Posso salvare la relazione?

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
Caterina1993
Messaggi: 1
Iscritto il: 1 aprile 2019, 14:22

Posso salvare la relazione?

Messaggio da Caterina1993 » 1 aprile 2019, 15:05

Buongiorno a tutti,
ho 27 anni e da un anno e mezzo sono fidanzata con un ragazzo (28 anni). Ieri lui mi ha chiesto una pausa per riflettere se portare avanti la relazione. Sono certa che ora sia la cosa giusta da fare, perchè da un paio di mesi non facevamo altro che litigare, ma sto malissimo e vorrei solo tornare con lui. Non riesco a smettere di pensare agli errori che ho fatto e mi terrorizza l'idea di non stare più insieme. La storia fin dall'inizio: prima di lui ho avuto solo da givanissima una relazione durata tre anni, poi solamente alcune brevi frequantazioni finite rigorosamente molto male. Tendo a sentirmi spesso oppressa in una relazione, non so viverla con leggerezza, tendo ad esagerare i problemi, non sono incline a fare compromessi e putroppo sono poco tollerante nei confronti dei difetti del partner. Di contro, mi giudico una persona molto affettuosa, onesta e sincera(anche troppo), rifletto e discuto dei problemi. Mettendoci insieme è parso subito evidente che lui ha perso la testa per me, è arrivato a chiedermi di vivere insieme e forse di sposarci un giorno. Questo suo atteggiamento mi ha intimorito e mi ha spinto più volte a prendere le distanze. Poi un giorno lui mi ha confessato di aver baciato un altra ragazza una sera che era uscito con gli amici. Me lo ha confidato perchè era davvero pentito e non aveva significato nulla per lui. Io l'ho perdonato, ma ci sono stata male parecchi mesi. Abbiamo dovuto ricostruire il rapporto, ma dopo è stato più saldo di prima. Dinnazi all'ipotesi di lasciarci ho capito (questa volta senza dubbi) che non volevo perderlo. Tutto è andato bene per qualche mese, ma poi hanno iniziato ad infastidirmi parecchie cose. Io amo viaggiare e sono molto indipendente. Ho studiato all'estero ed ho ancora molti amici, che vado a trovare regolarmente. Gli ho chiesto di venire con me per una settimana. Lui ha accettato, ma poi ha rinuciato al viaggio per ben due volte, sostenendo che aveva da fare. Alla fine non ha fatto un bel niente durante le vacanze. Si alzava tardissimo e si lamentava di avere da fare. In generale ha deluso le mie aspettative su molti fronti. Non ci sono novità nella nostra relazione, il sesso è diventato monotono, lui è poco attivo e non si interessa che delle sue quattro mura. Sono diventata insofferente. Abbiamo avuto dei litigi per motivi futili, fino a che ieri sera la situazione è esplosa. Ero uscita con degli amici e tra loro c'era anche un ragazzo con cui avevo avuto una relazione sessuale anni fa. Lui ha provato a baciarmi ma io ho schivato prontamente il bacio. Però si è creata un'atmosfera molto intima e era chiaro che non è successo nulla solo per correttezza nei confronti del mio fidanzato. Ho raccontato tutto (forse ho fatto male?) e lui si è arrabbiato tantissimo. Dice che con me vive nel dubbio e questo lo fa stare male, anche se mi ama tantissimo non sa se può portare avanti la relazione. Ora mi rendo conto di cosa rischio di perdere, vorrei chiamarlo o scrivergli, ma lui ha imposto una settimana senza sentirci. Personalmente credo (e spero) che lui sia diposto a fare un altro tentativo. Cosa posso cambiare nel mio atteggiamento per salvare la relazione? Possiamo essere felici insieme o siamo troppo diversi l'uno dall'altra?

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”