Scelta del/la partner

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
panorama
Messaggi: 744
Iscritto il: 17 maggio 2008, 16:23
Località: Roma

Scelta del/la partner

Messaggio da panorama » 17 gennaio 2012, 11:00

Alcune riflessioni dei nick "Amore" e Francesca" nel topic "L'amore" nella sezione "Un nuovo spazio" mi motivano a scrivere questo topic per leggere le vostre opinioni. Grazie.

Ogni relazione d’amore ha un iter con delle fasi che possono essere graficamente rappresentate come un percorso a tappe. Il viaggio può proseguire fino alla meta (il matrimonio, la convivenza), oppure può essere interrotto da uno o da entrambi i partner.

In un incontro casuale la prima tappa può essere l’attrazione fisica: lo sguardo si sofferma sull’aspetto esteriore di una persona, ci piace la sua bellezza corporea, può suscitare desiderio sessuale.

Questa fase penso sia cruciale. Cosa accade nella mente umana se si decide di proseguire l’iter conoscitivo dell’interlocutore/trice ?
La decisione può essere influenzata dal tipo di relazione che si vuole instaurare ? Da un rapporto di breve durata o a lungo termine ? L’intenzione può “snaturare” l’individuo ?

Si dice che le donne che mirano al matrimonio o alla convivenza usano prima l’intelligenza, poi il sentimento ed infine il corpo. Sottopongono il possibile partner ad un attento esame della personalità, la sua educazione, il suo status sociale, i suoi valori, il suo modo di amare.
Invece le femmine orientate alla relazione a breve termine utilizzano prima il corpo, poi il sentimento ed infine l’intelligenza. Spesso si accorgono di aver sbagliato.

E’ vero il paradigma sopra indicato ? In caso affermativo lo schema psicologico femminile indicato nel secondo caso è simile a quello maschile ?

Gli uomini sono fallocentrici ! Se ciò è vero, l’intelligenza subentra come seconda istanza e poi arriva l’affettività, l’amore. Oppure no ?

Uno studio condotto dall’università del Texas evidenzia che gli uomini tendono a guadare nelle donne determinate caratteristiche in base al tipi di relazione che hanno intenzione di mettere in atto : gli uomini che sono alla ricerca di un rapporto di coppia in grado di durare nel tempo tendono a prestare maggiore attenzione al volto femminile; coloro che sono interessati solo ad una relazione breve e non impegnativa danno più importanza all’intero aspetto.

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Re: Scelta del/la partner

Messaggio da Twilight » 19 febbraio 2012, 17:14

secondo me....analizzi troppo cose che non possono essere analizzate perchè sono legate all'istinto e al sentimento, non all'intelligenza
io spero sempre che non esistano più le donne che mirano al matrimonio poverine...ma purtroppo spesso mi devo ricredere...non credo ci siano dei processi schematici, quelle che imrano al matrimonio si accontentano di quello che gli passa il convento arrivate alla giusta età e basta.
le altre che non cercano niente si interessano agli uomini per diversi motivi...attrazione fisica? anche, ma non necessariamente, o meglio, non necessariamente è legata all'estetica, si può trovare attraente un uomo normale o non particolarmente bello esteticamente, è la famosa chimica dell'attrazione...
una persona è influenzata nelle altre tappe da quello che vuole? sicuramente sì se ha la fissa per il matrimonio stai certa che uno che ci prova se lo fa piacere...in altri casi non credo.
l'uomo è fallocentrico? bah..luogo comune..alcuni sì altri no..alcuni si sentono attratti da belle donne e non vogliono altro, altri si innamorano di donne bruttine e non per farci sesso...non si può generalizzare dai..
considerare matrimonio come meta però è davvero triste..
Immagine

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”