coppie felici

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 19 dicembre 2008, 18:28

Uau...
Novembre...mi hai fatto venire la pelle d'oca...
Che dire altro sulle coppie felici?
E' tutto racchiuso in questa storia.

mirwen
Messaggi: 44
Iscritto il: 25 febbraio 2008, 20:58

Messaggio da mirwen » 30 dicembre 2008, 23:58

Io non sono sposata ne convivo x ora,sto con un ragazzo da 4 anni el e bufere nell ultimo anno nn sono mancate,xò siamo ancora insieme ed affrontiamo ogni cosa insieme nel bene e nel male come d'altra parte abbiamo tanti felici momenti da soli..nn so cosa intendiate voi ma x me una coppia felice è quella in cui si dice:"voglio camminare lungo questo percorso con te,fare esaltanti discese,le piatte pianure e la faticose salite tendo la tua mano..poi magari mi allontano un attimo a raccogliere un fiore o tu a prendere un frutto,ma siamo comunque insieme nella consapevolezzo che ci sono giorni no e giorni si,attimi meravigliosi e momenti d ruotine....".Dopo i primi due anni la passione che ti sconvolge la vita e le rane nella pancia spariscono ma arrivano altre cose,ci si conosce meglio per esempio e questo porta tante conseguenze positive nei diversi aspetti del rapporto.Niente è perfetto perchè cade dal cielo bello che pronto,bisogna smussare gli angoli dei difetti,ci vuole tanta volontà,pazienza e capacità di dialogo.
spera il meglio e aspettati il peggio

Antonietta Albano
Messaggi: 820
Iscritto il: 22 novembre 2005, 16:05
Località: Parma (Pr)

Messaggio da Antonietta Albano » 4 gennaio 2009, 18:38

Dobbiamo essere ottimisti... soprattutto dobbiamo impegnarci a mediare con l'altra nostra metà e non pretendere e basta!
Dr.ssa Antonietta Albano (Psicologa e Pedagogista. Psicoterapeuta e Sessuologa.
Ambiti di intervento: Psicologia Clinica-Sessuologia Clinica-Psicologia Giuridica

"Non si vede bene che col cuore... l'essenziale e' invisibile agli occhi"! ).

mirwen
Messaggi: 44
Iscritto il: 25 febbraio 2008, 20:58

Messaggio da mirwen » 13 febbraio 2009, 0:08

mi correggo..ora convivo..da meno di un mese..beh è tutto di più..l'amore è più forte;la felicità più grande,i progetti più concreti,le paure più pungenti,i difetti più evidenti..ma con tutto questo ogni volta che arrivo a casa e lo trovo ad aspettarmi,ogni mattino che mi sveglio ed è al mio fianco capisco che ne è valsa e ne vale la pena :)
spera il meglio e aspettati il peggio

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 20 febbraio 2009, 20:52

Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie,
dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via.
Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo,
dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai.
Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d'umore,
dalle ossessioni delle tue manie.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce
per non farti invecchiare.
E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.
Vagavo per i campi del Tennessee
(come vi ero arrivato, chissà).
Non hai fiori bianchi per me?
Più veloci di aquile i miei sogni
attraversano il mare.

Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
Percorreremo assieme le vie che portano all'essenza.
I profumi d'amore inebrieranno i nostri corpi,
la bonaccia d'agosto non calmerà i nostri sensi.
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.
TI salverò da ogni malinconia,
perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te...
io sì, che avrò cura di te. [/size]
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 20 febbraio 2009, 20:59

oh..il cliché delle canzoni d'amore!
;)
scherzo, è molto bella! Però preferisco "E ti vengo a cercare".

Antonietta Albano
Messaggi: 820
Iscritto il: 22 novembre 2005, 16:05
Località: Parma (Pr)

Messaggio da Antonietta Albano » 21 febbraio 2009, 16:25

Proprio in qsti giorni c'è stato un vivo dibattito tra donne, colleghe ed amiche, sulla felicità di coppia... io nn so... attraverso un periodo delicato e delusa da diverse persone, che pe me sono state importanti nn mi sento in qsto momento di fungere da MODERATRICE, ma solo di esprimere la mia perplessità al riguardo della "felicità", ma anche la mi SPERANZA in una futura e rispettosa relazione di coppia. :oops:
Dr.ssa Antonietta Albano (Psicologa e Pedagogista. Psicoterapeuta e Sessuologa.
Ambiti di intervento: Psicologia Clinica-Sessuologia Clinica-Psicologia Giuridica

"Non si vede bene che col cuore... l'essenziale e' invisibile agli occhi"! ).

Peppo
Messaggi: 50
Iscritto il: 7 dicembre 2007, 20:30

Messaggio da Peppo » 21 febbraio 2009, 20:33

Ieri, prima di uscire, ho visto uno sprazzo del festival di sanremo.
Cantava Povia che ad un certo punto ha esibito un cartello in cui c'era scritto"Serenità meglio che felicita'".
Mi ha fatto e mi sta facendo riflettere molto.......che abbia ragione?
Certo è che ricercare da soli serenità non è facile!!
Beh Dott. Albano....penso che oggi non sia facile neanche per Voi esercitare la professione.....viviamo in un'epoca bastarda ed arida di sentimenti genuini e sinceri.
Mi sono sempre posto la domanda sulle varie coppie che si formano........cerchiamo di essere oggettivi e razionali.......è mai possibile che la maggior parte si formano in ambiti lavorativi o comunque frequentati con assiduità per varie vicissitudini?
A quanti è capitato di innamorarsi quasi per caso o proprio quando veramente non c pensava o non se lo aspettava?
Quello penso sia veramente qualcosa "in più" perchè in quel momento si è spontanei e naturali.
Non si hanno atteggiamenti "bellicosi" o di puro interesse ma si è forse più spontanei e naturali e ci si comporta in maniera più "trasparente" senza maschere.
A me è capitato e per questo pensavo fosse amore puro ma....le persone cambiano.
Ora, pensandoci bene, non è forse vero che comunque sia, tirando le somme in maniera molto "pragmatica" in fondo in fondo c si "accontenta" di quello che capita?
L'amore è universale dicono, potrebbe capitarti in qualsiasi momento o quando proprio non c'entra un cazzo ed invece, di riffa o di raffa ce lo "facciamo capitare".
A questa stregua è ovvio che cresca il mal contento in una società che parla e si aggrega sempre di meno.
Si "accetta" quello che arriva, si "costruisce" con qualcuno che bene o male ci aggrada e poi, capita qualcos'altro che ci destabilizza.
Peer questo odio uscite combinate, incontri finalizzati a.. posti dove vai perchè sai che magari.........tutto programmato e scontato ma che tristezza!!!
Per amore vero intendo quello che anche se non ce l'hai più, lo senti addosso e senti comunque che tu gli appartieni anche se passano anni.
Io pensavo di essere speciale per questo mio modo di essere e pensavo anche di aver trovato una persona che veramente l'avesse capito.
Ma, come ho sempre sostenuto, è facile parlare di buoni sentimenti....il difficile è metterli in pratica.
Quella che diceva che io ero diverso, dopo due/tre mesi era di nuovo a "cavallo".
E' questo tutto lo speciale?
Per me sono passati anni eppure a parole non gli ho mai manifestato quanto veramente le volessi bene e tenessi a lei ma perchè proprio non riuscivo e non riesco a farlo, sono così, è un mio limite.
Ma in cuor mio dire "Ti amo" vuol dire abbassare tutte le difese, diventare trasparenti e vulnerabili, essere quasi in balia dell'altro.
Dopo 34 anni sono riuscito a dirlo solo a 2 persone e la prima era un'amore post-adolescenziale.
Beh, lei a parole era brava, aveva studiato "scienza dell'educazione" per l'appunto(non me ne vogliate, penso siceramente non siate tutte uguali;-)) ma quando doveva "pragmaticamente" dimostrare che quello che aveva preteso da me era in grado anche lei di garantirmelo, ha cominciato ad accusarmi con cinquantamila argomentazioni.
Questo solo per dire che purtroppo nessuno può capirci e sentire quello che proviamo veramente.
Forse proprio per questo meglio essere sereni che felici e subordinare i "sentimenti" al periodo che stiamo e stanno attraversando coloro che sono con noi, consapevoli che niente è malinconicamente per sempre!!
Più si acquista consapevolezza e più è difficile innamorarsi :cry:

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 22 febbraio 2009, 1:16

Per amore vero intendo quello che anche se non ce l'hai più, lo senti addosso e senti comunque che tu gli appartieni anche se passano anni.
Quando soffrivo per una storia finita un mio amico mi ha accusata di essere poco evolutiva. Questa espressione mi è rimasta in testa, mi ha fatto riflettere.



L'amore è universale dicono, potrebbe capitarti in qualsiasi momento o quando proprio non c'entra un cazzo ed invece, di riffa o di raffa ce lo "facciamo capitare".
O forse 'capita' quando siamo pronti
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

Avatar utente
SkyExpress
Messaggi: 80
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 15:43
Località: Cagliari

Messaggio da SkyExpress » 23 febbraio 2009, 12:07

Antonietta Albano ha scritto:Proprio in qsti giorni c'è stato un vivo dibattito tra donne, colleghe ed amiche, sulla felicità di coppia... io nn so... attraverso un periodo delicato e delusa da diverse persone, che pe me sono state importanti nn mi sento in qsto momento di fungere da MODERATRICE, ma solo di esprimere la mia perplessità al riguardo della "felicità", ma anche la mi SPERANZA in una futura e rispettosa relazione di coppia. :oops:
Vorrei esprimere il mio profondo apprezzamento per questo messaggio, chiunque secondo me leggendolo può sentirsi accomunato dalle quotidiane tribolazioni della gente comune, e trarne magari la forza per affrontarle al meglio delle proprie possibilità, proprio perchè queste parole sono scritte da una professionista.
Sono anch'io un sostenitore convinto dell'irrinunciabile esigenza di serenità, prima di ogni altra cosa: penso sia un dono prezioso poter condividere certe sensazioni, grazie di cuore...
:oops:

chicco
Messaggi: 357
Iscritto il: 6 novembre 2007, 12:17

Messaggio da chicco » 23 febbraio 2009, 12:42

novembre ha scritto:Enrico è davanti alla televisione, abbracciato a sua moglie Elena.
Lei si accoccola accanto a lui e fa scivolare il suo capo sotto il suo braccio , come un pulcino che si ripara sotto l'ala della sua mamma chioccia.
Un fiume d'amore e tenerezza scorre fra lui e lei. Lui sta vivendo l'amore più grande della sua vita e la felicità e il piacere più intenso che abbia mai provato.Lei si sente amata come mai nessuno l'ha amata , protetta come mai nessuno l'ha protetta, ed è felice di una felicità così forte che quasi le manca il respiro.
Lei è la sua bambina e lui il suo papà

Poi lui le fa il solletico sul ventre e lei ride forte e agita le gambe in alto gridando "Aiuto, aiuto! Un orco mi vuole mangiare!" Lui allora infila il suo viso fra le coscie di lei e grufola come un maiale. E lei si agita tutta sbattendogli il ventre sul viso e gridandogli "Vai via, brutto porcellino affamato! Vai a mangiarti una patata!" E allora lui felice alza il viso e grida "Si, si si!".
Sono due bambini che giocano felici.

Quando lui riabbassa il viso sul ventre di lei lo trova completamente nudo, sente che lei è vogliosa e si muove su e giù ritmicamente con un crescendo che lo rapisce e gli fa dimenticare tutto . Si trova ad urlare su di lei e eli gli pianta le unghie nella schiena. Sono due animali assettai di sangue che combattono nella giungla.
Sono due adulti.
E lo sono anche quando, dopo, abbandonati l'uno nelle braccia dell'altro, si raccontano la loro visione della vita e si confidano di avere incontrato dio dentro di loro.

Allora lui le confessa di non aver mai amato così una donna e soprattutto di non essersi mai sentito amato così da una donna e di aver sofferto molto la sua solitudine e la mancanza di un vero amore nella sua vita.
Lei lo abbraccia e lo stringe forte forte al suo seno e lui abbandona il suo capo sul seno di lei e si fa piccolo piccolo. Sente l'amore infinito di lei per lui e si abbandona completamente fra le sue braccia dove trova la gioia, la felicità, la sicurezza che non ha avuto mai, nella sua vita.
lei è la sua mamma e lui il suo bambino.

Questa è una coppia sana.
Perchè formata da due persone "normali".
Due persone che sanno essere, uno per l'altra, ora bambini, ora adulti, ora genitori.
Due persone che hanno un sano, normale, rapporto di coppia.
Una coppia così può durare un'eternità.
E' fatta di due pali piantati saldamente nel terreno, ognuno dei quali può stare su per conto suo, senza l'aiuto dell'altro.
Ma insieme fanno una palizzata.
Una palizzata che resiste ad ogni attacco , ad ogni vento, ad ogni invasione.
Una palizzata che non crollerà mai"


[alla ricerca delle coccole perdute]

come si può non essere un pò invidiosi di questo, se esiste e se non lo si è mai sperimentato?

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 24 febbraio 2009, 18:38

porto anche il mio contributo da coppia felice, almeno per ora e da quattro anni e più.
non penso molto al domani, sono tranquilla, sono serena, sono felice ADESSO. forse anche qui sta il trucco.
Conviviamo da quasi un anno, non si può dire che sia sempre andato tutto bene, abbiamo attraversato insieme delle tempeste, la più grande la scomparsa di mio padre.
una persona ti deve saper stupire nelle dificoltà e nei momenti belli.
sempre vicini, ma con personalità separate. decisioni insieme, e decisioni per le proprie vite. un insieme separato.
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 24 febbraio 2009, 19:46

Vale ha scritto:porto anche il mio contributo da coppia felice, almeno per ora e da quattro anni e più.
non penso molto al domani, sono tranquilla, sono serena, sono felice ADESSO. forse anche qui sta il trucco.
Conviviamo da quasi un anno, non si può dire che sia sempre andato tutto bene, abbiamo attraversato insieme delle tempeste, la più grande la scomparsa di mio padre.
una persona ti deve saper stupire nelle dificoltà e nei momenti belli.
sempre vicini, ma con personalità separate. decisioni insieme, e decisioni per le proprie vite. un insieme separato.
E' bello sentire anche testimonianze positive!! Sembra che dopo un pò tutte le coppie siano destinate a fallire, quindi le tue parole tirano su il morale! :wink:
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 4 marzo 2009, 18:31

se uno per primo non ci crede che le cose possano andare bene, è anche inutile che provi ;)

ci sono tante storie nella vita, ci sia innamora molte volte. quella giusta c'è.
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

LILLY

Messaggio da LILLY » 5 marzo 2009, 11:43

Vale ha scritto:.
Conviviamo da quasi un anno, non si può dire che sia sempre andato tutto bene, abbiamo attraversato insieme delle tempeste, la più grande la scomparsa di mio padre.
una persona ti deve saper stupire nelle dificoltà e nei momenti belli.
sempre vicini, ma con personalità separate. decisioni insieme, e decisioni per le proprie vite. un insieme separato.
E' bello leggere testimonianze come questa.
Vale ha scritto una cosa che condivido: bisogna crederci nell'amore, bisogna credere che le cose possono anche andare bene.
Spesso si fa presto a dire che "'amore è una cosa meravigliosa" e invece nella realtà questo sentimento (di amore di coppia) sembra quasi passato fra le cose meno importanti e meno belle.
Il segreto della "coppia felice" forse consiste proprio in questo: l'altro ti stupisce sia nelle difficoltà che nei momenti belli. E attraversare le tempeste, per uscirne nuovamente insieme. Prendere decisioni insieme e anche per le singole vite.

Io trovo tutto questo semplicemente meraviglioso e reale.

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”