Cerco consigli ed aiuti

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Dadix
Messaggi: 12
Iscritto il: 27 dicembre 2009, 12:48

Cerco consigli ed aiuti

Messaggio da Dadix » 27 dicembre 2009, 13:23

Ho 30 e nessuna relazione sentimentale con le ragazze. Tutte quelle di cui mi sono innamorato, e a cui mi sono dichiarato, mi hanno sempre risposto con la classica frase "siamo solo amici".
Non so più cosa fare...sono stanco di questa situazione, mi sento un fallito, odio me stesso perché se sono sempre stato rifiutato la è causa mia...vorrei cambiare radicalmente ciò che sono, diventare un altro ma non ci riesco...non riesco a comportarmi come vorrei....secondo voi uno specialista potrebbe aiutarmi?

Grazie in anticipo a tutti quelli che risponderanno :)

Avatar utente
°°Orchidea°Selvaggia°°
Messaggi: 178
Iscritto il: 22 dicembre 2009, 15:52
Località: Bologna

Messaggio da °°Orchidea°Selvaggia°° » 27 dicembre 2009, 19:51

Uno specialista potrebbe di certo aiutarti.

In un forum è dificile ed improprio dare giudizi azzardati.
Ma ciò non toglie che si può entrare meglio nello specifico ed indirizzare qualche consiglio.

Già il fatto che tu ti sia dichiarato a quelle che ti piacevano è buon segno (ci sono persone più grandi di te che non si sono mai dichiarati con nessuna in vita loro per profonda timidezza e che vivono di amori platonici).

Tu dici che non ti piaci e che vorresti cambiare..
Cos'è che non ti piace di te? cos'è che vorresti cambiare?
|
| "Il ricordo della felicità non è più felicità, il ricordo del dolore è ancora dolore." (Albert Einstein)

Dadix
Messaggi: 12
Iscritto il: 27 dicembre 2009, 12:48

Messaggio da Dadix » 27 dicembre 2009, 20:17

Orchidea°Selvaggia grazie per la risposta :)

Cosa vorrei cambiare? Tutto! Vorrei essere meno timido, meno emotivo, più sicuro di me, più aperto, meno solitario....insomma tutto!

Per il fatto di essermi dichiarato....si forse è un buon sengo ma credo che sia un errore...forse sono io che l'ho fatto nei tempi e nei modi sbagliati, o semplicemente quando non dovevo, ma in genere mi pare di capire che non si debba fare...forse è più importante saper corteggiare (il classico "saperci fare")...ed è qua che sono negato...

Avatar utente
°°Orchidea°Selvaggia°°
Messaggi: 178
Iscritto il: 22 dicembre 2009, 15:52
Località: Bologna

Messaggio da °°Orchidea°Selvaggia°° » 27 dicembre 2009, 21:02

Corteggiare una ragazza non è facile.
E' un mix di equilibri particolari.
Saperla stupire, divertire, non adarci troppo in fretta ma nemmeno troppo piano.
Inoltre la sintonia reciproca è fondamentale.

Attenzione, non pensare che per stare con una donna non bisogna dichiararsi... forse magari puoi "tastare il terreno", corteggiare, vedere la sua disponibilità prima di farle la dichiarazione (cosa fondamentale per la riuscita definitiva della conquista).

Forse in passato hai agito d'impulso, ti sei dichiarato troppo in fretta, ma non c'è nulla di sbagliato se te lo sentivi profondamente di farlo.
Dopotutto ogni cosa ci serve per imparare a migliorarci.

Inutile dire che l'attrazione fisica svolge un ruolo fondamentale.
Ma il carisma attrae molto di più.

Il fascino attira le donne più che la bellezza.

Quali sono le tue qualità migliori? le cose di cui sei fiero di te?
le qualità che senti "speciali" in te, quello che senti come un bel pregio caratteriale.
|
| "Il ricordo della felicità non è più felicità, il ricordo del dolore è ancora dolore." (Albert Einstein)

Dadix
Messaggi: 12
Iscritto il: 27 dicembre 2009, 12:48

Messaggio da Dadix » 27 dicembre 2009, 23:37

Purtroppo la mia emotività non mi permette di essere abbastanza razionale in questi frangenti...tendo ad essere troppo istintivo e questo non va bene...come posso ottenere quel mix di equilibri di cui parli se emotivamente non sono equilibrato?

Quali sono le qualità migliori di me? Ora come ora non lo so...o meglio, non so se servono o se sono così buone....

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 28 dicembre 2009, 1:20

vedila così...non devi cambiare tutto!
cioè una volta che riesci con un percorso a capire e risolvere la tua insicurezza e magari scarsa autostima, il resto viene da solo, spontaneamente. poi ovviamente non ci si può snaturare, ma riuscirai a valorizzarti di più, e senza cambiare te stesso, ma solo la sicurezza che hai in te stesso, riuscirai a vivere meglio!
Immagine

Dadix
Messaggi: 12
Iscritto il: 27 dicembre 2009, 12:48

Messaggio da Dadix » 28 dicembre 2009, 12:15

Sicuramente sul fronte sicurezza ed autostima son messo male ^^
però non è facile apprezzarsi ed essere sicuri di sé quando continui a fallire in un certo ambito...entri così in un circolo vizioso che ti porta sempre più in basso e che nemmeno il sostegno degli amici, l'opinione che loro hanno di te, riesce a spezzare...che poi è logico, l'unico che può e che deve interrompere questo loop sono io....solo che ora come ora non ne ho la forza...mi sento come una pila scarica che ha appena l'energia necessaria a rimanere in vita....

Avatar utente
°°Orchidea°Selvaggia°°
Messaggi: 178
Iscritto il: 22 dicembre 2009, 15:52
Località: Bologna

Messaggio da °°Orchidea°Selvaggia°° » 28 dicembre 2009, 20:06

Gli amici a volte purtroppo non sono il massimo della vita nel sostenere una persona.

Ma tu non lasciarti influenzare, dopotutto sono solo opinioni.
Chi ti vuole bene davvero ti sostiene sempre.

Prova a dirmi i tuoi pregi migliori, quelli di cui TU vai fiero di te.
E le cose che gli altri apprezzano di più di te come persona.
Non esitare, ognuno di noi ha dei pregi (chi di più e chi di meno, chi pregi grandi e chi pregi normali... ma ognuno li ha).
|
| "Il ricordo della felicità non è più felicità, il ricordo del dolore è ancora dolore." (Albert Einstein)

Dadix
Messaggi: 12
Iscritto il: 27 dicembre 2009, 12:48

Messaggio da Dadix » 30 dicembre 2009, 14:19

In questo periodo, nel tentativo di capire i miei difetti, ho chiesto a diverse amiche cosa cambierebbero di me. La risposta è sempre stata la stessa: niente. Salvo un po' la timidezza, insomma dovrei lasciarmi andare di più.
Sempre in questo periodo ho ricevuto, involontariamente, un profondo segno di stima da diverse persone a care...tanto profondo da lasciarmi "scosso"...

Mi chiedi cosa mi piace e cosa piace di me? Allora: sono simpatico, ho un buon senso dell'humor, curioso, fantasioso, mi hanno detto che ho la faccia simpatica, da persona buona e che sono gentile (affermazioni che mi hanno infastidito...lo ammetto), interessante, interessato, easy e nell'intimità (ma questo non lo do a vedere) affettuoso e tenero....così mi vedo io, sia in base al mio sentire sia in base a quello che mi è stato detto...ma forse mi sopravvaluto...non so...

Avatar utente
°°Orchidea°Selvaggia°°
Messaggi: 178
Iscritto il: 22 dicembre 2009, 15:52
Località: Bologna

Messaggio da °°Orchidea°Selvaggia°° » 30 dicembre 2009, 17:28

Bene, l'importante è che tu abbia una buona autostima di te.
Dici che ad autostima eri messo male invece guarda qui che bell'opinione hai di te!

Evidentemente devi unire alla tua bontà d'animo un pizzico di determinazione quando vuoi conquistare una ragazza.

Il senso dell'umorismo è fondamentale (almeno a mio parere) nel rompere il ghiaccio e per entrare in sintonia con una persona.

Allora perchè vorresti cambiare tutto se tutti ti reputano "perfetto" così come sei?
Evidentemente ti senti "sbagliato" solo perchè a volte non riesci ad ottenere quello che vuoi, ma questo non vuol dire che sei sbagliato, anzi.
Devi rimanere quello che sei per ottenere quello che vuoi davvero.
E magari con un pizzico di autostima in più quando ti punti sul voler ottenere qualcosa potrebbe aiutarti ad avere in pugno la situazione, con la vita come con le donne.
|
| "Il ricordo della felicità non è più felicità, il ricordo del dolore è ancora dolore." (Albert Einstein)

Dadix
Messaggi: 12
Iscritto il: 27 dicembre 2009, 12:48

Messaggio da Dadix » 31 dicembre 2009, 13:07

Ma forse mi sopravvaluto...forse penso di avere certe qualità ma invece non è vero...non lo so...

Perché vorrei cambiare? Perché mi sento goffo, impacciato...non so mai cosa fare, cosa dire, non mi sento mai all'altezza...cosa ho da offrire io? Perché una ragazza dovrebbe innamorarsi di me?
E se già in passato ero pieno di paure, adesso la situazione è anche paggiorata...so di essere un'anomalia e questo mi frena ancora di più...per questo vorrei essere diverso...vorrei non avere paure, fregarmene di tutto e di tutti...uno di quelli che vede una ragazza in un bar e attacca bottone, che sa come fare...che ci sa fare...

Antonietta Albano
Messaggi: 820
Iscritto il: 22 novembre 2005, 16:05
Località: Parma (Pr)

Messaggio da Antonietta Albano » 2 gennaio 2010, 16:52

Ciao,
il disagio che stai vivendo è prettamente esistenziale e, direi, che un bravo terapeuta potrebbe aiutarti a "ri-trovare te stesso"!!
Non c'è una regola generale: bisogna essere se stessi.
Attraverso la terapia possiamo, realmente, con pazienza e motivazione capire ciò che ci succede intorno. Un po' difficile da spiegare a parole ma, credimi, si tratta di un percorso importante, perchè di crescita personale!
Un abbraccio :wink:
Dr.ssa Antonietta Albano (Psicologa e Pedagogista. Psicoterapeuta e Sessuologa.
Ambiti di intervento: Psicologia Clinica-Sessuologia Clinica-Psicologia Giuridica

"Non si vede bene che col cuore... l'essenziale e' invisibile agli occhi"! ).

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 2 gennaio 2010, 17:29

Antonietta Albano ha scritto:
Non c'è una regola generale: bisogna essere se stessi.
è questa la regola generale.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 2 gennaio 2010, 17:35

parli di gente che sa "attaccare bottone con una ragazza al bar"
mah, sarà l'età ma io ci credo poco ai bottoni attaccati al bar dopo i 30.
o forse è il fatto che non ho mai frequentato bar.

mai provato a pensare a internet come strumento per allacciare nuove relazioni?

conosco personalmente due persone (un'amica e un conoscente - neppure bello né affascinante) che hanno trovato rispettivamente marito e moglie attraverso le chat. il secondo ha già pure una bambina.

Dadix
Messaggi: 12
Iscritto il: 27 dicembre 2009, 12:48

Messaggio da Dadix » 2 gennaio 2010, 20:14

Intanto Buon Anno nuovo a tutti e grazie ancora per i consigli che mi date.

Dottoressa, la ringrazio molto per la risposta.
In effetti sono in piena crisi esistenziale. E' già da un anno che sto così da quando, dopo un altor rifiuto, mi sono come "svegliato" e mi sono accorto della mia situazione. Rendersi conto a 29 (all'epoca) anni di non avere nessuna esperienza con le donne è stato piuttosto traumatico e mi ha messo addosso una forte ansia che mi ha spinto a mettermi in discussione per risolvere in fretta la mia situazione...purtroppo dopo un anno sono ancora al punto di partenza...ecco perché ho pensato di rivolgermi ad uno specialista.

Essere se stessi? Non so...più esco la sera e più mi sento inadeguato...

Davide49, sì ho provato (e sto provando), anche la strada della rete. Mi è capitato di uscire con qualche ragazza...ma niente...l'unica che mi interessava e molto anche, mi ha detto sempre le solite parole "non hai niente che non va ma ti vedo solo come un amico"...sto pensando anche di iscrivermi ad un sito di incontri...però ho paura che non basti...per questo vorrei cambiare.

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”