dopo più 6 anni è tutto finito!!

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
peppeg
Messaggi: 3
Iscritto il: 1 ottobre 2010, 12:00

dopo più 6 anni è tutto finito!!

Messaggio da peppeg » 1 ottobre 2010, 13:38

salve a tutti, sono Giuseppe ed ho 25 anni.
La mia storia credo che sia molto simile a quella di tante altre, però in questo momento ho assoluta necessità di raccontarla a qualcuno.
Un giorno di circa 7 anni fa, quando io avevo da poco compiuto 18 anni, mi misi insieme ad una ragazza di 15.
Per me, lei è stata la mia prima ragazza (ed in questo momento l'unica). Lei invece usciva da poco da una storia di un anno con un ragazzo (di un anno più grande di me) e, anche se lei era molto piccola, quella storia le aveva sconvolto la vita, tanto che era stata con altri ragazzi prima di me ammettendo di averli presi per il c.... Dopo un po di tempo che ci frequentavamo, mi disse che con me non avrebbe fatto la stessa cosa, perchè provava delle sensazioni vere, infatti da allorà siamo stati insieme per più di 6 anni.
In 6 anni, ne abbiamo passate di tutti i colori, ci siamo divertiti, abbiamo passato dei momenti molto belli insieme, ma anche dei momenti brutti e come in tutte le storie ci sono state delle liti.
La ragione delle nostre liti sono sempre state diverse, da questioni serie a questioni futili, però ne siamo sempre usciti a testa alta.
Negli ultimi mesi però la frequenza di queste liti è aumentata in maniera insopportabile, a tal punto da riuscire a litigare per più di una volta al giorno e per diversi motivi (tra l'altro motivi stupidi).
A questo punto, stanco di questa situazione intollerabile, presi la decisone più dura da prendere in questi casi, l'ho lasciata.
I primi giorni devo dire che erano abbastanza tranquilli, ma non appena mi manda (verso le 2 di notte, pensando "a quest'ora, ancora in giro e senza di me, cosa diavolo starà facendo?") un sms dicendomi se il giorno dopo ci saremo visti per scambiarci ciò che ognuno aveva dell'altro. A questo punto mi è crollato tutto, io ero con i miei amici, ma era come se ero assolutamente solo.
Da quel gioro sono sempre rimasto chiuso in casa, con la scusa di studiare per prepararmi un esame (anche se i libri, pur avendoli d'avanti, non sono assolutamente riuscito ad aprirli) ed anche se vedo gli amici, mi sento sempre solo e inoltre, essendo che i miei sono anche i suoi amici, lei mi spunta da un momento all'altro.
Ieri infatti, stanco di stare chiuso in casa, sono andato da un mio amico. Ci trovavamo tutti fuori a parlare, quando ad un certo punto passa lei, con la macchina ed un'amica. Si ferma, scambia due parole col mio amico e poi se ne và. Io in quel momento mi sentivo morire.
Poi in serata, mi manda un sms dicendomi che mi aveva visto un poco strano e che le devo dare altre cose. A questo punto le rispondo che se voleva ci potevamo vedere appena finiva di lavorare, ma lei mi disse che non poteva perchè era impegnata (un'altra volta mi sono sentito il mondo addosso) se era possibile il giorno dopo, cioè oggi. Io le rispondo che se ero vivo, per me non c'erano problemi. A questo punto mi chiama per saper che intendevo dire con quella frase e ci mettiamo a parlare un pò. Parliamo delle solite cose, "come stai?"; "come và?"; "come stai affrontando la cosa?" e scopro che lei la stà affrontando molto meglio di me (anche se sono stato io a lasciarla), si è messa a bere, a fumare sigarette e se le era possibile anche altro. Inoltre mi confessa che questa separazione l'ha portata a riflettere su una cosa, cioè:
più di due anni fa, è morta una persona a lei molto vicina ed io in questo periodo, un po per ingenuità ed un pò per non dare fastidio alla sua famiglia (visto che è molto numerosa), non le sono stato abbastanza vicino, quindi lei pensa che d'allora il suo amore per me non è più cresciuto, anzi è andato diminuendo (senza però dirmi nulla in questi anni) ed alla mia domanda: "allora possiamo dire che da questa separazione, tu non stai perdendo molto?", la sua risposta è stata l'ultima cotellata, infatti mi ha dato un secco "si".
Dopo questa risposta, se prima mi sentivo una nullità, adesso penso proprio che la mia vita non ha senso che continua a restare in queto mondo, per questo motivo voglio chiedere aiuto a qualcuno, un consiglio su come comportarmi, sulle decisioni da prendere, una qualunque qualcosa insomma.
Vi ringrazio in anticipo e mi scuso se c'è qualche errore

Avatar utente
Sergio67
Messaggi: 813
Iscritto il: 26 febbraio 2009, 15:23

Messaggio da Sergio67 » 1 ottobre 2010, 14:05

So che potrà sembrarti banale, ma secondo me è la cosa più importante che puoi fare: prenditi cura di te.
Non incolparti di cose che non hai commesso, e perdonati gli errori che hai fatto. La vita offre sempre un'altra possibilità, a tutti.

So che forse è difficile crederlo per te in questo momento, ma devi avere fiducia. Soprattutto in te stesso.
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)

peppeg
Messaggi: 3
Iscritto il: 1 ottobre 2010, 12:00

Messaggio da peppeg » 1 ottobre 2010, 14:26

Sergio67 ha scritto:So che potrà sembrarti banale, ma secondo me è la cosa più importante che puoi fare: prenditi cura di te.
lo so, hai ragione, ma non so assolutamente come fare, vorrei studiare e non ci riesco, esco con gli amici e mi ritrovo lei d'avanti, per fortuna che adesso vado a Catania (visto che studio la) e almeno la c'è poco che mi fa pensare a lei, ma starò sempre chiuso in casa. non so!!

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 8 ottobre 2010, 0:07

Caro... caro Peppe.
Vai a Catania a studiare?....
Benissimo. A parte la citta' bellissima e i posti magnifici, potrai uscire e svagarti. Potrai e dovrai conoscere persone nuove, devi divertirti e studiare.
Come dice Davide, parole sante le sue, impara ad amarti...
Coltiva un interesse, iscriviti in palestra, organizza feste con i compagni d'universita'. Scappa dal posto dove c'e' lei e non voltarti indietro...
Adesso ti sembrera' la morte, ma sappi che non e' cosi. Te lo dice una che e' morta dal dolore e all'improvviso s'e' accorta cdi essere rinata...
Tutti, chi piu e chi meno, abbiamo sofferto per amore, e' dura durissima da superare e ti sembra che il mondo non serva piu', ma non e' cosi, NON E' COSI.... fidati.
Guradati attorno, per te ci sono nuove esperienze da fare, viaggi, ragazze da conoscere... scegli il meglio per te, fatti un giro nel "market della vita", non e' detto che tu non riesca a trovare una donna che ti sorprenda e ti ami piu' dell'altra...
Capito?
Sfrutta questo periodo per far esperienza, magari sara' lei a tornare, magari ne trovi un altra, magari ti piacera' fare lo scapolo e divertirti...
Divertiti... :D

peppeg
Messaggi: 3
Iscritto il: 1 ottobre 2010, 12:00

Messaggio da peppeg » 9 ottobre 2010, 10:56

grazie maja, credo che avete entrambi ragione. io ce la metto tutta a non pensarla, solo che adesso si è aggiunta una cosa in più, infatti ho scoperto che lei la stà prendendo malissimo e si stà facendo del male (nel senso che si è messa a fumare e a bere), ed io non voglio assolutamente che la persona che ho amato per più di 6 anni si faccia del male, anche perchè lei mi ha lasciato tante cose belle e non potrei mai parlarne male

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”