inviti a pranzi e cene in casa altrui

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
sumiko151
Messaggi: 1
Iscritto il: 27 agosto 2013, 2:08

inviti a pranzi e cene in casa altrui

Messaggio da sumiko151 » 27 agosto 2013, 2:13

qualche giorno fa il mio fidanzato mi ha detto che eravamo invitati a pranzo da un suo collega insieme ad un altro suo collega e la rispettiva moglie...io ho tentato di autoconvincermi di andare, ma all'ultimo ho rifiutato perchè non mi andava e mi sentivo a disagio ad andare a casa di estranei e poi non mi sentivo obbligata non essendo la moglie ma solo la fidanzata (comunque naturalmente ho detto a lui di andare dato che ci teneva e non c'era alcun problema secondo me se andava da solo).Poi questi pranzi non fanno per me ,per ora ,non mi andava proprio di partecipare e annoiarmi , io ho 23 anni e loro sono tutti sui 35/40 (anche il mio fidanzato ha la stessa età dei sui colleghi),bravissime persone e simpatiche per carità, ma è noiosa la situazione cioè non mi andava di parlare di situazioni da ufficio e di case e arredamenti e tovaglie e ristrutturazioni e colori delle pareti ,perchè al momento non sono argomenti di mio interesse xD ... comunque ora mi tiene il muso il mio fidanzato. e io penso che sia esagerato.. :roll:

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: inviti a pranzi e cene in casa altrui

Messaggio da Davide49 » 27 agosto 2013, 10:18

in fondo è una questione di sempre, quando si sta in coppia si deve trovare il giusto equilibrio fra le proprie esigenze e quelle altrui (che possono comprendere anche il bisogno di intrattenere relazioni sociali coi colleghi di lavoro). diversamente, si resta single, credo.

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”