Pagina 1 di 1

Voglio lasciare la mia ragazza, ma non me lo permette! Aiuto

Inviato: 31 dicembre 2010, 1:14
da MSN NewsBlogs
Buonasera a tutti.
Sono arrivato a scrivere su forum degli psicoterapeuti perchè ho un grave problema con la mia ragazza. Purtroppo la situazione è molto lunga, per questo scriverò molte cose.
Da premettere che io ho 22 anni e la mia ragazza 20 a gennaio 2011. Stiamo insieme da quasi 5 anni ma litighiamo ogni giorno! 5 anni fa ci siamo messi insieme perchè lei mi piaceva e xke io per lei sono stato solo un ragazzo utile a farle dimenticare l'ex (l'ho saputo dopo 2 anni). ogni anno che vedeva l'ex lei perdeva quasi la testa per lui e si sentivamo e lei stava triste, fino a quando a luglio 2010 si vede con l'ex e si baciano per 3 sere. Io ci ero rimasto molto male ma l'ho lasciata stare e lei è ritornata dispiaciuta e volenterosa di recuperare tutto. Il problema è che dall'ultima badosta io mi ci sono allontanato ogni giorno di più, arrivando al punto di pensare alle altre ragazze invece che a lei. Le ho detto migliaia di volte che ci dobbiamo lasciare, in modo dolce, arrabbiato, di persona, per sms, con gesti, ma lei niente, insiste dicendo che ci tiene a me e che senza di me non conta nulla la sua vita. Io sinceramente non so come fare perchè sa dove abito, dove lavoro, che vita faccio, e quando l'ho provata a lasciare tante volte, ogni volta veniva da me tutta pazza, arrabbiata a strillare davanti tutti che ero bastardo qua e la. ...poi piange tantissimo, si tira i capelli, si graffia con le unghia sul collo, sbatte la testa sul vetro dell'auto se stiamo in macchina, ha rotto il sedile dell'auto per sbatterci sopra, i quadri che stanno a casa mia (in affitto all'uni). conosce i miei genitori come io conosco i suoi, molte volte dormiamo insieme e abbiamo rapporti, perchè quando piange e dice che è sola, che ha sbagliato tutto, che senza di me è morta xke non ha nessuno (è vero, non ha amiche x il suo carattere particolare). Lei non sa staccarsi da me perchè da quando stiamo insieme l'ho sempre aiutata, data forza, lei ha avuto anche una possibile mielite, quindi infezione al midollo e quando è stata ricoverata le sono sempre stato vicino. ora stiamo nello stesso paese per l'università e io non so come fare per lasciarla.
Se la lascio e stiamo in macchina non esce se non facciamo pace, se stiamo a casa mia inzia a sbattere tutto a qualsiasi orario (una notte alle tre ha fatto la pazza e i vicini di sopra sono testimoni e quella sera stessa per darmi il calcio a me si è fratturata il piede), se la lascio che sta a casa sua (dei genitori) prende la macchina di nascosto (che ha guidato pochissime volte) e rischia di farsi male per trovarmi. INSOMMA, L'unica cosa che mi è rimasta da fare è scappare da lei, cambiano numero, casa, lavoro e tutto.....il mio unico problema è: non voglio che gli capita qualcosa di male, xke lei ricatta di ammazzarsi ogni volta e io non voglio avere questo peso sulla coscienza. Vi prego aiuto, perchè altrimenti rischio io di ammazzarmi.

Inviato: 5 gennaio 2011, 18:22
da Twilight
anche il mio ex mi ha minacciata un sacco di volte di farsi male, di ammazzarsi, di andarsi a schiantare in auto o in moto..non lo ha mai fatto e si è anche già bello che rifidanzato! figurati...
in ogni caso non puoi rovinarti la vita per stare al suo ricatto psicologico, lei non ha nessun diritto di impedirti di lasciarla. è evidente che ha dei seri problemi psicologici. tu fai così, prima parla coi suoi e racconta loro cosa fa la loro figlia, i gesti di autolesionismo ecc, e poi mollala. non calcolarla più minimamente, fallo con molta decisione, non farti prendere dalla pena, lei fa così penso soprattutto perchè non è in grado di stare sola, è dipendente dai rapporti affettivi..come cavolo fa a mettersi con te a 15 anni per dimenticare un ex?!?! a me sembrano robe dell'altro mondo..come dell'altro mondo è avere una storia di 5 anni a 20...
se ti chiama bastardo fregatene, se urla fregatene, parla solamente coi suoi e spiega bene che la loro figlia ha bisogno di aiuto da parte di un professionista. e poi fatti la tua vita.