Dubbi pre-matrimonio

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
elija
Messaggi: 1
Iscritto il: 22 agosto 2017, 14:21

Dubbi pre-matrimonio

Messaggio da elija » 22 agosto 2017, 14:36

Dovremmo sposarci tra due mesi ma io non sono sicuro. Stiamo insieme da tre anni, mi ha chiesto lei di sposarci e io ho accettato perché so che per lei è importante, ma non ne sono entusiasta. Lei lo sa e per questo ne soffre molto. Non sono sicuro che lei sia "la donna della mia vita" (cosa vuol dire poi non l'ho mai capito), e che le cose riusciranno a funzionare. Forse si, forse no. Forse non la amo abbastanza per avere quell'incoscienza necessaria ad essere entusiasta del matrimonio. Nonostante questo non voglio lasciarla perché sicuramente me ne pentirei. Nonostante io non sia più giovane, vicino ai quaranta (e lei qualche anno più vecchia), lei è stata la sola relazione seria che ho avuto nella mia vita, e sono abbastanza sicuro che se la perdessi non ne troverei un'altra. Forse la mia inesperienza in fatto di relazioni sta giocando un ruolo nel non farmi capire che cosa voglio veramente. La amo e non voglio farla soffrire, è una splendida persona e non lo merita. Vorrei renderla felice, vorrei che la nostra relazione continuasse ma non posso nascondere più di tanto i miei dubbi e le mie paure, ci provo ma in qualche modo trapelano sempre. Cerco di prendere tempo ma anche questo la fa soffrire. Spero di non fare un grosso errore con questo matrimonio, ma farei un errore forse più grande a lasciarla.

Avatar utente
InnerEye
Messaggi: 14
Iscritto il: 16 dicembre 2016, 20:16

Re: Dubbi pre-matrimonio

Messaggio da InnerEye » 25 agosto 2017, 16:44

Ciao Elija,
Io penso che sia fondamentalmente vero che avere avuto poche relazioni significa avere poca esperienza su se stessi, su cosa si vuole realmente, su chi si è realmente dal punto di vista sentimentale. Alcune esperienze, errori, scivoloni, domande e risposte arrivano solo con diverse esperienze, che le si faccia a 20, 30 o 40 anni e finché non le affrontiamo rimaniamo all'oscuro di molte dinamiche tra noi e l'altro e dinamiche interiori.
Io sono convinta che finché non si fanno diverse esperienze e non si maturi sia un grosso errore legarsi ad una persona.
Diffido di quelle coppie che stanno assieme dalla giovane età, per quanto la cosa possa essere carina e romantica, i casi in cui tutto funziona alla perfezione sono piuttosto rari ed isolati.
In quanto esseri umani, ci evolviamo, cambiamo, a trent'anni non siamo più chi eravamo a venti ed è del tutto naturale che la persona con cui stiamo si evolva a sua volta e si prendano strade diverse.
A volte, molto più realisticamente, ci si lascia, si cresce, e se si è compatibili e quasi predestinati ci si ritrova.E' un processo naturale.
Forse questo pensiero potrebbe aiutarti ad avere la serenità e il giusto distacco che in questo momento di ansia ti mancano.
Credo che una parte di te senta inconsciamente il bisogno di non limitare completamente la propria vita a questa persona, per quanto tu la ami , e forse vorresti che il vostro rapporto sia intenso, libero, che duri quanto deve durare, che si riconfermi ogni giorno, senza dover per forza porsi una condizione per il futuro.
Credo che sia una cosa naturale, giusta e onesta verso se stessi ammettere questo bisogno. Non farti mettere fretta dalla tua età!

Nel tuo caso, mi sento di darti un consiglio molto secco: non sposarla.
Entrare in un matrimonio con i tuoi dubbi farebbe soffrire entrambi. I tuoi dubbi sono seri e legittimi, direi sacrosanti, non nasconderli né a te stesso né a lei, sarebbe disonesto. Prenditi tutto il diritto di avere dubbi e pensa a quanto, al contrario di quello che potrebbe sembrare, porsi questo importante problema, evitare di sposarla solo per 'tenertela' non è farle del male ma anzi è una grande dimostrazione di rispetto.
Prenditi il tempo anche perché lei apra gli occhi, perché lei per prima dovrebbe evitare di volere a tutti i costi un matrimonio con un uomo con dei dubbi.
Personalmente non sono una grande fan dei matrimoni, per il semplice fatto che ingenerano ansia e sembra quasi che debbano essere una soluzione definitiva a tutti i problemi delle coppie, una artificiale 'cementificazione' di un rapporto.
E' banale dirlo, ma ci sono coppie non sposate che funzionano molto bene.
Il matrimonio dovrebbe essere una fase spontanea dell'evoluzione di un rapporto e non una cosa che una delle due parti 'impone' all'altra perché sente che il partner gli sta sfuggendo.
Ora, per la tua fidanzata, il matrimonio è importante. Non senti che meriterebbe di sposare un uomo che non abbia tutti questi dubbi?
Parlatene, rassicurala su quanto la ami, e non avere paura di perderla se rinvii il matrimonio e sei sincero con lei.
Perché in fondo anche tu non meriteresti una donna che ami più te dell'idea del matrimonio?
Non meriteresti una donna che, vedendoti in preda all'ansia e ai dubbi, smetta di pensare ad abito e partecipazioni e corra prima di tutto a curare il rapporto con il suo uomo?Magari avendo anche il coraggio di fargli esprimere tutti i suoi dubbi, anziché nasconderli sotto il tappeto?

Ti lascio con queste riflessioni, sperando possano essere utili.

Un abbraccio :)
Attiva il Venerdì mattina
Se vuoi parlare con me anche in altri momenti, inviami pure un messaggio privato :D

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”