Condividere tutto: sì o no?

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
Antonio40
Messaggi: 1
Iscritto il: 24 novembre 2016, 14:41

Condividere tutto: sì o no?

Messaggio da Antonio40 » 24 novembre 2016, 15:05

Buongiorno a tutti.

Perdonate l'invasione di campo, sono un uomo che ama un altro uomo, ma ritengo che il mio problema possa essere d'interesse comune.

Ho conosciuto quattro mesi fa un uomo di sette anni più grande di me con cui ho avviato una relazione a distanza (mezz'ora di auto da casa sua). È una persona meravigliosa, piena di attenzioni e regali, ma di lui so poco. Il che non sarebbe un problema se non fosse per alcune telefonate o messaggi che arrivano dopo le 11 di sera e a cui lui non risponde mai davanti a me. Ho capito solo, sbirciando di sfuggita, che si tratta di uomini. A questo si uniscono tanti altri comportamenti che mi lasciano confuso e pieno di dubbi che mi stanno togliendo la salute pian piano. Lui di me sa tutto, ha conosciuto persino la mia famiglia, ma io di lui non so niente. Dice che vuole sposarmi (e lo dice senza che io gli abbia chiesto qualcosa), ma finora non mi ha mai presentato nessuno della sua famiglia. Delle sue amicizie non conosco nessuno. Se affronto l'argomento, lui minimizza, dicendo che le mie sono solo fisse.

Per favore, avrei bisogno del parere di un esperto. Spero che qualcuno mi aiuti a capire che comportamento adottare.

Antonio

Avatar utente
InnerEye
Messaggi: 14
Iscritto il: 16 dicembre 2016, 20:16

Re: Condividere tutto: sì o no?

Messaggio da InnerEye » 16 dicembre 2016, 22:41

Ciao Antonio,
Non so le altre, ma io non penso che il tuo intervento sia una invasione di campo, anzi mi fa piacere semplicemente perché penso che certe dinamiche non siano poi troppo legate al sesso di una persona.Innanzitutto, trovo davvero curioso che tu chiami la storia 'a distanza' se siete separati da mezz'ora di macchina... (fossero tutte così le distanze :mrgreen: ) forse intendi dire che non convivete? E forse questo aumenta la sensazione di mistero e di 'non vederci chiaro' su di lui?
A primo impatto mi sembri una persona aperta, che ha voglia di dare e di raccontarsi, lui al contrario sembrerebbe molto chiuso.
Mi spiace molto che tu ci stia male e che ti arrovelli tanto, ma ti consiglierei soltanto di considerare una cosa: la vostra relazione dura da appena quattro mesi (ora che ti scrivo un po' di più).
Infatti quello che ti scrivo potrebbe essere inutile per te dopo tanto tempo, ma forse utile per qualche curioso :mrgreen:
Per quanto difficile ( facile vero, a parole, mi dirai!) è indispensabile in questa fase un minimo di distacco e spirito di osservazione, intendo quello stato di :" sto ancora valutando, osservando bene chi sia quest'uomo".
Mi pare ovvio che lui tenga delle parti della sua vita per sè, ma questo non è detto che sia per sempre, potrebbe essere una cosa temporanea.
Oppure potrebbe essere proprio un lato del suo carattere e a questo punto bisogno vedere se tu sarai disposto ad accettarlo oppure no.
Credo che il fatto più allarmante siano queste chiamate, e che lui non risponda davanti a te, o neanche andando nell'altra stanza ( il che potrebbe essere ancora normale) o neanche dando un minimo di spiegazione. Sono altri uomini? Vi siete detti già che la vostra relazione è esclusiva?
Un'altra cosa allarmante: io diffiderei da queste uscite 'appassionate' ma piuttosto campate in aria come ''ti sposerò'' detto con poca conoscenza alle spalle. Forse lui sente davvero il bisogno di una unione ... ma al momento è incapace di condividere, come giustamente dici tu.
Condividere sì o no? Non c'è una risposta che va bene per tutti, ma sicuramente deve essere la stessa per voi due.
Come vedi ai tuoi tentativi di avere risposte, lui chiude piuttosto rudemente 'sono tue paranoie'. Questo dimostra la sua poca sensibilità nei tuoi confronti. E anche una certa stizza che sicuramente ti rivela che anche lui ha qualche disagio in questa situazione...
Direi di affrontarlo con molta calma, preparandoti il discorso e senza alzare le voci. Spiegagli quanto questi suoi misteri, per quanto lui abbia tutto il diritto di avere la sua privacy, ti facciano stare in ansia. Ma : senza pretese ( tipo io sono il tuo ragazzo, quindi devo sapere tutto!), senza aspettative, senza arrabbiature.
E poi tirati un po' indietro... aspetta... e guarda se lui si apre con te.
In qualche modo la tua situazione risuona un po' con la mia esperienza passata, per questo mi sono dilungata tanto.
Un bacione, e se ti va' facci sapere....
Attiva il Venerdì mattina
Se vuoi parlare con me anche in altri momenti, inviami pure un messaggio privato :D

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”