che valenza puo avere il matrimonio (o coppia) ?

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Avatar utente
biscotto
Messaggi: 16
Iscritto il: 15 ottobre 2008, 12:50

che valenza puo avere il matrimonio (o coppia) ?

Messaggio da biscotto » 16 ottobre 2008, 6:04

salve! vi prpongo un argomento; il matrimonio e la sua valenza,o come coppia.
..a me sembra che trovare una coppia(anche non ufficialmente sposata) che non abbia avuto i suoi momenti no non e' mai esistita e questo e' pure normale,poi pero' i cornetti si sprecano,sfido chiunque,piu coraggiosi o meno a mettere sul piatto della bilancia tradimenti a destra e manca! sono dell'opinione che riguardino la stragrande maggioranza!(tanto per,lo sapevate che ben il 10% dei figli italiani sono illeggittimi? :shock: ) "in questi casi la mamma ne e' sicura ma i padri no!" allora mi chiedo;..ma non e' che la coppia cosi come viene intesa socialmente non e' altro che un ennesima ipocrisia e che la realta sia in verita la poligamia?!..del resto mi sembra che in natura le cose funzionino proprio cosi,per ovvi motivi diciamo biologici della nostra stessa specie,insomma delle ragioni devono pure esistere perche da che mondo e mondo e dai tempi dei tempi le cose sono sempre e comunque andate cosi..da una parte la "mascherata" convenzionale, dall'altra quella di seguire certi impulsi che sovente ci appartengono molto di piu di quanto poi possiamo noi stessi immaginare!...allora perche ci si ostina ad adottare sempre la scelta piu ipocrita e in ultima analisi la piu falsa di tutte?!
se vi va di schiarirmi meglio le idee...

verità
Messaggi: 322
Iscritto il: 24 settembre 2008, 20:45

Messaggio da verità » 16 ottobre 2008, 8:49

....speriamo di non uscire troppo fuori tema forum, ma, al limite ce lo faranno presente.

Ci ho pensato molto anch'io con queste personali conclusioni.
L'uomo primitivo era così poligamo che si accoppiava anche con familiari sino a mettere a rischio la salute della specie. Si è cominciato a proteggere da questi come da altri rischi fino ad arrivare alla monogamia. Questo ha determinato una frustrazione dell'istinto sessuale, che, secondo me, è stata agevolata e sfruttata dalle religioni. Un po' come gli animali castrati che sono più docili e addomesticabili.
Tornare allo stato primitivo?
No, secondo me no. Nel frattempo l'uomo ha "sublimato" (si può dire?) trovando o inventandosi l'amore (si sono mai visti animali che scrivono poesie?) ed io a quel risultato non ci vorrei rinuciare: quindi bisogna trovare una giusta soluzione, anche di compromesso (che è diverso dall'ipocrisia).
E poi non sottovalutiamo millenni di cattività...Quando sento discorsi come i tuoi da una parte dico: "ahh finalmente una persona sincera, libera e intelligente!" dall'altra dico: "ma si sarà afrancato davvero dal pregiudizio o è ancora nella fase del mi ribello perchè in fondo sono ancora legato a quelle regole?"
Per esempio nel tuo intervento non citi l'amore: l'ultimo tabu!

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 16 ottobre 2008, 11:59

non si dice più figli illegittimi ma naturali

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 16 ottobre 2008, 12:09

mah...
secondo me è un discorso di per sè senza senso...se ci son corna a destra e a manca non ha senso parlare di coppia.
almeno a parer mio.
coppia= amore, rispetto e stima altrui.
corna= mancanza di rispetto, di certo non amore, men che meno stima.

quindi...si può riproporre la domanda in altra forma? ^_^
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Avatar utente
biscotto
Messaggi: 16
Iscritto il: 15 ottobre 2008, 12:50

Messaggio da biscotto » 16 ottobre 2008, 12:27

verità ha scritto:....speriamo di non uscire troppo fuori tema forum, ma, al limite ce lo faranno presente.

Ci ho pensato molto anch'io con queste personali conclusioni.
L'uomo primitivo era così poligamo che si accoppiava anche con familiari sino a mettere a rischio la salute della specie. Si è cominciato a proteggere da questi come da altri rischi fino ad arrivare alla monogamia. Questo ha determinato una frustrazione dell'istinto sessuale, che, secondo me, è stata agevolata e sfruttata dalle religioni. Un po' come gli animali castrati che sono più docili e addomesticabili.
Tornare allo stato primitivo?
No, secondo me no. Nel frattempo l'uomo ha "sublimato" (si può dire?) trovando o inventandosi l'amore (si sono mai visti animali che scrivono poesie?) ed io a quel risultato non ci vorrei rinuciare: quindi bisogna trovare una giusta soluzione, anche di compromesso (che è diverso dall'ipocrisia).
E poi non sottovalutiamo millenni di cattività...Quando sento discorsi come i tuoi da una parte dico: "ahh finalmente una persona sincera, libera e intelligente!" dall'altra dico: "ma si sarà afrancato davvero dal pregiudizio o è ancora nella fase del mi ribello perchè in fondo sono ancora legato a quelle regole?"
Per esempio nel tuo intervento non citi l'amore: l'ultimo tabu!
no,non mi sento nella fase di ribellione che come fai giustamente notare tu sarebbe appunto la fase del "vado contro tutto e tutti piuttosto che avere un opinione e un sentire personale delle cose",affermare il contrario e' pure un altro modo di conformarsi..percio non e' questo il mio caso.
il mio intervento nasce da riflessioni genuine in cui si insinua il dubbio in cui poter trovare una risposta per me soddisfacente..cosa intendi per amore come ultimo tabu? ti va di approfondire?

Avatar utente
ricciolina
Messaggi: 873
Iscritto il: 19 luglio 2007, 10:59

Messaggio da ricciolina » 16 ottobre 2008, 12:31

secondo me in questo grande modo c'è spazio per l'una e per l'altra cosa.
in effetti è così che è no?
guardiamoci intorno e le cose coesistono sulla stessa terra.

coppie fedeli e coppie non fedeli.

perchè fare di tutte le coppie un fascio? :roll: :?:

Avatar utente
biscotto
Messaggi: 16
Iscritto il: 15 ottobre 2008, 12:50

Messaggio da biscotto » 16 ottobre 2008, 12:33

doomgeneration ha scritto:non si dice più figli illegittimi ma naturali
si possiamo chiamarli come vogliamo,del resto si sa che il padre in questo caso e' colui che lo cresce il figlio piuttosto che essere l'erede dei suoi spermatozoi,per la mamma il discorso non si presenta nemmeno...

Avatar utente
biscotto
Messaggi: 16
Iscritto il: 15 ottobre 2008, 12:50

Messaggio da biscotto » 16 ottobre 2008, 12:39

Vale ha scritto:mah...
secondo me è un discorso di per sè senza senso...se ci son corna a destra e a manca non ha senso parlare di coppia.
almeno a parer mio.
coppia= amore, rispetto e stima altrui.
corna= mancanza di rispetto, di certo non amore, men che meno stima.

quindi...si può riproporre la domanda in altra forma? ^_^
ed e' proprio questo il punto secondo me..coppia e corna. secondo te quindi sono luna imprescindibilie dall'altra? e allora come lo spiegheresti il fenomeno?..o sono io l'ingenuo che vede fischi per fiaschi?

Avatar utente
biscotto
Messaggi: 16
Iscritto il: 15 ottobre 2008, 12:50

Messaggio da biscotto » 16 ottobre 2008, 12:45

ricciolina ha scritto:secondo me in questo grande modo c'è spazio per l'una e per l'altra cosa.
in effetti è così che è no?
guardiamoci intorno e le cose coesistono sulla stessa terra.

coppie fedeli e coppie non fedeli.

perchè fare di tutte le coppie un fascio? :roll: :?:
perche a me sembra che riguarda tutti,a diversi livelli ma tutti!...a meno che non si vadi a ripescare le vite dei nostri nonni che in alcuni casi rimanevano fedeli ma solo per convenzione,oggi mi sembra che questa fase si sia superata da un pezzo e come una pentola per troppo tempo tenuta chiusa ora si riesce a vedere cosa bolliva in pentola!

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 16 ottobre 2008, 14:15

No figlio illegittimo ora è un termine che potrebbe anche risultare offensivo e passibile di condanna. Giuridicamente si dice figlio naturale dal 1975! cmq è assolutamente OT questo intervento, scusa

Avatar utente
ricciolina
Messaggi: 873
Iscritto il: 19 luglio 2007, 10:59

Messaggio da ricciolina » 16 ottobre 2008, 16:12

biscotto ha scritto:
ricciolina ha scritto:secondo me in questo grande modo c'è spazio per l'una e per l'altra cosa.
in effetti è così che è no?
guardiamoci intorno e le cose coesistono sulla stessa terra.

coppie fedeli e coppie non fedeli.

perchè fare di tutte le coppie un fascio? :roll: :?:
perche a me sembra che riguarda tutti,a diversi livelli ma tutti!...a meno che non si vadi a ripescare le vite dei nostri nonni che in alcuni casi rimanevano fedeli ma solo per convenzione,oggi mi sembra che questa fase si sia superata da un pezzo e come una pentola per troppo tempo tenuta chiusa ora si riesce a vedere cosa bolliva in pentola!

non lo so perchè a te sembra che riguardi tutti, io ti assicuro che senza tornare al secolo scorso ma guardando intorno a me ci sono coppie di ogni genere, dalle fedelissime superinnmorate alle fedifraghe, (si dice così? è giusto?) a quelle con figli "naturali" come dice doom....
c'è di tutto.
è sciocco negarlo.
forse sono di più quelle con le corna che quelle senza questo si,
ma credo sia una questione di egoismo nient'alto.

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 16 ottobre 2008, 18:08

ma se si conrnificano smettono di essere coppia...il resto è solo ipocrisia.
se stanno comuqnue ancora insieme ci sono altri motivi...chissà quali? dato che si rovina la vita a vicenda...?
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 16 ottobre 2008, 18:28

Vale, esistono molte persone che tradiscono eppure dicono di amare il partner e ne sono convinte...non lo dicono per nascondere qualcosa. A questo punto come si fa? Io sono assolutamente d'accordo con te ma vedendo che ci sono milioni di altre persone che non si comportano allo stesso modo non posso darmi una spiegazione di ciò...alcune coppie non sono monogame e lo dicono apertamente...a questo punto se entrambi i partner sono d'accordo non possiamo dire che la loro non sia una coppia..a modo loro è una coppia...la cosa triste invece è chi lo fa sperando di non essere scoperto ma essendo comunque convinto che la sua unione (matrimonio o convivenza che sia) vada a gonfie vele!! Questo non lo capisco :? . Forse più che il gene della infedeltà alcune persone hanno innato quello della disonestà!! Perché è vero che siamo in parte animali... caro biscotto... ma siamo dotati della ragione...e fidati che non c'è impulso che tenga quando una persona vuole essere fedele, lo è e basta e non fa nessuna fatica!!

verità
Messaggi: 322
Iscritto il: 24 settembre 2008, 20:45

Messaggio da verità » 16 ottobre 2008, 19:33

Doom..., sono d'accordo con te: ma quanto mi costa!
Comunque voglio spiegare perchè per me l'amore è il vero tabu'
Io non ho sposato mio marito per amore, non l'ho sposato neppure perchè mio padre (cioè io) si sentiva in debito perchè guidava l'auto che ha avuto un incidente in cui mio marito (allora fidanzato) ha rischiato di perdere la vita (lungo coma, conseguenze, ecc...).
L'ho sposato perchè sono stata educata da schifo, da genitori arretrati e (comprensibilmente) impauriti da una vita sempre troppo dura.
Ciononostante, anche se credo nel sesso fine a se stesso, penso che a quello ci si possa rinunciare...
Ma all'amore no!
E' questo il vero tabu': all'amore non si può rinunciare mai, neppure se ci si è sposati per amore, quando finisce e se ne trova un'altro (penso?!).
Comunque questa è una mia opinione!
E' il mio di marito quello che è stato avvisato che quando ci sarò riuscita a trovarlo (o a non scartarlo) sarà tradito: non quello di ricciolina, vale o doom...!

Ps.: per la definizione, una coppia si diventa necessariamente con dei figli, almeno fino a che per farli e curarli bisogna essere in due!

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 16 ottobre 2008, 20:20

Verità, io non intendo volere nel senso di imporsi la fedeltà per qualche ragione (senso di colpa, paura, rimorsi, sindrome da crocerossina...quello che vuoi) ma volontà nel senso di disinteresse a tradire...ossia se sto bene con un uomo e sono appagata non ho bisogno di tradirlo (a meno che non sia una traditrice seriale ma questa mi pare più una patologia che una semplice attitudine...) !
Nel tuo caso non sei appagata quindi non mi sorprende che tu abbia bisogno di un'altra cosa (o di un altro uomo)...all'amore (e al sesso!) è vero non si può rinunciare, perchè l'amore è vita...a questo punto a mio parere è meglio fare una scelta drastica piuttosto che soffrire quotidianamente in silenzio e sentirsi frustrati...ma tra il dire e il fare, lo so... :roll:

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”