Effetto gaslight??

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
provosola
Messaggi: 15
Iscritto il: 25 agosto 2013, 21:27

Effetto gaslight??

Messaggio da provosola » 31 agosto 2013, 22:10

Ho 43 anni. Da circa un mese non vedo più un uomo di 33. Siamo stati insieme, tra alti e bassi, un anno, di cui 5 mesi abbiamo convissuto nel mio appartamento. Sono decisa a interrompere la relazione. In queste settimane mi sono dedicata a me stessa, cosa che avevo dimenticato, perché questa relazione mi ha assorbita, o meglio, prosciugata, completamente. Sto leggendo libri per cercare risposte al fallimento di una relazione in cui credevo totalmente. Bene, ho capito tante cose, per esempio che ho idealizzato un uomo che mi ha distrutta a forza di dirmi che non facevo abbastanza per noi. Tralascio i particolari. Ho capito di essere stata vittima dell'effetto gaslight, la manipolazione emotiva al secondo stadio, forse agli albori del terzo.
Ora, essendo lui molto insicuro per vari motivi, antichi (riguardanti la sua infanzia, rapporto con la madre) ed attuali (disoccupazione, rancore verso la madre), qualcuno mi sa dire se il manipolatore è sempre consapevole? Non voglio credere che fosse cosciente di ciò che mi stava facendo...
Grazie

solasola
Messaggi: 108
Iscritto il: 11 giugno 2008, 22:32

Re: Effetto gaslight??

Messaggio da solasola » 2 settembre 2013, 11:49

mah..credo che non lo faccia apposta...
però il succo non cambia... in ogni caso ti rende la vita impossibile! Quindi meglio tagliare se ne sei pienamente convinta e ci riesci...

provosola
Messaggi: 15
Iscritto il: 25 agosto 2013, 21:27

Re: Effetto gaslight??

Messaggio da provosola » 11 settembre 2013, 23:47

grazie...il problema è che a un mese di distanza, in fondo in fondo, credo ancora che avrei potuto cambiarlo.
Mi sta aiutando molto un libro: Come mi vuoi? di Robin Stern. Parla proprio di questo tipo di "manipolazioni emotive".

laura mannucci
Messaggi: 33
Iscritto il: 31 ottobre 2005, 13:10

Re: Effetto gaslight??

Messaggio da laura mannucci » 16 settembre 2013, 9:24

Credo che prenderò anch'io quel libro, ;-). Ho letto il tuo appello. Quello che mi sento di dirti è che, in ogni caso, almeno per me, i conti li faccio con me stessa. Se sono "vittima" , lo sono della mia stessa autoillusione sull'amore. E quella che ci frega.

provosola
Messaggi: 15
Iscritto il: 25 agosto 2013, 21:27

Re: Effetto gaslight??

Messaggio da provosola » 16 settembre 2013, 12:34

eh...e che io, mi ossessiono, altro che illusione. Non riesco a staccarmi dal pensiero di quella persona. Cerco ogni traccia di lui nei vari social e mi invento situazioni e cose su di lui. Ogni piccolo indizio è uno spunto per girarci un film sopra. ... passerà, ma che fatica.

laura mannucci
Messaggi: 33
Iscritto il: 31 ottobre 2005, 13:10

Re: Effetto gaslight??

Messaggio da laura mannucci » 16 settembre 2013, 12:55

Sì, passerà. ovviamente. Il , come credo, tu debba fare i conti sul perchè un'latra persona abbia così spazio nella tua vita e lavorare sul rinforzo della personalità per attenuare il senso di abbandono.

provosola
Messaggi: 15
Iscritto il: 25 agosto 2013, 21:27

Re: Effetto gaslight??

Messaggio da provosola » 20 settembre 2013, 21:05

grazie per il consiglio..credo tu abbia ragione

Antonietta Albano
Messaggi: 820
Iscritto il: 22 novembre 2005, 16:05
Località: Parma (Pr)

Re: Effetto gaslight??

Messaggio da Antonietta Albano » 10 novembre 2013, 17:45

La cosa più errata è la convinzione di poter CAMBIARE l'altro... l'altro deve piacerci così per come è e non per come dovrà diventare!! Questo comporta, nel tempo, l'insoddisfazione e la delusione delle aspettative.
Concordo sul fatto che è su di noi che dobbiamo "lavorare"... dobbiamo soffermarci sui perchè.... perchè se una persona non ci sta bene, noi continuiamo a rincorrerla!? Fonte di rabbia o altro che hanno radici antiche...
Dr.ssa Antonietta Albano (Psicologa e Pedagogista. Psicoterapeuta e Sessuologa.
Ambiti di intervento: Psicologia Clinica-Sessuologia Clinica-Psicologia Giuridica

"Non si vede bene che col cuore... l'essenziale e' invisibile agli occhi"! ).

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”