Come lasciarsi? Restare amici?

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
abc
Messaggi: 172
Iscritto il: 4 novembre 2004, 20:11

Come lasciarsi? Restare amici?

Messaggio da abc » 25 luglio 2011, 13:59

Sono una ragazza di 23 anni, e da poco più di un anno ho una relazione con un ragazzo di 26 anni. Siamo entrambi alla prima relazione seria.
Durante la nostra relazione ho avuto alcune esperienze omosessuali, di cui ho parlato con lui, e in ragione delle quali la nostra è diventata presto una "coppia aperta", in modo che entrambi fossimo liberi di fare le nostre esperienze.
Solo io, però, ho davvero avuto esperienze "extra", e in particolare da un mesetto frequento un'altra ragazza, con cui l'attrazione non è stata solo fisica. A questo punto non solo non sono più riuscita ad avere rapporti completi col mio ragazzo, ma nel giro di pochi giorni ho iniziato a messaggiare continuamente con lei, insomma, lui si è reso conto che avevo la testa altrove e abbiamo deciso di lasciarci.

Io non avevo avuto il coraggio di troncare, fino a questo momento. So che lui è molto solo, è abituato a stare a casa mia per buona parte della settimana, è ormai una specie di mezza convivenza; e comunque c'è una grande familiarità, abbiamo condiviso tante cose, è molto tenero, mi piace... coccolarlo, ridere con lui, eccetera. Da mesi parlavamo di un eventuale distacco, ma al solo pensiero l'unica cosa che riuscivo a fare era... piangere.

Anche adesso ci siamo lasciati per modo di dire, nel senso che lui intende continuare a venire a casa mia con regolarità e magari fare anche un po' di sesso, almeno a livello di masturbazione (quello funziona ancora abbastanza). Io ammetto che a me non dispiace, sono troppo abituata ad averlo qui, non riesco a immaginare di smettere di colpo di vederlo.
Ma poi, quando è con me - giorni interi in un monolocale: difficile tenersi propri spazi o far cose di nascosto - non riesco a fare a meno di contattare quella ragazza, lui mi vede mandare sms e ovviamente ci sta male; mi rendo conto che questa situazione per lui è davvero frustrante.

D'altra parte, a "staccare" completamente da lui mi sentirei in colpa, non riuscirei a sopportare la sua rabbia nei miei confronti - che pure, mi rendo conto, è forse necessaria e lo aiuterebbe ad affrontare il distacco... ma non ci riesco, e cerco di "aggiustare" le cose a tutti i costi in modo che non ce l'abbia con me, in modo da continuare a soddisfarlo almeno un po', per mantenere un buon rapporto, averlo con me e non dover affrontare le inevitabili nostalgie cui andrei incontro: per quanto possa essere presa da questa nuova ragazza, con lui ho comunque condiviso tanto, e ci sarebbe sempre una "perdita".

Nei momenti di rabbia, in cui mi propone "si vabbè vengo a prendermi le mie cose e basta" mi sento malissimo e non riesco ad accettare questa soluzione così netta.
Restiamo così bloccati in questa specie di limbo... Come posso fare?

Avatar utente
Sergio67
Messaggi: 813
Iscritto il: 26 febbraio 2009, 15:23

Re: Come lasciarsi? Restare amici?

Messaggio da Sergio67 » 28 luglio 2011, 9:52

Puoi continuare ad aspettare in eterno una inesistente "soluzione indolore" continuando a soffrire, o puoi scegliere di cambiare.
La scelta è solo tua. Ma forse dovresti anche riflettere su cosa significa per te l'altra ragazza. E' una storia vera o è solo una fuga?

Mi chiedo se in realtà oltre a quelli che chiamo sensi di colpa non ci sia anche una certa paura di restare sola. Per i sensi di colpa tieni presente che le delusioni amorose per fortuna nella maggior parte dei casi si risolvono da sole e che se la vostra strada è destinata a dividersi devi mettere in conto un certo periodo di "astio" da parte sua, è fisiologico, ma questo non vuol dire che sia negativo.

Per le tue paure, beh, quello dipende solo te.
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)

abc
Messaggi: 172
Iscritto il: 4 novembre 2004, 20:11

Re: Come lasciarsi? Restare amici?

Messaggio da abc » 28 luglio 2011, 12:20

Grazie per la risposta!
La tua domanda - "è una storia vera o solo una fuga" - mi ha portato a rispondere senza esitazioni... è una storia vera, o almeno ha tutte le carte in regola per diventarlo. Anche per questo non credo di avere, in questo caso, paura di restare sola. E' una paura che ho avuto spesso, sicuramente, ed è forse il motivo per cui finora non ci siamo lasciati: non avevo serie alternative, e sarei rimasta sola. Ora però l'alternativa c'è, questa ragazza con me ci starebbe sul serio.

(Ma ogni tanto penso agli abbracci di lui, a tutte le cose tenere e buffe che facevamo, a quanto è cambiato per me, e mi prende male.)

Avatar utente
Sergio67
Messaggi: 813
Iscritto il: 26 febbraio 2009, 15:23

Re: Come lasciarsi? Restare amici?

Messaggio da Sergio67 » 28 luglio 2011, 12:31

Non credo tu possa pretendere la botte piena e la moglie ubriaca... nella vita a volte siamo chiamati a fare una scelta, a scegliere non cosa prendere ma cosa lasciare.
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”