paura di rischiare,paura di pentirmi,paura e basta!

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
indecisione
Messaggi: 3
Iscritto il: 19 ottobre 2011, 18:53

paura di rischiare,paura di pentirmi,paura e basta!

Messaggio da indecisione » 19 ottobre 2011, 19:30

Cercherò di essere più breve possibile,nonostante la mia sia una storia lunga e abbastanza complessa, ma vorrei che ognuno di voi leggesse fino alla fine per dare la propria impressione,visto che ho davvero toccato il fondo.

Tutto ha inizio 7 anni fa, io ancora 15enne,scolaresca sotto le giuste regole dei miei, lui 23 anni nell’età dei divertimenti,delle esperienze e dell’eterna giovinezza. Nel giro di un mese mi trovo innamorata follemente, un amore grande,forte,coinvolgente ma ingenuo,molto ingenuo vista la mia giovane età. Nonostante i miei non volessero non ho rinunciato a vivermi il mio amore,il primo amore. Ero ingenua,innamorata, ed è stato facile per lui dare pieno sfogo al suo carattere possessivo e geloso, lui poteva tutto io no. Da qui mille rinunce,da cose davvero futili a cose molto più importanti,completamente annullata per lui,rinchiusa fra casa,lui e la sua cerchia di amicizie (le mie amicizie quasi tutte perse).Se all’inizio mi sembrava una situazione normalissima,crescendo ho solo accumulato rabbia,rancore,sogni e desideri repressi che puntualmente quasi ogni anno escono fuori,creano crisi,confusione e litigi. Adesso sono al limite. Lui non capisce,mi da della materialista,immatura e superficiale,facendomi sentire in colpa e quasi sbagliata perché nonostante il rapporto negli anni sia diventato più equo,a me non basta,ma non mi basta perché ho troppo da recuperare,quindi se oggi ottengo una cosa me ne rimangono fuori altre 100. Mi rimprovera sempre il fatto che lui,da qualche anno, è l'unico a ragionare come coppia,che dopo 7 anni dovrei pensare a cose da fare insieme,a creare occasioni da vivere insieme,ma il problema è che io ho cominciato a pensare così fin da subito,troppo presto,mentre lui c'è arrivato gradualmente.
Mi rendo conto adesso cosa intendevano i miei quando mi dicevano che non potevamo avere interessi e bisogni comuni vista la differenza di età.
Mi sento bloccata,soffocata,un leone in gabbia ma che nonostante abbia la chiave non riesce o non vuole aprire.Ecco il punto che mi fa disperare: non sono felice,mi sento chiusa,bloccata,mi arrabbio,urlo,grido,mi creo una vita diversa nella mente,piango,litigo ma non faccio nulla,rimango ferma. Non riesco a prendere posizione,non riesco a lasciarlo.Non riesco a guardarlo negli occhi e a dirgli che forse è finita, non oso nemmeno immaginare una cosa del genere e sapete perché? Perché nonostante i suoi mille difetti, ha anche mille pregi, è il ragazzo con cui ho trascorso quasi mezza vita, le prime esperienze,gioie,lacrime,viaggi,lui c'è sempre stato. E' un ragazzo con sani principi, con valori, come quello della famiglia, sempre presente,è da sposare.
L ho incontrato troppo presto,e a differenza sua io ho iniziato seriamente da subito. In questi ultimi 4 anni mi ha dimostrato di essere il ragazzo giusto,si,ma al momento sbagliato. A volte penso che vorrei scappare,buttarmi,vivere la mia vita,e mi domando “chissà come sarebbe senza di lui?”, ma la cosa più che curiosità mi mette paura, ho paura a camminare da sola,ho paura di non farcela,ma la più grande paura che mi assale è quella “ e se mi pento?e se avessi davvero accanto l’uomo perfetto ed io sto buttando tutto per qualche serata in discoteca o per qualche esperienza in più?”
Ho paura di invecchiare e pentirmi di non aver vissuto a pieno la mia giovinezza se decido di rimanere, ma se vado avanti ho paura di arrivare a 40 anni e pentirmi di aver lasciato andare un ragazzo davvero speciale (diciamoci la verità,oggi in giro non ci sono tutti questi uomini)
A volte mi sento arrivata, quasi obbligata a rimanere con lui,perché ormai è così, altre volte penso che sono solo una bambina e che non sa riconoscere l’oro che ha accanto per futili motivi e altre volta ancora che è meglio buttarsi e vivere non sopravvivere.

Ho pensato anche di contattare una psicologa,ma mi imbarazza il fatto che io debba raccontare i miei problemi guardando in faccia una sconosciuta che potrebbe prendermi in giro considerando i miei discorsi poco importanti. Ma davvero io non so che fare.So che se lascio correre questo periodo passerà come sempre,ma tornerà puntualmente tra qualche mese,rendendomi nuovamente frustrata e al limite dell’esaurimento ed io non voglio.

Lascio a voi i commenti,grazie per lo sfogo.

elfonero
Messaggi: 23
Iscritto il: 17 ottobre 2011, 2:03

Re: paura di rischiare,paura di pentirmi,paura e basta!

Messaggio da elfonero » 20 ottobre 2011, 2:10

Non è facile decidere qual'è la cosa giusta da fare. Lui sembra un partner perfetto, anche se ha da ridire e non poco sul tuo modo di fare. Da 7 anni sei abituata a vivere con lui al tuo fianco, è comprensibilissima la paura di non saperti immaginare senza di lui.
Ma cos'è una storia d'amore per te? Non è forse libertà l'amore? Se questa storia ti soffoca, se non riesci a star bene, ma ti preoccupa più il futuro che il momento, c'è qualcosa che secondo me non torna.
Alla tua età sopratutto le cose possono cambiare. Si cresce, ci si scopre diversi e ciò che prima andava bene, a distanza di pochi mesi non si accetta più. Se sei stata così vicina a lui per tutti questi anni, forse hai bisogno di fare chiarezza. Parla con lui di questo malessere, con tatto, ma in modo molto chiaro e sincero.
Forse non sai nemmeno tu cosa vuoi, giustamente. Ma per questo non è meglio rifletterci su? Non caricarti dell'ansia della scelta, ma prendi il tempo necessario. Se nel vostro rapporto c'è rispetto e amore ti lascerà scegliere liberamente. Fai le tue considerazioni, sopratutto "senti" ciò che provi e dopo decidi.
Non farti prendere però dalla paura di perderlo, che se stai con lui per paura chi finisca, l'hai già perso.

vale_1984
Messaggi: 10
Iscritto il: 18 ottobre 2011, 14:07

Re: paura di rischiare,paura di pentirmi,paura e basta!

Messaggio da vale_1984 » 20 ottobre 2011, 12:37

Tu non hai idea di quanto mi sia ritrovata nelle tue parole, a parte qualche differenza, e quanto empatizzi questa situazione con te.
Anch'io ho avuto il primo amore a 15 anni con un ragazzo dal carattere "troppo forte", a cui non riuscivo a imporre il fatto di dovermi sempre e comunque rispettare.... e così anche io mi sono ritrovata senza amiche e senza vita, ma a differenza tua io non avevo a fianco nemmeno lui perchè abitava a 1000km da me.... cmq dopo un anno l'ho lasciato, perchè niente e nessuno può impedirmi di vivere la mia vita. La verità è che una persona che ti ama fa di tutto per evitare che tu soffra, non sminuisce i tuoi desideri e i tuoi bisogni, e tiene conto degli alti e bassi che una donna (ma anche un uomo) può provare nel corso della vita.
Io non ti voglio dire di lasciarlo, ma ti posso dire che la frustrazione che provi, l'infelicità e l'insoddisfazione che ti porti dentro non ti renderanno mai una persona serena, te ne devi liberare.... forse come dice elfonero devi prenderti del tempo da passare da sola con te stessa, vedi come va, ovviamente non devi mettere un punto netto dopo 7 anni di relazione, così, su 2 piedi. Ma di sicuro devi iniziare a pensare un po' a te stessa, e a recuperare il tempo "perso".
Lo so che per certi versi pensi di non poter meritare di meglio, che lui è una persona eccezionale e che quando stai con una persona devi accettare pregi e difetti, ma quando una persona ti fa soffrire come penso soffri tu, c'è sempre qualcun altro che ti merita di più.... TE STESSA.

E ti voglio consigliare, per esperienza personale, di farti aiutare da una brava psicologa che ti faccia ritrovare l'autostima e la fiducia che, inevitabilmente, hai perso nel corso degli anni. Fidati ce ne sono di meravigliose in giro, che ti sapranno aiutare in questo momento difficile, e no, nessuno ti prenderà in giro.

Buona fortuna di cuore,
Vale

indecisione
Messaggi: 3
Iscritto il: 19 ottobre 2011, 18:53

Re: paura di rischiare,paura di pentirmi,paura e basta!

Messaggio da indecisione » 20 ottobre 2011, 14:46

Elfonero, ho provato mille volte a parlarne con lui, ma come ho scritto nel post, se miglioro una cosa (per esempio riprendermi le amicizie perse nel tempo) ne rimangono fuori altre 1000 cose che escono piano piano facendomi rimanere comunque insoddisfatta e sempre alla ricerca di qualche cosa,a questo mio atteggiamento lui reagisce dicendo che sono frustrata,che non mi va mai bene niente e che ogni giorno esco sempre un problema diverso,sentendosi nel pieno della ragione perché lui fa mille passi avanti ma non vede nessun riscontro da parte mia.

Come dici tu Vale_1984, ho cominciato da qualche mese a pensare a me stessa,ma inevitabilmente ho messo da parte lui,che non essendo abituato a questo mio comportamento sta male, prima mettevo solo noi al centro di tutto,adesso pur volendo farlo non ci riesco.Non è una cosa che mi viene spontanea come prima. Comunque riguardo l'autostima e la fiducia in se stessi,non saprei proprio a chi rivolgermi. E perché nonostante io non sia felice,non riesco a cambiare le cose definitivamente?

indecisione
Messaggi: 3
Iscritto il: 19 ottobre 2011, 18:53

Re: paura di rischiare,paura di pentirmi,paura e basta!

Messaggio da indecisione » 20 ottobre 2011, 21:17

ok crisi nera....nerissima!Piango e non la smetto! Non vede futuro con me è quindi la vuole tagliare ora,non mi vede come donna da avere accanto nella vita futura. Io piango piango ma non dico nulla! Ha ragione, non può stare con una persona instabile che dopo anni di storia d'amore,pensa ancora a farsi le sue esperienze da persona individuale,non può stare accanto ad una persona che almeno 4 volte l'anno ha queste crisi. Ed io? Io non faccio nulla,non dico di restare perché so che è vero quello che dice,ed oggi mi ritrovo a rimpiangere quello che non ho fatto ieri,quindi tra 20 rimpiangerò quello che non ho fatto oggi,ma non dico nemmeno di andare,lo tengo legato a me perché ho paura, ho paura di perderlo,ho paura di camminare senza di lui, perché so che è un ragazzo d'oro che ha mille pregi e che mai mi abbandonerebbe, non lo faccio andare via perché è un porto sicuro o perchè è amore???? :cry: :cry: :cry: :cry:

vale_1984
Messaggi: 10
Iscritto il: 18 ottobre 2011, 14:07

Re: paura di rischiare,paura di pentirmi,paura e basta!

Messaggio da vale_1984 » 21 ottobre 2011, 10:00

... mi dispiace che tu stia così male, ma guarda, io ho imparato che qualunque cosa qualcuno possa dirmi, non mi convincerà mai di essere qualcosa che non sono. E' questo che, secondo me, devi fare come prima cosa: CONVINCERTI DI ESSERE UNA BRAVA PERSONA, CERTO CON PREGI E DIFETTI, MA CHE SI COMPORTA IN BASE A COME VIENE TRATTATA E CHE MERITA TUTTO QUELLO CHE VUOLE AVERE DALLA VITA.
Ok, se parti da questo pensiero, capirai che stare lontano da lui, lontano da un uomo per un po', ti preparerà ad essere una donna con le sue esperienze personali, con i suoi obbiettivi ben chiari e con la voglia di condividere che adesso non hai, proprio perchè ti manca la soddisfazione personale. Guarda io sono fiduciosa per te, se riesci a farlo andare e a capire che prima di chiunque altro vieni tu, in futuro saprai goderti e VORRAI VERAMENTE fare dei progetti a 2 per una vita con una persona che ti renda felice, e che tu a tua volta vorrai rendere felice. Nella vita si cresce, e i bisogni cambiano, tu hai passato gli anni in cui dovevi "decidere cosa fare e chi diventare" con lui, ma sono dell'idea che bisogna stare un po' da soli con se stessi per capirlo....
Buona fortuna!!! :wink:
Vale

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”