prima volta

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: prima volta

Messaggio da Davide49 » 29 ottobre 2012, 18:43

letizia81 ha scritto: non lo credevo capace,ma come si dice? le persone non le si conosce mai fino in fondo,no? magra consolazione.....

perchè lui è me che vuole,me lo ha fatto capire in tutti i modi possibili e io ci credo ancora,voglio farlo,lo sento dentro.

detta così (la prima frase) è molto amara, un'amarezza che si capisce bene.
ma io direi: le persone non le si conosce fino in fondo fino a quando non attraversano una crisi, grave o passeggera che sia. e in un lungo matrimonio può succedere a tutti. succede, dobbiamo esserne consapevoli, non siamo fatti di ferro.
certo occorre capire, analizzare, come stai facendo, è un diritto, perfino un dovere, ma, senza sminuire nulla, né il dolore tuo né il senso di colpa di tuo marito, uno sbaglio, se riconosciuto onestamente da chi ha sbagliato, non deve diventare un naufragio della propria vita. alla fine io credo che, se ci sono le basi della prosecuzione della vita insieme, debba prevalere un cuore non indurito, il perdono non facilone, il perdono che per essere sincero non può che essere difficile e costare, una consapevolezza che siamo fragili, che anche noi potevamo, potremmo un giorno sbagliare.
la memoria non può trattenere solo il negativo, ma deve purificarsi, ricordare il bene e farsi gratitudine (e di certo ce ne sono, di motivi per essere grati), senza fare e farsi dell'altro male con bilance pesanti su chi ha dato di più e chi meno, su chi ha sbagliato una volta e chi mai. siamo fragili.
io la penso così.
se tuo marito ti ama, e tu sola lo puoi sapere, fai pesare di più la seconda parte del tuo discorso, falla prevalere sull'amarezza.
ciao

letizia81
Messaggi: 13
Iscritto il: 25 ottobre 2012, 0:16

Re: prima volta

Messaggio da letizia81 » 30 ottobre 2012, 0:17

grazie del consiglio,ne farò tesoro senz'altro,perchè quello che voglio,che vorrei,è andare avanti,vivere alla luce del presente,e non all'ombra del passato. lo amo tanto,non riesco a vedere una vita senza di lui. quanto vorrei tornare indietro,per non perderlo,per viverlo di più di quanto forse non ho fatto al meglio,voglio ritrovare gli stimoli,tornare ad essere quella di cui si è innamorato 17 anni fa,ma è dura,un affronto grande per una donna,amica,moglie e amante che gli ha dato l'anima e pensa di non avere più risorse a disposizione utili a tener viva quella fiamma che ieri c'era e oggi è soffocata dalla sua stessa cera.

_Angelica
Messaggi: 40
Iscritto il: 17 ottobre 2012, 1:24

Re: prima volta

Messaggio da _Angelica » 1 novembre 2012, 23:14

visto Panorama, che con un po' di empatia sono riuscita a comprendere quale era la sofferenza ma anche il desiderio di letizia? Recuperare una relazione d'amore che è stata maltrattata dal tradimento.
letizia81 ha scritto: rperchè lui è me che vuole,me lo ha fatto capire in tutti i modi possibili e io ci credo ancora,voglio farlo,lo sento dentro. Ma sono rimasta ancorata a quella sensazione di sconfitta,di ingenuità,di incredulità, a quei sensi di colpa,a quel lato oscuro di lui che non accetto e che cerco ancora di analizzare. Dopo 17 anni insieme sento ancora le farfalle nello stomaco quando mi guarda,quando mi abbraccia e mi sussurra "ti amo".....Ma ho un nodo in gola,un macigno nello stomaco e sono stanca di piangermi addosso pur non riuscendo a farne a meno.
"Dopo 17 anni insieme sento ancora le farfalle nello stomaco, quando mi guarda, quando mi abbraccia e mi sussurra "ti amo"..."
Complimenti Letizia, che meravigliosa dichiarazione d'amore dopo 17 anni di vita insieme !

letizia81
Messaggi: 13
Iscritto il: 25 ottobre 2012, 0:16

Re: prima volta

Messaggio da letizia81 » 2 novembre 2012, 0:26

sesto senso di donna.....

_Angelica
Messaggi: 40
Iscritto il: 17 ottobre 2012, 1:24

Re: prima volta

Messaggio da _Angelica » 2 novembre 2012, 7:51

Sesto senso di donna...? Può darsi, ma anche particolare sensibilità, che non sempre, devo dire, è qualcosa di positivo, perché ad essere troppo sensibili, dolci e affettuosi a volte come ringraziamento si prendono solo fregature e pesci in faccia.

letizia81
Messaggi: 13
Iscritto il: 25 ottobre 2012, 0:16

Re: prima volta

Messaggio da letizia81 » 2 novembre 2012, 16:04

Purtroppo ne so qualcosa anch'io adesso.....è come svegliarsi da un bel sogno ed entrare nell'incubo della realtà dove chi credevi leale in realtà non lo è,mi sveglio ingenua,illusa di essermi creata una bolla intorno a me indissolubile ma che in realtà è fragilissima,e che dovrò proteggere dalle insidie dell'insensibilità della gente.....spero tanto di farcela....

_Angelica
Messaggi: 40
Iscritto il: 17 ottobre 2012, 1:24

Re: prima volta

Messaggio da _Angelica » 2 novembre 2012, 22:23

Scusami, letizia, probabilmente ti sembrerà una sciocchezza, ma con senno di oggi, se capitasse a me la stessa tua situazione, forse l'unico modo che mi farebbe superare il disagio e l'umiliazione sarebbe tradire a mia volta. Ma non come semplice e diretta ripicca, per la soddisfazione di "fargliela pagare", no, ma per un senso di riequilibrio delle parti e dimostrare al contempo a lui che la cosa "fa male" ed è pesante da accettare e perdonare. Perché in fondo è comodo avere qualcuno che ci ama e sapere che ... tanto... "mi perdonerà".

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: prima volta

Messaggio da Davide49 » 2 novembre 2012, 22:30

[quote="_Angelica"] forse l'unico modo che mi farebbe superare il disagio e l'umiliazione sarebbe tradire a mia volta. ... per un senso di riequilibrio delle parti e dimostrare al contempo a lui che la cosa "fa male"
/quote]


Angelica dice: "forse.... se capitasse a me ecc."). è una precisazione opportuna.
mi pare proprio che la personalità di Letizia81 non si presti a questo tipo di dinamiche che a me sembrano davvero da adolescenti.
AMA suo MARITO.
penso proprio che se ha intimità fisica, ce l'abbia per amore, e solo per amore. non come strumento.
e credo che per questo soffra così tanto per un tradimento, sia pur momentaneo, del marito.
e non ce la vedo neanche a strumentalizzare un'altra persona per un interno regolamento di conti "stile western" :D .

_Angelica
Messaggi: 40
Iscritto il: 17 ottobre 2012, 1:24

Re: prima volta

Messaggio da _Angelica » 3 novembre 2012, 0:27

Eh già, Davide, queste dinamiche sono da adolescenti per gli uomini. Mentre tradire una moglie che si ama e con la quale si va d'accordo è da uomini maturi e responsabili, certo. Poi, chi ha parlato di strumentalizzare un'altra persona? Sai, la fedeltà, passato il periodo dell'innamoramento, è un impegno che si rinnova giorno dopo giorno, lo è per l'uomo ma anche per la donna. Anche una donna felicemente sposata può avere della particolare simpatia e sentire attrazione per un conoscente, per un collega di lavoro, ma per l'impegno preso con l'uomo che ama e con cui ha scelto di convivere, si evita di andare oltre. Questo impegno, perché se non viene mantenuto dall'uomo è considerato accettabile e perdonabile mentre se viene meno la donna, anche per "riequilibrare" la situazione, è considerato poco serio o adolescenziale? Certo, subito no, non è facile; ma a quel punto per il futuro io mi terrei qualche porta aperta e non mi farei scappare l'occasione se si presentasse e mi piacesse. Non sarebbe un "regolamento di conti" ma è per far capire a tanti uomini che ancora non l'hanno capito, che non è che se fatto da loro la cosa è meno grave... tanto, è una "scappatella"... non è successo niente !

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: prima volta

Messaggio da Davide49 » 3 novembre 2012, 12:34

_Angelica ha scritto: Mentre tradire una moglie che si ama e con la quale si va d'accordo è da uomini maturi e responsabili, certo
non ho scritto questo.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: prima volta

Messaggio da Davide49 » 3 novembre 2012, 12:39

_Angelica ha scritto: se fatto da loro la cosa è meno grave... tanto, è una "scappatella"... non è successo niente !
e chi ha detto questo? io non di certo. non vedo cosa c'entri il maschilismo in generale, non è di questo che si sta parlando, ma della vicenda di Letizia.
e mi pare che neanche il marito di Letizia81 abbia minimizzato così.
Letizia non lo ha detto, dunque non mi pare giusto attribuirgli queste minimizzazioni sicuramente ingiuste.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: prima volta

Messaggio da Davide49 » 3 novembre 2012, 12:41

_Angelica ha scritto: Poi, chi ha parlato di strumentalizzare un'altra persona?

se io uso una persona per andarci a letto per pareggiare i conti con una terza persona, tu come la chiami? io: strumentalizzazione.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: prima volta

Messaggio da Davide49 » 3 novembre 2012, 12:43

_Angelica ha scritto: Anche una donna felicemente sposata può avere della particolare simpatia e sentire attrazione per un conoscente, per un collega di lavoro,
questo lo avevo già scritto anch'io

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: prima volta

Messaggio da Davide49 » 3 novembre 2012, 12:46

_Angelica ha scritto: Sai, la fedeltà, passato il periodo dell'innamoramento, è un impegno che si rinnova giorno dopo giorno, lo è per l'uomo ma anche per la donna.


ma a quel punto per il futuro io mi terrei qualche porta aperta e non mi farei scappare l'occasione se si presentasse e mi piacesse.

dunque fedeli sì, ma fino a un certo punto.
chiarissimo.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: prima volta

Messaggio da Davide49 » 3 novembre 2012, 12:53

[quote="_Angelica"] Questo impegno, perché se non viene mantenuto dall'uomo è considerato accettabile e perdonabile mentre se viene meno la donna, anche per "riequilibrare" la situazione, è considerato poco serio o adolescenziale?
quote]


e chi ha scritto questo? perché mi attribuisci cose che non ho scritto?
(no buono attribuire agli altri cose che non hanno né detto né pensato)
per me sarebbe immaturo e adolescenziale questo "riequilibrare" (che a mio avviso non riequilibbrerebbe niente ma segnerebbe piuttosto un ulteriore passo avanti verso la seprazione) sia da parte della donna sia da parte dell'uomo.

abbiamo una idea diversa dell'amore coniugale (ma direi amore in generale).
per te prevede un "pareggiamento di conti", per me prevede il dono reciproco e il perdono se l'altro sbaglia e si pente. altro che riequilibrare.
è solo il perdono (un perdono sofferto, ragionato e ben compreso nel suo costo e nel suo valore anche dall'altra parte) che riequilibra davvero un rapporto.
ciao

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”