolgimento emotivo, non è solo sesso, è fare l'amore, non so se mi spiego.
Con M. sono stato chiaro, non è vero che non sono deciso. COsa intendete per decisione? Trattare male una persona che si è amato e a cui si vuol bene? Non rispondere al telefono? CHiuderle la porta in faccia nel caso si presenti dietro la porta di casa (cosa che, fra l'altro, mi ha annunciato che farà a breve)? Perchè dobbiamo essere costretti a comportarci contro la nostra indole?

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 12 gennaio 2010, 14:05

Per me essere decisi vuol dire essere fermi. E si, se necessario, non rispondere al telefono..
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 13 gennaio 2010, 12:54

Scatto, è davvero bello quello che stai provando e sì, sappiamo (almeno io so) di cosa parli quindi ti dico non lasciartelo scappare...non importa che sia fugace o meno, alla fine lo scoprirai più tardi, ma non avere più dubbi nei riguardi di M...
Purtroppo essere decisi come dice Novembre significa anche non rispondere al telefono se necessario, o non aprirle la porta se si dovesse presentare (anche se non credo...). Sicuramente le faresti meno male così che continuando ad illuderla che c'è una speranza, se il tuo problema è questo, cioè la paura di farla stare male. Non devi sentirti in colpa, la vita è così... non è facile ma devi scegliere il male minore... staccarti definitivamente da M. ti farebbe solo bene, e magari riusciresti a vivere le cose con L. in modo più sereno e costruttivo (non che tu non lo stia già facendo).

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 13 gennaio 2010, 13:16

doomgeneration ha scritto:Scatto, è davvero bello quello che stai provando e sì, sappiamo (almeno io so) di cosa parli quindi ti dico non lasciartelo scappare...non importa che sia fugace o meno, alla fine lo scoprirai più tardi, ma non avere più dubbi nei riguardi di M...
Purtroppo essere decisi come dice Novembre significa anche non rispondere al telefono se necessario, o non aprirle la porta se si dovesse presentare (anche se non credo...). Sicuramente le faresti meno male così che continuando ad illuderla che c'è una speranza, se il tuo problema è questo, cioè la paura di farla stare male. Non devi sentirti in colpa, la vita è così... non è facile ma devi scegliere il male minore... staccarti definitivamente da M. ti farebbe solo bene, e magari riusciresti a vivere le cose con L. in modo più sereno e costruttivo (non che tu non lo stia già facendo).
Concordo con quanto dice Doom. Ciò che provi per L. è un sentimento davvero prezioso, che purtroppo non capita tutti i giorni di provare. E forse la sua forza e bellezza sta proprio nel viverlo così come viene, senza pretese, senza aspettative...
Da fuori sembra tutto meno confuso rispetto a come lo percepisci tu.
Come dice Doom, la vita è così... le relazioni finiscono, per quanto doloroso sia doverlo ammettere. Non ci sono colpe.
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 13 gennaio 2010, 13:32

Ciao Scatto...
Rispondo alla tua domanda, " Se il tuo ex, dopo la separazione, avesse fatto un dietr-front mostrandoti quando fosse cambiato per te, come ti sentiresti?"...
Ti rispondo...
Il mio ex ha TENTATO, negli ultimi 5 anni, di far dietro-front mille volte, giurando e sacramentando che sarebbe cambiato per me... un'altra chance please... un'altra ancora please.... ancora una, please...
Chi nasce tondo, non puo' morire quadrato...
Si smussano gli angoli, si cerca un compromesso pur di vivere serenamente con la persona amata, ma il muro non si sposta...
Viviti la storia con L...., te lo dico col cuore.

scatto
Messaggi: 78
Iscritto il: 18 ottobre 2009, 12:30

dopo due mesi

Messaggio da scatto » 14 marzo 2010, 12:13

Eccomi di nuovo qui dopo due mesi
ho provato a fare come mi avete suggerito
Staccare un po' la spina
In realtà è stato difficilissimo. Sono successe tante cose e voglio raccontarvele per chiedervi cosa ne pensate.
La mia ex (M., ve lo ricordate?) è ancora aggrappata all'idea di riavermi.
Mi si è presentata un paio di volte con la valigia sotto casa. Le ho aperto, ho dormito con lei nella stessa casa (senza sfiorarla nemmeno però) la prima volta, la seconda invece no, non le ho aperto e ho sofferto e soffro come un cane.
Con L., la mia attuale ragazza, va tutto bene in apparenza. Lei è attaccatissima a me, mi adora, io sto benissimo con lei ma sento che c'è qualcosa che non va. Sono io a essere sbagliato? Non mi accontento mai?
L. è praticamente perfetta. DOlce, gentile, accogliente, non sottomessa, anche forte ma molto femminile, molto sensuale... Ha poco più di vent'anni però e non me la sento di chiederle di andare a convivere. Non credete sia troppo prematuro? Mi rendo conto invece di avere bisogno di un focolare, è l'ora di "sistemarsi" mi sa, ho bisogno delle domeniche mattina in cui una donna in casa si occupa della cucina e io vado giù a comprare il giornale (non so se mi spiego, prendetemi per rincoglionito ma è così). L. la mia ragazza non ha pretese particolari, non è una con strane idee in testa come molte 20enni di oggi... ma in questa figura del focolare riemerge sempre l'idea e l'immagine della mia ex.... Soprattutto adesso che mi hanno richiamato per quel vecchio lavoro in giro per il mondo superpagato (si parla di cominciare prima dell'estate).
Sono passati due mesi, in sostanza, dal mio ultimo intervento qui, ma sono di nuovo da capo.... AIUTO!

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”