tra dire e il fare.....consigli....un po lunghetto...

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
peterpan
Messaggi: 2
Iscritto il: 26 novembre 2010, 9:33

tra dire e il fare.....consigli....un po lunghetto...

Messaggio da peterpan » 26 novembre 2010, 10:09

Innanzitutto un saluto a tutti,visto che mi sono appena iscritto.Veramente un gran bel forum.Sono qui xche' ho bisogno di qualche consiglio ma sopratutto di qualche risposta e capire se quello che penso e' giusto o no.
Mi scuso in anticipo per la lunghezza del post che cmq cerchero' di riassumere al meglio.Siamo una coppia io 37 leri 34 sposati da 13 anni e con 8 anni di fidanzamento..praticamente due bambini all'epoca.Siamo cresciuti in tutti i sensi ,insieme e siamo arrivati ad oggi in modo splendido.Chairamente, butto subito la' un qualcosa tanto per capirci, nè io nè mia moglie abbiamo mai avuto esperienze con altre persone e quando dico nulla intendo nè un bacio nè sesso o altro.Io e posso dire tranquillamente anche lei ci amiamo veramente nel senso piu stretto del termine.Siamo proprio l'uno complementare dell'altro...vi giuro non esagero..e' un rapporto bellissimo.Io sono sempre stato molto geloso (e anche lei ) ma non ci siamo cmq mai "limitati "nel senso non e' una gelosia ossessiva o morbosa..quella giusta gelosia che cmq ci vuole ,secondo me.Abbiamo un intesa perfetta in tutto e pe tutto e sessualmente ogni volta facciamo "l'Amore" con la A maiuscola senza inibizioni di sorta..siamo totamente aperti l'uno verso l'altro..e siamo arrivati ad un punto che sinceramente non saprei cosa desiderare di piu'...
PEro' da qualche tempo visto questo rapporto totalmente chiaro e sincero , IO ( e qui me ne prendo la colpa se colpa sia) ho cominciato a buttare la' discorsi sul come magari (visto che nessuno dei due ne ha mai avute) sarebbe provare un esperienza sessuale con un altra persona.Non prorpio detto cosi' ma partendo da lontano piano piano ci sono arrivato...La cosa mi eccita(va) molto sinceramente.L'amore e' una cosa e non e' in discussione ,pero' una curiosita' PENSO LECITA a quasi 40 anni,considerando e lo dico con tranquillita', che per molti anni ho lavorato all'estero e sopratutto in "solitudine" si sa...occasioni me ne sono capitate a decine negli anni ..senza voler passare per chissa chi..e' normale...eppure MAI in vita mia ho baciato un'altra donna che non sia mia moglie..figuriamoci sesso...
Ad ogni modo pensavo di trovare un po di "muro" ..invece ...anche lei che e' da un po che ci pensa.Insomma sono sempre stato il suo unico uomo e sinceramente un po di "curiosita'" l'aveva...provare a baciare un'altro per vedere l'effetto e magari se si sentiva andarci anche a letto..
E qui devo dire che se in un primo momento la cosa mi ha eccitato da morire , con il passare dei giorni.....un po meno.
Adesso saro' sincero...l'idea di fare sesso con un altra donna mi stuzzica parecchio..sia per curiosita' sia per "gioco"..io amo lei e non potrei mai amare nessun'altra...pero' tra il dire e il fare..c'e proprio tanto mare.Anche se lei e' d'accordo ,anzi ,dice che pensarmi a letto con un'altra la stuzicherebbe ulteriormente, io mi sento in "colpa" anche prima di cominciare...pure se c'ho il "permesso"; di contro pero' sempre sinceramente ,l'idea che in un primo momento mi eccitava, adesso un po' mi da da pensare..ok passi un bacio (anche se ....) pero' il sapere che un'altro uomo la tocchi e la possa avere...mi rode un po'...
Insomma sono molto combattuto;da una parte il saperla a fare sesso con un altro mi eccita pero' dall'altra l'idea poi pratica di sapergli le mani addosso di un altro e peggio la sua intimita' mi da molto fastidio...
Dal canto mio il pensiero di poter andare a letto con un'altra mi eccita tremendamente...pero' poi il sapere di volerlo fare realmente un po mi "incolpa"..anche se non so di cosa.
Ad ogni modo ne abbiamo riparlatro tranquillamente e diciamo gli ho spiegato che (poi pensate un po ' io ho tirato il sasso e ora ritiro la mano)
si tutto bello ,sono d'accordo e non ho nessun problema (quasi) se lei ha voglia di provare una cosa del genere, alla fine credo poi che sia plausibile togliersi una curiosita', pero' insomma cosi' trovarsi tra il dire e il fare....mi da un po fastidio..forse ho bisogno di abituarmi all'idea...sinceramente non so che dire.
La cosa che mi "tormenta" NOn e' il pensiero che lei si possa innamorare di un'altro...no assolutamente...lei lo sa che io tornero sempre e solo da lei e viceversa...ma il fatto che (e qui FORSE sta l'errore ) che un'altro "goda"(in tutti i sensi) di un qualcosa che io ho reputato e reputo SOLO MIO da sempre ...
Cmq adesso ,chiedo scusa per la prolissita', ma avevo bisogno di "parlare " con qualcuno che cmq capisce, spero ,quello che provo e soprtautto quello che voglio dire...
Alla fine le mie domande sono: E' giusto che io mi debba "sentire in colpa" se dovessi decidere di togliermi questa curiosita' ..? oppure dovrei prenderla piu con Tranquillita' e godermi il momento (sia mio che il suo) prendendolo proprio come un gioco e come uno "sfizio" tolto..con le conseguenze del caso? (se mai ce ne fossero?) ..alla fine potrebbe pure non piacerci (ne a me ne a lei) oppure si....oppure sbaglio comunque di principio a pensare che "lei " sia solo MIA? alla fine non me lasentirei nemmeno di "Impedirgli" di fare una cosa del genere..non credo che risolverebbe il "problema"..piuttosto allora mettermi tranquillo e viverci queste due "avventure?"...
grazie anche solo a chi avra' avuto la pazienza di leggere...

Avatar utente
rocco
Messaggi: 441
Iscritto il: 28 giugno 2006, 21:56

Re: tra dire e il fare.....consigli....un po lunghetto...

Messaggio da rocco » 26 novembre 2010, 19:40

peterpan ha scritto:......un'altro "goda"(in tutti i sensi) di un qualcosa che io ho reputato e reputo SOLO MIO da sempre ...
Questo è un ragionamento, scusa se te le dico, un po' maschilista.
peterpan ha scritto:oppure sbaglio comunque di principio a pensare che "lei " sia solo MIA?
Secondo me, sì.
Lei non ti appartiene e tu non appartieni a lei.
Siete due persone che si amano, che hanno un progetto di vita insieme e che camminano una a fianco dell'altra. Che vuol dire "lei è mia"?. Mica è un soprammobile....


A parte questa piccola polemica:
peterpan ha scritto:Alla fine le mie domande sono: E' giusto che io mi debba "sentire in colpa" se dovessi decidere di togliermi questa curiosita' ..?
oppure dovrei prenderla piu con Tranquillita' e godermi il momento
Avete avuto questa curiosità, secondo me anche molto naturale, e avete avuto il coraggio di parlarne.
Metterla un pratica?
Prima di tutto i tuoi sensi di colpa in un ragionamento del genere mi sembrano totalmente fuori luogo.
Secondo: hai ragione, potrebbe anche non piacervi, ma potrebbe anche soddisfare molte curiosità.

Tuttavia.
Quando si mettono in gioco emozioni, passioni ecc.....sai come inizia, ma non sai mai come può andare a finire e si può facilmente perdere il controllo.
Avete un bel dire: sarebbe solo sesso.
E se poi a uno dei due piacesse moltissimo e all'altro no?
E se uno dei due provasse sensazioni mai provate prima e l'altro si ingelosisse e ne soffrisse?
E se poi uno dei due si innamorasse?
Non puoi dire no a priori, perchè non puoi saperlo.

Quello che voglio dire è che dovete esserne davvero convinti e soprattutto liberi da sensi di colpa e gelosia (preventivi) che a mio avviso sembrano essere un campanello di allarme.

Insomma, siete davvero disposti a rischiare di buttare all'aria un rapporto bello e completo come è il vostro, per soddisfare un po' di curiosità?

Comunque una cosa non ho capito: vorreste cercare un'avventura extraconiugale ognuno per conto proprio? O provare una esperienza tipo scambio di coppia?

Ciao!
Sandra

peterpan
Messaggi: 2
Iscritto il: 26 novembre 2010, 9:33

Messaggio da peterpan » 27 novembre 2010, 0:40

Innanzitutto grazie della risposta o cmq del parere.Allora chiedo scusa se non quoto..non sono molto pratico
Ad ogni modo vorrei un attimo approfondire il discorso del "mio" che sicuramente potrebbe essere frainteso.Io non ho mai considerato mia moglie ne' come un oggetto ,ne' come un soprammobile. Io gli ho sempre dato massimo rispetto,massima liberta'..e tutto quello che e' o dovrebbe essere d'obbligo verso una donna e per lo piu verso chi si ama con tutto l'amore possibile..Il "MIO" era inteso pero' sotto un punto di vista puramente sessuale...cioe'lei e' libera e lo e' sempre stata di fare quello che si sentiva...pero'la sua "intimita'" anzi la "nostra intimita'" io la considero solo mia....a me il sapere che un'altra persona possa andare dove io considero solo" mio" mi da' fastidio..e fastidio non e' la parola giusta..e' molto piu che fastidio.Gelosia? sicuramente si...Egoismo?..bo non lo so..
Non so se mi sono spiegato meglio...non riesco in altro modo.Ad ogni modo e' tutto meno che maschilismo credimi..potrei tranquillamente,anzi,portare la bandiera da "femminista"...
Per il resto l'idea era che ognuno si facesse quella sua esperienza mai vissuta in gioventu'...
Io ho provato a fare buon viso a cattivo gioco,anche xche' realmente la cosa "sulla carta" mi sembrava eccitante e interessante..e poi alla fine xche' no?....poi a mente fredda..ho capito subito che tra dire e fare.....c'e tanto tanto tanto mare...e come ho detto sopra non mi piacerebbe proprio per nulla "vederla" a letto con un altro...e sinceramente nemmeno io a letto con un'altra..
Ho molto rispetto per il "sesso" e nonostante il primo a dover prendere la colpa sia io (sborone come il 90% degli uomini anche se non ho mai millantato nulla in vita mia) e convinto di essere "forte"..mi sono reso conte che invece non era cosi'..
Ormai mi ero "buttato" ..ma ho passato proprio una nottataccia..

Ad ogni modo ne approfitto del tuo intervento per dire che ,visto ch enon riuscivo proprio a digerirla sta cosa, oggi ne abbiamo riparlato e mi sono "aperto" completamente.Ho fatto il "mea culpa" in quanto alla fine l'unico autore di tutto questo casino sono stato io...facendo appunto lo "sborone" e gli ho spiegato che ,nonostante lei fosse libera di fare quello che riteneva di fare ,che fosse per curiosita' o altro; a me sinceramente mi faceva stare male e solo il pensiero.
Ne abbiamo discusso un po'..e sinceramente lei non se lo sarebbe aspettato proprio xche mi aveva visto il piu convinto dei due...e mi ha detto che se la cosa mi faceva stare cosi'...discorso chiuso.
Ci siamo detti tante cose...che non sto a raccontare..l'importante e' il risultato..io mi sono cosparso il capo di cenere in quanto sono voluto andare troppo in la'...lei ha detto che alla fine non era proprio convintissima neppure lei..ma aveva visto me cosi' sicuro..che ci aveva creduto..
So solo che stanotte potro' ridormire tranquillo.
Grazie a tutti per l'attenzione.

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”