PAURA DI LEGARSI O SCUSE?

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
cristiana
Messaggi: 7
Iscritto il: 2 aprile 2012, 1:36

PAURA DI LEGARSI O SCUSE?

Messaggio da cristiana » 2 aprile 2012, 2:30

Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo su questo forum, c'ho pensato un paio di giorni ma poi mi son detta che avevo bisogno di una qualche opinione esterna, da chi non mi conosce.
Lo scorso anno ho conosciuto un ragazzo, amico di amici, è nata subito una certa "simpatia" e poi si sa come vanno ora queste cose... mi ha chiesto il contatto facebook, msn e da lì abbiamo iniziato a sentirci. Ci sentivamo praticamente ogni giorno, la curiosità di vederci cresceva sempre più fin quando dopo un paio d'inviti da parte sua siamo usciti insieme. Sin dal primo momento mi sono trovata molto a mio agio con lui, neanche un po' di nervosismo dovuto al primo appuntamento, forse perché ormai avevamo rotto il ghiaccio chiacchierando, ridendo e scherzando di continuo virtualmente. Ad ogni modo io dalla prima volta mi aspettavo che lui ci provasse invece non c'è stato nulla se non un bacio a fine serata. Dopo qualche giorno mi chiede ancora di vederci e ci siamo visti e rivisti ancora e lui non è mai andato oltre baci e gesti di affetto vari ma che non facevano certamente pensare che mirasse solo al sesso e non nego che questa cosa mi ha colta di sorpresa, forse perché mi è capitato d'incontrare ragazzi che nella maggior parte dei casi volessero quello o non so perché. Addirittura una sera ho dormito da lui, con lui, nel suo letto e non c'ha provato! Continuiamo a vederci, a sentirci, mi manda messaggi carinissimi, insomma era sempre presente, seppur virtualmente ma lo era fin quando una sera andiamo a cena, serata bellissima e lo invito a salire da me, diciamo che la serata faceva intravedere un certo seguito.. insomma c'era una certa attrazione tra noi... lo invito a salire da me ma alla fine non accade nulla perché di colpo io mi sono bloccata e non ho più voluto fare sesso con lui. Non so perché, lui non aveva fatto nulla di sbagliato, il problema era mio, non riuscivo a lasciarmi andare, lui mi dice che non è successo niente, resta un po' con me, ci ridiamo su, sdrammatizza e torna a casa. In quel momento ho pensato "ok dopo questa me lo sono giocato!" Dopo qualche giorno lo chiamo per dargli una spiegazione, perché mi sono messa nei suoi panni ed io l'avrei voluta... spiegazione che non sono riuscita a dargli perché non sapevo cosa dirgli, lui mi dice che s'era fatto 3000 paranoie, ha pensato che io avessi un altro, ha pensato che non gli piacessi abbastanza... insomma alla fine mi dice che poteva succedere, mi dice di chiudere il discorso altrimenti non saremmo mai andati oltre, ormai era una cosa superata, mi chiede di rivederci il giorno dopo, ma io nn potevo quindi non ci siamo rivisti, nei gg successivi si è fatto sentire come sempre poi, all'improvviso scompare. Tutto questo è successo nell'arco di un 3 mesi o poco più. Io ho tratto le mie spiegazioni, guarda caso da quel mio "no" era cambiato tutto e mi chiedevo "ma se avesse voluto solo del sesso da me, perché vederci e rivederci senza mai provarci?" Dopo un mesetto in cui nn ci siamo sentiti gli ho mandato un mess chiedendogli che fine avesse fatto, ci siamo rivisti e tra le sue mille spiegazioni: "siamo andati troppo di fretta, quando succede questa cosa io mi chiudo, non voglio che con te sia solo sesso ma ormai sembrava che dovessimo fare solo quello, non voglio che con te vada a finire così..." Questo a maggio, dopodiché ci siamo sentiti qualche volta, ma così, rapidamente, fin quando in una notte di fine agosto l'ho ricercato, lui entusiasta e come se nulla fosse successo mi dice che ci vedremo e che è anche molto contento di rivedermi. Ci siamo rivisti, 3 volte nel giro di una decina di giorni, siamo andati a cena insieme 2 volte, ci siamo visti 2 giorni di seguito, abbiamo fatto sesso, siamo stati benissimo, lui sempre carino. Io mi aspettavo che sarebbe "riscomparso" ma non m'interessava perché volevo vivermi il momento. Succede di nuovo, lui scompare ed io tranquillamente prendo le distanze. Poi si fa risentire ma senza chiedermi di vederci, successivamente me lo chiede ma il giorno dopo per qualche assurdo motivo nn ci vediamo. Nel corso dei mesi si fa risentire, anche spesso, alle volte l'ho fatto io ma nn ha mai fatto nulla fin quando qualche giorno fa gli ho detto che avevo voglia di vederlo e lui mi ha detto che era felice per questa cosa che gli avevo detto e dopo 2 gg siamo usciti. Serata tanto bella quanto disastrosa... nel corso della serata nn c'è stato un contatto, un bacio... io nn capivo, anche se è stato carinissimo nello stesso tempo. Fin quando ho parlato, gli ho detto che nn lo capivo, gli ho chiesto perché a settembre fosse scomparso, cercando di fargli capire che io avevo sempre preso la cosa con tranquillità ed è vero, gli dico che avevo avuto l'impressione che quella sera con me nn volesse starci e lui ovviamente mi dice"se non avessi voluto nn starei qui con te", lui mi dice che a settembre con me era stato bene, che c'era la voglia di vedersi ma che quella voglia poteva crescere sempre più, il tutto avrebbe portato a qualche complicazione e quando succede questo lui invece di fare un passo avanti ne fa 2 indietro perché è più forte di lui, mi dice che con me nn è solo sesso perché se fosse stato così m'avrebbe rivisto un paio di volte e poi ognuno per la sua strada, dice di volermi bene e che siccome è già scomparso una volta potrebbe farlo di nuovo, ma questo non vuole farmelo quindi decide che non ci vedremo più. Mi dice anche (già me l'aveva accennato precedentemente) che l'ultima volta aveva avuto la sensazione che a me non fosse piaciuto fare l'amore con lui quindi questo aggiungilo alle complicazioni... s'irrigidisce, fa un passo indietro e sparisce!

Scusate se mi sono dilungata così ma non so che pensare perché da un lato mi sembrano tutte scuse dall'altro però quella sera mi è sembrato sincero mentre diceva queste cose, non capisco se mi abbia presa perfettamente in giro oppure non riesce davvero a fare quel passo in più che però non gli ho mai chiesto o forse non vuole. E soprattutto se da me avesse voluto solo sesso, ma perché far passare tutti questi mesi e soprattutto perché la sera in cui è stato affrontato questo discorso (sotto casa mia, a fine serata) lui non c'ha provato??

Scusate ancora per essermi dilungata

cristiana
Messaggi: 7
Iscritto il: 2 aprile 2012, 1:36

Re: PAURA DI LEGARSI O SCUSE?

Messaggio da cristiana » 6 aprile 2012, 3:55

Notando le "visite" al mio post ma le zero risposte forse posso capire da me di aver dato troppo peso a qualcosa o qualcuno che invece dovrei rapidamente dimenticare e probabilmente dovrei anche darmi quella risposta che da lui non avrò mai, cioè che voleva solo divertirsi un po', quindi considerare tutto quello che mi ha detto una marea di scuse (per non dire altro).
E la cosa più assurda è che sto qui a scrivere praticamente a me stessa! :) Però non m'importa, perché è come se in questo trovassi una valvola di sfogo... in fondo credo che questo forum serva anche a questo.

camelia79
Messaggi: 12
Iscritto il: 5 aprile 2012, 19:12

Re: PAURA DI LEGARSI O SCUSE?

Messaggio da camelia79 » 12 aprile 2012, 14:34

Secondo me sarebbe importante anche che scrivessi la vostra età. Quando i ragazzi sono troppo giovani spesso fanno così, magari le loro aspettitive ed emozioni cambiano e anzichè affrontarle spariscono.

cristiana
Messaggi: 7
Iscritto il: 2 aprile 2012, 1:36

Re: PAURA DI LEGARSI O SCUSE?

Messaggio da cristiana » 12 aprile 2012, 18:16

28 anni io e 29 lui, insomma non siamo proprio ragazzini, per questo mi aspettavo una certa "maturità" nel dire e affrontare le cose.

camelia79
Messaggi: 12
Iscritto il: 5 aprile 2012, 19:12

Re: PAURA DI LEGARSI O SCUSE?

Messaggio da camelia79 » 12 aprile 2012, 21:45

cristiana ha scritto:28 anni io e 29 lui, insomma non siamo proprio ragazzini, per questo mi aspettavo una certa "maturità" nel dire e affrontare le cose.
Beh si!! Ti capisco...da ciò che hai scritto pensavo foste piuù giovani, forse lui ha bisogno di maturare affettivamente.

cristiana
Messaggi: 7
Iscritto il: 2 aprile 2012, 1:36

Re: PAURA DI LEGARSI O SCUSE?

Messaggio da cristiana » 15 aprile 2012, 1:13

Mah! Vorrei tanto andare lì e dirgli: va bene, ora che so come la pensi (forse) possiamo andare avanti, pensare ad oggi e lasciare da parte tutte le possibili complicazioni esistenti, inesistenti ed ipotetiche?! Ma so che non otterrei nulla se non un altro NO... e quindi un giorno è un capitolo chiuso e il giorno dopo il capitolo si riapre :?

cristiana
Messaggi: 7
Iscritto il: 2 aprile 2012, 1:36

Re: PAURA DI LEGARSI O SCUSE?

Messaggio da cristiana » 8 maggio 2012, 1:22

amore. ha scritto:E farvi entrambi una psicoterapia... no?

Perché avrei bisogno di una psicoterapia?

cristiana
Messaggi: 7
Iscritto il: 2 aprile 2012, 1:36

Re: PAURA DI LEGARSI O SCUSE?

Messaggio da cristiana » 10 maggio 2012, 22:52

Forse siamo complicati, forse lui lo è più di me o è molto più semplice di quanto possa sembrare e su una cosa hai sicuramente ragione, lui non è in grado di affrontare determinate situazioni e ha reso tutto più complicato, al punto di chiudere un qlcs prima che iniziasse (ammesso che qlcs potesse iniziare) però nessuno ha parlato di "solo sesso" e soprattutto, dalla prima volta che siamo usciti, sono passati mesi prima di farlo; lui ha però parlato di sentimenti... già... perché ha detto di volermi bene... peccato che abbia deciso di escludermi dalla sua vita, strano comportamento da parte di chi ti vuole bene!

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Re: PAURA DI LEGARSI O SCUSE?

Messaggio da Twilight » 22 maggio 2012, 12:11

cara/o amore...
il fare sesso anche la prima sera non c'entra e non cambia niente...ci sono persone che fanno sesso la prima sera e poi si sposano, le conosco! e ci sono persone, donne, che aspettano a "concedersi" per dei mesi, per vedere se l'altro è interessato, e quando lo fanno vengono scaricate subito perchè l'altro è stato interessato solo finchè non ha avuto quello che voleva, anzi...meglio ancora se ha dovuto lottare per conquistarlo. quindi se l'interesse c'è, c'è indipendentemente dal quando si fa sesso. il sesso è istinto, si fa l'amore quando poi arrivano intimità e confidenza, ma il sesso è una cosa naturale, non devi conoscere la persona come il palmo della tua mano prima di entrarci in intimità..dove sta scritto? :)
Immagine

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Re: PAURA DI LEGARSI O SCUSE?

Messaggio da Twilight » 22 maggio 2012, 12:19

a cristiana invece rispondo che io credo poco alle paure di legarsi e molto più alle scuse....per avere paura di legarsi, davvero, penso che una persona debba vivere esperienze davvero traumatiche, e non le esperienze che viviamo tutti...tutti quando finisce qualche storia abbiamo un po' di repulsione o paura, ma passa quando ti innamori, quando perdi la testa per qualcuno e ti piace davvero tanto te ne freghi delle paure, sei pronto a metterti in gioco perchè vuoi stare con la persona di tuo interesse. quando accampi scuse non è autoconservazione (altrimenti sarebbe masochismo rinunciare a una persona che contraccambia pur volendoci stare) ma disinteresse...significa, secondo me, che la benzina del rapporto è già finita prima di partire..capita purtroppo...e c'è sempre qualcuno nei tuoi panni e qualcuno nei suoi...
Immagine

cristiana
Messaggi: 7
Iscritto il: 2 aprile 2012, 1:36

Re: PAURA DI LEGARSI O SCUSE?

Messaggio da cristiana » 9 luglio 2012, 20:17

Ciao,
dopo mesi torno a scrivere e voglio iniziare rispondendo ai vostri commenti.
Amore, io non ho mai pensato o detto che l'aver fatto sesso con lui significasse che lui potesse amarmi o che ciò potesse segnare l'inizio di una storia tra noi e non mi sono di certo lanciata tra le sue braccia al primo appuntamento, anche se, come sostiene Twilight, il sesso è una cosa naturale, è istinto, è chimica... chiamatelo come volete, e non credo possa cambiar molto le cose. Prima di far sesso con lui son passati mesi, lui stesso ha aspettato del tempo prima di provarci, a dire il vero neanche lo ha mai fatto, una sera siamo usciti ed è successo, è scattato qualcosa...
Quello che mi ha portato a farmi diecimila domande sono state le sue parole, è stato il fatto che lui era presente, carino, dolce e poi di punto in bianco ha alzato un muro.
Negli ultimi mesi l'ho incontrato per caso e per ben due volte ci siamo ritrovati a parlare delle solite cose, e nella prima di queste due occasioni fu lui stesso a tirar fuori il discorso, pensando che io potessi avercela con lui per qualche motivo.

Quello che continua a sostenere è che mi vuole bene, che a me ci tiene, che se di me nn gliene fosse importato nulla di certo in quel momento nn sarebbe stato lì a parlare con me; a quel che dice lui inizialmente era uscito con me quasi "per gioco" (come me del resto, dato che ci conoscevamo a malapena) ma poi col tempo si è trovato davanti una persona che nn si aspettava di conoscere e che gli piaceva, mi ha anche sottolineato il fatto che una volta sotto casa mia, dopo una serata insieme in cui io gli chiesi di salire da me, lui nn lo fece perché "quella ragazza lui voleva conoscerla e nn voleva che le cose andassero subito così". Dice che per causa sua due persone in passato sono state male (tempo prima mi disse che lui aveva ftto qualche torto a qualche ragazza ma perché l'avevano fatto a lui) nn vuole che succeda di nuovo.
Si era fatto delle idee su di noi...

Ora ditemi, mi vuole bene come un'amica? sono quella che l'ha mandato in confusione perché era tutto un gioco e poi qlcs è cambiato? Ha alzato un muro perché per qualche motivo ha deciso che tra noi nn deve esserci nulla o semplicemente gli piaccio ma non al punto di voler continuare a vedermi?

mibastaunsorriso
Messaggi: 8
Iscritto il: 13 luglio 2012, 16:56

essere accondiscendente col partner per paura di restare sol

Messaggio da mibastaunsorriso » 30 luglio 2012, 17:13

Io invece vivo nel terrore di contrarre matrimonio. Da una parte non voglio rinunciare a stare con il mio ragazzo, però se lui accenna al fatto di sposarsi io rifiuto di ascoltarlo perchè preferirei stare insieme senza obblighi e vincoli.
Non desidero avere figli perchè noto che diventare madre dà poche soddisfazioni ed è molto stancante e io voglio del tempo per me e non me la sento di dedicarmi sia a un marito che a un figlio che potrebbe anche criticarmi e ferirmi.
Sarei disposta a cedere alle richieste del mio ragazzo solo per compiacerlo ma lui deve conoscere le mie perplessità.

mibastaunsorriso
Messaggi: 8
Iscritto il: 13 luglio 2012, 16:56

Re: PAURA DI LEGARSI O SCUSE?

Messaggio da mibastaunsorriso » 25 giugno 2013, 17:05

dico la verità: le scuse fanno comodo.
io stessa cerco la convenienza nelle relazioni e rifiuto di legarmi a chi mi impone condizioni che non mi vanno.

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”