la mia storia che non comincia e non finisce...

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
sandravatar
Messaggi: 2
Iscritto il: 2 giugno 2010, 22:15

la mia storia che non comincia e non finisce...

Messaggio da sandravatar » 2 giugno 2010, 22:28

buonasera,

ho 26 anni. vi racconto la mia storia... l'estate scorsa mi mi sono iscritta ad una chat. uscivo da un anno difficile, in cui ho deciso di rompere definitivamente con un ragazzo di cui sono stata molto presa per anni e con cui però la storia non è mai decollata. un anno fatto di forte ansie per lo studio e momenti difficili.
tra tanti viscidi, conosco un ragazzo simpatico. qualche chiacchierata, scambio di numeri di telefono e poi lui mi chiede di uscire. è più grande di me ed abita piuttosto lontano, ma decido di accettare. anche perchè ho bisogno di distrarmi. la prima uscita è un po' imbarazzante, ma ci troviamo bene. scherziamo e la serata è piacevole. mi chiede di rivederci e al secondo incontro... ci prova! io rimango molto spiazzata. non ho molte esperienze alle spalle, questo un po' mi imbarazza. e non sono abituata così... mi piace conoscere bene una persona, esserle amica prima di starci insieme. poi io sono una persona tranquilla, con i miei tempi... e la modalità con cui ci siamo conosciuti mi lascia perplessa... tuttavia decido di stare al gioco. intendiamoci, lui non ha proprio l'aria del maniaco affamato, tutt'altro: è gentile, carino, divertente. forse solo un po' frettoloso...
cominciamo ad uscire con regolarità. passiamo qualche giorno al mare da soli. tutto bene, solo che io continuo a sentire che manca qualcosa... che non doveva andare così in fretta... e invece lui sembra molto preso. vuole correre, correre... anche a letto. e io non l'ho mai fatto. mi dice che mi vuole bene e io non riesco a rispondergli...
d'altra parte col tempo imparo ad affezionarmi a lui. anche perchè è spiritoso, mi da attenzioni, sorprese... tuttavia in me cresce questa sensazione che manchi un pezzo, l'irrazionalità. quel qualcosa che fa perdere la testa. è la mia prima vera relazione ma ho sempre immaginato che le cose debbano andare così.
allora lo lascio. lui ci rimane molto male. non ci sentiamo per mesi, poi ci riavviciniamo. anche perchè un po' mi manca e sento di non essermi concessa fino in fondo questa occasione. dopo un po' ritorniamo insieme. io mi impegno di più, lui torna ad essere carino con me, proviamo anche a fare l'amore. sembra tutto a posto, ma... di nuovo sento che qualcosa non va. ho paura di essermi lasciata troppo andare. ho paura di deluderlo. è un bravo ragazzo, c'è intesa, mi piace ma... non so, manca qualcosa.
lo lascio di nuovo. di nuovo stiamo male, tutti e due. perchè mi spiace tanto farlo soffrire.
ora abbiamo ricominciato a vederci. io sto bene con lui ma non voglio ricominciare da capo. vorrei continuare a frequentarlo ma non starci insieme... non me la sento e adesso sento forse di dovermi dedicare a finire gli studi. magari un giorno cambierà qualcosa. forse continuando a frequentarci "come amici" le mie sensazioni cambieranno e nascerà qualcosa di diverso. forse... ne abbiamo parlato a lungo. lui dice che vorrebbe di più, che è innamorato. fa fatica a credere che a quello che dico di provare. ho paura di farlo soffrire. mi sento una str.... cosa devo fare?
a volte mi assalgono le domande, il dubbio di fare una cazz... non so, dopo un anno che lo conosco, a volte ho la sensazione di aver sbagliato tutto con lui... ma cosa si posso fare se sento che manca qualcosa?

vorrei i vostri pareri e un consiglio... in particolare dalla dottoressa
grazie per l'aiuto

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: la mia storia che non comincia e non finisce...

Messaggio da Davide49 » 3 giugno 2010, 12:58

sandravatar ha scritto: ... tutto bene, solo che io continuo a sentire che manca qualcosa... in me cresce questa sensazione che manchi un pezzo ... ho paura di deluderlo. è un bravo ragazzo, c'è intesa, mi piace ma... non so, manca qualcosa... ma cosa si posso fare se sento che manca qualcosa?
perché non provi a definire meglio questo "qualcosa" che manca?

Avatar utente
Sergio67
Messaggi: 813
Iscritto il: 26 febbraio 2009, 15:23

Messaggio da Sergio67 » 3 giugno 2010, 13:20

Le nostre sensazioni vanno certamnte rispettate, ma per certi versi non è neanche corretto farsene dominare.
Questo qualcosa che senti mancare non necessariamente dipende da questo ragazzo o dalla tua relazione.
Potrebbe anche essere che ti stai facendo tu delle aspettative eccessive. Magari immagini una relazione come qualcosa che debba essere continuamente "elettrizzante" e "scintillante" quando questo è materialmente impossibile.
O anche che questa sensazione di mancanza sia un modo che ha il tuo inconscio per esprimere una tua paura, per frenarti e non permettere a questa relazione di diventare qualcosa di più.
Oppure manca veramente qualcosa, anche se non sai ancora cosa.
Oppure altro ancora.
Ci sono molte spiegazioni, ma solo tu puoi sapere in cuore tuo quali sono i tuoi veri motivi.

In questo senso il consiglio di Davide di cercare di definire questo "qualcosa" è certamente prezioso. Chissà che non scopri qualcosa di importante.

Infine, riguardo al far soffrire questo ragazzo, io credo che non può essere questa la motivazione principale. Non puoi pensare di soffrire tu per non far soffrire lui, perché alla fine lo faresti comunque soffrire ugualmente. Devi cercare la tua felicità. Piuttosto chiediti perchè sei stata male quando vi siete lasciati.
Cos'è che ti ha fatto soffrire?
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)

sandravatar
Messaggi: 2
Iscritto il: 2 giugno 2010, 22:15

grazie

Messaggio da sandravatar » 3 giugno 2010, 15:10

ciao, grazie delle vostre risposte...

E' difficile spiegare cos'è questo "qualcosa che manca"... ci provo.
ho sempre pensato che quando si incontra la persona giusta si capisce immediatamente che lo è. a pelle, senza ragionamenti... analizzando tutto razionalmente questo ragazzo ha le caratteristiche per piacermi (fisicamente, come carattere, come modo di scherzare ecc.). ma devo soffermarmi su queste cose e analizzarle per arrivarci... non so come dire. se non lo vedo o non lo sento per qualche giorno non mi manca. penso a lui ma non mi manca. non riesco a dirgli "ti voglio bene", in modo spontaneo. quando mi allontano è sempre lui a cercarmi.
io sto bene anche da sola. cioè se non solo al settimo cielo lo attribuisco ad altri problemi ed ansie, non a questo rapporto. e quando ci frequentiamo più assiduatemente, non dico che mi pesa, ma non sto ad aspettare con ansia la prossima volta che lo vedrò...

allo stesso tempo mi rendo conto che non riesco ad allontarmi completamente da lui. non rifiuto le sue attenzioni e mi fa piacere passare del tempo insieme. insomma non vorrei perderlo del tutto, questo sì.
il mio dubbio è se sto sbagliando qualcosa. se c'è qualcosa che non va nel mio modo di pensare e nel modo in cui affronto la cosa. soprattutto ho molta paura di far soffrire una persona a causa di come sono fatta e di come mi comporto...
l'idea di perderlo e questi dubbi mi hanno fatto scegliere di riprovare a stare insieme. anche oggi so che potrei farlo, che andrebbe bene per un po', ma che poi le sensazioni negative tornerebbero a farsi vive.

noto che nelle vostre risposte ci sono delle cose in comune rispetto a quanto mi dice lui e alle sue difficoltà a capire. il punto di vista maschile sotto questo aspetto mi è molto utile, ma forse il parere di ragazze o donne (in particolare la dottoressa) può essere più utile perchè possono capire più da vicino cosa sento... non so. senza offesa x nessuno...

grazie ancora

ragazzatriste
Messaggi: 14
Iscritto il: 16 aprile 2010, 21:05

Messaggio da ragazzatriste » 9 giugno 2010, 12:08

Ho scoperto che noi non decidiamo un bel niente. È la chimica a decidere per noi. Un amore nasce, si evolve, e poi muore. Il colpo di fulmine non dipende da noi, ma dalla dopamina. La dopamina è un neurotrasmettitore che controlla i riflessi visivi e uditivi: se lo stimolo è forte invia segnali di attrazione a tutto il corpo, le pupille si dilatano, il viso arrossisce… Dopo il colpo di fulmine c’è l’innamoramento! L’innamoramento? È la serotonina! A ogni incontro con l’amato si intensifica il desiderio con il ricordo del piacere provato e quindi con la voglia di riprovarlo. Così la dopamina aumenta a discapito della serotonina e qui ci ritroviamo in uno stato di alterazione cerebrale analogo a quello provocato da alcune droghe. A questo punto della relazione, subentra la tenerezza, che spinge alla fedeltà, a questo punto ci pensano la vasopressina e l’ossitocina, la natura li aveva inventati per creare il legame tra madre e figlio… Dopo tutte queste sostanze chimiche, il cervello si è assuefatto al cocktail e non reagisce più come prima. Per fortuna c’è l’endorfina! È una specie di oppiaceo naturale, induce dipendenza, riduce l’ansia infondendo calma e intimità! Si dice che l’endorfina è l’elemento essenziale dei rapporti più riusciti e duraturi. Ma allora non abbiamo capito proprio niente. Per riuscir ad essere fedeli o per riuscire a tradire senza sensi di colpa, basta cambiare pusher!

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 10 giugno 2010, 18:33

secondo me semplicemente non sei innamorata di lui. simpatico carino gentile, ci passi bene il tuo tempo, tutte cose ok, ma non significa essere innamorati di qualcuno se anche ci stai bene o tranquilla insieme.
non credo che la storia abbia motivo di esistere.
lo hai conosciuto in chat, hai accettato di uscirci, è anche quasi normale che lui ci abbia provato la seconda sera, mi stupisco che non lo abbia fatto già la prima. purtroppo è difficile non venire fraintesi quando si accetta di uscire soli più volte, tra l'altro dopo essersi conosciuti in chat, nemmeno in compagnia.. le chat purtroppo oggi hanno quella valenza.
la cosa credo ti sia sfuggita di mano, cioè forse tu volevi solo fare amicizia, forse se non ci avesse provato sarebbe rimasta solo amicizia. lui ci ha provato, tu ci sei stata e ti sei trovata incastrata in una storia, che non aveva ragione di esistere. una volta dentro non sei riuscita a uscirne. sei uscita dalla storia e ti sei sentita in colpa perchè lui è stato male. magari ti senti anche un po' sola, magari era un buon amico...quindi hai deciso di riprovare, un errore secondo me, ma a volte vale la pena di fare errori per capire meglio. adesso non rifarlo. tu non sei innamorata, altrimenti non ti mancherebbe questo misterioso pezzo...non è la persona per te, anche se ti ci diverti insieme o è un buon confidente o è gentile con te. lui vuole una storia, non un'amicizia. rispettalo.
Immagine

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”